Ricordate cari lettori, questo altro non è che un gioco ché se fossi in grado di prevedere il futuro in una lega magmatica come la NFL molto probabilmente non sarei qua a fare il giornalista amatoriale.
Come promesso, rieccoci con il secondo e ultimo episodio di un qualcosa che fra due settimane non avrà più assolutamente alcun valore, ma va benissimo così.


Interior Linemen

Akiem Hicks (ai Chicago Bears nel 2021)

Arrivato a questo punto del proprio percorso professionale il buon Akiem Hicks fatica terribilmente a eludere gli infortuni ma, quando in campo, può ancora contribuire: mi piace immaginarlo dare gli ultimi assalti al Lombardi in una contender come i Buffalo Bills che nelle prossime settimane potrebbero perdere molta esperienza lungo la linea difensiva.

Con chi firmerà: con i Buffalo Bills.

Il contratto: biennale da 14 milioni di dollari.

Calais Campbell (ai Baltimore Ravens nel 2021)

Analogamente a Hicks, se sano Calais Campbell è ancora in grado di fare la voce grossa – forse la peggiore fra le mie poco simpatiche battute, se lo avete mai sentito parlare avrete sicuramente presente cosa intenda – e considerando che a un certo punto sembrava che il 2021 fosse il suo ultimo anno in NFL fatico a immaginarlo in una squadra diversa dai Baltimore Ravens o, più in generale, una contender.

Con chi firmerà: rimarrà ai Baltimore Ravens.

Il contratto: annuale da 9 milioni di dollari.

Folorunso Fatukasi (ai New York Jets nel 2021)

Fatukasi è il classico interior lineman il cui compito principale è tenere occupati quanti più O-linemen possibile: specialmente nel 2020, questo ragazzo si è contraddistinto in run defense e, avendo ancora in mente quanto successo alla D-line degli Steelers nella parte conclusiva della scorsa stagione, credo che aggiungere profondità e giovinezza al reparto possa aiutare Pittsburgh a evitare di concludere all’ultimo posto per rushing yard concesse per il secondo anno consecutivo.
Ci sono certi standard di qualità da rispettare qua.

Con chi firmerà: con i Pittsburgh Steelers.

Il contratto: triennale da 20 milioni di dollari.

Sebastian Joseph-Day (ai Los Angeles Rams nel 2021)

Lo scorso autunno, i Los Angeles Chargers hanno immensamente faticato a limitare i running game avversari – si pensi a quanto combinato da Burkhead e da Jacobs durante lo sprint finale che è costato loro l’accesso ai playoff: Sebastian Joseph-Day è un buonissimo interior lineman rotazionale che, sebbene difficilmente cambierà il destino della franchigia, può essere visto come il primo, necessario, mattoncino per ricostruire la linea.

Con chi firmerà: con i Los Angeles Chargers.

Il contratto: triennale da 24 milioni di dollari.

B.J. Hill (ai Cincinnati Bengals nel 2021)

Non troppi mesi fa i Bengals hanno messo a segno un buonissimo colpo sbarazzandosi dell’ex-scelta al primo round Billy Price tramite trade con i New York Giants che, più Giants che mai, hanno regalato loro il sottovalutatissimo B.J. Hill che, zitto zitto, si è elevato a pezzo fondamentale nella scacchiera di Anarumo: sono convinto che per questa ragione si sia guadagnato un meritato rinnovo con la squadra che ha aiutato ad arrivare al Super Bowl.

Con chi firmerà: resterà ai Cincinnati Bengals.

Il contratto: quadriennale da 30 milioni di dollari.

D.J. Jones (ai San Francisco 49ers nel 2021)

Nella stagione 2021 solamente un interior lineman ha messo a segno più tackle for loss dei 14 di D.J. Jones e il suo nome è Aaron Donald: una statistica raramente basta a compendiare il valore di un giocatore, ma è indubbio che la sua esplosione abbia contribuito a spingere San Francisco a un paio di lanci di Garoppolo di distanza dal Super Bowl – sto scherzando, suvvia.
Non hanno alcuna ragione per lasciarlo andare via.

