Minnesota 93 – Washington 72
I 13 punti, 14 assist (carrier high e uno in meno dell’intera Washington), 6 rimbalzi di Rubio sommati ai 20 punti, 16 rimbalzi di Love stendono i Wizards a domicilio nonostante la pesante assenza di Beasley. Pessima partita per Wall, 3-10 dal campo e solo 6 assist, che guida la sua squadra a una delle peggiori partite degli ultimi anni in termini di punteggio e gioco espresso conclusasi con un orribile quarto tempo da 12 punti totali.

Orlando 104 – Sacramento 97
Nonostante la peggior prestazione di Howard che si ricordi (5 punti, 4 rimbalzi in 20 minuti) Orlando schianta Sacramento grazie al grande apporto della panchina (42 punti di cui 20 solo da Glen Davis) e alla buonissima partita di Jason Richardson che conclude con 22 punti. Ai Kings non basta il miglior Evans della stagione (28 punti, 8 assist) se Torkoglu torna ad essere determinante con la tripla del 93-89 , con meno di tre minuti sul cronometro, che decide il match.

San Antonio 96 -Oklahoma City 108
Sfortunatissimi Spurs che, già senza Ginobili, perdono per infotunio durante la partita sia Parker che Blair. Risultato praticamente mai in discussione, nel terzo quarto i Thunder scavano il solco decisivo e non si guardano più indietro. 21 punti e 10 rimbalzi per Durant e 20 punti per Harden, per San Antonio da segnalare la prestazione del rookie Leonard (13 punti e 10 rimbalzi).

Milwaukee 93 – Phoenix 109
Partita combatutta fino a qualche minuto dalla sirena del secondo quarto, poi Phoenix prende il largo grazie alla prestazione monstre di Nash che smazza 10 assist nel solo primo quarto(saranno 17 alla fine) e alla solidità di un Gortat da 18 punti. I Bucks continuano il loro pessimo inizio di stagione con il solo Tobias Harris su buoni livelli (14 punti) ma con la scusante di avere 4 giocatori infortunati.

Cleveland 78 – Portland 98
I Blazers continuano la loro striscia positiva battendo i Cavs grazie ad un super quarto tempo.  La coppia Aldrige-Matthwes funziona a meraviglia e combina per 52 punti. Per i Cavaliers grande prestazione del rookie Irving con 21 punti e 4 assist ma la scarsa vena realizzativa di Jamison e l’inesperienza sono state pagate care.

Memphis 82 – LA Lakers 90
La supremazia a rimbalzo ( 34-53) porta i Lakers ad un importante vittoria contro i giovani ma sfortunati Grizzlies. Bynum e Gasol dominano sotto le plance raccogliendo 15 rimbalzi a testa e se Kobe mette 26 punti con il 50% dal campo sommati a 9 assist per i compagni la partita non ha storia. Per memphis 5 giocatori in doppia cifra di punti guidati da un Rudy Gay da 19 punti, ma l’assenza di Randolph è veramente pesante per l’economia della squadra.

Post By DeAndre P. (35 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

95 thoughts on “NBA – La stella di Rubio inizia a brillare, Nash risponde come sa

  1. Wizards

    Ma come fa un quintetto tipo con Wall, Young, Lewis, Blatche e McGee a non vincere neanche una partita su 8???
    Inoltre Saunders non è l’ultimo dei coach della lega…
    Sicuramente un problema è la panca, corta e di pessima qualità a parte i due giovani, evidentemente acerbi, Seraphin e Vesely che stanotte hanno giocato solo 5 min a testa.

    Timberwolves

    Mi sembra di rivedere il percorso dei Thunder, con una stella primaria meno devastante (Love < Durant) ma con un talento globale secondo me meglio distribuito.
    Altissimi piani della Western in 2 anni.

    Magic

    Turkoglu a dire il vero sta facendo ottimamente il suo dall'inizio della stagione.
    Il problema maggiore al momento è una panchina meno profonda e valida rispetto alle ultime stagioni e un Nelson involuto sicuramente per una questione di testa, probabilmente dovuta alla diffusa opinione pubblica che il 14 non sia un play da contender, per nn parlare delle richieste di Howard riguardanti Paul prima e Billups – Williams poi che fanno capire chiaramente come Superman vorrebbe altro nel ruolo di play.
    Secondo me sarebbe perfetto se Nelson e Redick si alzassero dalla panca, ma chiaramente prendere una PG titolare di alto livello è un'impresa quasi titanica nella situazione tecnica e salariale del team.

    • Saunders ha un attacco molto complesso che molte volte finisce con un jumper lungo da due (me ne sono sciroppato tanti anni quando era ai Wolves),non esattamente il tiro a più alta percentuale che ci sia,ha un playbook immenso e Wall negli schemi a metà campo è abbastanza scarso,rende bene se si corre…comunque Rubio gli è stato nettamente superiore,molto attivo in tutte le fasi del gioco,una vittoria con tanti giocatori infortunati,non solo Beasley…speriamo di continuare così..i wiz talento ne hanno,ma si tratta anche di far giocare una squadra e penso che l impostazione di Saunders li stia penalizzando molto…

    • Nelson Redick ed Anderson per Deron Williams.
      Ad Orlando viene lui, smantelliamo il team e andiamo a giocarcela con Williams-Richardson-Turkoglu-Davis-Howard.

      Duhon- Vafer- Clark – Q-Rich e Orton dalla panca. (vale a dire poco o niente).

      I Nets ripartirebbero con Nelson-Redick-Anderson-Humpries-Lopez e subito ai play-off.

      Capisco che si trasferiscono a New york, capisco tutto ma intanto Lopez è rotto e i Nets non hanno nulla da darci in cambio.

      Chi ci sta?

