Shares

So che per molti di voi sarà questo il fine settimana in cui verrà decretato il vincitore della vostra lega fantasy ma, dopo aver perso l’ennesima finale, concedetemi il diritto di disinteressarmi a questo sadico giochino e trasformare lo spazio dedicato ai protagonisti “fantasy” in un paragrafetto nel quale parlerò di tre giocatori a cui domenica presterò particolare attenzione: come la miglior influencer prima di un umile viaggio in qualche isola della Polinesia, sono ufficialmente in fase detox.
Perdonatemi.

Normalmente Week 17 coinciderebbe con l’ultima settimana di regular season e, obbligatoriamente, le sedici partite in programma definirebbero una volta per tutte una griglia playoff che definire magmatica, soprattutto in AFC, sarebbe un eufemismo: esclusivamente per questa ragione mi sento a mio agio ad esprimere gioia per l’aggiunta della diciottesima settimana malgrado l’abominevole prospetto di trovarmi costretto a commentare record come 13-4, 8-9 e 7-10.
Una domenica in più di questa folle Royal Rumble è tutto quello che ogni appassionato poteva desiderare.
L’incertezza che sta governando la stagione rende queste ultime due settimane ancor più imperdibili di quanto non lo possa essere ogni domenica di football perché, come già accennato poc’anzi, sono veramente poche le squadre che non hanno più nulla da chiedere a questa stagione e ciò, intuitivamente, rende ogni partita un vero e proprio testa a testa da dentro o fuori che mi permette di definire la quasi totalità d’esse come “finali” – lo so, è uno dei cliché sportivi più noiosi e pigri in assoluto ma concedetemi il diritto di essere noioso ché intanto ci pensa il thriller domenicale a galvanizzarvi.
Sentitevi liberi di guardare il tweet qui sotto che illustra efficacemente la posta in palio domenica. 

Il fatto che i Broncos, attualmente tredicesimi in AFC, si trovino a due sole partite di distanza dai Patriots sesti ci dice tutto quello che dobbiamo sapere su questa stagione, una delle più divertenti a cui io abbia mai assistito e che in quanto tale aumenta esponenzialmente il valore di ogni singola partita: non esistono vittorie facili, basti pensare a quanto combinato dai Chargers contro i Texans, o dai Lions contro i Cardinals una decina di giorni fa.
Nel 2021, in NFL, nessuna partita può essere considerata vinta prima del kickoff – altro asettico cliché sportivo – e ciò, pensandoci bene, è quanto di meglio ogni appassionato possa chiedere a questa disciplina ed a questa lega: stiamo per vivere un rush finale potenzialmente leggendario, motivo per cui sarà mio dovere prepararvi nel migliore dei modi per questa fondamentale settimana di football.

Ovviamente, mi sembra quasi ridondante specificarlo, i miei – e scommetto anche vostri – pensieri sono rivolti a John Madden e famiglia: se volete leggere il mio omaggio a Madden per Il Foglio, cliccate qui.


Le partite più interessanti della settimana

Miami Dolphins @ Tennessee Titans, domenica ore 19:00

I percorsi di Dolphins e Titans sono fra le storie più interessanti partorite da questa fertile stagione, ma non sto qua a riassumerveli, sono convinto li abbiate ben presenti.
Quella di domenica è una partita che definire fondamentale sarebbe riduttivo poiché può essere vista come momento della verità per i Miami Dolphins: la straordinarietà della loro rimonta non può in alcun modo essere messa in dubbio, ma è altrettanto doveroso evidenziare la relativa semplicità di un calendario assolutamente favorevole che, permettetemi, li ha messi nella posizione ideale per vincere sette partite di fila.
I Titans con A.J. Brown sono un’altra squadra, ma non sono convinto che basti un Brown a pieno regime per scardinare la difesa dei Dolphins, reparto che settimana dopo settimana sta trainando l’attacco alla vittoria dandogli modo di limitarsi a giocare per non perdere la partita – per favore, non prendete questa constatazione dei fatti come un affronto a Tua: Miami e Tennessee nella loro imperfezione stanno continuando a vincere partite e ciò è quello che più conta a questo punto della stagione.
Per Miami questa è senza ombra di dubbio la partita più importante dell’anno – fino alla prossima.
Fantasy friendly: Miami Dolphins D/ST. Secondo me metteranno le mani addosso a Tannehill spesso e volentieri.
La scelta di Mattia: Miami Dolphins.