Con chi firmerà: rimarrà ai San Francisco 49ers.

Il contratto: quadriennale da 32 milioni di dollari.


Edge Defender

Von Miller (ai Los Angeles Rams nel 2021)

Malgrado l’avanzare dell’età, Von Miller rimane uno dei migliori pass rusher della NFL e i suoi 4.0 sack messi a segno nei playoff ci hanno collettivamente aiutato a ricordare – e apprezzare – la grandezza di un futuro Hall of Famer che trova sempre e comunque il modo di esaltarsi nelle partite più importanti in assoluto.
Per assicurarselo Los Angeles ha sacrificato un paio di scelte importanti al draft e malgrado questa sia oramai diventata una mera formalità per il front office, sono convinto che non abbiano nessuna intenzione di lasciarlo svernare altrove: non so con quali soldi, ma lo rinnoveranno.

Con chi firmerà: rimarrà ai Los Angeles Rams.

Il contratto: biennale da 32 milioni di dollari.

Chandler Jones (agli Arizona Cardinals nel 2021)

Sono consapevole di aver associato decisamente troppi giocatori ai Los Angeles Chargers e che le possibilità che li prendano tutti siano rasenti allo zero, ma questa è una delle ipotesi più suggestive in assoluto.
La dipartita di Melvin Ingram ha creato un buco che il front office probabilmente avrà voglia di colmare visto che sarebbe un peccato non ottimizzare il talento di Joey Bosa affiancandogli un pass rusher del calibro di Chandler Jones: l’accoppiata Bosa-Jones risulterebbe pressoché indifendibile e, fossi in loro, flirterei seriamente con quest’idea in luce del contratto da rookie di Justin Herbert.
Win now mode?

Con chi firmerà: con i Los Angeles Chargers.

Il contratto: triennale da 50 milioni di dollari.

Jadaveon Clowney (ai Cleveland Browns nel 2021)

A questo punto Clowney lo conosciamo e sappiamo che con lui di mezzo il contratto annuale è un must: regalare all’ottimo Trey Hendrickson un compagno di scorribande non sarebbe affatto una cattiva idea, soprattutto perché in caso di infortuni un contratto del genere non avrebbe alcuna ripercussione sul loro futuro.
Me lo immagino firmare con una contender, salvo arrivino i Jets della situazione con un portavalori ricolmo di bigliettoni e uno scriteriato quadriennale.

Con chi firmerà: con i Cincinnati Bengals.

Il contratto: annuale da 9 milioni di dollari.

Emmanuel Ogbah (ai Miami Dolphins nel 2021)

Durante la propria permanenza in Florida Emmanuel Ogbah si è trasformato in un pass rusher a tutto tondo che, nonostante qualche difficoltà di troppo in run defense, non ha particolari problemi ad arrivare al quarterback avversario con apprezzabile costanza. Al momento non hanno denaro sufficiente nemmeno per sognarlo, ma il pass rush degli Atlanta Falcons necessita di tutto l’aiuto di questo mondo e Ogbah rappresenterebbe una soluzione decisamente intelligente.

Con chi firmerà: con gli Atlanta Falcons.

Il contratto: triennale da 39 milioni di dollari.

Melvin Ingram (ai Kansas City Chiefs nel 2021)

Dietro la sorprendente rinascita della difesa dei Kansas City Chiefs troviamo facilmente lo zampino di Melvin Ingram che, in circa metà stagione in Missouri, ha dato prova di poter ancora sabotare a proprio piacimento i piani di qualsivoglia reparto offensivo: il front office di Kansas City è ben al corrente della sua importanza e, a rigor di logica, credo darà massima priorità al suo rinnovo contrattuale – oltre che a quello di Mathieu, ma ne parliamo dopo.

