La National League West si può definire come una division a specchio: sulla carta ci troviamo con una squadra nettamente al di sopra delle altre, una squadra nettamente al di sotto delle altre e le restanti tre grossomodo sullo stesso livello, a giocarsi uno (o forse due) spot per la Wild Card. 

Los Angeles Dodgers 

Non ci dovrebbe essere storia: l’aggiunta di Shohei Ohtani, anche se part-time (non andrà sul monte fino al 2025), ad un roster già fenomenale proietta i Dodgers al primo posto di quasi tutti i power ranking stilati da riviste e addetti ai lavori.

La firma di Yoshinobu Yamamoto, pitcher giapponese vincitore di tre triple corone consecutive (!) in NPB, porta ancora pi√Ļ talento ad una rotazione di primissimo livello, ma totalmente falcidiata dagli infortuni, con Clayton Kershaw, Tony Gonsolin, Walker Buehler e Emmett Sheenan costretti ad iniziare la stagione in Injured List.¬†

L’arrivo di Teoscar Hernandez dai Toronto Blue Jays e la firma di un ulteriore anno a LA¬†di Kike Hernandez portano esperienza ad un pacchetto di esterni di cui fa parte il sophomore James Outman. Inutile poi parlare di Mookie Betts e Freddie Freeman, entrambi futuri Hall of Famer, a completare l‚Äôinterno con Gavin Lux e Max Muncy. Per concludere, Will Smith √® sempre una sicurezza dietro al piatto, mentre l‚Äôunica nota meno positiva √® quella del bullpen, migliorabile entro la trade-deadline. Riassumendo tutto:¬†Dodgers non possono fallire ancora.¬†

Probabile piazzamento divisionale: Primo 

Giocatore da seguire: Mookie Betts (già 5 fuoricampo in 8 partite) 

Promessa da seguire: James Outman 

Arizona Diamondbacks 

I vice-campioni in carica non sono pi√Ļ una sorpresa e solo questo potrebbe essere un limite. I Diamondbacks sono una squadra giovane, piena di talento e, dopo la straordinaria cavalcata fino alle World Series 2023, hanno anche acquisito l‚Äôesperienza giusta per provare a ripetersi e magari provare a vincere, anche se la concorrenza √® altissima.¬†

La rotazione dei lanciatori è probabilmente la migliore dell’intera MLB: a Zac Gallen, Merrill Kelly e Brandon Pfaadt si sono aggiunti Eduardo Rodriguez, arrivato dai Detroit Tigers, e soprattutto Jordan Montgomery, una delle firme di lusso di questa free agency arrivata qualche giorno prima dell’Opening Day. 

Non solo lanciatori, Arizona può contare su un lineup e una difesa di tutto rispetto e con un’età media bassissima: Gabriel Moreno dietro al piatto, Corbin Carroll, già Rookie of The Year la scorsa stagione, Geraldo Perdomo come interno e la coppia d’esterni composta da Alek Thomas e Jake McCharty. A loro si aggiungono l’esperienza e il talento di Ketel Marte, Christian Walker e Joc Pederson, arrivato a Phoenix in offseason. Il grande difetto di questa squadra è l’enorme discontinuità, ma ha gli elementi per provare ad arrivare fino in fondo, soprattutto alzando il suo livello in postseason. 

Probabile piazzamento: Secondo con qualificazione alla Wild Card 

Giocatore da seguire: Corbin Carroll 

Promesse da seguire: Gabriel Moreno e Alek Thomas 

San Diego Padres 

Con le partenze di Juan Soto e Blake Snell si sono indeboliti? A parer mio, assolutamente no. √Č salito dalle minors Jackson Merrill, esterno ventunenne in sostituzione di Soto, che punta al Rookie of The Year e che gi√† alle Seoul Series ha mostrato tutto il suo talento. Per riempire il buco lasciato¬†da Blake Snell i Padres hanno organizzato una trade con i Chicago White Sox e hanno portato in California Dylan Cease, lanciatore giovane ma con gi√† due anni di esperienza in Major, che si aggiunge alla rotazione con Yu Darvish e Joe Musgrove.¬†

