L’allegoria è a mio avviso la miglior figura retorica in assoluto perché conferisce una misteriosa dignità a ciò che è oggettivamente stupido e privo di significato.
I trattori, per me, sono allegoria di irrazionalità: vi spiego.

Come sapete, vivo nella campagna veronese e qua siamo nella settimana clou della vendemmia Рanche perch̩ le previsioni del tempo non promettono molto bene per il fine settimana Рe, come ogni anno, la mia via si ̬ trasformata in un breve rettilineo di una gincana percorsa esclusivamente da trattori a tutte le ore del giorno: nulla di nuovo, ̬ settembre in Valpolicella, ̬ assolutamente normale e la settimana prossima per due giorni saremo invasi dai moscerini.
Tutto nella norma, tutto previsto.
Il periodo delle corse pazze dei trattori coincide, fatalità, con quello del panico generale – e della più smodata euforia – in National Football League. Siamo così affamati di football che ci siamo illusi di poter processare mesi infiniti di offseason e trovare conferma alle nostre previsioni basandoci esclusivamente sulle sedici partite giocate fra giovedì e lunedì: magari fosse così facile.

Mentre i trattori sfrecciavano noncuranti del fatto che fosse quasi notte – periodo pessimo per chi vorrebbe solo un po’ di privacy nei campi – ne ho lette di tutti i colori tant’è che a momenti ho pensato di disinstallare Twitter, la mia seconda casa.
Super Bowl fra Chiefs e Bills, anche se sono nella stessa conference.
I Denver Broncos hanno preso un granchio con quel bollito di Russell Wilson.
I Los Angeles Rams retrocessi in Serie B.
Belichick e i Patriots finiti, morti, sepolti, dimenticati.
Aaron Rodgers più finito della moda dello shatush.
Anche meno ragazzi e ragazze, anche meno.

Così come un giorno scompariranno i trattori – parleremo davanti a una birra della distruzione che la monocoltura della vite sta portando sul mio territorio -, spero che questo modo totalmente irrazionale di metabolizzare Week 1 si estingua più prima che poi perché è fastidiosamente noioso e poco stimolante.
È ogni anno la stessa storia: proviamo a studiare un po’ Week 2 in modo da non condannarci a un lunedì simile a quello appena passato.


Le partite più interessanti della settimana

Miami Dolphins @ Baltimore Ravens, domenica ore 19:00

Il 22 a 10 con cui lo scorso novembre i Dolphins si sbarazzarono dei Ravens, dando così il via alla sorprendente rimonta che quasi li portò ai playoff, ha rappresentato uno dei punti più bassi della mia esperienza da tifoso dei Baltimore Ravens: la possibilità di perdere quel giorno, molto semplicemente, esisteva perché la sconfitta è uno dei tre possibili esiti contemplati al termine di un incontro sportivo.
Poi hanno effettivamente perso.
Si è parlato così tanto dei “nuovi Dolphins” che rivedere la loro vecchia, asettica versione in campo è stato senza dubbio sorprendente. Il campione, occorre ribadirlo, è così ridotto che trarre conclusioni è impossibile – oltre al fatto che la difesa dei Patriots è sempre la difesa dei Patriots -, ma non credo di dire nulla di rivoluzionario affermando che ci si aspettasse qualcosa di più, soprattutto da una linea d’attacco ancora una volta terribilmente inadatta: pure domenica Tua è apparso in costante affanno e, in generale, incapace di dare quel quid che solamente un franchise quarterback è in grado di regalare alla propria squadra.
Potete pure darmi del rompiscatole, lo accetto senza problemi (perché è vero), ma il successo dei Ravens contro i Jets non mi ha per niente rassicurato o rasserenato: a un certo punto New York ha deciso di regalare la partita a Baltimore che ha portato svogliatamente a termine il compitino.
Non credo che per imporsi su un reparto difensivo come quello di Miami basti limitarsi al compitino.
Fantasy friendly: Devin Duvernay, WR, Baltimore Ravens. Ma dunque Baltimore ha pure un WR2 ora?
La scelta di Mattia: Baltimore Ravens.