Con chi firmerà: rimarrà ai Kansas City Chiefs.

Il contratto: biennale da 20 milioni di dollari.

Haason Reddick (ai Carolina Panthers nel 2021)

I Dolphins hanno spazio salariale a sufficienza per mettere le mani sui vari Von Miller e Chandler Jones, ma a mio avviso farebbero bene ad assicurarsi un’opzione più giovane come Haason Reddick.
Nelle ultime due stagioni l’ex-Cardinals ha completato la transizione da linebacker a pass rusher mettendo le mani addosso al quarterback avversario con ottima assiduità.

Con chi firmerà: con i Miami Dolphins.

Il contratto: triennale da 48 milioni di dollari.

Harold Landry (ai Tennessee Titans nel 2021)

Lo spazio salariale è quello che è ma fatico tremendamente a immaginare i Tennessee Titans non provarle tutte per tenersi stretto un giocatore per il quale hanno scalato il tabellone del draft nel 2018. Dopo averlo aspettato pazientemente dandogli tutto il tempo necessario per completare il proprio sviluppo tecnico, i Titans si sono trovati fra le mani un pass rusher con il potenziale da Pro Bowl perenne che, tra l’altro, ha dominato quella che potrebbe essere stata la sua ultima partita a Nashville.
Faranno il possibile per raggiungere quanto prima l’intesa e goderselo per altri tre o quattro anni.

Con chi firmerà: rimarrà ai Tennessee Titans.

Il contratto: quadriennale da 70 milioni di dollari.

Jason Pierre-Paul (ai Tampa Bay Buccaneers nel 2021)

I Baltimore Ravens amano i veterani che sanno cosa voglia dire giocare a gennaio, anche se mi rendo conto che con l’introduzione della diciassettesima partita pure un giocatore dei Jets possa dire altrettanto.
Il 2021 non è stato un anno facile per JPP ma la situazione del pass rush dei Ravens è così disperata che credo valga la pena prendersi rischi del genere.

Con chi firmerà: con i Baltimore Ravens.

Il contratto: biennale da 18 milioni di dollari.

Dante Fowler Jr. (agli Atlanta Falcons nel 2021)

Fortuna vuole che in NFL esistono i Texans come purgatorio nel quale espiare i propri peccati e rilanciarsi agli occhi delle altre trentuno franchigie.
Scherzi poco simpatici a parte, Fowler si trova in una situazione alquanto complicata, il talento è fuori discussione ma per un motivo o per l’altro la produzione continua a essere deficitaria, salvo quando a suo fianco c’è stato Aaron Donald: credo sia nel suo miglior interesse firmare un contratto annuale per provare a riscattarsi.

Con chi firmerà: con i Houston Texans.

Il contratto: annuale da 8 milioni di dollari.


Linebacker

De’Vondre Campbell (ai Green Bay Packers nel 2021)

Il più grande vincitore della scorsa stagione non può che essere De’Vondre Campbell, onesto mestierante che ha trasformato un contratto annuale da un paio di milioni di dollari con i Green Bay Packers in un buono da riscuotere la primavera successiva dopo essersi guadagnato un incredibile posto nel First Team All-Pro: Campbell farebbe bene a battere cassa e, soprattutto, battere il ferro finché caldo e firmare il contratto più remunerativo possibile.
Questa mi sa da mossa Jets, anche se potrebbe rivelarsi buona.

Con chi firmerà: con i New York Jets.

Il contratto: triennale da 33 milioni di dollari.

Foyesade Oluokon (agli Atlanta Falcons nel 2021)

Uno dei tanti contro di militare negli Atlanta Falcons è che, in media, il livello del reparto difensivo sarà così mestamente basso che finirà inevitabilmente per occultare l’ottimo lavoro di gente come Oluokon, vera e propria macchina da tackle che ha concluso il 2021 con 192 tackle totali, o se preferite il settimo maggior numero di tackle totali in una stagione nella storia NFL.
I Cowboys non hanno chissà quanto spazio salariale ma con un paio di magheggi potrebbero colmare una delle poche lacune nel loro roster.