I Padres dispongono di una batteria d‚Äôinterni clamorosa con Manny Machado in terza, Xander Bogaerts in seconda, Jake Cronenworth in prima e Ha-Seong Kim come interbase. Senza poi dimenticarci di uno dei giocatori pi√Ļ spettacolari¬†di tutta la lega, Fernando Tatis Jr, oramai fisso come esterno destro. I nomi ci sono e l‚Äôunico obiettivo √® quello di evitare di ripetere la disastrosa annata 2023 e provare a tornare ai livelli del 2022, anche se la division √® tostissima.¬†

Probabile piazzamento: Terzo con qualificazione alla Wild Card 

Giocatore da seguire: Fernando Tatis Jr. 

Promessa da seguire: Jackson Merrill 

San Francisco Giants 

I Giants sono cambiati: √® arrivato Bob Melvin nel dugout, in seguito al licenziamento di Gabe Kepler, e sono arrivati anche nuovi innesti per tornare a giocarsi la postseason dopo due stagioni deludenti. La firma pi√Ļ importante √® senza dubbio quella di Blake Snell, vincitore del Cy Young Awards la scorsa stagione con i San Diego Padres per andare a formare insieme a Logan Webb una fenomenale coppia di lanciatori partenti. ¬†

Dalla Corea del Sud √® arrivato l‚Äôoutfielder Jung Hoo Lee, 25enne All-Star del KBO, il massimo campionato sudcoreano di baseball. Mentre dalla free agency hanno raggiunto la baia Jorge Soler, battitore designato MVP delle World Series 2021 con gli Atlanta Braves, e Matt Chapman, fenomenale terza base dai Toronto Blue Jays. Saranno obbligati a dare molto di pi√Ļ rispetto alla scorsa annata e gli elementi ci sono per non rendere anche il 2024 un anno dimenticabile, anche se non so se basteranno per un‚Äôeventuale Wild Card.¬†

Probabile piazzamento: Quarto 

Giocatore da seguire: Blake Snell 

Promessa da seguire: Jung Hoo Lee 

Colorado Rockies 

Ora tocchiamo il tasto dolente: i Colorado Rockies, che sono la squadra cuscinetto della National League West. Una compagine senza capo e senza coda che ha un solo obiettivo: evitare di possedere il record peggiore dell’intera MLB e perciò sarà una sfida aperta fino a settembre con gli Oakland Athletics. Kris Bryant, Rookie of The Year nel 2015 e MVP nel 2016, ha scelto i soldi, ma non la competizione e il suo livello si adeguato a quello della sua squadra.  

I Rockies dovranno ripartire da Ezequiel Tovar, ventiduenne interbase venezuelano, che ha firmato un contratto da 84 milioni per otto anni. Per il resto si prospetta un’altra stagione disastrosa per i Rockies e la città di Denver dovrà cercare di consolarsi con i Nuggets e gli Avalanche. 

Probabile piazzamento: Ultimo in National League 

Giocatore da seguire: Ezequiel Tovar

3 thoughts on “MLB Preview 2024 : N.L. West

  1. Dopo le gare coreane che mi avevano lasciato qualche dubbio sui Dodgers e un discreto ottimismo sui miei Padres, questo inizio di stagione sembra aver rimesso le cose a posto: i Dodgers sono una squadra da oltre 100 vittorie e i Padres una squadra da poco pi√Ļ del 50%. Le speranze di wild card passano dal non perdere tutte le partite agli extra inning, come l‚Äôanno passato.

    1- Los Angeles (106-56).
    2- Arizona (92-70).
    3- San Diego (85-77).
    4- San Francisco (81-81).
    5- Colorado (60-102).

    • Sono assolutamente d’accordo. Bisogner√† vedere se i Dodgers distruggeranno la tela a ottobre e se Arizona riuscir√† a ripetersi considerando il talento che ha. Division davvero molto interessante…

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.