Shares

Non voglio trasformare questa rubrica – o perlomeno l’incipit – in un flusso di coscienza incentrato sui pronostici della settimana precedente, ma dopo aver rimediato una delle più grandi “umiliazioni” della mia “carriera” – uso di virgolette più che mai necessario – sono incappato nella “miglior settimana della mia carriera” – giuro che la smetto -: non so come ma ho azzeccato tutti e quattordici i risultati delle partite giocate domenica.
Bravo, direte – forse -, e allora? E allora niente, in quanto da buon inetto, per rimanere fedele ai miei principi morali, non ho assolutamente giocato la schedina – per vincere soldi devi giocare soldi, che meccanismo ingiusto – e per circa ventiquattro ore mi sono chiesto quanto quei quattordici risultati indovinati avrebbero potuto influire sulla mia vita e quanto io possa essere stupido a non usare la mia “conoscenza” del football nella vita reale: tutto è ovviamente evaporato con la vittoria dei Raiders sui Saints, in quanto conoscendomi so che avrei scommesso su tutte e quindici le partite, non avrei mai estromesso il Monday Night Football dalla mia schedina, pertanto probabilmente sarei andato incontro alla più grande delusione della mia vita… credo?

In ogni caso, tutto questo incipit solo per dirvi di non risvegliare la bestia che c’è in me, di non mettermi mai in dubbio e soprattutto di ok non ho più niente, quasi certamente questa settimana tornerò a sbagliarle tutte come mia tradizione: per una domenica, però, è stato veramente bello credere di aver capito il gioco a tal punto da renderlo prevedibile.

Sperando che non succeda nuovamente qualcosa di strano con i miei pronostici, giuro che prima o poi tornerò a proporvi incipit incentrati su quanto successo/succederà in campo, anche se dopo tutti gli infortuni a cui abbiamo assistito domenica parlare di football giocato al momento non sembra essere la migliore delle idee: state tranquilli, ogni anno ci imbattiamo in una domenica nella quale apparentemente tutte le squadre perdono un paio di titolari per il resto della stagione, solo che ovviamente il tutto fa più male quando fra le vittime della mattanza troviamo ragazzi – e giocatori – come Saquon Barkley.
Sarà una bella storia la tua Saquon, fidati di me.

Proviamo a consolarci con una domenica strabordante di matchup interessantissimi ed oggettivamente bellissimi.

Le partite più interessanti della settimana

Los Angeles Rams @ Buffalo Bills, domenica ore 19.00

Bellissima partita fra due squadre che hanno iniziato il 2020 nel migliore dei modi anche se il livello di competizione dei Bills, ad onor del vero, non è stato sicuramente fra i più alti che possiate immaginare: una vittoria è comunque una vittoria e, soprattutto, non sono stati loro a decidere contro chi iniziare la stagione.
I Rams, d’altro canto, mi hanno particolarmente impressionato con due vittorie di qualità su Cowboys ed Eagles arrivate grazie a prestazioni offensive – specialmente quella di domenica contro Philly – particolarmente esaltanti: la brillantezza di McVay ricorda da vicino quella del 2018 e con un Goff nuovamente a proprio agio dietro la linea d’attacco Los Angeles sta dimostrando di poter essere ancora protagonista in NFC nonostante le tribolazioni vissute in offseason.
La vincitrice di questo testa a testa avrà legittimi motivi per guardare al futuro con ottimismo ed autostima.
Fantasy friendly: Stefon Diggs, WR, Buffalo Bills. Ad Allen piace cercare il suo nuovo giocattolo preferito ed a Diggs piace riceverla dal suo nuovo quarterback.
La scelta di Mattia: Los Angeles Rams.

Green Bay Packers @ New Orleans Saints, lunedì ore 02.20

Di football non capiamo proprio niente: un mese fa vedevamo i New Orleans come probabili dominatori della NFC arrivando addirittura ad escludere i Packers dai playoff, assegnando – mea culpa – la corona divisionale ai Vikings in quanto «vuoi mai che vincano con tutto il dramma vissuto in offseason?».
Un mese dopo Green Bay sta esprimendo uno dei migliori football offensivi che possiate vedere grazie ad un equilibrio perfetto fra corse e lanci e, soprattutto, alla brillantezza individuale dei propri Aaron, mentre New Orleans arranca a causa di un Brees atipicamente arrugginito e poco incisivo, assolutamente limitato da un braccio che oramai gli preclude quasi del tutto la possibilità di giocare profondo.
La sfortuna potrebbe privarci del testa a testa a distanza fra Thomas e Adams, ma ciò che più mi interessa di questa partita è constatare se New Orleans ha ciò che serve per rispondere passo a passo all’esplosivo attacco dei Packers o se quanto fatto vedere contro Las Vegas nel Monday Night Football sia parte di una nuova realtà che si troveranno costretti a fronteggiare per tutto l’anno.
Fantasy friendly: Marquez Valdes-Scantling, WR, Green Bay Packers. Se Adams non sarà in grado di giocare Valdes-Scantling vedrà il numero di target aumentare esponenzialmente, anche se per forza di cose sarà costretto a ricevere quel maledetto pallone, non a smanacciarlo per terra.
La scelta di Mattia: Green Bay Packers.