Con chi firmerà: con i Dallas Cowboys.

Il contratto: quadriennale da 36 milioni di dollari.

Alexander Johnson (ai Denver Broncos nel 2021)

I Denver Broncos hanno circa dodicimila inside linebacker pronti a tastare la free agency e per questa ragione il povero Alexander Johnson potrebbe essere costretto a cercare una nuova casa.
Dopo aver passato la scorsa offseason a mettere sotto contratto ricevitori senza seguire una logica ben definita, i New York Giants si sono resi conto di aver bisogno di linebacker e Johnson, malgrado l’età, è sicuramente un’opzione di qualità che potrebbe non costare poi così tanto.

Con chi firmerà: con i New York Giants.

Il contratto: biennale da 15 milioni di dollari.

Leighton Vander Esch (ai Dallas Cowboys nel 2021)

E se i Broncos rinnovassero Josey Jewell aggiungendo al contempo Vander Esch con un contratto annuale in modo da permettergli di rilanciare una carriera che, non troppo tempo fa, sembrava essere incredibilmente promettente?

Con chi firmerà: con i Denver Broncos.

Il contratto: annuale da 5 milioni di dollari.

Dont’a Hightower (ai New England Patriots nel 2021)

Hightower è uno dei più fedeli legionari di Bill Belichick ma la sconfitta contro i Bills ai playoff ha evidenziato il disperato bisogno dei Patriots di svecchiare il reparto difensivo: ciò detto non escludo un rinnovo che gli permetta di concludere la carriera nell’unica squadra nella quale abbia mai giocato.
O dite che se lo assicuri Vrabel ai Titans?

Con chi firmerà: con i Tennessee Titans.

Il contratto: biennale da 13 milioni di dollari.

Anthony Barr (ai Minnesota Vikings nel 2021)

Il cambio di regime al quale si sono sottoposti i Minnesota Vikings negli ultimi mesi ha il potenziale di trasformarli in una squadra completamente diversa da quella che ci eravamo abituati ad amare – la loro capacità di perdere le partite che dovrebbero vincere e vincere le partite che sarebbero giustificati a perdere rappresenta una delle singole cose che più amo della NFL: in luce di quanto detto prima di perdere in una delle mie digressioni, veterani come Anthony Barr potrebbero essere messi alla porta.
Agli Eagles potrebbe tornare comodo un giocatore d’esperienza che diriga il traffico in difesa.

Con chi firmerà: con i Philadelphia Eagles.

Il contratto: triennale da 24 milioni di dollari.

Anthony Hitchens (ai Kansas City Chiefs nel 2021)

Hitchens è un veterano solidissimo che durante il corso della carriera ha lavorato sia con Ryan Poles che con Matt Eberflus, rispettivamente GM e allenatore dei Chicago Bears: capite perché mi piaccia immaginare una reunion?

Con chi firmerà: con i Chicago Bears.

Il contratto: biennale da 12 milioni di dollari.


Cornerback

J.C. Jackson (ai New England Patriots nel 2021)

Dopo tutti questi anni dovremmo aver ben presente che Bill Belichick abbia sempre un piano, ma il fatto che a poco più di dieci giorni dall’inizio della free agency non abbia ancora cominciato a negoziare il rinnovo di quello che potrebbe essere visto come il miglior difensore dei New England Patriots è alquanto strano, soprattutto se si tiene presente la trade di Gilmore di non troppi mesi fa.
Credo che Belichick non abbia nessuna intenzione di privarsi di uno dei più prolifici ball hawk della NFL, ma il fatto che le negoziazioni siano ancora in alto mare sembra voler suggerire il ricorso alla franchise tag.

Con chi firmerà: franchise tag con i New England Patriots.

Il contratto: franchise tag.