Kansas City Chiefs @ Cincinnati Bengals, domenica ore 19:00

Nella sezione commenti aleggia un certo pessimismo – che in realtà potrebbe tranquillamente essere visto come matura cautela di persone avvezze alla sofferenza – sui Cincinnati Bengals, ma è fuori questione che dopo quanto visto domenica approcciarsi ai Chiefs con maggior autostima e consapevolezza nei propri mezzi non sia affatto sintomo di arroganza ma, invece, di maturità: questi Bengals, linea d’attacco a parte, hanno tutto il necessario per mettere in difficoltà chiunque, anche la squadra che dopo aver toccato il fondo si è definitivamente riscoperta grande.
Kansas City domenica potrebbe aver messo insieme la propria opera magna della stagione prendendo a schiaffi la carcassa degli Steelers: pur senza Kelce e con Hill a mezzo servizio, KC ha marciato su e giù per il campo a proprio piacimento calpestando quella che, sulla carta, dovrebbe essere una delle migliori difesa della lega mentre dall’altro lato della linea di scrimmage, se possibile, è stata ancor più brillante continuando la propria sinfonia di distruzione impreziosita da turnover e pressione continua al quarterback.
Questa è un’interessantissima prova di maturità per i Bengals che, indipendentemente dal risultato, qualora dovessero riuscire a spingere al limite questa versione galattica dei Chiefs potrebbero affrontare gli imminenti – tifosi dei Bengals, non maleditemi! – playoff con la tranquillità di chi sa di non trovarsi lì per caso.
Fantasy friendly: Tee Higgins, WR, Cincinnati Bengals. Storia divertente: nella lega di play-punto-it ero in semifinale e domenica pomeriggio, mentre aspettavo che si scaldasse l’acqua della doccia, ho avuto la geniale idea di togliere Andrews ed Higgins per Gronkowski e Melvin Gordon. Non sono arrivato in finale.
La scelta di Mattia: Kansas City Chiefs.

Arizona Cardinals @ Dallas Cowboys, domenica ore 22:25

Gli Arizona Cardinals condividono solamente il nome con la squadra vista nei primi due mesi di regular season ed a questo punto viene naturale chiedersi se l’esaltante partenza altro non fosse che una magnifica ma effimera aberrazione.
Sapete cosa pensi delle sconfitte, perdere in sé non è mai sarà il problema, ciò che mi lascia perplesso è la modalità con la quale sono arrivate le più recenti elle dei Cardinals: nell’ultimo mese Arizona ha faticato enormemente a prendersi cura del pallone non riuscendo a trovare un modo di muovere consistentemente le catene mentre in difesa è stata spesso e volentieri dominata fisicamente dalla linea d’attacco avversaria, risultando così assolutamente incapace di contrastare le corse.
Il contenuto delle ultime quattro righe è oggettivamente avvilente e se si pensa che domenica andranno a far visita ai Dallas Cowboys, squadra che ha fatto d’opportunismo e fisicità i propri punti di forza, le probabilità che la serie di sconfitte consecutive si allunghi a tre diventano mestamente alte.
Fantasy friendly: Dallas Cowboys D/ST. Al momento la miglior fantadifesa possibile.
La scelta di Mattia: Dallas Cowboys.


I protagonisti… questa volta non “fantasy”

Kyler Murray, QB, Arizona Cardinals

Datemi del noioso, nessun problema, ma credo che il testa a testa contro Dallas rappresenti un momento della verità per Kyler Murray, troppo sciatto per essere lo stesso giocatore che fino a non troppo tempo fa era l’indiscusso favorito per l’MVP: l’assenza di Hopkins è indubbiamente pesante e debilitante, ma non sono sicura che questa possa giustificare la recente propensione di Murray alla hero ball – leggasi “tenere la palla in mano un’eternità rifiutandosi categoricamente di scagliarla fuori” – con la quale emula il miglior Deshaun Watson.
Una prestazione convincente, magari accompagnata da una vittoria, non darebbe un colpo di spugna all’ultimo putrido mese ma aiuterebbe lui ed i Cardinals ad affacciarsi ai playoff in uno stato mentale migliore.