Kansas City Chiefs @ Baltimore Ravens, martedì ore 02.15

Questa è la partita dell’anno, senza se e senza ma: mi accusate di essere di parte? Non mi interessa.
Abbiamo i due quarterback più elettrizzanti della lega, nonché gli ultimi due MVP, contrapposti in un duello a distanza di cui credo importi giusto un po’ ad entrambi: al momento Jackson deve ancora riuscire a togliersi la prima soddisfazione contro Mahomes, in quanto i Chiefs l’hanno spuntata sui Ravens sia nel 2018 che nella scorsa stagione al termine di due partite estremamente combattute.
Abbiamo due dei migliori coach della lega, due folli per i quali il quarto down altro non è che uno stupido ostacolo al primo down, due scienziati pazzi in grado di esaltare al meglio le qualità dei propri giocatori e metterli nella miglior posizione possibile per avere successo.
Abbiamo i due migliori kicker della lega, da una parte un futuro Hall of Famer, dall’altra un individuo capace di calciare tre game winner consecutivi da distanze siderali – 53 e 58 yards in seguito ad una penalità – e convertirli tutti e tre nonostante penalità, timeout ed umanissimo nervosismo.
Abbiamo due dei ricevitori più veloci della lega, due tight end letali… potrei andare avanti ore.
Abbiamo le due squadre più forti della AFC che si affrontano in un testa a testa che anche se giocato a settembre vale quasi come una partita di playoff.
Peccato l’M&T Bank Stadium non possa essere ricolmo di spettatori.
Fantasy friendly: Travis Kelce, TE, Kansas City Chiefs. Gli unici due touchdown concessi da Baltimore finora sono arrivati per mano di tight end, perciò…
La scelta di Mattia: Baltimore Ravens.

I protagonisti fantasy

Kyler Murray, QB, Arizona Cardinals

Kyler Murray è uno dei pochissimi giocatori che finora è stato capace di giustificare l’hype tiratogli addosso durante l’offseason: l’innesto di Hopkins ha – come da copione – elevato il gioco aereo e quando le difese coprono decentemente i ricevitori a sua disposizione, il piccolo diavolo della Tasmania è in grado di guadagnare venti yards con le proprie gambe ancor prima che i difensori abbiano avuto il tempo necessario per rendersi conto se il pallone sia ancora stato lanciato in orbita o meno.
Domenica giocherà contro una difesa che ha fatto passare Mitch Trubisky per Tom Brady, perciò…

Diontae Johnson, WR, Pittsburgh Steelers

Le prime due settimane di regular season ci hanno insegnato che Ben Roethlisberger c’è – per il momento – e, soprattutto, che il suo ricevitore preferito sia Diontae Johnson, non JuJu Smith Schuster, in quanto il sophomore ha ricevuto ben 23 target nelle prime due giornate.
La difesa dei Texans contro i lanci è alquanto mediocre e considerando quanto Big Ben apprezzi direzionare l’ovale in direzione di Johnson, schierarlo in campo con convinzione ha decisamente senso.

Tyler Lockett, WR, Seattle Seahawks

Tutti sappiamo cosa stia facendo Russell Wilson.
Nonostante l’esplosione – ha senso chiamarla così? – definitiva di Metcalf, il suo go-to-guy rimane Tyler Lockett: questa settimana ad attenderli ci saranno i Dallas Cowboys, squadra che ha concesso quattro touchdown a Matt Ryan.
Schieratelo attendendovi produzione da WR1, cosa che vi garantisce tutte le settimane, non solo questa.

Uno spunto – ed un pronostico – per le altre partite della settimana

Houston Texans @ Pittsburgh Steelers, domenica ore 19.00

Prima partita della settimana che avrei potuto tranquillamente inserire nel paragrafo dedicato alle partite più interessanti.
Non voglio esagerare con l’enfasi e definire questa partita come momento make it or break it della stagione dei Texans, poiché stiamo sempre parlando di una squadra che iniziò la stagione 2018 con tre sconfitte salvo poi vincerne nove consecutive e portarsi a casa la division, ma credo che quello contro gli Steelers sia perlomeno definibile come momento della verità: l’obiettivo – più o meno – dichiarato di Houston è competere per il titolo, non di accontentarsi di una qualificazione ai playoff, pertanto credo che battere avversarie come Kansas City, Baltimore e Pittsburgh sia fondamentale per coltivare certe ambizioni.
PS: considerato il nuovo livello di competitività della AFC South sono piuttosto convinto che quest’anno non riusciranno a vincere nove partite di fila, pertanto imporsi sugli Steelers domenica sembra essere categorico.
Fantasy friendly: James Conner, RB, Pittsburgh Steelers. Conner c’è, la run defense dei Texans non ancora.
La scelta di Mattia: Pittsburgh Steelers.

