Una notte dopo il primo giro, il draft continua con il secondo e il terzo.

A differenza di quanto fatto nel Day 1, cercherò di sintetizzare le chiamate, di raggrupparle per ogni squadra e di offrirvi un commento personale su quanto scelto fino ad ora.

Iniziamo da chi aveva più pick da spendere: i St.Louis Rams hanno chiamato nel secondo giro il wr di Appalachian St. Brian Quick, il cornerback Janoris Jenkins di North Alabama e il rb Isaiah Pead dal college di Cincinnati. Poi, nel terzo giro, è arrivato anche il cornerback Trumaine Johnson, uscito dal college Montana.

Si tratta di buone chiamate, spese a scopo di offrire profondità al roster e di alzare il livello della squadra, specialmente Jenkins, arrivato fin qua per colpa di alcuni problemi con la giustizia. Unica perplessità per il wide receiver Quick, forse non ancora pronto per iniziare fin da subito nel ruolo di starter o slot; Stephen Hill sarebbe stato meglio.

Coby Fleener seguirà Luck

Gli Indianapolis Colts hanno deciso di offrire nuovi bersagli alla prima scelta assoluta Luck. Da Stanford arriva il miglior tight end Coby Fleener, mentre nel terzo giro son arrivati l’altro tight end Dwayne Allen da Clemson e, dopo una trade per salire di qualche pick, il wr T.Y. Hilton di Florida State.

Tre buone scelte, specialmente quella di Fleener, già compagno di Luck al college nella speranza di far continuare la buona intesa tra i due. Due giri investiti per ridare spessore all’attacco, ma la difesa potrebbe risentirne e parecchio, a meno di qualche buon acquisto in free agent.

Una squadra che aveva numerosi pick ma in parte già spesi nel primo giro per prendere Richardson sono i Cleveland Browns. Nel secondo giro è arrivato il tackle Mitchell Schwartz, uscito dall’università della California, mentre nel terzo è arrivato John Hughes, defensive tackle di Cincinnati. Anche qui stesso discorso fatto per i Rams: il need del wide receiver non è stato ancora colmato e McCoy potrebbe risentirne come nella passata stagione.

Parliamo dei Baltimore Ravens: hanno ceduto il loro pick del primo giro per ottenerne uno in più nel secondo. Risultati più che soddisfacenti: da Alabama arriva il pass rusher Courtney Upshaw, ignorato al primo giro per motivi disciplinari ma che ha esperienza nella 3-4, mentre da Iowa St. arriva il tackle Kelechi Osemele. Due buone chiamate, di spessore che potranno dare un buon contributo alla causa Ravens, specialmente il primo. Nel terzo giro è arrivato il rb Bernard Pierce da Temple, giocatore che lotterà per portare qualche pallone.

Rimaniamo nella Afc North e andiamo dai Cincinnati Bengals: un draft che lascia ben sperare le tigri, visto che sono arrivati i defensive tackle Devon Still di Penn State, Brandon Thompson da Clemson e con loro anche il buon wr di Rutgers Mohamed Sanu, ottimo giocatore che potrà ricoprire la posizione di slot nella formazione dell’Ohio.

Per concludere il treno della Afc North, i Pittsburgh Steelers. Hanno approfittato di tutte le occasioni: dopo DeCastro, ecco il tackle Mike Adams di Ohio State, proiettato alla fine del primo giro ma sceso a metà del secondo per qualche problema giudiziario. Nel terzo giro è arrivato il linembacker Sean Spence di Miam(Fl), solido placcatore che può sostenere la difesa in una fase di ricostruzione senza perdere la fama di una delle migliori del mondo. Approfittatori e fortunati.

Andiamo nella Afc East. I New England Patriots hanno ancora investito nella difesa ma, a mio giudizio, senza grande successo: chiamati il safety Tavon Wilson dell’Illinois e il defensive end di Arkansas Jake Bequette. Non sembrano poter far compiere netti miglioramenti alla difesa e ai Patriots rimane solo una scelta al quinto giro.

Che colpa Buffalo! Preso Glenn

I Buffalo Bills hanno piazzato un colpo da novanta, chiamando il tackle della Georgia Cordy Glenn. Una chiamata fortunosa ma che incrementa fin da subito il valore della linea offensiva di Buffalo, che chiama anche il wide receiver di N.C. State T.J. Graham. Il colpo del secondo giro lo hanno messo a segno loro.

Ci spostiamo nella Grande Mela dai Jets: sono saliti di qualche posizione per prendere il wr di Georgia Tech Stephen Hill, desiderato da tanti per la sua spettacolare velocità, e si sono assicurati un pass rusher per dare ricambio agli starter; da Arkansas State arriva l’outside linebacker Denario Davis. L’arrivo di Hill valorizza questo secondo giorno di chiamate per i biancoverdi.

Prendiamo l’aero e voliamo a South Beach. I Miami Dolphins hanno preso due giocatori che ricoprono i loro needs principali: da Stanford il tackle Jonathan Martin, immenso potenziale ma giocatore con poco aggressività, e da Miami il defensive end Olivier Vernon. Hanno poi compiuto una trade con i Chargers per assicurarsi il tight end Michael Egnew da Missouri. Tannehill è costato un ottavo pick ma i Dolphins si sono rifatti, nonostante manchi il wide receiver.

Nfc South, Jacksonville Jaguars: il draft della squadra della Florida è già un successo con Justin Blackmon, ma il secondo giro lo ha migliorato ancora di più con l’arrivo del defensive end Andre Branch da Clemson. Una chiamata che alza il livello della difesa fin da subito vista l’assenza di pass rusher. Nel terzo giro arriva il miglior punter dell’annata: dalla California ecco Bryan Anger. Jacksonville ha fatto due passi avanti.

