La verità è che sono stanco, perché ogni maledetto anno una volta iniziato il dodicesimo mese dell’anno comincio a strillare istericamente che siamo finalmente giunti a dicembre, quel magico periodo in cui ogni sconfitta può… vedete? Stavo per cascarci ancora.
È sempre la solita storia, cari lettori, e quest’anno più che mai dicembre non è quello straordinario agglomerato di giorni che spietatamente determina il destino delle squadre sopravvissute ai primi tre mesi di regular season, ma un novembre con gli addobbi e le lucette: l’aggiunta della diciassettesima partita farà sì che gennaio, il mese a cui faccio riferimento per tutto l’anno quando voglio parlare di football vero, ospiti ben due settimane di regular season e ciò annacqua inesorabilmente l’importanza degli ultimi trentuno giorni dell’anno.
Se uniamo le due partite appena menzionate all’incredibile equilibrio che sta governando il nostro campionato preferito, ci metteremo veramente poco tempo a realizzare che questo dicembre sarà ben diverso da quello dei nostri padri, o almeno, a quello dello scorso anno.

Il motivo principale per cui quest’anno odio dicembre, oltre che per gli stucchevoli sprechi contemplati dal Natale – celebrate il Festivus pulcini miei, celebrate il Festivus -, risiede nel fatto che essendo l’ultimo mese dell’anno bisogni cominciare a tirare le somme e, se penso al mio anno ed alla mia vita, vengo abbracciato da un paralizzante alone di sporcizia, sensi di colpa, delusione ed accidia che solo l’essere messi davanti ai propri fallimenti può evocare: ho finito gli studi, fra non troppi giorni avrò 26 anni e sono ancora qua che scrivo per playpuntoitusa consapevole di dover cercarmi un lavoro che non mi interessi e che non sia neanche lontanamente in grado di farmi sentire realizzato od utile a qualsivoglia causa, perciò cosa diamine c’è da festeggiare a dicembre?
Insomma, dicembre è il mese in cui mi viene facile empatizzare con un tifoso lucido dei Jacksonville Jaguars, solo che a differenza loro non ho la stagione 2017 a cui aggrapparmi nei momenti di massimo sconforto: parliamo di football che è meglio.


Le partite più interessanti della settimana

Los Angeles Chargers @ Cincinnati Bengals, domenica ore 19:00

Herbert contro Burrow, la crème de la crème della classe 2020 – non me ne voglia Tua che, come sapete, amo e stimo più di tanti altri: Chargers e Bengals sono indubbiamente due squadre che vogliono diventare grandi e fino a questo punto della stagione l’arco narrativo offertoci dal loro percorso di crescita ci ha fornito spunti estremamente interessanti.
Dopo un inizio di stagione esaltante i Chargers sono incappati in una serie di sconfitte che li ha messi davanti a tutti i limiti che solamente una squadra che sta imparando a vincere può avere e, seppur in proporzioni diverse, tale discorso può essere applicato anche ai Cincinnati Bengals, che hanno fatto seguire capolavori come quello messo insieme contro Baltimore a vere e proprie disfatte: fatico ancora a trovare spiegazioni alla sconfitta contro i Jets di Mike White.
La squadra che ha più bisogno di vincere è quella allenata da coach Staley, perciò attenzione che questi giocheranno quarti down come non ci fosse un domani.
Fantasy friendly: Tee Higgins, WR, Cincinnati Bengals. Domenica scorsa contro Pittsburgh Burrow ci ha ricordato quanto gli piaccia lanciare il pallone nei pressi di Tee Higgins: al resto ci pensa lui.
La scelta di Mattia: Los Angeles Chargers.

