Ci ho riflettuto a lungo sulla questione della qualità del football e, complice un momento atipicamente buono della mia esistenza, sono giunto a una conclusione tanto semplicistica quanto appropriata: va bene tutto, purché sia football.
Le mie continue lamentele circa la bassa qualità del gioco altro non sono che un fastidioso esempio di “problema del primo mondo”, patiamo troppo durante gli infiniti mesi di offseason per essere così schizzinosi. Pazienza se i pronostici non vengono mai rispettati, pace se squadre da cui ci aspettavamo il mondo ci stanno deludendo settimanalmente: va bene tutto, purché sia football.

Letta questa premessa uno o una di voi potrebbe acutamente chiedermi «ma se non ci stai capendo nulla come mai continui a scrivere questa guida?»: non credo di avere una risposta.
L’unica mia certezza è che non mi sono mai divertito così tanto a redigere questo articolo, vi giuro che vedere le mie previsioni avverarsi puntualmente al contrario è fra le cose più spassose che mi capitino – ciò la dice lunga sulla mia vita – e non potete immaginare quanto la consapevolezza di non capirci assolutamente nulla sia liberatoria: amo vivere l’azione domenicale con la meraviglia di uno che sta guardando una partita di football americano per la prima volta, amo la totalizzante sensazione che può regalare la perplessità di una vittoria degli Steelers sui Buccaneers o una dei Falcons sui 49ers, ve lo giuro.

Quindi, indipendentemente da esecuzione scadente ed errori grossolani godiamoci ogni secondo della nostra domenica con lo stesso spirito di quando esci per la prima volta con una persona che ti potrebbe piacere: tutto è una sorpresa, ogni snap potrebbe svelarci una sconquassante novità capace di rivoluzionare il nostro universo.
Tuffiamoci nella settima settimana – quanto amo scriverlo – di regular season.


Le partite più interessanti della settimana

Detroit Lions @ Dallas Cowboys, domenica ore 19:00

Forse è colpa della mia immotivata infatuazione per i Detroit Lions – l’effetto Hard Knocks esiste e miete migliaia di vittime ogni anno -, forse sono io che sopravvaluto tremendamente una squadra che non ha fatto molto per dimostrare di essersi elevata da mediocre a buona o probabilmente è solo il plausibile ritorno di Dak Prescott: non saprei nemmeno io indicare con precisione il motivo per cui una partita del genere, comprendente una squadra inchiodata sull’1-4, possa essere finita qua dentro.
Mi aspetto una reazione d’orgoglio da parte del reparto difensivo dei Lions, imperdonabilmente colpevole di sprecare l’ottimo – New England a parte – lavoro di un reparto offensivo che malgrado Jared Goff under center sta rendendo oltre le più rosee aspettative: il bye week non serve proprio a questo?
Il ritorno di Prescott dovrebbe teoricamente coincidere con un deciso e decisivo cambio di marcia dell’attacco texano che, sempre teoricamente, coadiuvato dall’inarrestabile difesa dovrebbe catapultare l’intera squadra nell’Olimpo della National Football League: sì, anche se non va più di moda sono un fedele sostenitore di Dak Prescott.
Fantasy friendly: Dak Prescott, QB, Dallas Cowboys. Se gioca.
La scelta di Mattia: Dallas Cowboys.

Indianapolis Colts @ Tennessee Titans, domenica ore 19:00

La AFC South è una division strana e, concedetemelo, qualitativamente scadente… ma la buona notizia è che gli ultimi due aggettivi bastano spesso a garantire partite inspiegabilmente divertenti e convulse.
Indianapolis, finalmente uscita dal letargo, sta timidamente cominciando a rispettare le enormi aspettative che ci avevano spinti ad annoverarla fra le favorite della trafficatissima AFC, mentre Tennessee a modo suo continua a vincere partite nonostante i loro migliori sforzi per perderle.
Aspetterei un attimo a dichiarare definitivamente guariti sia i Colts che i Titans, motivo per cui questo testa a testa assume il retrogusto di verdetto – come spesso succede in occasione degli scontri divisionali: nonostante gli innegabili miglioramenti né una squadra né l’altra ha saputo convincermi, ma in AFC South per vincere non è obbligatoriamente necessario convincere.
La speranza è chiaramente quella di assistere al testa a testa fra Jonathan Taylor e Derrick Henry, ma non credo di essere nella posizione di poter coltivare troppe pretese qualitative.
Fantasy friendly: Alec Pierce, WR, Indianapolis Colts. Finalmente Indianapolis ha un ricevitore fantarilevante non chiamato Pittman.
La scelta di Mattia: Tennessee Titans.

