NCAA Football

ACC Coastal 2016: Preview

L’ACC Coastal vive un po’ con la nomea di Division più debole tra le 5 conference principali. L’anno scorso UNC ha concluso come una delle migliori squadre della nazione vincendo la division ed impensierendo molto Clemson. Molta curiosità ci sarà intorno a Miami e a Richt, grandissimo HC che avrà il compito di risollevare il destino degli Hurricanes. Pittsburgh dovrà continuare il suo processo di crescita ma è già un team molto insidioso mentre Georgia Tech potrebbe essere una mina vagante. Virginia Tech apre l’era post Beamer con Fuentes, avranno gli occhi dell’intera nazione addosso e una stagione sotto le 6 vittorie sarà poco digeribile. Duke e Virginia paiono fanalini di coda ma non sarà comunque facile batterle.

CONTENDER

North Carolina Tar Heels (Previsione record 9-3)

I Tar Heels sono i campioni in carica della Coastal e sono reduci da un 2015 di altissimo livello dopo una partenza un po’ blanda con South Carolina. L’obiettivo minimo sarà ripetersi nella Coastal, l’obiettivo grosso sarebbe vincere la Conference e sognare uno dei Bowl più importanti.

L’attacco di Fedora non avrà più Marquise Williams e sarà Mitch Trubinski il nuovo QB sotto al centro. QB Senior che ha già visto il campo in più occasioni nelle passati stagioni, su di lui c’è molta confidenza e tante aspettative per tenere il livello molto alto.
North+Carolina+v+Georgia+Tech+mfzwBcd0OcxlIl backfield di UNC è molto talentuoso, Elijah Hood sarà il RB principale, talento sopra la media, molto fisico e soprattutto è una macchina da TD, ben 17 TD nel 2015. Accanto a lui ci sarà TJ Logan, backup di qualità in grado di poter creare dal nulla giocate incredibili.
Il reparto WR è tra i migliori dell’intera Conference, Ryan Switzer, Mack Hollins e Bug Howard rappresentano un trio letale con caratteristiche complementari. Switzer è uno slot in grado di fare qualsiasi cosa mentre Howard e Hollins sono due big body WR che non hanno paura di sacrificare il loro corpo per la palla. La OL ritrova ben 4 starter, Jon Heck e Caleb Peterson saranno i due leader del reparto, con una gran stagione potrebbero essere due nomi imporanti per il Draft.

La mano di Gene Chizik sulla difesa si è vista l’anno scorso con un grosso miglioramento, il 2016 passerà da qua, quanto questa difesa può ulteriormente migliorare.
Il Front Seven allo stato attuale presenta diversi punti di domanda. Due ancora di sicurezza dovrebbero essere il DE Dajaun Drennon ed il DT Nazair Jones, ottimi run stopper ma con qualità da pass rusher da migliorare. Dietro di loro ci si aspetta una gran rotazione di Freshman e sophomore, Jalen Dalton e Tomon Fox potrebbero essere due nomi interessanti. Il reparto LB è il più debole del team, Andre Smith e Cayson Collins saranno catapultati in campo come starter senza esperienza, se non nello Special Team.
Le secondarie dovrebbero rappresentare una sicurezza della difesa. Donnie Mills dovrebbe essere il leader carismatica, più di 100 tackle lo scorso anno, un vero fattore sulla LOS. Des Lawrence dovrebbe essere destinato ad una gran stagione sull’esterno, anche con un occhio verso il Draft, mentre MJ Stewart dovrebbe dare ottime garanzie sul lato opposto.

UNC ha tutte le possibilità per fare una grande stagione ma presenta anche una schedule molto difficile, le sfide con Georgia, FSU e Miami saranno l’ago della bilancia. I due “SE” sono Trubinski ed il Fronte Sette difensivo, da qui passerà l’intera stagione dei Tar Heels.

 

Miami Hurricanes (Previsione record 8-4)

Una nuova era è iniziata a Miami con l’assunzione di Mark Richt, coach che non ha bisogno di presentazioni dopo ben 15 anni a Georgia dove ha fatto cose sopra la media. Miami con lui proverà a riaprire un ciclo, che spera diventi vincente in poco tempo.