Baltimore Ravens @ Pittsburgh Steelers, domenica ore 22:25

This is the one è una delle migliori canzoni degli Stone Roses – e ciò è tutto dire – e parte nella mia testa ogni volta che realizzo che Ravens e Steelers incroceranno i loro destini arricchendo una delle rivalità più belle e sentite nell’intero panorama sportivo mondiale: la settimana di Ravens-Steelers, indipendentemente da record e stato dell’arte delle squadre, è e sarà sempre diversa dalle altre.
Entrambe le compagini stanno attraversando momenti tutt’altro che facili poiché il prodotto messo in campo lascia molto a desiderare, anche se in un modo o nell’altro Baltimore è riuscita a racimolare un numero di vittorie che ha consegnato loro – momentaneamente – il primo posto in AFC mentre Pittsburgh gioca male perde peggio: in particolare, gli Steelers sono reduci da una delle più umilianti sconfitte dell’era Tomlin e con tutti i problemi che attanagliano il reparto offensivo fatico ad immaginare una parvenza di luce in fondo al tunnel.
Ho come l’impressione che non sarà la partita più spettacolare dell’anno e che in luce del pessimo momento che stanno vivendo entrambi gli attacchi di punti non ne vedremo poi così tanti, ma alla fine anche questo contribuisce a rendere speciale la rivalità: qui si muore veramente – figurativamente – per un centimetro e questo, signori miei, è football americano.
Fantasy friendly: Marquise Brown, WR, Baltimore Ravens. La secondaria degli Steelers non fa particolarmente paura e Jackson, malgrado la recente inefficienza, lo cerca con apprezzabile insistenza.
La scelta di Mattia: Baltimore Ravens.

New England Patriots @ Buffalo Bills, martedì ore 02:15

Non può avere – per me – lo stesso significato di Steelers-Ravens ma signori, questa è una delle partite che attendevo con maggior trepidazione: avete presente quando un paio d’anni fa i Bills valutavano la loro crescita servendosi dei Patriots come unità di misura?
Ecco, oggi i ruoli si sono invertiti e saranno i Patriots, al momento primi in division, a servirsi degli odiati rivali divisionali per comprendere un po’ meglio il proprio valore e, in caso di vittoria, allungare in maniera forse decisiva per riprendersi il trono della AFC East: sto adorando il campionato dei New England Patriots, impazzisco settimanalmente constatando i miglioramenti di Mac Jones – ora sempre più propenso ad attaccare la profondità – ed in generale amo vedere in azione la banda di Belichick che ha ripreso a giocare un football senza fronzoli, disciplinato e pulito nel quale l’obiettivo è indurre all’errore l’attacco avversario.
Buffalo quest’anno sta faticando tremendamente a trovare la consistenza di cui una grande squadra dovrebbe fregiarsi e, indubbiamente, mostrare i muscoli ai bulli di quartiere che per decenni li hanno umiliati darebbe loro l’autostima necessaria per concludere al meglio un campionato nel quale hanno finora faticato molto più di quanto potessimo aspettarci: i Bills si sono approcciati al campionato pronti a conquistare la conference, non a lottare per la division.
Fantasy friendly: Jakobi Meyers, WR, New England Patriots. Buffalo dovrà purtroppo rinunciare a Tre’Davious White per il resto della stagione e ciò potrebbe renderli molto più permeabili laggiù in secondaria.
La scelta di Mattia: New England Patriots.


I protagonisti “fantasy”

Myles Gaskin, RB, Miami Dolphins

Il motivo per cui ho voluto inserire Myles Gaskin non ha molto a che fare con matchup, volume o qualsivoglia diavoleria che – giustamente – vi aspettereste di leggere in queste righe: ora vi metterò davanti ad una delle statistiche più irresistibili nella quale io mi sia mai imbattuto -cortesemente inviatami dal mio amico Gissio.
Se prendiamo la produzione di Gaskin durante le settimane dispari e la uniamo a quella dell’eroico J.D. McKissic nelle settimane pari otterremmo una somma che permetterebbe a McGaskin – pigro ma non mi interessa – di essere il quinto miglior running back del fantasy football (half-PPR)
Curiosità senza senso che, come ce ne fosse bisogno, ci ricorda che molti utenti di Reddit abbiano troppo tempo libero a disposizione; non prendiamoci in giro, questa chicca è sicuramente più utile di ogni mio possibile consiglio sul fantasy football.

Non mi sono inventato niente!

Jamaal Williams, RB, Detroit Lions

L’attacco dei Lions è più deprimente che riscaldare al microonde un pasticcio – lasagna, per intenderci – industriale per il pranzo del proprio compleanno – conosco uno che ha trascorso l’ultimo compleanno esattamente così -, ma analizziamo i fatti: D’Andre Swift probabilmente sarà costretto a saltare la partita per l’infortunio alla spalla rimediato giovedì scorso contro i Bears e Jamaal Williams, quindi, diventerà il running back titolare di un Jared Goff che a questo punto della propria avventura in NFL lancia checkdown come se la sua vita dipendesse da YPA inferiore a 6.
Non credo arriveranno touchdown, ma abbiamo valide ragioni per aspettarci un numero di target gargantuesco – e attenti che i Vikings non brillano in run defense.