Cincinnati Bengals @ Philadelphia Eagles, domenica ore 19.00

La NFC East è una parodia di division, lo so, ma Philadelphia non può assolutamente permettersi di scivolare sullo 0-3: non contro una squadra guidata da un quarterback rookie, non contro una squadra al momento chiaramente inferiore.
Gli Eagles non sembrano avere un’identità o un’idea precisa di cosa fare del loro destino e come nel caso dei Texans vincere aiuta a sciogliere molti dubbi ed a ritrovare serenità ora più che mai necessaria.
Fantasy friendly: Tyler Boyd, WR, Cincinnati Bengals. Burrow sembra avere già instaurato una buonissima intesa con il proprio ricevitore: i suoi sette-otto target li vedrà pure domenica.
La scelta di Mattia: Philadelphia Eagles.

San Francisco 49ers @ New York Giants, domenica ore 19.00

Non ho dubbi riguardo il fatto che i 49ers nonostante le pesantissime e numerosissime defezioni riusciranno ad imporsi sui New York Giants.
Ho seri dubbi riguardo il fatto che i 49ers riescano ad avere la meglio sul MetLife Stadium: incubo totale.
Fantasy friendly: Jerick McKinnon, RB, San Francisco 49ers. Senza Mostert e Coleman McKinnon potrebbe toccare un buon numero di palloni contro una difesa alquanto sospetta.
La scelta di Mattia: San Francisco 49ers.

Las Vegas Raiders @ New England Patriots, domenica ore 19.00

Seconda partita della settimana che avrei potuto tranquillamente inserire nel paragrafo dedicato alle partite più interessanti.
New England nonostante la sconfitta domenica scorsa contro Seattle ha dimostrato di esserci pure quest’anno, pure con Cam Newton, mentre dall’altra parte troviamo dei Raiders ancora imbattuti ed esaltati – giustamente – per l’ottima vittoria contro New Orleans: questa partita potrebbe essere o il reality check per i Raiders od il momento in cui iniziare a parlare esplicitamente di playoff e…
No, troppo presto.
Fantasy friendly: Julian Edelman, WR, New England Patriots. Sta diventando difficile schierare skills player dei Patriots, ma Edelman continua a vedere un numero di target troppo sostanzioso per non essere menzionato.
La scelta di Mattia: New England Patriots.

Tennessee Titans @ Minnesota Vikings, domenica ore 19.00

Considerando come stiano andando i Packers, un’altra sconfitta per i Vikings coinciderebbe con la fine ufficiosa delle ambizioni di playoff che ora come ora suonano comiche: l’attacco è riuscito, se possibile, a giocare a livelli addirittura più bassi di quelli del reparto difensivo che dovrà rinunciare ad Anthony Barr per il resto della stagione.
Kirk, questa volta rischio di non essere in grado di difenderti.
Fantasy friendly: Derrick Henry, RB, Tennessee Titans. Noioso e ripetitivo, lo so, ma questa credo sarà la partita in cui Henry tornerà a mettere insieme numeri da Henry.
La scelta di Mattia: Tennessee Titans.

Washington Football Team @ Cleveland Browns, domenica ore 19.00

Dopo l’esaltante successo in rimonta contro Philadelphia, Washington è tornata sulla terra grazie agli ottimi Arizona Cardinals: non è possibile vincere partite giocando solamente un quarto di buon football offensivo e, per quanto fenomenale possa essere, il front seven difficilmente metterà a segno otto sacks a giornata.
Cleveland ha l’opportunità di portarsi sul 2-1 e dar forza alle voci per le quali BAKER MAYFIELD EMVIPPÌ!
Fantasy friendly: Odell Beckham Jr., WR, Cleveland Browns. OBJ sembra essersi ripreso, vediamo se saprà dare continuità all’ottima partita di giovedì scorso.
La scelta di Mattia: Cleveland Browns.

Chicago Bears @ Atlanta Falcons, domenica ore 19.00

Chicago ha il record ancora immacolato, mentre Atlanta probabilmente non vede già l’ora che arrivi l’offseason: la sconfitta di domenica contro Dallas credo seriamente sia in grado di far cadere in odio la disciplina a qualsiasi tifoso e giocatore.
In ogni caso, Falcons permettendo, credo che difficilmente avrò ancora modo di parlare dei Bears come squadra imbattuta dopo domenica: per vincere contro Atlanta è necessario mettere a referto un po’ di punti e nonostante le due vittorie consecutive l’attacco dei Bears rimane l’attacco dei Bears.
Fantasy friendly: Calvin Ridley, WR, Atlanta Falcons. Breakout SZN.
La scelta di Mattia: Atlanta Falcons.