Virginia Tech Miami Football(4)Il potenziale offensivo degli Hurricanes è molto importante. Brad Kaaya sarà il QB, talento importante che sin da freshman ha mostrato ottimi numeri, già ora è considerato uno dei migliori QB in ottica Draft e tutti attendono una sua stagione strepitosa per consacrarlo definitivamente. Intorno a lui ci sono playmaker molto importanti, Joseph Yearby sarà il RB a cui si daranno la maggior parte delle portate ma anche Mark Walton contribuirà in maniera importante. Stacey Cooley sarà il WR più importante, slot WR in grado sia di allungare il campo sia di produrre dopo la ricezione nel medio. Dietro di lui c’è un po’ di carenza ma i recruit hanno portato elementi interessanti come Sam Bruce, Lawrence Cager e Ahmmon Richards che potrebbero avere molti snap. Anche i TE David Njoku and Chris Herndon potrebbero fare danni, l’anno scorso hanno messo insieme numeri importanti e potrebbero essere un incubo per le difese avversarie. La OL è rimasta la stessa del 2015, il talento c’è, l’esperienza pure, la base è quella per essere una delle migliori unit della nazione grazie a giocatori come Nick Linder, Danny Isidora e Kc Mcdermott.

Manny Diaz a livello difensivo dovrà fare un gran lavoro per rendere il reparto competitivo, negli ultimi anni è stato troppo poco incisivo regalando prestazioni pessime. La linea difensiva sarà guidata dal DE Al-Quadin Muhammad che è stato l’unico in grado di essere un fattore nel reparto l’anno passato. Grandi attese si hanno sul DE 5 stelle recruit Chad Thomas che dopo due anni di nulla dovrebbe iniziare a produrre sul campo. Il reparto LB vedrà ancora impegnati Jermaine Grace e Juwon Young che dovrebbero garantire buone prestazioni, soprattutto il primo. Nelle secondarie ci sarà il problema di sostituire Artie Burns e Deon Bush, andati in NFL. Jamal Carter e Rayshawn Jenkins dovrebbero dare garanzie come Safety titolari, entrambi Senior con buona esperienza alle spalle. Corn Elder dovrebbe essere l’unico CB con il posto assicurato, ben 11passaggi deflettati l’anno scorso, ma dietro di li regna la competizione, chi potrebbe spuntarla è Michael Jackson, recruit 4 stelle dall’ottimo potenziale.

Ci si aspettano grandi cose da Miami quest’anno, molti la vedono come la naturale favorita ma bisognerà vedere il livello difensivo, dovesse Diaz lavorare bene si potrebbe sognare ma UNC pare favorita per ora. La schedule è abbastanza impegnativa ma non impossibile, le condizioni per fare moto bene ci sono.

 

PRETENDER

 

Georgia Tech Yellow Jackets (Previsione record 7-5)

Gli Yellow Jackets escono da un 2015 inspiegabile con solo 3 vittorie ed una squadra senza grinta, sempre sottomessa dagli avversari che solo la vittoria con Florida State ha dato un minimo di dignità alla stagione.

123114-CFB-Georgia-Tech-Justin-Thomas-PI-CH.vadapt.620.high.87Il sistema offensivo ovviamente rimarrà la triple option che sarà guidata da Justin Thomas, terzo anno da starter che ha mostrato di non essere solo un gran corridore ma anche un buon lanciatore, lui sarà il fulcro e l’uomo più pericoloso. Accanto a lui ci sarà una batteria di RB di prim’ordine con Marcus Marshall e Clinton Lynch che da Freshman han già mostrato di che pasta sono fatti. Ricky Jeune lo scorso anno ha tenuto insieme il reparto WR da solo, quelle poche volte che è stato chiamato in causa ha risposto presente mostrando buone mani. Il grosso punto di domanda sarà la OL, che sarà nuova per 3/5, se i nuovi mostreranno di essere all’altezza allo gli Yellow Jackets potrebbero essere competitivi, altrimenti sarà molto dura.

La difesa è un vero e proprio punto di domanda. Se ne sono andati  ben 6 starter, tra cui Gotsis e l’intera secondaria, e ci sarà un sacco di lavoro per Paul Johnson. Il reparto LB è sicuramente quello più forte, PJ Davis ha mostrato di essere una sicurezza in mezzo alla difesa, mentre Brant Mitchell dovrebbe garantire solidità accanto a lui. La DL punterà su KeShun Freeman all’esterno come uomo di punto ma molti sono intrigati dallo JuCO transfer Desmond Branch, DE da un potenziale molto interessante. Le secondarie sono un reparto totalmente aperto, nuovi titolari da scoprire con tante battaglie al training camp. Da segnalare il transfer Lamont Simmons da USC, probabilmente il più talentuoso del lotto e potrebbe già avere il posto assicurato.