      • Potrebbe anche capitare, ma oltre ad essere difficile dipende molto da Deron: se entro la deadline si impunta dicendo che nn rifirma e che vuole essere tradato ad Orlando (in carmelo anthony’s style) potrebbe anche realizzarsi il semi-impossibile.
        Sepriamo che il recruiting di Howard funzioni:

        Local 6 Sports Director David Pingalore has learned that Orlando Magic center Dwight Howard may be rethinking his trade request. In December, Howard told the Magic he would want to be traded to either the New Jersey Nets, Dallas Mavericks or Los Angeles Lakers. Multiple NBA sources confirmed to Pingalore that Howard has been heavily recruiting New Jersey Nets point guard Deron Williams to play with him in Orlando. clickorlando.com

        Pingalore’s sources confirmed that Howard would rather stay in Orlando, and the sources said that it’s an “80 percent” chance Howard stays. clickorlando.com

        Io personalmente sono scettico…

        • Quello che ha scritto Pingalore sono pure baggianate per attirare qualche fan illuso, tant è che sia Howard che Smith hanno confermato nel post partita con i Kings che la richiesta di trade non è stata ritirata..Dwight se ne vuole andare, e sotto molti punti di vista ha ragione perché i Magic sono lontani anni luce da essere una contender..il record è bugiardo perché abbiamo sconfitto sei squadre penose e quando abbiamo giocato contro delle VERE squadre, le abbiamo prese..è inutile, dobbiamo ringraziare il nostro amicone Otis che fa anche la vittima. Per quanto mi riguarda spero che con Howard se ne vada anche Nelson che è realmente INDECENTE!!

      • ma hai bevuto di prima mattina?

        Nelson-Redick-Anderson-Humpries-Lopez subito ai playoff?

        ahahahaha…

        • Se la giocherebbero per l’ottava piazza.
          Ma la mia era una provocazione, purtroppo:-(

  2. Che bello vedere giocare così Nash a 37 anni… una poesia in movimento…
    Rubio finalmente sta facendo vedere quel che da due anni aspettavano nel Minnesota. Lui e Love (la più forte ala forte NBA :) ) possono essere l’asse del futuro dei T’Wolves, anche se vedrei benissimo quest’ultimo in maglia gialloviola… no?

  3. ciao a tutti,
    sinceramente felice per la (tanto attesa) crescita di minnesota. non credo farà i PO quast’anno ma il futuro potrebbe essere finalmente roseo. magari la scelta finita a NOLA non sarà tra le prime 5, magari la 10/14 ed il rimpianto sarebbe “limitato” nonostante il draft 5 stelle che deve arrivare.
    Leggendo le proposte di trade che girano ultimamente nel blog e che coinvolgono LA Lakers o magic mi chiedo sempre, ma sono seri? ok il tifo e la speranza che qualcuno faccia beneficenza ma….siete seri? credete davvero in quelle trade?

    • Ahimè concordo. Negli scorsi giorni ho visto spesso il blog trasformarsi in una ESPN Trade Machine con fanta-scambi proposti da tutti e per tutti.
      Mi sembra ridicolo, meglio commentare e confrontarsi sulla realtà.
      Poi anche io a volte parlo di trade immaginarie, ma nei limiti, altrimenti diventa un casino…

  4. certo, questo non è sbagliato. io tifo Bulls…potrei dire, trado Noah e Gibson per DH12 e vinciamo il titolo in due anni! certo, ma i Magic mica sono scemi, mica lo svendono….anche melo voleva NY ma i nuggets hanno avuto tutto quello che volevano…ok, direte meglio qualcosa che perderlo gratis…certo, ma qualcuno che offre qualcosa in più di Nelson, reddick ed anderson, di questi nessuno buono o con grandi margini o di prospettiva…Insomma dai

    • Beh che nn siano buoni o con margini mi sembra esagerato.
      Nelson forse è più un backup che un titolare, oggi. Ma due anni fa è stato chiamato all’all star game, proprio schifo nn fa.
      Redick secondo me è un sesto uomo validissimo per produzione e sbattimento in difesa ed in generale nel gioco.
      Anderson è una valida macchina da punti, anche se si tratta di un’ala grande atipica che nn quaglia con tutti i sistemi di gioco delle franchigie NBA, anzi…

  5. Buongiorno a tutti

    Stagione che più ricca di infortuni non si può. Qui non si parla di Maynor fuori per tutta la stagione, con okc che si ritrova il rookie jackson catapultato come riserva di westbrook. San Antonio da sfiga, ma Portland di più! Quindi, se non si lamentano loro, tutti zitti.
    In ogni caso, gli infortuni potrebbero ridisegnare non solo la stagione, ma anche il mercato delle stelle..
    Su KLove non dico nulla, che sennò mi bastonate.. Rubio cambia la partita appena mette il naso in campo: mi ha fatto ricredere, pensavo che fosse più bust che altro. Secondo me Minnie dovrebbe tradare Beasley e le sue 10 once d’erba, giocano meglio senza di lui..
    I Kings fanno una partita decente, ma usano thornton da pg? Alert, dì qualcosa!
    Il buon Cousins umilia Howard per tre quarti di gioco (DH: 4 falli in 8 minuti, 0rb/0pt fino ad inizio 4° periodo!). Turkoglu mette la tripla decisiva con un quoziente di culo non indifferente..
    Lakers non li ho visti, ma a pelle i tifosi gialloviola mi sembrano troppo scaramantici.. Sono sicuramente una contender. E Kobe sta avendo un ottimo inizio.

    Generals
    Chi dice Wall sopravvalutato? Mi unisco al coro.. Ma tutto il quintetto di Washington è pessimo, sto talento di cui parlate io non lo vedo. Wall forse, McGee forse, Lewis no, Nick Young no, Blatche è scemo.. Tra loro e i Nets preferisco i secondi, a questo punto.

    • IO lo ripeto all’infinito
      perché ci tengo: nessun dubbio che Rubio avesse fatto bene in Nba, molto di più di quanto abbia fatto in europa!;-)

  6. ok, quindi tu cedi il miglior centro NBA per:un buon backup da molti ritenuto involuto, un buon sesto uomo per una contender (che NJ non è e per un pò non sarà) e ANderson che ha avuto un buon inizio ma gioca bene con un totem sia in attacco che in difesa, togliendo che il totem lo hanno pochi, Lopez ti sembra uno di questi?se cedo Dwill (anche scontento) voglio almeno un giovane promettente, scusa ma in quella trade non vedo nulla di appetibile.

    • Sono d’accordo, ho solo detto che cosi schifo tutti e 3 non fanno.
      Che poi nn valgano uno scambio per Williams è un altro discorso.