Stephon Gilmore (ai Carolina Panthers nel 2021)

La secondaria dei ‘Niners è uno dei pochi reparti della squadra di Shanahan ad aver bisogno d’immediato aiuto e, replicando quanto fatto qualche anno fa con Richard Sherman, John Lynch potrebbe decidere di dare il via al restauro rivolgendosi a un veterano ancora estremamente produttivo da affiancare poi a qualche innesto via draft.
Di soldi, durante la carriera, Gilmore ne ha già guadagnati parecchi perciò amo immaginarlo firmare con una contender.

Con chi firmerà: con i San Francisco 49ers.

Il contratto: biennale da 30 milioni di dollari.

Carlton Davis (ai Tampa Bay Buccaneers nel 2021)

Davis è uno dei pochissimi cornerback universalmente definibili “giovani” – continua a essere strano rivolgersi a ultratrentenni come “vecchi”, anche se dovrei optare per scelte lessicali più delicate come “esperti” o “navigati” – di buon livello disponibili in questa free agency: i Seattle Seahawks negli ultimi anni non hanno avuto particolari problemi a rompere il salvadanaio – o bruciare importanti scelte al draft – nel tentativo di fermare il rantolio della salma della Legion of Boom e ridare a coach Carroll una secondaria di livello.
In ogni caso prevedo che Davis firmi un gran bel contratto.

Con chi firmerà: con i Seattle Seahawks.

Il contratto: quadriennale da 72 milioni di dollari.

Casey Hayward Jr. (ai Las Vegas Raiders nel 2021)

Nell’annata trascorsa in Nevada Casey Hayward ha dimostrato di non essere solamente ancora un titolare in questa lega, ma un’opzione di qualità: lo voglio associare a una contender poiché l’unico trofeo mancante nella sua bacheca è proprio il Vince Lombardi Trophy, o meglio, l’anello ricevuto dopo aver vinto il Super Bowl.
Hayward ai Bills mi intriga, ma attenzione ai vari Patriots, 49ers e Ravens.

Con chi firmerà: con i Buffalo Bills.

Il contratto: biennale da 18 milioni di dollari.

Joe Haden (ai Pittsburgh Steelers nel 2021)

La secondaria dei Cardinals ha disperatamente bisogno di esperienza e leadership, ossia le caratteristiche che rendono particolarmente intrigante il profilo di Joe Haden, iper-veterano che ha ancora qualcosa da dare a questa lega.
Esattamente come nel caso di Hayward fatico a immaginarlo firmare con una non contender.

Con chi firmerà: con gli Arizona Cardinals.

Il contratto: biennale da 23 milioni di dollari.

Patrick Peterson (ai Minnesota Vikings nel 2021)

La stagione in chiaroscuro trascorsa ai Minnesota Vikings ci ha messo davanti al lapidario fatto che i giorni da shutdown corner di Patrick Peterson siano storia del passato e, a questo punto, molto difficilmente gli si potrà chiedere di togliere dall’equazione il miglior ricevitore della squadra avversaria.
I New York Jets hanno bisogno di un veterano che diriga il traffico nella parte posteriore del reparto difensivo e Peterson potrebbe privilegiare il denaro a scapito della competitività e incassare l’ultimo contrattone della propria carriera.

Con chi firmerà: con i New York Jets.

Il contratto: biennale da 20 milioni di dollari.

Darious Williams (ai Los Angeles Rams nel 2021)

Sono più che sicuro che il front office dei Rams sia al corrente dell’importanza – e del valore – di Darious Williams, ma è altrettanto lapalissiano che siano altresì al corrente della cruda realtà dei fatti che non possano riconfermare in toto la squadra campione del mondo: qualcuno, sciaguratamente, dovrà essere sacrificato e quello di Williams è uno dei primi nomi che mi viene in mente.
Ritagliarsi un ruolo chiave nella difesa di una squadra dal genere entrando in NFL come undrafted free agent è un qualcosa di impressionante, ora è arrivato il momento di battere cassa: i Minnesota Vikings hanno disperatamente bisogno di volti nuovi in difesa e Kevin O’Connell potrebbe saggiamente decidere di portare a Minneapolis un giocatore che conosce estremamente bene.