Arizona Cardinals @ Las Vegas Raiders, domenica ore 22:25

Non è la partita più spettacolare della settimana – non sicuramente dopo quanto visto domenica -, ma credo che Cardinals e Raiders debbano vivere il loro incontro come un vero e proprio must win: sì, must win anche se ci troviamo solamente alla vigilia della seconda settimana di regular season.
Coerente, eh?
Gli Arizona Cardinals sono stati massacrati dai Kansas City Chiefs, e sebbene ciò non sia in alcun modo scandaloso – si sta pur sempre parlando dei Chiefs! – la mollezza e la svogliatezza esibite davanti ai propri tifosi non possono non destare preoccupazione: la difesa non ha nemmeno provato a opporsi alla furia di Mahomes mentre l’attacco, ancora una volta, ha dimostrato essere veramente poca roba senza Hopkins.
Sebbene la modalità con cui è arrivata la sconfitta contro i Chargers non sia in alcun modo comparabile a quanto appena discusso, pure Las Vegas mi ha deluso e precipitare sullo 0-2 in questa AFC West è tutt’altro che ideale.
Insomma, mi attendo una reazione d’orgoglio da entrambe le compagini e per questa ragione credo saremo testimoni di ben altro spettacolo rispetto a quello visto qualche giorno fa.
Fantasy friendly: Josh Jacobs, RB, Las Vegas Raiders. L’inizio è stato tutt’altro che incoraggiante, ma provate a dare fiducia a Jacobs contro una difesa che è stata massacrata da Isiah Pacheco.
La scelta di Mattia: Las Vegas Raiders.

Minnesota Vikings @ Philadelphia Eagles, martedì ore 02:30

I Minnesota Vikings sono subdoli.
Ogni anno, guardando il roster, mi convinco che non abbiano alcun motivo per non essere inseriti nell’Olimpo della NFC e, questa volta, i maledetti hanno deciso di assecondare le mie allucinazioni massacrando i Green Bay Packers al season opener giocando una partita magnifica per quanto concerne autorevolezza e consapevolezza – in tutte e tre le fasi.
Come minimo, siccome si sta pur sempre parlando dei lunatici Vikings, nella notte fra lunedì e martedì incapperanno in una delle loro odiose giornate no costringendomi a disfare ogni singola lode tessuta nei loro confronti.
Allucinazioni a parte, sono convinto che quello contro gli Eagles possa trasformarsi in un appassionante testa a testa – da molti punti – fra due squadre che potrebbero fare la voce grossa in una conference aperta veramente a tutti.
Fantasy friendly: Miles Sanders, RB, Philadelphia Eagles. Dategli fiducia!
La scelta di Mattia: Minnesota Vikings.


I protagonisti “fantasy”

Saquon Barkley, RB, New York Giants

Ovviamente se avete Barkley lo avreste schierato anche senza il mio consiglio, ma mi sono sentito in dovere di citarlo per il semplice fatto che quello visto domenica scorsa contro i Tennessee Titans sia stato quel giocatore che ci ha fatto follemente innamorare nel 2018 e che, forse, la sua carriera sia ancora salvabile.
Nick Chubb ha perforato il front seven dei Panthers e non esiste una ragione valida per cui Barkley non possa fare altrettanto: le possibilità di vittoria dei Giants passano in gran parte dalle sue massicce gambe, quindi credo che sia nel miglior interesse dei Giants rifornirlo di tocchi.
Che gioia.

Christian Kirk, WR, Jacksonville Jaguars

Come nel caso della prova di matematica all’esame di terza media, nel fantasy football è il volume a farla da padrone: contro Washington Christian Kirk è stato il punto focale del gioco aereo di Jacksonville ricevendo 6 palloni per 117 yard su 12, incoraggianti, target esibendo buonissima intesa con il proprio quarterback.
Possiamo discutere quanto vogliamo sul suo contratto – detto da uno che da febbraio a oggi lo avrà menzionato circa dodicimila volte -, ma è fuori questione che finché Lawrence lo cercherà con quest’insistenza Kirk sarà da schierare pressoché settimanalmente.

Matthew Stafford, QB, Los Angeles Rams

Nemmeno un Super Bowl fresco fresco vi basta per smetterla definitivamente di dubitare di Matthew Stafford?
Non giocherà contro la difesa dei Bills ogni domenica e anche se lancerà qualche intercetto qua e là credo che l’upside sia semplicemente troppo alto per escluderlo dalla vostra formazione titolare.


Uno spunto – e un pronostico – per le altre partite della settimana

New York Jets @ Cleveland Browns, domenica ore 19:00

I Browns domenica scorsa non mi sono particolarmente piaciuti, però sono stati comunque in grado di vincere una partita che dovevano assolutamente vincere: queste sono cose che solitamente competono a squadre serie.
Per New York il discorso è ben più delicato, in quanto malgrado il mio amore metafisico nei suoi confronti finché ci sarà Flacco under center la difesa sarà obbligata a tenere l’attacco avversario inchiodato a zero per avere una speranza di assaporare la doppiavù.
Fantasy friendly: Cade York, K, Cleveland Browns. In una partita del genere mi aspetto una miriade di piazzati e York sembra cavarsela piuttosto bene in quest’arte infame.
La scelta di Mattia: Cleveland Browns.