  7. ciao a tutti

    su rubio avevo qualche dubbio, ma il ragazzo me li sta togliendo partita dopo partita.
    tra qualche anno e con un minutaggio superiore ai 30-35 minuti potrà fare quello che vuole

    Minnesota vale sicuramente il prezzo del biglietto

    sui lakers, anche qui mi aspettavo peggio sinceramente, invece un record di 6-4 che non è male, considerando la stagione

    su washington anche io mi domando cosa stiano facendo, mah magari poi si riprendono e vanno ai playoff

    • Bryant sta giocando a un livello a cui non lo vedevo da anni,ma forse c’entra il fatto che sta meglio a livello fisico (escluso il problema al polso),è cmq ancora un mostro,daranno problemi a tutti i Lakers finchè lui gioca così,anche se MIke Brown mi sembra tutto tranne un luminare…che Beasley sia da cedere lo penso dalla prima partita (24 punti con 27 tiri) con OKC,è ottavo tra le ale piccole per tiri tentati e 51esimo solo tra i 3 per % di realizzazione…vuol dire che tutti i 3 titolari e tutte le riserve in quel ruolo tirano meglio di lui,ora è rotto e stranamente ho visto giocatori in ritmo che non forzavano e facevano il loro,grazie anche allo spagnolo,tra l altro siamo nel mezzo di un back-to-back-to-back con 5 giocatori fuori…

  8. Smart la sera prima va a casa di DMC, mangiando patatine e parlando di basket e di comportamento da tenere. La gara l’hanno vinta i più forti per mentalità e forse per talento complessivo. Il gioco Kings è migliore ed è sembrato palese la rilassatezza nell’animo dei giocatori. Non so cosa sia accaduto ma l’atteggiamento del corpo era diverso. Westpahl ha le sue colpe perchè dopo due partite si riesce a vedere del basket. Si passano la palla, DMC tocca più palloni e in generale il gioco se ne avvantaggia. Smart li vuole vedere correre considerando i giocatori che ha. Vedremo nel futuro immediato che benefici porterà.

    Spurs
    Perdono gara e pezzi. Sarà una stagione ad eliminazione. Ovvio che OKC sia più forte anche se ora dovranno andare avanti senza Maynor (out per la stagione).

    Lakers-Grizzlies
    Nel quarto finale i Grizz hanno sprecato tante ma tante occasioni per agganciare i Lakers. L’assenza di Zibo si è fatta sentire specie quando la palla arrivava a Speight. Bravo ragazzo ma che non sposta nulla. Stoppato più e più volte non in grado di realizzare con continuità. Zibo per talento e cazzimma è un’altra cosa. W dei Lakers sempre sostenuti dal solito Kobe. Gara sottotono di Bynum nel quarto finale.

    Rubio-Love
    Il primo farà record su record alla voice assist. Non mi stupirei se scollinasse sopra i 20. Love ha già detto che non rinnoverà con i T-Wolves senza che la squadra pianga più di tanto. Derrick Williams è stato preso anche per quel motivo. Se poi Kevin dice di essere la migliore PF della lega, meglio lasciarlo andare. Teste di minchia così è meglio sbolognarle.

        • Beh Giangio, ho detto che nn scomodo i grandi nomi perchè cmq in giro per la lega ci sono sempre i Garnett, i Duncan o i Nowitzki che, sebbene in là con l’età, sono sempre campioni immensi.
          Il tedesco è addirittura fresco di titolo, figurati…
          Sai bene, perchè l’ho detto pochi giorni fa, che per me Lamarcus è la PF più completa della lega, e vorrei lui più di tutti gli altri nella mia squadra.

          • Ma chiaramente scherzavo
            Io sono molto modesto nel giudicare la mia squadra.

    • concordo con te alert,se non vuole restare,ahimè se ne vada pure,è molto forte ma io l idea su di lui me la feci molti mesi fa,alle presidenziali dove vinse Obama (e non sono un fan sfegatato di Obama): “chi voterai Kevin?” risposta “beh,immagino quello che mi farà pagare meno tasse”…queste risposte sono proprio tattiche per arrivare al massimo,questo non vuol dire che non rifirmerà in automatico,ma il sostituto (anche se non forte quanto lui) ce l abbiamo già,Derrick Williams può crescere ancora,e nell economia della squadra si vede già che Rubio è più importante di lui…

  9. KLove magari a LA, in cambio di Pau?

    scherzi a parte, ho visto min ieri sera: Rubio è nel suo basket ideale, dove non lo cazziano se spara da 3 senza 1 passaggio (del resto in una lega con jennings) e con le sue qualità di playmaking può armare compagni molto + atletici e che tagliano in difese molto meno organizzate. aggiungete che non è più tra i primi pericoli pubblici e che quindi ha anche tante conclusioni aperte, doppia doppia di media tra pochissimo e tra i primi 5 play del mondo in 2 stagioni (forse esagero, ma mi piace un sacco)

  10. Il record non è male a livello statistico, poi lo vai a contestualizzare e ti accorgi che era il minimo fare 6-4 considerando che su 10 partite 7 le abbiamo giocate in casa e tolta la gara coi Bulls le altre erano assolutamente abbordabili.Stanotte si è vinto nonostante una quantità inaudita di palle perse, almeno 20 se non sbaglio.Bene Kobe e Barnes, solito schifo da parte di Fisher e Metta, Bynum un pò opaco nonostante i 15+15, i soli 7 tiri di Gasol non si possono vedere, spreco assurdo.

    Ora abbiamo altre tre partite sulla carta abbordabili, vediamo di fare filotto perchè poi le L fioccheranno a go go.

  11. Comincio a pensare che sotto la costante titolarità di fisher ci sia qualcosa sotto.. magari un qualche ricatto. ovviamente è una battuta, però è inspiegabile questa situazione. Sono tre o quattro anni che a parte le due giocate decisive nelle finals è inguardabile. basterebbe metterci un giocatore anche solo normale al suo posto per avere una squadra un tantino più competitiva.

  12. Wolves

    Fossi a loro scambierei Love/Beasley per una guardia. Avere un giocatore che rompe le palle e che dopo neanche un mese di RS parla apertamente di voler andare via (lui vuole LA) non è il massimo, mentre l’altro che è un mangia palloni, parola di Adelman.

    Ti togli il problema, prendi una guardia e non hai il mal di testa nel convincere un giocatore a rifirmare e l’altro a giocare a basket. Saluti e baci. Beasley come Kevin sono alla fine del contratto da rookie quindi la squadra che li prendesse potrebbe sbarazzarsene o rifirmarli. Io mi prenderei K-Martin che ha l’abilità di segnare, di prendere liberi e di sfruttare le assistenze di Rubio. Ha lavorato con Adelman ed ha il contratto in scadenza nel 2013. In questo modo i Wolves avrebbero il cap più leggero di 13 mln da reinvestire per lo stesso a cifre inferiori o per altri giocatori.