Con chi firmerà: con i Minnesota Vikings.

Il contratto: triennale da 45 milioni di dollari.

Donte Jackson (ai Carolina Panthers nel 2021)

Il suo atletismo e capacità di trovare il pallone mi avevano spinto a pensare che potesse diventare una superstar ma questa mia sensazione, sfortunatamente per lui, non ha mai trovato riscontro nella realtà.
Ho deciso di associarlo ai Washington Commanders – signori miei, ditelo cento volte davanti allo specchio, prima vi abituate prima smetterà di non piacervi – per via della connessione esistente con Ron Rivera – e anche perché Washington ha bisogno di aiuto in secondaria.

Con chi firmerà: con i Washington Commanders.

Il contratto: triennale da 33 milioni di dollari.

Chris Harris Jr. (ai Los Angeles Chargers nel 2021)

Harris è uno dei miei giocatori feticcio, probabilmente il migliore slot defender di questa generazione e a quasi 33 anni d’età lo vorrei veder firmare con una contender per rimpinguare la propria bacheca: i giorni da All-Pro e Pro Bowl sono ben lontani quindi per rafforzare la propria candidatura alla Hall of Fame dovrà tentare di vincere un altro Lombardi.
Ai Chiefs, ne sono sicuro, potrebbe tornare comodo un giocatore del genere.

Con chi firmerà: con i Kansas City Chiefs.

Il contratto: annuale da 6 milioni di dollari.

Kyle Fuller (ai Denver Broncos nel 2021)

Esclusivamente per la connessione esistente con Ed Donatell, nuovo defensive coordinator dei Vikings che lo ha allenato per quasi tutta la sua carriera in NFL: ripeto, i Vikings hanno bisogno di aiuto in secondaria.

Con chi firmerà: con i Minnesota Vikings.

Il contratto: biennale da 16 milioni di dollari.


Safety

Tyrann Mathieu (ai Kansas City Chiefs nel 2021)

Lasciatemi sognare.

Con chi firmerà: con i Baltimore Ravens.

Il contratto: triennale da 45 milioni di dollari.

Devin McCourty (ai New England Patriots nel 2021)

Devin McCourty deve ritirarsi come membro dei New England Patriots, non sono pronto a immaginarlo indossare altri colori.

Con chi firmerà: rimarrà ai New England Patriots.

Il contratto: biennale da 15 milioni di dollari.

Marcus Williams (ai New Orleans Saints nel 2021)

Marcus Williams è molto più del giocatore co-protagonista dei Minneapolis Miracle, è un ottimo safety nonché una delle principali ragioni dietro la rinascita della difesa dei New Orleans Saints.
Con Marcus Maye con un piede e mezzo fuori dalla porta, New York avrà bisogno di un safety attorno al quale costruire la secondaria e a mio avviso Williams potrebbe essere la miglior opzione disponibile sul mercato: hanno lo spazio salariale per metterlo sotto contratto.

Con chi firmerà: con i New York Jets.

Il contratto: quadriennale da 60 milioni di dollari.

Jessie Bates III (ai Cincinnati Bengals nel 2021)

Il lieve calo di rendimento dell’ultima stagione non deve occultare il fatto che Bates sia stato una mezza superstar pure negli anni in cui il reparto difensivo dei Bengals era costituito da una decina scarsa di cartonati… e Jessie Bates.
Front office e giocatore vogliono portare avanti la convivenza e malgrado debbano investire urgentemente altrove – ehm ehm, linea d’attacco – credo siano ben consci della sua importanza.

Con chi firmerà: rimarrà ai Cincinnati Bengals.

Il contratto: quadriennale da 56 milioni di dollari.