Washington Commanders @ Detroit Lions, domenica ore 19:00

Sono pronto a farmi ferire dai Detroit Lions, motivo per cui pronostico con fierezza una loro vittoria.
[Anche se Washington, a sprazzi, ha espresso un football piuttosto gradevole.]
Fantasy friendly: Curtis Samuel, WR, Washington Commanders. Samuel è il tuttofare dell’attacco dei Commanders e ciò, teoricamente, dovrebbe garantirgli un buon numero di tocchi.
La scelta di Mattia: Detroit Lions.

Indianapolis Colts @ Jacksonville Jaguars, domenica ore 19:00

Ricordate la piccola anomalia statistica secondo la quale Indianapolis non vince a Jacksonville dal 2014?
Lo scorso gennaio avevo a lungo parlato di questa curiosità perché con una vittoria in Florida i Colts si sarebbero garantiti un pass per la postseason. Era tutto così perfetto, avevo apparecchiato la tavola per un successo iper-soddisfacente che non solo avrebbe esorcizzato il demone Jaguars ma, pure, salvato una stagione nella quale a un certo punto l’accesso ai playoff sembrava essere una mera formalità.
Che sia questa la volta buona?
Fantasy friendly: James Robinson, RB, Jacksonville Jaguars. Che gioia vederlo segnare due touchdown al rientro dal terribile infortunio patito contro i Jets lo scorso dicembre.
La scelta di Mattia: Indianapolis Colts.

Tampa Bay Buccaneers @ New Orleans Saints, domenica ore 19:00

A proposito di demoni da esorcizzare, sapete che da quando è a Tampa Bay Tom Brady non è mai riuscito a battere i New Orleans Saints… in regular season?
Perché sì, li ha battuti al Divisional Round del 2020 sulla rotta per il settimo Super Bowl in carriera.
Già.
Fantasy friendly: Julio Jones, WR, Tampa Bay Buccaneers. Julio contro i suoi amati Saints, come ai vecchi tempi: prestazione vecchio stile?
La scelta di Mattia: Tampa Bay Buccaneers.

Carolina Panthers @ New York Giants, domenica ore 19:00

Non voglio, non posso pensare alle implicazioni playoff di un’eventuale vittoria dei Giants, non ha alcun senso sollazzarsi in ragionamenti simili, so solo che vincere aiuta a vincere e New York potrebbe dare continuità alla clamorosa vittoria contro i Titans in un testa a testa con una squadra ben più abbordabile.
Che gioia rivedere questo Saquon Barkley.
Fantasy friendly: D.J. Moore, WR, Carolina Panthers. Sarò sincero, è l’unico – oltre al già menzionato Barkley – che mi è venuto in mente che non mi sembrava offensivo suggerirvi.
La scelta di Mattia: New York Giants.

New England Patriots @ Pittsburgh Steelers, domenica ore 19:00

Non troppi anni fa avrei utilizzato, a ragione, centinaia di parole per presentarvi questa partita, o se preferite il meglio che la AFC avesse da offrirci a metà degli anni ’10 del ventunesimo secolo.
Il tempo in National Football League scorre a una velocità insensata, vi rendete conto che a dicembre saranno passati già cinque anni dalla ricezione di Jesse James contro i Patriots?
In ogni caso, che tristezza.
Fantasy friendly: Pittsburgh D/ST. Certo, anche senza Watt.
La scelta di Mattia: Pittsburgh Steelers.

Atlanta Falcons @ Los Angeles Rams, domenica ore 22:05

Facciamo che la stagione dei Rams inizi questa domenica?
O pure loro sono già diventati obsoleti, brutti e fetenti?
Fantasy friendly: Drake London, WR, Atlanta Falcons. Mi piego al pensiero unico footballistico – ?? – e vi invito a schierare il WR1 dei Falcons unicamente perché lo marca Ramsey. Ho letto sull’Internet che Ramsey è bollito e sopravvalutato. A posto così.
La scelta di Mattia: Los Angeles Rams.

Seattle Seahawks @ San Francisco 49ers, domenica ore 22:05

Le condizioni in cui le squadre si presentano a questo sentito testa a testa divisionale ci dicono tutto quello che dobbiamo sapere sul football di settembre. Seattle è in testa all’invivibile NFC West dall’alto dell’ultra-soddisfacente vittoria contro Denver, mentre San Francisco ha perso contro i poveri Bears sotto il diluvio.
Non so più come dirvelo di non prendere troppo seriamente questo mese.
Fantasy friendly: Geno Smith, QB, Seattle Seahawks. No, non schieratelo, era solo per introdurre il tweet che state per leggere. Un po’ boomer ma l’unico commento possibile è un acido “e io pago”.
La scelta di Mattia: San Francisco 49ers.