    • alert penso che Adelman lo abbia già chiesto Kevin Martin ma non arriverà per motivi economici,altrimenti penso che una trade l avrebbero già architettata,considerando anche che i Wolves hanno molti lunghi (e i Rox sono in carenza)…Love in ogni caso diventerà restricted free agent se non firma un estensione entro il 25,per fortuna i Wolves hanno ancora molte opzioni…

      • I due bambini costano alla causa 14 mln mentre Kevin Martin 13 fino al 2013. Hanno Pekovic a scaldare la panca che sarebbe utile alla causa. Tanto Beasley non lo rifirmeranno Love non vuole rimanere per cui te ne sbarazzi e lasci agli altri l’incombenza.

        Con Martin avreste uno da 20 punti a gara e una maggiore pericolosità offensiva. Difensivamente non paghereste troppo visto che i due non sono famosi per essere adepti di Garnett.

  13. Siccome sono pigro, riporto il commento di stanotte sul topic precedente, integrando qua e la..

    Su Love
    Il problema del buon Kevin è che non può essere considerato ora (e credo difficilmente potrà in futuro) un giocatore da “momenti decisivi”.. Non puoi “andare da lui” nei momenti importanti come ad esempio l’anno scorso i Grizzlies hanno fatto con Zibo, come i Lakers hanno fatto con Gasol (con lo zampino del 24 obv) nei tempi del repeat o come gli Spurs facevano con Duncan quando era ancora Duncan…

    Così come KL non è un giocatore a tutto campo come KG, che supplisce ai suoi “limiti” nei momenti importanti offensivamente facendo tutto il resto in modo assurdo..

    Questo è per dire che KL è potenzialmente una top star di questa Lega, ma è ancora troppo acerbo per poter aspirare ad essere un Top3 nel ruolo, figuriamoci un MVP..

    Per quanto riguarda la cifre: Bosh teneva cifre simili a Toronto ma nessuno si è mai azzardato a nominare la parola MVP.. eppure imho Chris aveva un impatto migliore di quello che ha Love nei TWolves… le cifre possono dare indicazioni ma non dicono tutto.. e in certi casi non dico niente..

    Detto questo, io farei di tutto per trattenerlo.. a) perché a Minnie non ci viene nessuna top star, quindi o peschi al draft una futura stella (e quest’anno credo che la loro 1st pick sarà di NOLA, quindi nisba) o altrimenti è dura… b) perché mi pare una squadra fatta a sarto per lui e in un contesto differente non avrebbe sicuramente l’impatto e lo status che ha a Minneapolis..

    PS: Kevin Martin è un cancro per le proprie squadre.. segna tanto, va tanto in lunetta, ma a) monopolizza troppo l’attacco e b) va sotto vs tutti i pari ruolo difensivamente.. fossi nei TWolves continuerei a dare fiducia a Wes Johnson, che è comunque uno sophomore e ha margini.. anzi difensivamente è già un fattore.. l’unico di cui mi sbarazzerei è Beasley, visto che si ha Derrick Williams in rampa di lancio.. magari scambiare l’ex Kansas State per scelte alte al prossimo draft..

    Wall
    Io ero uno di quelli che litigava furiosamente con chi, già ai tempi del college, dava Wall come “futura top star alla Lebron”… e avevo pure umilmente fatto presente che già raggiungere il livello di Rose (parliamo della stagione 2009/2010) o bissare l’anno da rookie di Evans sarebbe stato grasso che cola.. anzi, a dirla tutta (e qui sbagliando al momento), pronosticavo Turner alla 1 e non il prodotto di Kentucky… fatto sta che, nonostante tutto ciò, mi aspettavo un Wall migliorato rispetto a 12 mesi fa.. invece, come sottolineato da vincenzo, mi pare involuto… e per di più non ha uno straccio di tiro… non dico da 3, ma manco da 5 metri…

    • come valore assoluto Bosh e Love sono 2 giocatori molto simili,non saprei dire chi è meglio,a me piace più Love per le sue caratteristiche,la unica grande differenza è che Love si sta affermando come miglior rimbalzista della lega,mentre Bosh non è il migliore in niente,dire che avevano cifre simili è un pò sbagliato,sicuramente Bosh era migliore a livello di realizzazione,ma mi ricordo i primi anni lo criticavano per essere un rimbalzista mediocre,poi ha messo su un pò di muscoli ed è migliorato anche su quell aspetto,è difficile prendere molti rebs se giochi sempre fuori come faceva lui, giocava nei Raps dove aveva tutti i tiri che voleva,o il discorso sulle cifre drogate vale solo per Love??io non l ho mai dato per MVP Love,ma è sicuramente uno dei migliori nel suo ruolo,poi se hai in squadra il miglior rimbalzista della lega in squadra cerchi di tenertelo,ma questo è un parere soggettivo…

    • sbarazzarsi di Love? mi sembra un’eresia per minnesota.. difficile racattare gente da portare ai Wolves, meglioi tenerselo e sbolognare Beasley assieme ad un pacco di Maria per una guardia tiratrice possibilmente clutch..

  14. strano questo scarso credito nei confronti di Love. È bianco, non è tatuato, prende vagonate di rimbalzi e segna anche con continuità..bo che altro deve fare? mi spiego meglio (ci provo). è stato fatto un paragone con bosh dei raps: se Love è avvantaggiato dal giocare a Minnie perché ha tutti i palloni che vuole, allora che dovremmo dire del buon Cb4? per poco non decideva anche la formazione e le cifre di bosh non sono quelle di love, anche se probabilmente ad oggi chris è un giocatore migliore. poi questo discorso dell’essere avvantaggiato giocando a Minnie vale per lui mentre quando parliamo per es dei nostri bargnani gallo e beli diciamo che al contrario sono svantaggiati perché giocano in piccole squadre.. cioè bo?! poi i rimbalzi: per i punti si può anche pensare (anche se non mi sembra) che sia avvantaggiato dall’ avere molti palloni, ma per i rimbalzi che si fa? adelman dice agli altri di non andare a rimbalzo? gli avversari glieli concedono? non credo. non sarà nowitzki, o malone o duncan ma è forte. le cifre poi contano è inutile nasconderlo, se per un 20+20 di bynum o howard o chi per loro ci bagnano come scolarette dovremmo elogiare anche le sue, a maggior ragione che non sono affatto casuali visto che é più di una stagione che lo fa.