Hunter Renfrow, WR, Las Vegas Raiders

Pure in questo caso il suggerimento è diretta conseguenza di un infortunio: senza Darren Waller Carr ha riposto tutte le proprie speranze in Renfrow mitragliandolo di target, permettendogli così di mettere insieme una partita da 8 ricezioni per 134 yard, numeri da vero e proprio WR1.
Qualora Waller dovesse essere costretto a bordocampo non dare una possibilità a Renfrow potrebbe essere un errore: considerati i bye un posticino come flex non glielo toglie nessuno.


Uno spunto – ed un pronostico – per le altre partite della settimana

New York Giants @ Miami Dolphins, domenica ore 19:00

I Miami Dolphins, in questa AFC, possono seriamente sperare in un’incredibile qualificazione ai playoff e considerando come stia giocando il reparto difensivo precludere loro la possibilità di tenere in vita l’attuale serie di vittorie fino a gennaio sarebbe ingiusto: domenica arrivano in Florida i New York Giants di Mike Glennon e credo proprio che avranno modo di completare un altro passo in una delle rincorse più improbabili che io abbia mai visto.
Fantasy friendly: Miami Dolphins D/ST. «…domenica arrivano in Florida i New York Giants di MIKE GLENNON e…»
La scelta di Mattia: Miami Dolphins.

Indianapolis Colts @ Houston Texans, domenica ore 19:00

Indianapolis ha spinto al limite i Tampa Bay Buccaneers e personalmente – a parte un paio di errori spezzacuore di Wentz – non mi sento in dovere di rimproverar loro qualcosa, anzi, sono ora più che mai convinto del loro valore: i Colts sono assolutamente una squadra da playoff e domenica hanno l’occasione di riprendere la propria corsa contro i mesti Texans.
Fantasy friendly: T.Y. Hilton, WR, Indianapolis Colts. Anche se non è più lo stesso giocatore di qualche anno fa, i Texans rimangono la vittima prediletta del numero 13 dei Colts.
La scelta di Mattia: Indianapolis Colts.

Minnesota Vikings @ Detroit Lions, domenica ore 19:00

Al momento i Minnesota Vikings, sul 5-6, sarebbero qualificati ai playoff in NFC.
Non credo di dover aggiungere altro.
Fantasy friendly: Alexander Mattison, RB, Minnesota Vikings. Con Cook fuori dai giochi Mattison riceverà un volume fuori di testa contro una delle peggiori run defense della lega.
La scelta di Mattia: Minnesota Vikings.

Philadelphia Eagles @ New York Jets, domenica ore 19:00

Philadelphia la settimana scorsa l’ha fatta veramente grossa, poiché gettare alle ortiche la possibilità di agguantare un record positivo perdendo contro questi New York Giants non è un comportamento da squadra da playoff: fortunatamente per loro, però, domenica giocheranno contro l’altra squadra di New York, quella se possibile ancor più inetta dei Giants.
Fantasy friendly: Boston Scott, RB, Philadelphia Eagles. Tutto dipenderà dalle condizioni di Sanders e Howard, ma Scott dovrebbe ricevere almeno 15 tocchi.
La scelta di Mattia: Philadelphia Eagles.

Arizona Cardinals @ Chicago Bears, domenica ore 19:00

Questa dovrebbe essere la domenica in cui gli Arizona Cardinals tornano ad essere gli Arizona Cardinals grazie ai rientri di Murray ed Hopkins: dall’altra parte troviamo dei Bears che sono quasi riusciti nell’impresa impossibile di perdere contro i Detroit Lions del 2021.
Fantasy friendly: Arizona Cardinals D/ST. Mi conoscete.
La scelta di Mattia: Arizona Cardinals.

Tampa Bay Buccaneers @ Atlanta Falcons, domenica ore 19:00

Ci siamo divertiti a commentare qualche scivolone dei Buccaneers qua e là, ma ora siamo arrivati a dicembre e Tom Brady a dicembre si trasforma nel più grande quarterback di sem… ah, scusate, il fatto sussiste pure negli altri undici mesi.
I Falcons hanno troppi problemi.
Fantasy friendly: Rob Gronkowski, TE, Tampa Bay Buccaneers. È come se quando c’è Gronk in campo Tom Brady giocasse sensibilmente meglio, non so perché, non so per come.
La scelta di Mattia: Tampa Bay Buccaneers.