I Texans sono scesi nel terzo giro e si sono assicurati il wr DeVier Posey di Ohio St. e la guardia offensiva Brandon Brooks di Miami(Oh). Due bei pezzi per tenere alto il livello di un attacco che senza il quarterback titolare ha fatto già follie.

Tennessee Titans: dopo la sorpresa di Wright, arriva il lottatore linebacker Zach Brown da North Carolina e defensive tackle Mike Martin da Michigan. Brown, se allenato bene, può essere una della rivelazioni del draft grazie alla sua incredibile velocità e alla potenza da ex wrestler.

Eccoci nella Afc West; iniziamo dai Denver Broncos, la grande attesa della prossima stagione. Diciamo che non hanno migliorato nessun reparto, ad eccezione del backup quarterback. Dopo aver rinunciato a un primo giro, hanno chiamato il defensive tackle di Cincinnati Derek Wolfe, il quarterback altissimo Brock Osweiler di Arizona St. e il rb Ronnie Hillman di San Diego St. Ad eccezione di Osweiler, chiamato per essere costruito come possibile nuovo qaurterback, non sembra che gli altri due possano essere significativi per la squadra.

Nel caldo di San Diego, i Chargers hanno chiamato il defensive tackle di Connecticut Kendall Reyes e il safety Brandon Taylor di Lsu. Entambi possono essere validi all’interno delle rotazioni.

I Chiefs hanno scelto due offensive tackle: Jeff Allen da Illinois e Donald Stephenson di Oklahoma. Chiamate più che buone per una squadra che punta a far bene in una conference bizzarra. I Raiders hanno speso la loro Compensatory Selection per prendere il tackle Tony Bergstrom di Utah; non una gran presa per una squadra che in genere si affida alla free agent.

Terminata la Afc, andiamo subito nella Nfc North. I Chicago Bears puntano forte su Alshon Jeffery di South Carolina per risolvere il problema delle secondarie, ma alcune lacune tecniche potrebbero classificarlo come possibile bust. Da Oregon St. è arrivato anche il safety Brandon Hardin, destinato a un ruolo negli special team.

Andiamo dai Packers: dopo Perry sono arrivate due trade up ben spese: da Michigan St. arriva il defensive lineman Jerel Worthy e da Vanderbilt il defensive back Casey Hayward. Due rookie che dovranno contribuire alla rinascita di una difesa andata a pezzi nella scorsa stagione.

Eccoci nella Motor City. I Lions aggiungono spessore all’attacco con il wr Ryan Broyles da Oklahoma. Giocatore molto solido che può esplodere in un attacco dove il passing game fa da padrone. Per la difesa è arrivato il discreto cornerback  Dwight Bentley da Louisiana-Lafayette. I Vikings, dopo Kalil e Smith, prendono il cornerback Josh Robinson di Central Florida per ridare fiducia alle secondarie.

Destinazione Nfc East, la conference che rischia di essere la più esplosiva della nuova stagione. I Giants pescano due giocatori veramente promettenti: da Lsu il wr Rueben Randle mentre da Viriginia Tech il cornerback Jayron Hosley. Due chiamate fortunose ma i needs principali non hanno ancora trovato risposte.

Gli Eagles hanno trovato ottimi giocatori che saranno ceramente utili al roster: dalla California il linebacker Mychal Kendricks, da Marshall il defensive end Vinny Curry e dall’Arizona il quarterback Nick Foles. A Philadelphia si pensa in grande.

Parliamo delle altre due squadre che, a causa di trade up, hanno rinunciato a numerosi pick. Prima i Redskins hanno preso la guardia di Smu Josh LeRibeus, poi i Cowboys hanno trovato un buon defensive end per la loro difesa 3-4; da Boise St. ecco Tyrone Crawford. Entrambe hanno già fatto tanto per Griffin III e Claiborne.

Andiamo nella Nfc South. I Tampa Bay Buccaneers sono riusciti a salire nel secondo giro per prendere il forte linebacker Lavonte David di Nebraska. Gli Atlanta Falcons migliorano la loro linea offensiva con il centro Peter Konz da Wisconsin e il tackle Lamar Holmes di Southern Miss. I New Orleans Saints scommettono sul defensive end canadese Akiem Hicks. In Carolina, i Panthers puntano a ricoprire i needs: dal  Midwestern St. ecco la guardia Amini Silatolu, ma ancora non si è trovato il defensive tackle per la difesa.

LaMichael James , piccolo ma velocissimo

Ultima tappa la Nfc West. I San Francisco 49ers hanno scelto di chiamare il rb LaMichael James di Oregon e di cedere il terzo pick ai Colts. Il rb ex Ducks dovrà dare il meglio di se per non patire il peso assai maggiore degli aversari. Seattle ha trovato nel linebacker ex Utah St. Bobby Wagner un buon innesto per la difesa, e ha selezionato il qb Russell Wilson per fare da back up al titolare Matt Flynn.I Cardinals piazzano un bel colpo nel terzo giro, chiamando il cornerback Jamell Fleming dal Oklahoma.

Un altra notte di draft passata. Con i restanti giri le squadre punteranno a trovare dei buoni back up per il proprio roster.

 

 

Post By Federico Vedovelli (550 Posts)

Student, rugby referee, Carolina Panthers, NCAA Football, NBA, Radio Play.it. Affascinato da Twitter: CamFederico

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

2 thoughts on “NFL Draft 2012: Day 2

  1. Cordy Glenn per noi è un gran bel colpo….La OL inizia ad essere veramente importante…
    Go Bills…

  2. secondo me le squadre con il miglior draft sono: bengals,bucs,giants,bills,eagles. sebbene si sa che giudicare un draft prima di tre anni e’solo per divertimento.

Commenta