  15. Jumphook

    Ho riposto semplicemente a chi diceva, ieri, “Love MVP” o al fatto che il buon Kevin si è proclamato “miglior PF della Lega”.. è palese che sia, pound4pound, il miglior rimbalzista della Lega e un giocatore che mette su cifre importanti.

    il paragone con Bosh può essere forzato o meno, ma da l’idea di quello che penso io dell’ex prodotto di UCLA..

    • diciamo che cerco sempre di dare il peso che merita (prossimo allo zero) a quello che esce dalla bocca dei nostri eroi in canottiera, visto il QI medio della lega. Diciamo che, per la maggior parte di loro, il più umile ha un ego smisurato e una concezione esaltata di se stesso..

  16. poi se parliamo di giocatori forti o fortissimi ma non clutch be’ direi che non è il solo anzi è in ottima compagnia direi. Lo stesso garnett, mostro sacro di questo gioco, un tempo era malignamente descritto come l’unica super stella della lega che in una partita decisiva non ti faceva i 40 punt o che ti vinceva il match con 20 punti nel quarto decisivo.. poi di certo lui faceva e fa 1000 altre cose fondamentali per vincere

  17. Allora non capite, primo nessuno dice che è un cesso, secondo nessuno mette in dubbio che sia tra le migliori PF della lega, terzo anche le cifre di Bosh a Toronto erano drogate dal contesto.In una squadra più competitiva non farebbe mai 26+16, farebbe 22+12.E di esempi ce ne sono tanti altri.

  18. Io mi pongo una domanda, Rubio gli ultimi due anni, l’ultimo(soopratutto) ha fatto quasi cacare, in eurolega lo battezzavano clamorosamente da quasi tutte le posizioni, ora ditemi lasciando perdere il fatto che puó essere un giocatore che piu si adatta all’nba piuttosto che all’Europa, quale credibilità ha oggi come oggi l’nba a livello di talento medio se uno come lui dopo dieci partite è considerato un fenomeno ??? Per come la vedo io se uno è un campione lo è in qualsiasi campionato!

    • rubio era quasi involuto in europa, aveva già vinto tutto quel che c’era da vincere e al barcellona aveva ordini di scuderia su come gestire ogni singolo pallone = motivazioni in forte ribasso

      in nba gli fan fare quello che vuole e può sfruttare molto meglio (visto il tipo di gioco) le sue qualità atletiche, difendendo meno sull’uomo (come si fa qui da noi) e più sulle linee di passaggio (fondamentale di cui lo spagnolo è maestro).

      ciò detto, nessuno credo lo indichi già oggi come supercampione, stiam pur sempre parlando di un 20enne o poco più. che però abbia la stoffa della stella mondiale si sapeva dai 50 punti al mondiale U16

    • l’anno scorso credo che avesse anche diversi problemi con pascual, il suo allenatore al barcelona… ho visto diverse partite in cui, pur giocando bene, non gli veniva data la possibilità di proseguire, ma se ne doveva tornare in panchina per lasciare spazio a sada…

  19. @showstopper @guidobagatta
    tranquilli non cambierò il mio nick in “lo zio wilt=kevin love” ;) nemmeno dico che merita l’mvp. Probabilmente è vero che in una squadra ad esempio con Howard o anche senza scomodare superstelle con un Bogut prenderebbe qualche rimbalzo in meno..o anche magari no, potrebbe anche essere il leader statistico anche in un top team, anche senza esserne il leader emotivo. Questo perchè non abbiamo la controprova, tutto qua. Poi oh, sono opinioni in amicizia, a me da solo leggermente fastidio quando per numeri notevoli leggo commenti del tipo “bravo, però..” se a metterli insieme non sono i soliti noti.

  20. Rubio è sorprendente, seguo poco l’eurolega, che si adattasse bene all’Nba era prevedibile ma non così, aspetterei un’attimo comunque ad investirlo di elogi, intanto perchè i wiz fanno pena (difensivamenbte e non solo), poi aspetterei il RookieWall (verso marzo?), il tiro da tre è e resta la cosa più misteriosa…

    Penso che i LAL ci abbiano provato e ci riproveranno: scambio Gasol-Love e futuro assicurato con un duo di lunghi dominanti giovani e ben assortiti (Love-Bynum è perfetto!), dai Minnie fai lo Spanish combo che vai dritta ai PO!!!
    Ora come ora sembra un’eresia ma non si può mai dire le via dei Lakers sono infinite

    • Non so se è possibile fare un sign and trade. Se ci fosse la possibilità il discorso avrebbe senso, altrimenti no.

  21. Perchè tentare di tenere Love se questo non vuole rimanere? Che senso avrebbe rifirmarlo a cifre alte, considerato le stats, per poi sentirlo mugugnare un giorno si e un giorno no?

    Discorso rimbalzi. Ne prende tanti per una serie di motivi: uno perchè è portato e in qualsiasi squadra ne prenderebbe almeno 10/12, secondo vedo in alcuni frangenti come in un rimbalzo non contestato che vede coinvolti anche i compagni la palla gliela lasciano prendere. Però è uno che macina rimbalzi. Offensivamente è migliorato mentre in difesa fa cagare o quasi.

    Tornando alle sue dichiarazioni che dire: non sempre i neuroni vanni di pari passo con la lingua.

    Ripeto: fossi al management gli direi: se vuoi andare dillo ora e non rompere i marroni. C’è Derrick e va bene così. Beasley è un cazzone che ha meno cervello di Love. Se continua a monopolizzare la palla Adelman lo spedirà per posta celere prima di febbraio. Tanto è in scadenza.

    Martin
    Sarà un cancro ma visto che a guardie sono messi male un anno e mezzo di Kevin può dare il tempo a Johnson di farsi le ossa. Poi in caso arrivasse, il signor Adelman avrebbe argomenti per “catechizzarlo”. Ovviamente ho parlato di lui riferendomi alla scarsa capicità di fare punti delle guardie di Minnie. Ogni guardia con punti nelle mani sarebbe ben accetta anche per equilibrare al meglio il gioco d’attacco dei Wolves.

  22. Altro fattore da portare alla discussione:

    Kevin Love: stats 11+9 ’09, 14+11 ’10, 20+15 ’12. Record di squadra: 24-58 ’09, 15-67 ’10, 17-65 nel ’11.

    Ora, discorso molto semplicistico e forse anche ingiusto, ma a mio modo di vedere qualche indicazione la da..

