Pocket

Gara1 è dei Mavs, ma la serie appare lunga...

“POSTTTT SEEEASOOONNN KOBE!!”: questo è quello che gridava il buon Lebron in versione Muppets della oramai passata pubblicità delle Nike ed effettivamente siamo giunti ai famigerati playoff momento in cui si iniziano a vedere i veri valori in campo.

La scorsa notte si è giocata gara 1 tra Dallas e Portland, una serie che offre e offrirà molteplici spunti a tutti gli amanti del basket a stelle e strisce .

In parte dopo i primi minuti si è capito dove la partita si sarebbe decisa e più precisamente lo si è capito al primo mini break di Dallas nel primo quarto .

Tripla di Kidd–> Stoppata Su Gerard Wallace –> Canestro Di Nowkizti = mini parzialino del +5.

Sarò onesto: solo col senno di poi posso dire questa cosa, perchè sfido chiunque a pensare che il buon Jasone, che in tutta la stagione regolare ha tirato con il 34% da tre e ha segnato poco meno di 8 punti a partita, avrebbe realizzato ben 24 punti con un 6-10 da tre.

Quindi in definitiva in gara 1 la novità di un Jasone con questa vena realizzativa ha permesso a Dallas di portare a casa una vittoria che fino a 5 minuti dalla fine sembra essere compromessa.

Infatti nel 4 quarto Portland grazie ad un attivissimo Fernandez e al solito Aldrigde hanno provato un mini allungo che però è stato definitivamente stroncato dall’ ex MVP tedesco con un personale miniparziale di 12 punti di fila. Durante il 4° quarto infatti il Wunderdirk nazionale segna 18 dei suoi 28 punti condannando cosi la squadra dell’Oregon alla prima sconfitta nei playoff.

Chi scrive tenta di essere più imparziale possibile e per dovere di cronaca segnalo che McMillan a fine partita ha avuto abbastanza da ridire sul metro arbitrale infatti ha dichiarato:

“”The free throws, I just don’t get that,” McMillan said. “It’s hard for our guys to know how to play out there when it’s called a little different. (The free throw difference was) 19-2 in the fourth quarter. And I felt like we were attacking and guys really didn’t know how to play with the fouls that we’re being called.””

Effettivamente Portland ha tirato 13 tiri liberi praticamente quelli ha tirato il solo Dirk mentre il resto della squadra Texana ne ha tirati altri 16.

Ovviamente Portland ha molto da rimproverarsi visto che molti giocatori sono mancati all’appello in particolar modo le prestazioni di Matthews, Roy, Wallace lasciano abbastanza l’amaro in bocca.

Mentre il primo ha effettuato solo 3 tiri per poi fare la muffa in panchina i successivi altri due giocatori hanno giocato ben al di sotto delle loro potenzialità.

Lo dico con tutta sincerità e con non poca tristezza vedere Roy giocare in questo modo è veramente disarmante: dire che gioca praticamente al 20% delle sue possibilità è poco mentre Wallace ,dopo essere stato stoppato ben 3 volte e aver giocato un partita abbastanza insipida ha dichiarato: “”For me, personally, I felt like I struggled the whole game, I wasn’t able to help my team in any areas. But from a team standpoint, I felt like we let this one slip away.”

Ovviamente dall’altra parte un jason Kidd raggiante per la sua sontuosa prestazione dichiara: “In the playoffs, you have to have other guys step up and score and I know that our opponents are going to give me that jump shot and I have to be able to knock it down. Tonight was a good example of that.”

Volendo analizzare meglio la partita il motivo principale per cui Dallas si è trovata in difficoltà con portland sono stati gli Alley opp, portland è la squadra che ne ha fatti di più in regular season e (guarda a caso) la maggior parte finiscono nelle mani di Lamarcus.

Infatti il sorpasso del 4° quarto è figlio principalmente di un 20-0 in area di Portland ai danni di Dallas questa è stata principalmente l’arma a favore della squadra di McMillan che però negli ultimi minuti è venuta a mancare e dopo la tripla di Dirk e e quella di Kidd la partita ha preso la strada di Dallas.

Un altro dato che ha inciso parecchio sulla partita è stata la percentuale da 3: 52.6% per 10/19 per Dallas e un 12.5% per un 2/16 per Portland, un dato impietoso che ha in parte condannato la squadra dell’Oregon.

In definitiva si può sperare in una gran gara 2 in cui i giocatori dell’Oregon proveranno a riscattare questa sconfitta che per molti versi è stata condizionata da una prestazione di Kidd che molti non vedono ripetibile, mentre Dallas proverà (a detta del suo allenatore) di evitare tutti quegli alley opp che hanno creato molti grattacapi alla difesa texana.

Staremo a vedere come proseguirà questa serie vi lascio con le parole dello stoico Camby (autore di una grandissima prova da 18 rimbalzi): “There’s no panic,We know we let one get away, but we can’t let this one linger.”

Post By Pavel (12 Posts)

Gioco a basket, seguo costantemente l’NBA, adoro il playground ma soprattutto il trash talking ;)

Connect

One thought on “Gara 1 : Dallas 89 Portland 81

  1. Posto oggi, perché ancora mi brucia questa sconfitta!!!
    Ma adesso è già gara 2, e dobbiamo ascoltare le parole di Camby!
    Spero solo che si migliorino le percentuali al tiro e che altri protagonisti di Portland si diano da fare!!!
    Let’s go Blazers!!!!

Commenta