Kansas City Chiefs @ San Francisco 49ers, domenica ore 22:25

Ecco a voi la rivincita della partita che ha consegnato Patrick Mahomes ai libri di mitologia sportiva: se solo Garoppolo avesse messo un po’ meno di verve su quel lancio per Emmanuel Sanders…
Reduci da due sconfitte altrettanto deludenti ma profondamente diverse nella modalità in cui sono arrivate, Chiefs e ‘Niners sono ben consce dell’importanza del loro appuntamento domenicale: questo è a mio avviso uno snodo fondamentale nella stagione di San Francisco, dopo il punto vi spiego.
L’alibi degli infortuni c’è ed è da tenere obbligatoriamente presente, ma la sconfitta rimediata contro i Falcons mi ha fatto sorgere parecchi dubbi su di loro: sono forti come io credo? Sono veramente una squadra che può arrivare fino in fondo, indipendentemente dalla salute? Jimmy Garoppolo è un limite o uno stupendo esecutore? Con difesa e linea d’attacco pienamente sane sarebbero 5-1?
Se non lo avete capito i ‘Niners mi lasciano perplesso e il banco di prova Chiefs serve proprio a questo, a sbrogliare matasse di scetticismo su compagini vogliose di compiere il definitivo salto di qualità, vedasi i Bills negli ultimi anni.
[Nella notte, mentre Cardinals e Saints ci regalavano il primo Thursday Night Football meritevole d’essere visto della stagione, 49ers e Panthers si sono accordati per una trade clamorosa con al centro Christian McCaffrey, mandato in California per una scelta al secondo, terzo e quarto round del draft del 2023 e una al quinto nel 2024. Apperò.]
Fantasy friendly: Brandon Aiyuk, WR, San Francisco 49ers. Con Jimmy G al comando delle operazioni Aiyuk vede sempre un buon numero di palloni.
La scelta di Mattia: Kansas City Chiefs.


I protagonisti “fantasy”

Terry McLaurin, WR, Washington Commanders

So benissimo che l’idea di affidare il proprio fantadestino a un giocatore dei Commanders sia un qualcosa che vi terrà svegli la notte, ma contro Green Bay il quarterback titolare sarà Heinicke – giovedì, contro Chicago, Wentz si è fratturato un dito – e l’anno scorso in 14 partite con lui a rifornirlo di palloni – 119 target, più di otto ad allacciata – Scary Terry ha totalizzato 71 ricezioni per 940 yard e cinque touchdown.
Provate a crederci, soprattutto perché è molto difficile abbiate alternative migliori.

Kenneth Walker III, RB, Seattle Seahawks

Mi dispiace infinitamente che Penny, nell’anno in cui poteva vincere il contratto della vita, sia incappato nell’ennesimo grave infortunio della propria travagliata carriera, ma il backfield di Seattle doveva obbligatoriamente essere consegnato a Kenneth Walker: avete visto come corre? Il suo unico mix di fluidità e velocità laterale fa sì che a volte sembri stia pattinando, non tentando di scappare da energumeni che vogliono mettergli le mani addosso.
Los Angeles, come l’anno scorso, fatica tremendamente in run defense e se la partita rimarrà chiusa non vedo il motivo per cui Walker non debba godere di 20-25 efficientissimi tocchi.

Tampa Bay Buccaneers D/ST

Non è tanto un attestato di stima per la difesa dei Buccaneers – che sta comunque trascinando un attacco atipicamente letargico -, è che l’attacco dei Carolina Panthers è putrido a livelli oramai grotteschi.
Nella vita avere aspettative alte Рo qualsiasi tipo di aspettativa Р̬ sciocco, ma mi aspetto almeno una prestazione da podio.


Uno spunto – e un pronostico – per le altre partite della settimana

Cleveland Browns @ Baltimore Ravens, domenica ore 19:00

Derby fra due delle più grandi delusioni di questa stagione, ammetto di essere molto curioso di vedere chi si inventerà il modo più pittoresco per perdere una partita di football americano che dovrebbero assolutamente vincere.
A questo punto appare chiaro che le loro aspirazioni siano artistiche, non sportive: intratteneteci!
Fantasy friendly: Kenyan Drake, RB, Baltimore Ravens. Nel caso in cui Dobbins non dovesse giocare Drake guadagnerebbe fascino da flex, soprattutto in una settimana straziata dai bye week.
La scelta di Mattia: Baltimore Ravens.