    Per dire, Bosh era tutto e il contrario di tutto, ma qualche partita ai Raps la fatta vincere.. 56 W in 3 anni sono pochine eh..

  23. Rubio: sicuramente pronto a livello di playmaking per la NBA, non credo difensivamente.
    Love: secondo me se Minnie arriva ai play-off Love si ricrede, rifirmerà e dirà di essere un fedelissimo.
    Credo sia da tenere in quanto a completezza di gioco (a parte la fase difensiva da migliorare) ed impegno sul parquet, ha voglia di vincere e mi sembra un professionista.
    Beasley io Alert non lo cederei, da 4 a fianco di Love secondo me è ben affiancabile, poi la maturazione spetta molto all’ allenatore che deve trovare i giusti meccanismi; a livello di talento il ragazzo c’è e se sposa la causa potrebbe dare molto carattere ad uno spogliatoio che ne ha bisogno.
    Non credo che Minnie necessiti una grande guardia, andrebbe bene uno specialista tiratore/difensore (non tanto facile trovarli giovani ma ci sono).

    • difensivamente verrà elogiato + di quanto meriti, perchè avrà un sacco di stl grazie a braccia lunghe e superiore capacità di lettura. indubbiamente sull’uomo ha tanta tanta strada da fare, visto che sembra più preoccupato di riavere la boccia che di evitare un canestro

      • Se i componenti migliorano in maniera direttamente proporzionale al passare degli anni, secondo me anche cosi com’è il roster diventerà molto competitivo.

      • scusami ma ieri li hai visti lo sfondo preso su Wall (non esattamente il più semplice quando si tratta di stargli davanti quando parte in palleggio) o la stoppata da dietro pulita per evitare 2 punti facili su un contropiede?? non è Gary Payton ma si impegna e fa qualche buona giocata…

    • @ aledionigi: Beasley è un talentone,davvero penso che sia molto dotato tecnicamente,al college ha dominato,però a livello NBA non ha mai soddisfatto le aspettative, non riesce a coinvolgere i compagni,gli piace tirare molti jumper lunghi con risultati alterni risultando poco efficiente,attacca poco il ferro,l ultima partita con Washington ha dmostrato che senza di lui l attacco gira molto meglio (guardare anche i bassi minutaggi regalati da Adelman),poi il 2 serve,e pure bravo,perchè se questa squadra avesse avuto un Eric Gordon o un Iguodala a quest ora sarebbe ben oltre il 50% di W…guardando le partite si vede chiaramente che il tallone d achille è sugli esterni…

    • Beasley è un cavallo di razza. Adelman deve catechizzarlo e metterlo sui binari. La frase di ieri è indicativa del messaggio che vuole dare al bambino: “O giochi o stai in panca o ti cediamo” Vediamo che gli dirà la testa. Se non lo capisce allora va ceduto senza pensarci su.

      Su Love sono sempre del presupposto che un giocatore scontento è un problema, per se, per lo spogliatoio e per i risultati. Quindi sono del parere di patti chiari e amicizia lunga. Se vuole rimanere sta zitto evitando di pisciare fuori dal vaso, altrimenti si mette sul mercato come lo sono Howard e Williams per fare due nomi.

      • alert per me sparacchia troppo,poi si sta impegnando,forse è il caso di aspettare,forse no,io li ho visti molto più fluidi ieri con Williams che ha giocato minuti importanti e sempre con Rubio…certo che se Adelman lo mette sulla retta via ha fatto il miracolo!

  24. “Yo, Where is the Love?”
    Ok, alzo le mani, sono io quello che ha accostato le parole MVP e Kevin Love.
    Sintetizzando all’estremo, dicevo che i 25+15 del buon Kevin sono numeri impressionanti.
    Eppure, tutti a dire che “sono cifre drogate”, che “Minnie fa pena”, che “eh ma in una contender” fino ad arrivare “è un viziato”.
    Sono tutte critiche sensate, certo. Io voglio solo rimarcare che se fosse da qualche altra parte farebbe magari meno punti, ma riceverebbe più elogi (come dice jumphook).

    showstopper/alert
    KLove & Bosh non sono paragonabili, nemmeno come situazione. Ai Raptors, CB4 aveva a disposizione un supporting cast decente, mentre KLove il deserto..
    Mi ricordo i primi due anni dei Thunder dell’era Durant, cifre simili a Minnie.
    Se poi, come dice alert, se ne vuole andare, allora è giusto scambiarlo.

  25. Primo:

    Ero uno di quelli che considerava rubio sopravvalutato e che nella nba non avrebbe fatto bene. Bene, credo proprio di aver giudicato male un ragazzo che pare proprio nel suo habitat naturale, e che sta mostrando delle vere doti di playmaking, cosa che non tutti le point guard possiedono.
    Uno dei primi candidati al premio di roy.

    Love, cifre drogate ecc… non ricordo ali da 20+15, o 26+15 in 20 anni di nba, eppure c’è ne sono stati giocatori che hanno avuto il monopolio di un team. I rimbalzi li devi prendere, ok, qualcuno immagino glielo lascino in difesa, dico i compagni eh, ma in attacco questo mangia in testa a tutti, senza saltare 20cm. In attacco il fatto di ricevere molto palloni non fa di te automaticamente un realizzatore, insomma bisogna saper anche segnare, e love(25.4pts 47% dal campo, 40 da3) pare proprio di essere in grado di farlo, e con grande continuità. I suoi miglioramenti negli anni poi sono molto falsati, nel senso che in passato le sue cifre erano molto inferiori solo perché anche il suo minutaggio lo era. In difesa deve migliorare, non sembra l’uomo da ultimo tiro, ma non è uno qualsiasi, assolutamente.

  26. Va beh allora Blake Griffin fino ad ora ha un rendimento di 24.7 + 10.3 con percentuale al tiro del 61.5 %, in una squadra dove Paul, Billups e Butlier i tiri se li prendono e dove Jordan a rimbalzo ci va sempre e comunque commettendo anche falli stupidi a volte.

    Lo stesso Albridge in una squadra come Portland 22.6 + 7.80 con il 71 % al tiro.

    Come fai a dire che non ricordi ali grandi cosi.