Marcus Maye (ai New York Jets nel 2021)

Lo sciagurato infortunio – rottura del tendine d’Achille – potrebbe essergli costato parecchi milioni di dollari, ma credo valga la pena scommettere su Maye, playmaker di livello che in un modo o nell’altro gravita sempre nei paraggi del pallone.
I Philadelphia Eagles hanno parecchie lacune lungo il reparto difensivo e credo che Maye potrebbe colmarne decentemente una.

Con chi firmerà: con i Philadelphia Eagles.

Il contratto: triennale da 36 milioni di dollari.

Quandre Diggs (ai Seattle Seahawks nel 2021)

Diggs è un leader dello spogliatoio nonché un ottimo giocatore: il terribile infortunio rimediato nel season finale obbliga moralmente il front office dei Seahawks a rinnovargli il contratto.
Questo ragazzo è fondamentale per la difesa di Seattle, è il motivo per cui Jamal Adams può giocare vicino alla linea di scrimmage senza doversi spesso curare della profondità.

Con chi firmerà: rimarrà ai Seattle Seahawks.

Il contratto: quadriennale da 40 milioni di dollari.

Jordan Whitehead (ai Tampa Bay Buccaneers nel 2021)

Qualcuno dovranno pur tenere, no?

Con chi firmerà: rimarrà ai Tampa Bay Buccaneers.

Il contratto: triennale da 27 milioni di dollari.


Special Teams

Matt Gay, kicker (ai Los Angeles Rams nel 2021)

Cari lettori, sapete che vi adoro con sincerità e che sono e sempre sarò riconoscente nei vostri confronti per la partecipazione ai miei deliri, ma cosa volete che vi dica sui kicker e punter?
I nomi che ho selezionato per riempire quest’ultimo paragrafo sono i migliori disponibili sul mercato e considerando la crisi di specialisti in NFL sono sicuro che, salvo offerte oscenamente remunerative, tutti questi giocatori rinnoveranno con la squadra nella quale hanno giocato l’ultima stagione.

Con chi firmerà: rimarrà ai Los Angeles Rams.

Il contratto: non sono esperto di contratti di kicker.

Nick Folk, kicker (ai New England Patriots nel 2021)

Non mi convince la gittata ma nel 2021 Folk è stato incredibilmente affidabile e costante: dopo aver faticato immensamente a trovare un successore a Gostkowski New England non ha alcuna ragione per privarsi di un kicker che ha sbagliato solamente tre dei 39 piazzati tentati.

Con chi firmerà: rimarrà ai New England Patriots.

Il contratto: quanto sopra.

Younghoe Koo, kicker (agli Atlanta Falcons nel 2021)

Se i Falcons si lasciano scappare il miglior kicker della NFL non chiamato Justin Tucker sarò costretto, mio malgrado, a cessare l’attività di “giornalismo” amatoriale.
Dai.

Con chi firmerà: rimarrà agli Atlanta Falcons.

Il contratto: quanto sopra alla seconda.

Bryan Anger, punter (ai Dallas Cowboys nel 2021)

Nel 2021 Bryan Anger ha fatto registrare il miglior dato in assoluto per net average.
Dallas deve rinnovarlo.

Con chi firmerà: rimarrà ai Dallas Cowboys.

Il contratto: non sono esperto di contratti di punter

Michael Palardy, punter (ai Miami Dolphins nel 2021)

Concludo dicendo che Palardy secondo me rinnoverà con i Dolphins.
Finito!

Con chi firmerà: rimarrà ai Miami Dolphins.

Il contratto: quanto sopra alla terza.

2 thoughts on “Dove firmeranno i migliori free agent NFL secondo noi – Seconda Parte

  1. Forse Clowney può andare ai Ravens. Piace a De Costa, che ha provato a prenderlo un anno fa.

  2. Quando ho letto “fermare il rantolio della salma della Legion of Boom” mi sono commosso. Bravo Mattia.

Leave a Reply to Alessandro Cancel reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.