Tampa Bay Buccaneers @ Carolina Panthers, domenica ore 19:00

Una sconfitta contro i Pittsburgh Steelers (senza secondaria) era impronosticabile.
Una sconfitta contro questi Carolina Panthers – a mio avviso la squadra più spuntata, insipida e sconclusionata della lega – sarebbe inconcepibile e inaccettabile, potrebbe essere il meteorite che spinge all’estinzione il dinosauro Tom Brady.
Fantasy friendly: Tom Brady, QB, Tampa Bay Buccaneers. Sto aspettando con impazienza una prestazione a la Brady da parte di Brady, quel tipo di partita capace di metterci il cuore in pace e farci rassegnare all’idea che pure quest’anno vincerà lui.
La scelta di Mattia: Tampa Bay Buccaneers.

Atlanta Falcons @ Cincinnati Bengals, domenica ore 19:00

I Cincinnati Bengals stanno pian pianino uscendo dal loro sonno dogmatico, ma se abbiamo imparato qualcosa dalla sesta settimana di campionato è proprio che in questo tecnicamente avvilente – ma emotivamente esaltante – 2022 nessuna vittoria sia scontata, soprattutto contro coloro che hanno appena tirato una scoppola così fragorosa ai ben più quotati 49ers.
Fantasy friendly: Kyle Pitts, TE, Atlanta Falcons. Fa male constatare che Pitts in stagione abbia ricevuto lo stesso numero di target di cui Kupp gode in metà partita – iperbole non basata su dati reali, non andate a controllare.
La scelta di Mattia: Cincinnati Bengals.

New York Giants @ Jacksonville Jaguars, domenica ore 19:00

Di questi Giants fatico tremendamente a fidarmi ma se hanno vinto cinque partite su sei un motivo ci sarà.
La magia che ha animato le primissime settimane dei Jaguars sarà sì scemata ma non ho particolari problemi ad affermare che il valore tecnico di queste due squadre sia molto simile e, se permettete, più sostanzioso in Florida: ebbene sì, in questa lega non si vince solamente con il talento.
Fantasy friendly: Graham Gano, K, New York Giants. Questa mi puzza da parade dei kicker, quindi schierate senza problemi un kicker solitamente iperattivo.
La scelta di Mattia: New York Giants.

Green Bay Packers @ Washington Commanders, domenica ore 19:00

Questi non sono i Green Bay di LaFleur che abbiamo imparato a conoscere negli ultimi tre anni.
Credo che prima della fine troveranno un modo per raffazzonare una parvenza di efficienza offensiva, ma è chiaro che siano ben lontani dall’essere la magnifica schiacciasassi che automaticamente vinceva 13 partite a stagione.
Fantasy friendly: Allen Lazard, WR, Green Bay Packers. Spesso lo salvano i touchdown, ma è fuori questione che sia il go-to-guy dello psichedelico.
La scelta di Mattia: Green Bay Packers.

New York Jets @ Denver Broncos, domenica ore 22:05

La partita che meglio esemplifica l’imprevedibilità e l’insensatezza di questa stagione: se ad agosto vi avessi detto che una volta arrivati a metà ottobre Jets e Broncos si sarebbero incontrati con i newyorkesi su un esaltante 4-2 e i concittadini di Eric Cartman su un deprimente 2-4, come avreste reagito? Se le vostre risposte fossero state incentrate su sostantivi come “insulti”, “risate” e “ricovero” non vi biasimerei.
Fantasy friendly: New York Jets D/ST. Ebbene sì…
La scelta di Mattia: Denver Broncos.

Houston Texans @ Las Vegas Raiders, domenica ore 22:05

Non servono chissà quante parole: domenica inizia la vera stagione dei Las Vegas Raiders.
L’orribile record su cui risiedono ha praticamente azzerato il margine d’errore, ma sbaglieremmo a credere che la loro stagione sia già finita. Ora, però, non possono più permettersi di tirarsi la zappa sul piede.
Fantasy friendly: Dameon Pierce, RB, Houston Texans. Avevate bisogno ve lo dicessi io? Non credo.
La scelta di Mattia: Las Vegas Raiders.