Georgia Tech non dovrebbe avere problemi ad arrivare a 7 vittorie, la schedule è amica ed il talento offensivo dovrebbe bastare per garantire buone prestazioni. Non sarà un anno di grande gloria, più un’annata di transizione/ricostruzione per porre delle basi importanti in ottica 2017.

 

Virginia Tech Hookies (Previsione record 7-5)

Sarà una stagione particolare per gli Hookies, la prima dopo 28 anni senza il leggendario Frank Beamer. Toccherà a Justin Fuentes raccogliere la sua eredità, HC che ha fatto molto bene a Memphis e che ha una grandissima opportunità con un team di primo piano.

Virginia_Tech_Spring_Football-0a83d-4055Fuentes e l’OC Cornelsen dovranno dare una nuova identità offensiva al team e trovare il QB su cui puntare. In lizza ci sono Brandon Motley ed il transfer JUCO Jared Evans con il secondo che paro leggermente favorito visto il maggior maggior talento. Chiunque sarà sotto al Centro però troverà un trio di playmaker che possono essere tranquillamente tra i migliori della Conference, ovvero il RB Travon McMillian, il WR Isaiah Ford ed il TE Bucky Hodges. Il RB esce da una stagione da 1000Y e sarà fondamentale quest’anno, Ford e Hodges saranno dei target importanti e soprattutto saranno decisivi per il successo del gioco aereo degli Hookies. La OL ritroverà ben 4 starters rispetto all’anno scorso ma dovrà mostrare miglioramenti notevoli per poter essere un fattore positivo per il resto dell’attacco.

Il primo successo di Fuentes è stato tenere il DC Bud Foster, uno dei migliori della nazione per dare continuità e qualità al reparto. La linea difensiva si baserà su Ken Ekanem e Woody Barron, due run stopper terrificanti con il primo che potrebbe fare il balzo in avanti anche come pass rusher. Tra i LB spicca sicuramente Andrew Motuapuaka che lo scorso anno da Sophomore si è mostrato eccellente in mezzo al campo. Le secondarie sono un reparto molto intrigante e che potrebbe sorprendere molto. Chuck Clark sarà il leader del reparto, FS che ha raggiunto quasi 100 tackle nel 2015 ed ha dimostrato di poter essere ovunque in campo. Il trio di CB titolare è molto giovane e talentuoso, Brandon Facyson, Adonis Alexander e Mook Reynolds ha mostrato ottime cose, soprattutto Alexander che da Freshman ha collezionato ben 4 Intercetti.

Non sarà una stagione facile per Fuentes, ripetere le imprese di Beamer sarà ardua ed avrà gli occhi puntati addosso sin da subito. Una stagione da 7 vittorie è alla portata e potrebbero essere di più dato che la schedule presenta solo due trasferte quasi proibitive, quelle di Notre Dame e Tennessee.

 

Pittsburgh Panthers (Previsione record 7-5)

Dopo un primo anno senza alti ne bassi, l’era Narduzzi potrebbe iniziare a decollare da quest’anno. Un anno di esperienza in più ed un James Conner ritrovato potrebbero permettere a Pittsburgh una gran stagione.

Oct 4, 2014; Charlottesville, VA, USA; Pittsburgh Panthers running back James Conner (24) gestures while running onto the field prior to the Panthers game against the Virginia Cavaliers at Scott Stadium. The Cavaliers won 24-19. Mandatory Credit: Geoff Burke-USA TODAY Sports

Oct 4, 2014; Charlottesville, VA, USA; Pittsburgh Panthers running back James Conner (24) gestures while running onto the field prior to the Panthers game against the Virginia Cavaliers at Scott Stadium. The Cavaliers won 24-19. Mandatory Credit: Geoff Burke-USA TODAY Sports

L’attacco ritroverà James Conner, che ha combattuto e sconfitto in linfoma di Hodgkin negli ultimi 12 mesi, una storia che ha commesso il mondo del College Football e che ha portato tutti a tifare per lui. Ma il punto di domanda sarà la sua resa, se sarà completamente recuperato, i Panthers avranno il loro RB da 1500Y. Dietro a lui ci sono comunque tailback di qualità come Qadree Ollison (Rookie of the year) e Darrin Hall, backup di qualità che altrove sarebbero starter.
Nate Peterman sarà il QB, transfer da Tennessee che l’anno scorso ha mostrato buone cose quando è diventato titolare nella week 3. Il WR senza Boyd dovranno appoggiarsi su Dontez Ford, il resto del reparto è abbastanza carente. La OL è tra le migliori della nazione, l’OT Adam Bisnowaty e la G Dorian Johnson guideranno un reparto devastante soprattutto nel gioco di corse, con il primo che potrebbe avere importanti ambizioni anche in ottica Draft.