L’intera secondaria dei Baltimore Ravens

I Los Angeles Rams non possono – principalmente a causa dell’infortunio di Robert Woods – vantare una batteria di ricevitori profonda e di livello come quella dei Cincinnati Bengals ma, per loro fortuna, possono compiacersi della presenza del ricevitore più prolifico ed ineluttabile della lega, Cooper Kupp: ecco, Baltimore questa settimana dovrà provare a fermare Kupp con una secondaria che è stata appena presa a schiaffi da Joe Burrow.
Mi reputo un buon – assolutamente non ottimo, ma meglio così – tifoso dei Ravens ma vi giuro che metà dei cornerback schierati domenica scorsa non li avevo mai visti o sentiti prima: vedendoli provare a marcare i ricevitori di Cincinnati ho capito il perché.

Myles Garrett, EDGE, Cleveland Browns

Myles Garrett sta dando vita ad un’appassionante testa a testa con T.J. Watt per il Defensive Player of the Year – malgrado a mio avviso in un mondo giusto sarebbe assegnato d’ufficio a Watt – e con la stagione dei Cleveland Browns appesa al proverbiale filo mi attendo una sua prestazione monstre contro una linea d’attacco che, diciamocelo, non ha il materiale umano necessario per contenerlo.
Myles, vuoi veramente vincere questo riconoscimento individuale che magari ti aiuterà a lenire la delusione di un mancato accesso ai playoff? Questo è il tuo momento: alzati sui pedali e stacca il gruppo.


Uno spunto – ed un pronostico – per le altre partite della settimana

Philadelphia Eagles @ Washington Football Team, domenica ore 19:00

Sono convinto che basteranno nove vittorie per garantirsi il settimo seed NFC e che quindi questo sia un golosissimo match point per gli Eagles, però non riesco a nascondervi che la prima metà di partita contro i New York Giants mi ha particolarmente turbato: contro il nulla mischiato al niente Philadelphia, per più di trenta minuti, ha seriamente faticato a muovere le catene e sostenere drive degni di nome, salvo poi rifarsi nella seconda metà di gioco quando i Giants hanno deciso di chiudere la pratica regalando – lo spirito natalizio a quanto pare prevale su antipatie secolari – la doppiavù agli odiati rivali divisionali.
Partita potenzialmente insidiosa in quanto Washington è chiamata ad una fondamentale reazione d’orgoglio che trascende ragionamenti su playoff ed affini.
Fantasy friendly: Jalen Hurts, QB, Philadelphia Eagles. Due parole: rushing upside.
La scelta di Mattia: Philadelphia Eagles.

Los Angeles Rams @ Baltimore Ravens, domenica ore 19:00

Con o senza Jackson temo che sarà un massacro.
[Qualora mi smentissero sarei più che contento, sia chiaro.]
Fantasy friendly: qualsiasi ricevitore dei Los Angeles Rams. Sì, anche Van Jefferson.
La scelta di Mattia: Los Angeles Rams.

Tampa Bay Buccaneers @ New York Jets, domenica ore 19:00

Comoda vittoria per i Buccaneers?
Sì, se non fossimo nel 2021: non credo che i Buccaneers avranno troppi problemi a sbarazzarsi dei Jets, però sapete che ogni settimana ci troviamo costretti a venire a patti con qualche upset assolutamente imponderabile.
Ah sì, Brady ritrova i suoi amatissimi New York Jets: mi sa che l’upset dovremo cercarlo altrove.
Fantasy friendly: Ronald Jones, RB, Tampa Bay Buccaneers. La run defense dei Jets è la peggiore della NFL e RoJo ha un volume pazzesco.
La scelta di Mattia: Tampa Bay Buccaneers.