Seattle Seahawks @ Los Angeles Chargers, domenica ore 22:25

Partita a cui tengo tantissimo perché credo possa fornirci un’indicazione piuttosto attendibile sul valore assoluto dei Los Angeles Chargers. I Seahawks sono ostici e rognosi, la partner perfetta per la partita trappola – anche se a questo punto considerata l’egemonia dell’equilibrio della mediocrità non so se abbia senso continuare a parlarne -, un po’ come lo sono stati i Falcons per i ‘Niners: compagini mature escono vincitrici da incontri del genere nove volte su dieci.
Fantasy friendly: Geno Smith, QB, Seattle Seahawks. Un po’ per il meme, un po’ per disperazione.
La scelta di Mattia: Los Angeles Chargers.

Pittsburgh Steelers @ Miami Dolphins, lunedì ore 02:20

Lunedì mattina potremmo constatare se i recenti fallimenti dei Dolphins siano da imputare all’assenza di Tagovailoa: in caso di risposta affermativa mi piacerebbe che parte degli ingiusti dubbi sul suo conto evaporassero all’istante.
Attenzione, però, che gli Steelers dopo l’incredibile vittoria sui Buccaneers scenderanno in campo carichi, affamati e con assolutamente nulla da perdere.
Fantasy friendly: Chase Claypool, WR, Pittsburgh Steelers. Volete per caso dirmi che Claypool sia tornato a essere giocabile settimanalmente?
La scelta di Mattia: Miami Dolphins.

Chicago Bears @ New England Patriots, martedì ore 02:15

Cari Patriots,
non potete andare a vincere con al timone Bailey Zappe (!!!) contro squadre come Detroit e Cleveland per poi scivolare contro i poveri Bears, banda che ha cuore e attributi direttamente proporzionali alla pochezza tecnica.
La vostra difesa, teoricamente, dovrebbe masticare un attacco monodimensionale come quello di Chicago.
Felicitazioni.
Fantasy friendly: New England Patriots D/ST. Un mio caro amico ha speso 34 FAAB per assicurarsi la difesa dei Patriots. Dovrei rivalutare le mie amicizie, lo so.
La scelta di Mattia: New England Patriots.

Bye week: Buffalo Bills, Los Angeles Rams, Minnesota Vikings e Philadelphia Eagles.


Le mie scelte la scorsa settimana: 6-7. Vale la giustificazione della settimana degli upset? Per favore, ditemi di sì, aiutatemi a placare le voci che mi urlano che io di football non ne capisca niente.
Le mie scelte finora: 49-38-1. Quest’anno purtroppo va così.

7 thoughts on “Guida alla settima settimana del 2022 NFL

  1. Una domanda per Mattia. Baltimore ha tolto dalla pensione DJAX…ma Odel Beckham non poteva essere preso? Questione di stipendio??

    • Caro Gianluca, credo proprio di sì, OBJ ha (giustamente) pretese contrattuali di un certo tipo che non credo Baltimore possa soddisfare. Da quanto so lui tornerebbe più che volentieri ai Rams, a patto che lo paghino. Non mi esprimo su Jackson, farà un touchdown lungo alla prima o seconda partita poi scomparirà nella mischia, un po’ come Dez Bryant nel 2020.
      Che squadra barzelletta.

  2. Contentissimo dell’arrivo di McCaffrey, però i veri avversari di SF sono gli infortuni. Se questi ci daranno tregua allora si potrà pensare di arrivare fino in fondo. Shananan figlio allena McCaffrey figlio, dinastie dell’NFL…..

  3. Io sono 56-37-1. Ovvero 60.1%. Che non sarà un granché, ma sempre meglio del 58.4% con cui ho chiuso la scorsa stagione LOL !!!

    Concordo con quasi tutto, pronostici compresi, tranne che il TNF di stanotte fosse il primo meritevole d’esser visto. Anzi, m’è sembrato uno dei meno equilibrati: New Orleans è partita bene, ma all’intervallo era già stata doppiata.

  4. Non mi sono più informato sull’esito finale della storia, ma… domenica rientra Watson? Ero fermo alle 6 giornate di squalifica.

    • Mi scuso con tutti. Avrei dovuto farlo prima, ma ho appreso solo ora delle 11 giornate. Un saluto

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.