L’anno scorso si è vista l’impronta difensiva di Narduzzi con i Panthers che han concluso come 16° difesa della nazione, con una media sack per partita molto alta e mostrando grandi individualità.
Il DE Ejuan Price guiderà la linea difensiva, 11.5 sack e 19.5 tackle for loss nel 2015, una vera forza della natura che se dovesse ripetersi potrebbe avere un percorso come Aaron Donald. Matt Galambos sarà il leader difensivo, LB in grado di essere un ottimo run stopper e di saper blitzare con ottimi risultati. Le secondarie avranno Jordan Whitehead come leader, Strong Safety che esce da una campagna da Freshman straordinaria culminata con il premio di difensore rookie dell’anno. Accanto a lui ci sarà Avonte Maddox, CB, al secondo anno da starter ma che ha mostrato di dare buone sicurezze.

Una stagione da almeno 7 vittorie è alla portata, il talento c’è e pure il manico in panchina, questo 2016 potrebbe essere un anno di preparazione per ambire a traguardi importanti nel 2017. La schedule presenta 4 trasferte difficili come quelle di Clemson, UNC, Oklahoma State e Miami dove Pitt potrebbe sorprendere.

 

THE OTHERS

 

Duke Blue Devils (Previsione record 5-7)

Con Cutcliffe i Blue Devils si sono fatti notare non solo per la squadra di Basket. Dopo stagioni sopra ogni aspettive culminate con la della Coastal nel 2014 e del Pinstripe Bowl – 50 anni dopo l’ultimo Bowl Game vinto -, questa potrebbe essere un’annata di transizione per ripartire prepotentemente nei prossimi anni.

L’attacco farà a meno di Scott Montgomery, OC degli ultimi anni finito ad East Carolina, e sarà Zac Roper a provare a rifare il suo gran lavoro. Thomas Sirk dovrebbe essere il titolare sotto il centro, ma si sta riprendendo da una lacerazione al tendine d’achille subita a Febbraio ed il suo status è in dubbio per l’opener. Parker Boehme è l’alternativa in caso Sirk non ce la facesse.
Shaun Wilson e Jela Duncan si divideranno le portate nel backfield garantendo solide prestazioni mentre tra i WR saranno Nash e Rahming ad essere i target principali. La linea offensiva ha perso molto, Skura e Patrick erano due colonne portanti e sarà difficile sostituirli e soprattutto replicare le prestazione del 2015.

DUKEGT9SP092615CELIl reparto più debole del team è sicuramente la linea difensiva, soprattutto in pass rush dove è stata la ultima per sack fatti in ACC. AJ Wolf è l’unico starter del 2015 e sarà l’ancora in mezzo alle trincee mentre discrete aspettative si hanno su Marquies Price, DE che buoni flash ha mostrato da Freshman. Il reparto LB è giovane ed interessante, il trio Carmichael, Bere ed Humpreys potrebbe diventare uno dei migliori dell’intera Conference.
Le secondarie invece rischiano di essere tra le migliori della Conferece, nonostante la partenza di Jeremy Cash. DeVon Edwards, Deondre Singleton, Bryon Fields e Breon Borders sono elementi di grande caratura e talento e dovrebbero garantire prestazioni sopra la media.

Arrivare a 6 vittorie e vincere un Bowl Game sarebbe già un buon traguardo ma troppi punti di domanda ci sono nel roster, come la Pass Rush, la OL ed il QB. La schedule è tosta ed i match più insidiosi sono in trasferta, una stagione di transizione pare all’orizzonte.

 

Virginia Cavaliers (Previsione record 4-8)

I Cavaliers han chiuso l’era fallimentare di London e ripartono dal talentuoso Bronco Mendenhall sulla sideline. L’obiettivo sarà muovere passi in avanti importanti e far rendere al massimo i recruit importanti degli ultimi anni.

Mendenhall avrà la situazione spinosa del QB da risolvere, Kurt Benker, transfer da ECU, è stato nominato starter ma il suo posto non è saldo e dovrà guardarsi da Matt Johnson e Connor Brewer. Taquan Mizzell sarà la stella dell’attacco, il RB è l’elemento più talentuoso e lui sarà il playmaker più importante. Grandi cose si aspettano da Doni Dowling, WR che si è messo in gran mostra nel 2014 da freshman ma che nel 2015 si è mostrato un po’ sottotono per un infortunio al ginocchio. La OL invece è un reparto molto debole, dove l’OC Anae dovrà lavorare molto per trovare una soluzione visto il poco talento e profondità.

