E’ da poco terminata un’altra entusiasmante stagione NFL (la n° 102 per la precisione), nella quale il pubblico, che finalmente è tornato a far rumore negli stadi dopo quasi un anno di stop forzato, ha potuto ammirare giocate straordinarie e prestazioni spettacolari da parte dei propri beniamini e, andando a spulciare fra le migliaia di statistiche registrate durante gli oltre 16 000 minuti di gioco, ne abbiamo selezionate 5, quelle che, per un verso o per l’altro, sono state le più significative.

TB12, 600 VOLTE GOAT

Ci scuserà il quarterback dei Bucs se l’aggettivo GOAT è troppo riduttivo per quello che ha fatto in carriera, ma di migliori non ne abbiamo trovati; non vorrei soffermarmi tanto sulle 5316 yds passate (primo per distacco in stagione) e nemmeno sul 68,5 di QBR (indice che va testimoniare l’assoluta pregevolezza delle sue 17 partite) quanto sul touchdown n° 600 passato a Mike Evans (con tanto di palla regalata al pubblico): un’altra milestone nella scintillante carriera del nativo di San Mateo che, con la vittoria nella week 4 sui Patriots, è anche diventato il quarto QB a battere tutte e 32 le franchigie.

DERRICK HENRY E JONATHAN TAYLOR, TO THE MOON

Per descrivere la stagione dei due RB si potrebbe utilizzare uno dei tweet con più like dell’anno appena trascorso; si perché le corse tentate (rispettivamente 332 e 219) dai due sono state proprio come un razzo in fase di decollo: infermabili. Basti pensare alle 117,1 yds di media ad allacciata di scarpe e ai 10 TDs in sole 8 partite (più di uno a partita), prima di andare ai box anzitempo causa operazione al piede, per il primo o ai 18 TDs e alle 1811 yds del secondo.

Con i playoff alle porte, lo staff medico di coach Vrabel sta cercando di fare il possibile per recuperare l’Heisman Trophy del 2015 e, i Titans, con un ritorno in campo, rafforzerebbero ancor di più la propria leadership nella AFC mentre, causa della sconfitta dei suoi Colts contro Jacksonville, l’ex giocatore di Wisconsin potrà soltanto consolarsi con il Pro Bowl

COOPER KUPP: #10

10 non è solo il numero che il WR dei Rams si porta sulla schiena, ma è anche il voto che ci sentiamo di attribuire alla sua magnifica regular season fatta, tra le altre cose, da: 1947 yds, 145 receptions e 16 TDs (primo nella lega, e anche con ampio margine sugli inseguitori, in tutte tre le statistiche); letteralmente a un passo dai record assoluti di Michael Thomas (149 rec nel 2019) e Calvin Johnson (1964 yds nel 2012).

JUSTIN TUCKER, 66 YARDS DI SPERANZA

Tra le tante cose meravigliose che il K dei Ravens ha fatto nella sua stagione, come ad esempio un 94,6 di FG% (35/37) e un impeccabile 32 su 32 nelle trasformazioni degli extrapoints, non si può non parlare di quello che è successo al Ford Field di Detroit il 26/09/2021: 3rd & 10 nelle 48 di Detroit, 3 secondi rimasti sul cronometro e Ravens sotto di uno nel punteggio; coach Harbaugh decide di non andare per l’ Hail Mary pass ma prova vincerla con un calcio, che viene affidato proprio al n° 9 viola (che ne aveva già sbagliato uno nel primo quarto); l’ex giocatore di Texas sembra non sentire la pressione, prende la rincorsa e calcia più forte che può, la palla vola prende la traversa ed infine si infila fra i due pali. 66 yards di pura speranza, Detroit perde la partita di due ma è stato appena realizzata la storia: il kick più lungo di sempre.

T.J. E J.J., IN CASA WATT NON SI PASSA

Il LB degli Steelers e il DE dei Cardinals formano una delle coppie difensive più insuperabili di tutta l’NFL e se J.J., causa infortunio alla spalla, è riuscito a piazzare un solo sack in tutta la stagione suo fratello minore T.J. ha fatto nettamente meglio: 22,5 (mietendo vittime illustri come Aaron Rodgers, Josh Allen e Baker Mayfield) ed andando ad eguagliare lo storico record di Michael Strahan, che resisteva dal 2001.

4 thoughts on “NFL: le milestones della 102° stagione

    • Sì, di cui uno anche abbastanza agevole proprio nella partita contro i Lions… la personalità non manca al ragazzo.

  1. Certo se DH dovesse rientrare, anche fosse al 70%, sarebbero problemi per tutti. Speriamo ciò avvenga, non tanto perché i Titans sono i miei preferiti con i 49ers, ma per lo spettacolo che Henry sarebbe in gradi di offrire.

    • Esattamente… in ogni caso Bengals-Titans sarà un partita molto divertente e spettacolare, nonostante il minor eco mediatico che Burrow e Tannehill hanno rispetto ai due altri QB della AFC ancora in gioco (Mahomes e Allen).
      Necessarie saranno le corse che DH può garantire all’ attacco di Tennessee per provare a scardinare la difesa di Cinci (5° migliore per quanto riguarda le YDs concesse in reg season).

Leave a Reply to Luca Pampolini Cancel reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.