    E poi potrei citarti giocatori del passato

    • Ho fatto un errore: le eprcentuali al tiro di Griffin sono 56.3 % e Albridge 49 % ma la sostanza non cambia

  27. ..penso che al fianco delle tre letterine MVP non ci sia alcun dubbio che l’unico nome che per ora ci sta è Lebron James..mostruoso..tira con il 60% dal campo ed è costantemente vicino alla tripla doppia..è il più forte..quello che sposta di più..ed infatti ora non si vedono più quelli che lo definivano “il maggiordomo di Wade”.
    Poi ai playoff sarà un’altra storia..ed io personalmente spero che giochi alla grande e vinca il tanto agognato anello..perchè ripeto per me è il più forte.
    ..intanto il signor Steve Nash smazza 17 assist..in una squadra che tutto è tranne che uno squadrone..che spettacolo..rivedo molto di lui in Rubio..mi piace un sacco..e sta migliorando a vista d’occhio..spero che continui alla grande lo spagnolo..invece riguardo al canadese ho sempre il sogno che lui e Grant Hill possano andare in una contender(magari la stessa!) e vincere un anello che strameriterebbero entrambi!!!

  28. Garnett, anno dell’MVP, 24+14+5 col 50% dal campo, ma li portò a due gare dalle finals mica al 25% di W…

  29. Si parlava di stats drogate, ecco quelle che hai messo tu lo sono assolutamente:

    griffin mi passa dal 56% al 61.5, mentre aldridge addirittura, dal 49% al tiro me lo lanci al 71%??? ma che cazz?? Detto questo, intendevo che non ricordo, e credo non ci siano state, ali in grado di mettere 20+15, o addirittura 25+15. Guardate che 15 rimbalzi a gara sono cosa folle, da rodman(che entrava in campo solo per le carambole per difendere, ovviamente), sono numeri da specialista, invece il biancone, non solo me li prende lottando sotto canestro, ma poi in attacco segna da ogni posizione, tirando da 3 mooolto meglio di gente come kobe, durant, lebron, wade, dirk…ecc… Ripeto, non ricordo nulla di simile.

    • No io avevo sbagliato a mettere le percentuali; avevo sbagliato a leggere la collona tiri liberi e tiri; tutto qua

  30. Garnett al suo massimo ha viaggiato a numeri assurdi, anche se non c’è paragone ovviamente tra lui e love, sia chiaro, ma è significativo che si è dovuta tirar fuori la miglior stagione di una delle 5 migliori pf di sempre, per ritrovare numeri simili. Poi Kg aveva numeri imbarazzanti anche nelle caselle assist, stl, blk…oltre a far vincere 58 gare ai wolves…

    Love comunque, ritornando alla fase offensiva, segna da sotto, in post, con piazzati da 5-6 metri da 3(con percentuali da ray allen) si procura quasi 10 liberi a gara che tira quasi con l’80%(molto peggio rispetto al suo solito) insomma, non è uno che deve avere chi lo innesca.

  31. il dibattito su love e il classico discorso da bar tra i lovers e gli haters.certo ad oggi e facile dire che e solo un giocatore da statistiche visto il record della squadra pero se iniziassero a vincere le valutazioni sul giocatore cambierrebero di conseguenza.
    stiamo sempre parlando di un sport colletivo quindi e troppo semplicistico dire che non sposta nulla perche il record e quello che e.il problema e molto piu complesso da quello che sembra.

  32. comunque pare che a orlando stiano facendo il teatrino perché tutti (howard compreso) vogliono arrivare all asg con l’eroe di casa al suo posto. Quando è la deadline quest’anno?

  33. La dead line è metá/ fine marzo (25 se nn sbaglio)

    Su love… Personalmente non mi fa impazzire … Nella mia classifica di Ale grandi non si piazza nei 5… E continuo a rritenere certe statistiche, non drogate , ma inutili… L’esempio garnett è lampante … Cifre simili, ma squadra che faceva 60 w… Se le cifre non portano a qualcosa, rimangono cifre statiche ( e qui si può tornare ai discorsi sull mvp di nash , che migliorava e faceva vincere phoenix, nell’anno in cui bryant ne faceva 81 in contesti perdenti , ovviamente discorso paradossale perché nessuno mette in discussione l’essere trascinatre si bryant)

    Ma giusto per parlare tenendo d’occhio le statistiche…
    Love -2.5 i wolves quando è in campo, + 13,2 quando è fuori
    Ora… Ovvio che se la squadra è perdente come record e lui sta in campo tantissimo avrà ste statistiche… Ma allora è evidente che non può essere mvp .. Non innalza il livello della squadra (come nash) o con le sue prestazioni non rende la squadra vincente ( come iverson)
    Poi o, i numeri ci so e so quelli, ma per me rimarrà uno al quale va messo affianco un campione vero…
    Mi da l’idea che non trascinerà una squadra…

    • Si, forse perchè uno giocava con Smush, K.Brown e Walton in quintetto e l’altro con due all star più il miglior sesto uomo della lega?Hai fatto l’esempio sbagliato.Quell’MVP grida ancora vendetta non scherziamo

      • ma che c’entra???? nash ha portato la squadra (di ottimi giocatori) al essere la prima della lega, bryant monopolizzava…dal mio punto di vista per prestazioni singole bryant non aveva rivali…ma nash migliorò giocatori che non hanno più avuto quell’impatto con nessun altro(apparte stat)

  34. Love

    Non sono un suo estimatore senza negare la realtà: è forte.
    Il record del team è poco indicativo ed è legato ai compagni e al coaching staff. Con chi giocava lo scorso anno? Chi era il play? Chi era il coach? Insomma se passi da Rambis ad Adelman, se passi Ridnour-Flynn in cabina di regia a Rubio-Barea-Ridnour con una squadra con un anno di esperienza in più e un Williams a roster credo che i numeri non possano non salire.

    Questa è la storia di tanti team talentuosi. Dimmi chi sono il coach, il play e il centro (possibilmente) e ti dirò cosa potranno fare. I Wolves hanno la fortuna di avere Adelman e non Rambis che aveva come unica priorità mandare Love all’ASG.

    Stessa storia o quasi per i Kings nell’anno di Evans. Squadra e coaching staff che giocavano per il premio di ROY. Poi abbiamo visto come è andata a finire.

  35. Se uno mi fa un intera stagione 25 e 15 di media si da l’mvp e morta li (sicuramente caleranno e quindi morirà questo discorso)
    Non mi interessa quanto muove, se è il go tu guy ecc…..
    Sono statistiche alla wilt degli anni 60. Cioè irreali.
    Poi questa storia dell mvp che bisogna darlo guardando le vittorie stile il pallone d’oro proprio mi sta sulle palle. E’ un trofeo individuale. Infatto bryant è uno scandalo che ne abbia vinto solo uno.