quinblandingsmallVirginia avrà un punto molto importante su cui lavorare, ovvero la transizione dalla 4-3 alla 3-4. Mendenhall ha la fortuna che negli anni scorsi han reclutato bene difensivamente e buon talento c’è. Donte Wilkins ed Andrew Brown saranno i due elementi più importanti della trincea, soprattutto il secondo che è un recruit 5 stelle da cui si aspettano risultati importanti sul campo. Micah Kiser e CJ Stalker saranno i due LB che guideranno il reparto, con Stalker che passerà a fare il pass rusher a tempo pieno con il nuovo schema. Quin Blanding sarà la stella dell’intera difesa, Safety a tutto tondo in grado di essere determinante sia sulla linea di scrimmage che nel gioco aereo, con una grande stagione potrebbe anche diventare una pick importante al prossimo Draft.

Non sarà una stagione facile, difficilmente però sarà peggio di quelle scorse, le 6 vittorie finali ed il pass per la Bowl Season garantirebbero una stagione ultra positiva ma la schedule non è amica, soprattutto contando molte partite chiave in trasferta che potrebbero far svoltare la stagione.
ALL-TEAM ACC COASTAL

Attacco: Braad Kaaya (QB, Miami), James Conners (RB, Pittsbirgh), Elija Hood (RB, UNC), Isaiah Ford (WR, Virginia Tech), Ryan Switzer (WR, UNC), Bucky Hodges (TE, Virginia Tech), Adam Bisnowaty (OT, Pittsburgh), Jon Heck (OT, UNC), Dorian Johnson (OG, Pittsburgh), Caleb Peterson (OG, UNC), Nick Linder (C, Miami)

Difesa: Ejuan Price (DE, Pittsburgh), Gerald Willis III (DT, Miami), Nazair Jones (DT, UNC), Al Quadin Muhammad (DE, Miami), Matt Galambos (LB, Pittsburgh), Andrew Motuapuaka (LB, Virginia Tech), Micah Kiser (LB, Virginia), DeVon Edwards (CB, Duke), Des Lawrence (CB, UNC), Quin Blanding (S, Virginia), Jordan Whitehead (S, Pittsburgh)

Special Team: Nick Weiler (K, UNC), Justin Vogel (P, Miami), Ryan Switzer (Returner, UNC)

 

Continua a leggere

NCAA Football

Mountain West 2016: Preview

dp
La giovane conference dell’ovest, nata solamente nel 1999, ha inserito il Championship game soltanto nel 2013 ed ha avuto in queste stagioni tre diversi trionfatori: Fresno State nel 2013, Boise State nel 2014 e San Diego State nel 2015: gli Aztecs hanno rimediato ad un pessimo inizio di stagione con una serie di 10 vittorie partite

Continua a leggere

NCAA Football

MAC 2016 preview

zt
Non si dica che la MAC sia solo una piccola conference senza nerbo e di piccole università: quanto visto nel 2015 è stato un ottimo spot per la conference, con il viaggio di Toledo nei ranking ed il grande equilibrio registratosi lungo tutta la stagione, in particolare nella West division, dove 4 squadre sono arrivate

Continua a leggere

NCAA Football

FBS Independent 2016 preview

1-2015-notre-dame-fighting-irish-football-team
Le FBS Independent entrano nel 2016 con una novità, l’aggiunta di una nuova squadra: gli UMass Minutemen dell’Università del Massachusetts, che all’inizio del 2012 avevano già fatto il “salto” dalla FCS alla FBS nella Mid-American Conference. A causa di disaccordi contrattuali con la stessa conference, nel 2014 l’università ha annunciato lo spostamento tra le Independents

Continua a leggere

NCAA Football

C-USA 2016 preview

100115-FBC-USM-1MAIN
In cima alla collina senza alcuna voglia di scendere: questa è la situazione degli Hilltoppers (nomen omen) di Western Kentucky che nel 2015, al secondo anno di affiliazione alla C-USA, hanno meritatamente vinto la conference rimanendo imbattuti al suo interno (8-0 in regular season più il Championship vinto contro Southern Miss). E saranno ancora i

Continua a leggere

NCAA Football

Sun Belt 2016 preview

breida
Come Cerbero, mitologico cane che nell’antica Grecia faceva la guardia agli inferi, anche la Sun Belt 2015 ha messo in mostra tre teste, tre squadre che fino in fondo si sono giocate il successo: se Arkansas State e Georgia Southern avevano monopolizzato l’albo d’oro nelle 4 stagioni precedenti e ci si attendeva di vederle in

Continua a leggere