Cincinnati Bengals @ Dallas Cowboys, domenica ore 22:25

Il semplice fatto che, malgrado abbiano commesso tutti gli errori possibili in una partita di football americano, Cincinnati abbia sfiorato a più riprese la vittoria contro una squadra con una difesa come quella di Pittsburgh la dice lunga sulla loro forza mentale e tecnica: pure in questo caso, rilassatevi.
Odio il fatto che un infortunio ci privi dell’opportunità di assistere allo scontro a distanza fra Burrow e Prescott, anche se in tutta sincerità non darei per spacciati in partenza i Cowboys: contro una linea d’attacco che ha chiaramente bisogno di tempo prima di trovare la quadra il pass rush di Dallas potrebbe fare disastri.
Fantasy friendly: Dalton Schultz, TE, Dallas Cowboys. Sapete fin troppo bene quanto i backup quarterback amino cercare i propri tight end.
La scelta di Mattia: Cincinnati Bengals.

Houston Texans @ Denver Broncos, domenica ore 22:25

Passo per scemo a dirvi che, risultato a parte, i Broncos visti contro i Seahawks non mi siano affatto dispiaciuti? Dovranno ovviamente trovare modo di non commettere più errori a grappoli, ma l’attacco guidato da Wilson ha tenuto in moto le catene con incoraggiante disinvoltura.
Attenzione, però, che questi Texans non hanno assolutamente nulla a che fare con quelli visti negli ultimi due autunni: venderanno cara la pelle contro chiunque, anche contro una squadra che domenica non può nemmeno permettersi di pensare non vincere.
Fantasy friendly: Jerry Jeudy, WR, Denver Broncos. Che sia questo l’anno in cui Jeudy si trasforma in un vero WR1?
La scelta di Mattia: Denver Broncos.

Chicago Bears @ Green Bay Packers, lunedì ore 02:20

Dal 2010 a oggi Green Bay e Chicago si sono incontrate 25 volte e i Packers hanno portato a casa l’intera posta in palio in ben 21 occasioni. La ventiduesima, in caso, sarebbe la più importante di tutte perché quanto visto domenica scorsa deve essere assolutamente cancellato a suon di touchdown ed efficienza offensiva.
Seppur limitati come pochi, i bagnatissimi Chicago Bears hanno saputo emozionarmi: nel touchdown lanciato a Pettis potete trovare tutta l’unicità di Justin Fields, talento ed essere umano che merita ogni fortuna in questa esistenza.
Fantasy friendly: Qualche ricevitore dei Packers voglioso di riscatto, lascio a voi il compito di decidere chi sarà.
La scelta di Mattia: Green Bay Packers.

Tennessee Titans @ Buffalo Bills, martedì ore 01:15

Per carità, è solo Week 1 anche per quelli a cui le cose vanno bene, ma ora come ora fatico a immaginare i Buffalo Bills uscire perdenti da una partita di football americano – anche se negli ultimi due anni i Titans li hanno puntualmente battuti.
Attenti a dare per morti i ragazzi di Vrabel, questi sono come le bisce che si fingono morte per fuggire dal predatore distratto: questo fenomeno si chiama tanatosi e l’ho appena cercato su Google.
Fantasy friendly: Gabe Davis, WR, Buffalo Bills. Breakout SZN.
La scelta di Mattia: Buffalo Bills.


Le mie scelte la scorsa settimana: 7-7-1. Partiamo subito col botto: dai, facciamo che è Week 1 pure per me? Dai.
Le mie scelte finora: 7-7-1. È imbarazzante solamente riscriverlo.

4 thoughts on “Guida alla seconda settimana del 2022 NFL

  1. E io devo decidere fra schierare Amari Cooper e Josh Jacobs. Allora vado per il secondo? Sei proprio sicuro?

  2. Quella del pronosticare al “Super bowl” due squadre della stessa conference l’ho sentita spesso, persino da un giornalista Rai che sembrava saperne abbastanza di football (se la memoria non m’inganna, aveva pronosticato un “Super bowl” Rams – Buccaneers).

    Ma se è vera quella dei Rams retrocessi in serie B, corro subito a iscrivermi a Twitter!!!

  3. Immagino che i Ravens porteranno grande pressione su Tua con la linea difensiva, vera arma in piú quest’anno

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.