Jacksonville Jaguars @ New England Patriots, domenica ore 19:00

Pure qua, direi vittoria Patriots facile facile… poi ricordo che questi Jaguars hanno fatto lo scalpo ai Bills, perciò… upset della settimana?
Scusatemi per la ripetitività ma questo sarà il leitmotiv dell’articolo.
Fantasy friendly: New England Patriots D/ST. I vassalli di Belichick muoiono dalla voglia di ricominciare ad accumulare turnover e questa contro i Jaguars è tutt’altro che un’impresa titanica.
La scelta di Mattia: New England Patriots.

Las Vegas Raiders @ Indianapolis Colts, domenica ore 19:00

Partita immensamente interessante con enormi implicazioni playoff funestata, però, dall’assenza di Carson Wentz, estromesso anzitempo dalla contesa in quanto non vaccinato inserito nel protocollo Covid-19: sono molto curioso di vedere Ehlinger esordire in una partita così delicata, anche se non credo avrà troppe responsabilità all’infuori di dare l’handoff a Jonathan Taylor.
Fantasy friendly: Foster Moreau, TE, Las Vegas Raiders. Waller, perché mi hai fatto quello che hai fatto?
Scusate cari lettori, lui sa di cosa sto parlando.
La scelta di Mattia: Las Vegas Raiders.

New York Giants @ Chicago Bears, domenica ore 19:00

Partita assolutamente “inutile” fra due squadre che non vedono l’ora finisca la stagione: ho come l’impressione che ogni tifoso dei Bears sia terrorizzato dall’eventualità che un paio di insignificanti vittorie a fine stagione allungheranno l’agonia garantendo al buon Nagy un altro anno sulla loro perennemente incandescente panchina.
No dai, non prendiamoci in giro, questa è la sua penultima partita da allenatore dei Chicago Bears.
Vero?
Fantasy friendly: David Montgomery, RB, Chicago Bears. Grazie per l’illuminante dritta Mattia.
La scelta di Mattia: Chicago Bears.

Atlanta Falcons @ Buffalo Bills, domenica ore 19:00

Avete presente l’odioso cliché sportivo della squadra “Gulliver”, grande contro le piccole e piccola contro le grandi?
Ecco, gli Atlanta Falcons sono la squadra più “Gulliver” della NFL – dove per “grande contro le piccole” si intende che in qualche modo, soffrendo più del dovuto, riusciranno a portarsi a casa una rara vittoria all’ultimo secondo sui Detroit Lions – e domenica Buffalo darà continuità al proprio momento di forma triturandoli.
Oppure sarà questo l’upset della settimana?
Fantasy friendly: Devin Singletary, RB, Buffalo Bills. Dunque i Bills hanno trovato il loro RB1, ma che bellezza!
La scelta di Mattia: Buffalo Bills.

Houston Texans @ San Francisco 49ers, domenica ore 22:05

Dopo la ripassata data ai Chargers domenica scorsa ho finalmente validi motivi per prendere seriamente i Texans, soprattutto contro dei 49ers costretti a schierare il proprio giovane quarterback rookie, anche se credo che esattamente come nel caso di Ehlinger la sua mansione principale sarà quella di dare l’handoff al running back di turno.
Upset della settimana?
Fantasy friendly: Jeff Wilson/Elijah Mitchell, RB, San Francisco 49ers. Se torna Mitchell schieratelo senza pensieri, se non torna buttate in campo Wilson, semplice.
La scelta di Mattia: San Francisco 49ers.

Denver Broncos @ Los Angeles Chargers, domenica ore 22:05

Malgrado tutto i Chargers rimangono adorabilmente Chargers ed i Broncos, fra alti e bassi, restano Broncos: chi è che diceva che più le cose cambiano più rimangono le stesse?
Fantasy friendly: Javonte Williams e Melvin Gordon, RB, Denver Broncos. Avete visto cos’ha combinato Rex Burkhead contro il front seven dei Chargers?
La scelta di Mattia: Los Angeles Chargers.