Jacksonville Jaguars @ Los Angeles Rams, domenica ore 22:05

Per qualche giorno, dopo domenica, i tifosi più innocenti crederanno che i tanti problemi dei Los Angeles Rams facciano definitivamente parte del passato e che la vita sia nuovamente bella e degna di essere vissuta per più di ottant’anni in un mondo che sta letteralmente andando a fuoco.
Fantasy friendly: Matthew Stafford, QB, Los Angeles Rams. Ma sì, dai che torna a giocare da MVP!
La scelta di Mattia: Los Angeles Rams.

Washington Football Team @ Las Vegas Raiders, domenica ore 22:05

Complimentoni a Washington per esser finalmente riuscita a giocare rispettando il proprio potenziale: certi problemi rimangono, l’attacco sembra essere ancora decisamente troppo sterile per gli standard del 2021, ma pian pianino la squadra di football sta risalendo la china ed al momento sembra poter realisticamente ambire i playoff.
Las Vegas, dall’altra parte, resta la squadra più imprevedibile della NFL e dopo la buonissima vittoria contro i Cowboys non credo di poter precluder loro alcun tipo di successo, neppure contro una delle compagini più calde della lega.
Fantasy friendly: Antonio Gibson, RB, Washington Football Team. Gibson sembra essere pronto per un grandissimo finale di stagione, un finale di stagione in grado di ripagare la fiducia di chi ha speso per lui una scelta al secondo round del draft.
La scelta di Mattia: Washington Football Team.

San Francisco 49ers @ Seattle Seahawks, domenica ore 22:25

Non dico niente sui 49ers perché sono molto contento per il loro recente successo ed ho seriamente paura di portare sfortuna e provocare infortuni a titolari chiave come Samuel e Warner… ah!
Fantasy friendly: Elijah Mitchell, RB, San Francisco 49ers. Adoro vedere Mitchell in azione all’interno dell’attacco di Kyle Shanahan.
La scelta di Mattia: San Francisco 49ers.

Denver Broncos @ Kansas City Chiefs, lunedì ore 02:20

Hanno avuto il loro bye week, hanno potuto tirare il fiato e riflettere sulla propria vita, ora mi aspetto il cambio di marcia definitivo: Kansas City Chiefs, è finito il tempo degli scherzi, lo scettro della AFC è abbondantemente alla vostra portata ed è arrivato il momento di segnarne quaranta ogni maledetta domenica.
Vi prego, aiutatemi a vincere al fantasy, qualora dovessi vincere poi mi ritirerei immediatamente dalla competizione perché Nico Rosberg rimane il più grande di tutti i tempi e di tutti gli sport: role model.
Fantasy friendly: Javonte Williams, RB, Denver Broncos. Appena si toglierà di mezzo Gordon Javonte Williams diventerà uno dei migliori running back della NFL.
La scelta di Mattia: Kansas City Chiefs.

Bye week: Carolina Panthers, Cleveland Browns, Green Bay Packers, Tennessee Titans.


Le mie scelte la scorsa settimana: 11-4. Seconda settimana consecutiva da undici pronostici corretti: ora inizierò ad esaltarmi e ricomincerò ad essere arrogante dando per scontate partite che mi riporteranno coi piedi per terra in tempo record. Che vita avara di soddisfazioni.
Le mie scelte finora: 103-58-1. Pian pianino sta cominciando a diventare rispettabile il mio record di pronostici, dai che manca sempre meno al momento in cui riguadagnerò il vostro rispetto e potrò andare a dire a mia mamma che suo figlio è una personalità dell’Internet, non l’ennesimo millennial senza direzione e scopi nella vita.

4 thoughts on “Guida alla tredicesima settimana del 2021 NFL

  1. Mattia la tua “intro” varrebbe un invito al pranzo di Natale…se solo non ci fosse il Covid…tieni duro

  2. Mattia, non mi tornano i conti: io sono 111-82-1 (totale 194 partite).

    Tu non fai il pronostico del giovedì (ma quelli del Giorno del Ringraziamento li hai fatti), quindi dovresti avere un totale di 12 partite meno di me (ovvero 182). Però 103+58+1 fa 162… ne sono sparite 20!

    • No, scusa, idiota io: prima da cellulare ho letto l’articolo giusto, poi da computer ho visualizzato quello di settimana scorsa. Mi cospargo il capo di cenere…

Leave a Reply to Mattia Righetti Cancel reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.