  36. c’è la possibilita ke il team usa alle prox olimpiadi si presenti cosi:
    -quintetto:paul,kobe,durant,lebron,howard
    -secondo quintetto:rose,wade,carmelo,griffin,love
    11° e 12° uomo d-will e amar’e

    nn malissimo direi…di meglio a livello di talento nn penso si sia mai visto qlk di superiore….no neppure quella squadra

  37. Lo dico dall’inizio della RS ma Rubio è il candidato numero 1 al ROY. Guardando gli altri pretendenti vedo Irving, Walker, Knight, Brooks con la variabile “impazzita” Cole che è l’unico che probabilmente farà i PO.

    Però se escludiamo Cole, vero steal of the draft al momento, Rubio è il più intrigante di tutti. I media americani e opinionisti stanno sottolinenado il suo impatto sulle gare e il modo in cui gestisce il gruppo. Insomma salvo esplosioni improvvise lo vincerà lui. Sempre pronto a cospargermi il capo di cenere.

    • Concordo!!!
      Quello che dicono di lui poi in america conta molto….e non è che faccia passaggi banali…
      QUanti prima di lui hanno fatto un passaggio in mezzo alle gamba…Fernandez escluso…?

  38. a proposito di statistiche alte in contesto vincente.

    guardare il roster di minnesota. poi guardate il roster della squadra che lebron james ha portato alle finali nba contro san antonio.

    ecco. il punto è quello. di giocatori capaci di prendere capre con le mani quadrate e farli diventare una squadra vincente ce ne sono pochissimi. lebron, garnett a minnesota. in un certo senso anche howard tre anni fa.

    love non è uno di quelli. tutto qui. questo non vuol dire che non possa essere un grande giocatore.

    soltanto, opinione personale, non è un campione e non lo sarà mai. ottimo giocatore, grandi statistiche, impatto sulla squadra rivedibile.

    • Quell’anno di Lebron ai Cavs è stato incredibile.. Sembrava veramente il predestinato!
      Ma in un certo senso è arrivato troppo presto, e l’ha fregato..

  39. I due dream team sono, forse, paragonabili a livello di talento. Ma quell’altro era composto da molti giocatori vincenti, con mani piene di anelli e nel pieno della maturità (alcuni anche oltre il proprio prime, per dire). Questo invece è composto da quasi tutti giocatori che non hanno ancora vinto un anello, né fatto una finale. Questo conta.

    guido bagatta
    Non sono d’accordo sul famoso mvp “rubato” a kobe. MVP, da definizione: most valuable player. Colui che con le sue giocate innalza il livello della squadra, a prescindere se fa 120 punti a partita.
    Kobe in quell’anno sembrava mj, ma predicava nel deserto.. Se vogliamo parlare di numeri drogati, allora valgono anche per lui.
    Ad esempio, l’anno scorso DRose ha vinto l’mvp senza mettere numeri impressionanti, inferiori a Kobe Lebron DWade, però ha guidato i Bulls al miglior record di lega. Al massimo, lo meritava Dwight, autore di un’ottima annata a livello offensivo (oltre al solito dominio in difesa).

    KD
    Giorni fa si parlava di quanto fosse forte questo giocatore perchè metteva su trentelli in colonna. Adesso che ne mette qualcuno di meno e risulta decisivo in finali di partita consecutivi, nessuno che se lo fila?
    Questo ha la fame negli occhi e vuole ciò che gli spetta. Ma lo avete visto che sguardo truce ha Kevin quando il cronometro arriva a meno due minuti dalla fine?
    OKC ha probabilmente il secondo milgior quintetto della lega, al saldo di un Maynor fuori tutta la stagione. A me fanno paura..

    • Infatti a parte due pirloni la maggior parte degli utenti frequentatori pensa che OKC sia una contender di nome e di fatto. Peccato per Maynor, per i PO serve un PM. KD in queste ultime partite sta giocando pochissimo (riposino) ma stanotte in 28 minuti ha fatto 21+10+7
      tirando solo 9 volte…secondo me non si diverte neanche. Harden 6° uomo dell’anno.

  40. Parlavo a livello di talento…nn di giocatori fatti e finiti…qst sono molto più giovani anke xke cui è più normale ke abbiano meno anelli di qll la…bird 36,Magic 33,jordan-malone-charles29,stock 30 ecc

  41. Ma che cosa doveva migliorare?Ma voi ve lo ricordate quell’anno o l’avete rimosso dalla memoria?Giocava con K.Brown, Walton e Smush Parker, rispettivamente peggior prima scelta della storia del gioco che adesso fa il centro di riserva in una squadra da 30%, Smush Parker che non so manco che fine ha fatto, Walton che è un ex giocatore da 4 anni, l’unico buono che aveva in tutto il roster era Odom, il resto un’accozzaglia di capre, cosa doveva migliorare?Daglieli a quel Kobe Diaw, Raja Bell, Shan Marion e Barbosa, non metto Amar’e perchè quell’anno era infortunato, poi vediamo chi ha un record migliore, che poi mi sa che avete anche fatto male i calcoli, quell’anno i Suns vinsero 54 partite, quei Lakers 45, tutta sta gran differenza non la vedo.E non fu il miglior record della lega, nemmeno della sua conference, i Pistons vinsero 64 partite quell’anno, gli Spurs 63, Dallas 60.

    Nei playoff in quella serie proprio contro i Suns Bryant fece i miracoli e stava per mandarli a casa, ci pensò Thomas a mettere la tripla che li portò all’OT in gara 6, e in quella partita se non ricordo male Bryant ne fece 50!!!

  42. piccolo ot:

    La pulce vince il terzo pallone d’oro di fila, e piaccia o non piaccia, finisce nel club degli immortali del calcio.

  43. guido bagatta
    anche io ho sempre pensato che quell’anno lo meritasse tutta la vita kobe l’MVP, più di così sinceramente non so come avrebbe potuto fare, è arrivato a quasi 50 W con una squadra con gli elementi di cui sopra

    ma si parla sempre di nulla, nel senso anche shaq ne ha vinto solo uno quando avrebbe potuto tranquillamente vincerne 3, ma ciò che è più importante credo siano gli anelli vinti da protagonista

  44. L’MVP di Nash del 2006 è stato il premio più insensato dagli oscar a Titanic o al Grammy per la best metal performance ai Jethro Tull…

Commenta