Carolina Panthers @ New Orleans Saints, domenica ore 22:25

Vi prego, dei del football e GM nella vita vera fate quello che dovete fare per regalare ai Saints un quarterback degno di nome: certo, la stessa richiesta potrebbe essere avanzata da qualsiasi tifoso dei Carolina Panthers, ma non prendiamoci in giro, Carolina ha scelto di puntare su Darnold di propria volontà mentre New Orleans si è rivolta a Ian Book perché non aveva altra scelta.
Tecnicamente New Orleans è ancora in corsa per la postseason, perciò non sottovalutiamo l’importanza di questo incontro.
Fantasy friendly: i kicker. Non prevedo molti punti, non so perché.
La scelta di Mattia: New Orleans Saints.

Detroit Lions @ Seattle Seahawks, domenica ore 22:25

Partita più triste della settimana?
Forse, anche se se la gioca ad armi pari con Giants-Bears.
Fantasy friendly: Rashaad Penny, RB, Seattle Seahawks. Dopo circa mezzo lustro Penny ha iniziato a giocare da scelta al primo round del draft, incredibile!
La scelta di Mattia: Seattle Seahawks.

Minnesota Vikings @ Green Bay Packers, lunedì ore 02:20

E con questa partita l’omeopatico, divulgatore, libero pensatore, filosofo e soprattutto more than a player Aaron Rodgers si assicurerà il secondo MVP consecutivo.
Se solo non fosse una persona così… vabbè, lasciamo perdere.
Fantasy friendly: Aaron Rodgers, QB, omeopatico, divulgatore, libero pensatore, filosofo e soprattutto more than a player, Green Bay Packers. Tutto perché volevo fare lo sketch, che persona che sono, che persona.
La scelta di Mattia: Green Bay Packers.

Cleveland Browns @ Pittsburgh Steelers, martedì ore 02:15

L’anno scorso, contro gli Steelers a gennaio, i Browns avevano raggiunto il punto più alto dei loro ultimi vent’anni: quest’anno, siccome a Cleveland le cose belle non sono mai destinate a protrarsi nel tempo, quello contro gli Steelers potrebbe essere il capitolo finale di una stagione decisamente deludente.
Ah sì, quasi certamente questa sarà l’ultima partita di Roethlisberger all’Heinz Field: aiutatemi a fingere dispiacere.
Oh no, Big Ben, oh no!
Fantasy friendly: Nick Chubb, RB, Cleveland Browns. Chiudiamo con l’ultima ovvietà.
La scelta di Mattia: Cleveland Browns.


Le mie scelte la scorsa settimana: 11-4. Undici su quindici non è male, soprattutto in una settimana in cui i Chargers vengono surclassati dai Texans.
Le mie scelte finora: 146-78-1. Se seguite con attenzione queste righe avrete notato che il numero di errori “è esploso” rispetto alla settimana scorsa: non mi tornavano i conti, motivo per cui ho controllato tutte le partite settimana dopo settimana ed ho avuto modo di rendermi conto di aver sbagliato la somma di sconfitte, ora finalmente corretta.
Questa correzione mi riporta sotto il 66% e ciò che più mi intristisce è la mia totale incapacità di tenere coerente una semplice addizione settimanale: poi mi lamento di non avere un futuro!
Scusatemi per l’errore, probabilmente è stato il mio inconscio che per giustificare a se stesso un paio di mie scelte di vita ha provato a barare in questo giochino al fine di farmi passare per persona che sa quello che sta dicendo e facendo.
Scusatemi per l’errore.

Post By Mattia Righetti (536 Posts)

Mattia, 25 anni. Una versione più irsuta e povera di Larry David, ma il concetto è lo stesso. A volte Julian Edelman. Se non mi seguite su Twitter (@matiofubol) ci rimango male

Connect

4 thoughts on “Guida alla diciassettesima settimana del 2021 NFL

  1. Bello il ricordo di Madden: ne avevo letto più d’uno ma non sapevo della fobia per gli aerei, che lo accomuna a me.

    Dispiace per la perdita di un uomo così mitico, ma pare che abbia vissuto due ultimi giorni bellissimi e credo che questo sia il modo migliore per andarsene.

    • Vi ringrazio dal primo all’ultimo, apprezzo infinitamente le vostre parole ed il vostro supporto, grazie di cuore.

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.