Carolina Panthers @ Los Angeles Chargers, domenica ore 22.05

Senza McCaffrey l’attacco dei Panthers è veramente poca roba: il reparto difensivo di L.A. domenica scorsa ha impressionato contro i Chiefs, motivo per cui credo che saranno in grado di annichilire Bridgewater a suon di pressioni costringendolo ad errori atipicamente stupidi.
La vera domanda, però, riguarda il quarterback: Taylor o Herbert? Lynn ha dichiarato che fino a nuovo ordine il titolare è e rimane Taylor, ma dopo il fantastico esordio di domenica vedo molto difficile far accomodare il rookie in panchina.
Fantasy friendly: Los Angeles Chargers D/ST. Mi piace la difesa dei Chargers, soprattutto contro un attacco del genere.
La scelta di Mattia: Los Angeles Chargers.

New York Jets @ Indianapolis Colts, domenica ore 22.05

Non vorrete mica farmi parlare dei Jets, non mi pagano abbastanza per cose del genere.
Fantasy friendly: Indianapolis Colts D/ST. Avete visto i Jets in attacco?
La scelta di Mattia: Indianapolis Colts.

Dallas Cowboys @ Seattle Seahawks, domenica ore 22.25

Terza partita della settimana che avrei potuto tranquillamente inserire nel paragrafo dedicato alle partite più interessanti.
Dopo l’esaltante vittoria contro Atlanta Dallas si trova costretta ad affrontare una delle squadre più lanciate della lega, i Seattle Seahawks: al momento fermare Wilson non sembra essere umanamente possibile, pertanto immagino che per vincere la partita Prescott e compagni saranno costretti a segnare fin da subito e, possibilmente, non commettere tre turnover nel primo quarto.
Fantasy friendly: D.K. Metcalf, WR, Seattle Seahawks. A Wilson piace lanciargliela, a lui piace riceverla… indipendentemente da chi lo marca.
La scelta di Mattia: Seattle Seahawks.

Tampa Bay Buccaneers @ Denver Broncos, domenica ore 22.25

Poveri Broncos, questo doveva essere il loro anno, o perlomeno l’anno in cui sarebbero finalmente stati nella posizione di valutare un potenziale franchise quarterback in grado di riscrivere il loro futuro… e poi martedì sono stati costretti ad ingaggiare Blake Bortles.
Blake.
Bortles.
Fantasy friendly: Tampa Bay Buccaneers D/ST. Si dice che la difesa sia il miglior attacco, perciò…
La scelta di Mattia: Tampa Bay Buccaneers.

Detroit Lions @ Arizona Cardinals, domenica ore 22.25

Arizona può portarsi sul 3-0, affossando Detroit sullo 0-3: salvo prestazioni leggendarie di Matthew Stafford non vedo come la difesa dei Lions sia in grado di rallentare Kyler Murray.
Fantasy friendly: Kenyan Drake, RB, Arizona Cardinals. Questa è la settimana in cui esplode, me lo sento. O almeno, lo spero.
La scelta di Mattia: Arizona Cardinals.

Le mie scelte la scorsa settimana: 14-1.
Credo di avervene già abbondantemente parlato nell’introduzione.
Quando un infante vi chiederà di dare una definizione di “legge dei grandi numeri” citate senza alcun problema «quella volta in cui Mattia azzeccò – quasi – tutte le partite di una settimana NFL»: credo renda piuttosto bene l’idea.
Le mie scelte finora: 23-7.
Vita riportami coi piedi per terra perché qua rischio seriamente di esaltarmi.

 

Post By Mattia Righetti (475 Posts)

Mattia, 25 anni. Una versione più irsuta e povera di Larry David, ma il concetto è lo stesso. A volte Julian Edelman. Se non mi seguite su Twitter (@matiofubol) ci rimango male

Connect

One thought on “Guida alla terza settimana del 2020 NFL

  1. Avevo previsto di perdere una delle prime tre per i seahawks visto il calendario, ma se questo non dovesse accadere le prossime due sono con dolphins (a Miami) e vikings (questi viks, in casa) prima del bye. Ovviamente non si poteva uscire immuni dalla giornata degli infortuni e avendo salutato Irvin bisogna prendere assolutamente un sostituto di livello.
    Per commentare il prologo e l epilogo dell articolo, se arrivava all ultima partita ancora in piedi con una imagino bella cifra in mano, ti saresti coperto essendo l ultima partita. Io comunque avevo detto Raiders. Ma conta ancora meno

Leave a Reply to Danilo Cancel reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.