Shares

Settimana fino a questo punto orribile, probabilmente una delle più brutte e meste da quando seguo la NFL.

L’incidente di Ruggs ci ha ribadito quanto l’educazione, malgrado raramente faciliti entrate sul proprio conto corrente, resti importante anche per chi riesce a guadagnare milioni “semplicemente” affidandosi al proprio fisico: nell’era di Uber, Lyft e tutte le varie app grazie alle quali una persona può andare da punto A a punto B in tutta sicurezza indipendentemente dai bagordi della serata precedente, è inaccettabile e francamente deprimente che ci si ostini a mettersi alla guida e credo che dietro scelte del genere siano rintracciabili carenze educative che finché non saranno completamente estirpate dalla nostra società ci condanneranno ad ulteriori, insopportabili, anni di Medioevo, morte e sofferenze.
Il numero di persone la cui vita è stata stravolta da una decisione imperdonabilmente stupida di Ruggs è schifosamente alto e l’unico augurio è che ognuno di loro possa trovare un modo per ritornare a condurre un’esistenza dignitosa e serena il prima possibile, anche se mi rendo conto che ciò probabilmente non accadrà mai.

Poi, dal nulla, il giorno dopo salta fuori che Aaron Rodgers sia positivo al Covid-19 e che in quanto non vaccinato sarà costretto a rimanere lontano dai Packers almeno per 10 giorni, numero che mette a forte rischio la sua presenza per la partita contro i Seahawks di domenica prossima: lo sapete, amo Aaron Rodgers il giocatore quasi quanto ami Aaron Rodgers l’uomo che, avendo avuto l’opportunità di conoscerlo mezz’ora alla settimana grazie all’intervista del martedì rilasciata a Pat McAfee, ho sempre ritenuto essere un individuo estremamente intelligente, contemplativo ed in grado di utilizzare le parole meglio di qualsiasi altro atleta professionista.
Giustamente, però, il mondo viene messo davanti al fatto che Rodgers al posto del vaccino si sia sottoposto ad un’esoterica terapia omeopatica volta ad alzare il livello degli anticorpi ed ecco che in un istante il mito crolla: non credo ci sia da aggiungere altro, se non che finalmente, a quasi 26 anni d’età, abbia finalmente compreso il significato di «non bisognerebbe mai conoscere i propri miti».
Parliamo di football che è meglio.


Le partite più interessanti della settimana

Cleveland Browns @ Cincinnati Bengals, domenica ore 19:00

Qualche giorno fa, parlandovi delle più grandi delusioni della stagione, alcuni di voi mi hanno ripreso per il mancato inserimento dei Cleveland Browns impiantandomi un intrigante dubbio in testa circa la loro stagione: in tutta sincerità non credo di aver i mezzi per decidere se definirli “delusione” o meno, l’unica cosa di cui sono sicuro è che non avessero assolutamente bisogno del dramma con Odell Beckham Jr. protagonista, attualmente “fuori squadra” anche se ancora a roster.
I Bengals per una settimana hanno illuso noi osservatori esterni e spezzato il cuore ai titubanti tifosi che, dopo la vittoria contro i Ravens, erano convinti che le cose fossero finalmente cambiate: l’unico modo per lasciarsi definitivamente alle spalle quanto successo ad East Rutherford è affossare definitivamente i Browns e riprendere l’esaltante marcia playoff con una decisa e potenzialmente decisiva vittoria.
Partita fondamentale per entrambe le squadre, anche se mi sentirei di dire che lo sia un po’ più per i Browns.
Fantasy friendly: Jarvis Landry, WR, Cleveland Browns. Quanto farebbe ridere se il “criticato” Mayfield riempisse di target il miglior amico di OBJ, Jarvis Landry, a pochi giorni di distanza dall’upload del video della discordia?
La scelta di Mattia: Cincinnati Bengals.

Green Bay Packers @ Kansas City Chiefs, domenica ore 22:25

Un paio d’anni fa fu un infortunio occorso a Mahomes a privarci del testa a testa con Aaron Rodgers, quest’anno ci ha pensato la stupidità del mio amato Rodgers ed una buona dose di sfortuna – vaccinato o meno la partita di domenica l’avrebbe quasi sicuramente saltata: non c’è niente da fare, i poteri forti non vogliono regalarci l’opportunità di assistere al primo derby della State Farm.
Sono molto curioso di vedere come si comporterà Jordan Love, quarterback che molto probabilmente l’anno prossimo sarà chiamato a dirigere questo reparto offensivo senza far rimpiangere l’assenza di Aaron Rodgers: contro dei Chiefs che l’hanno scampata per un pelo con i New York Giants non mi sento di precludere nessun risultato.
Preparatevi a massicce dosi di Jones e Dillon: per “voi” intendo la difesa dei Chiefs, non voi lettori, voi siete sempre pronti.
Fantasy friendly: Davante Adams, WR, Green Bay Packers. Non fatevi intimidire dall’assenza di Rodgers, Adams rimane must start anche con Jordan Love: aspettatevi punti.
La scelta di Mattia: Kansas City Chiefs.

Tennessee Titans @ Los Angeles Rams, lunedì ore 02:20

Ed anche il re si è rivelato essere mortale.
Fatico a parlare di questa partita senza chiedermi cosa sarebbe successo se il buon Derrick Henry non si fosse fratturato quel maledetto metatarso: malgrado la comprensibile antipatia per i Titans odio con tutto me stesso quanto accaduto ad Henry perché ci ha privati di una stagione potenzialmente leggendaria.
A proposito di stagioni leggendarie, è lecito vedere Matthew Stafford come favorito per l’MVP?
Fantasy friendly: Van Jefferson, WR, Los Angeles Rams. Ovviamente Kupp e Woods li schiererete senza bisogno dei miei consigli, ma attenzione che dopo il taglio di Jackson credo che il ruolo di Jefferson in questo attacco crescerà sensibilmente.
La scelta di Mattia: Los Angeles Rams.


I protagonisti “fantasy”

Tua Tagovailoa, QB, Miami Dolphins

Da quando è tornato dall’infortunio, dal punto di vista fantasy, Tua non ha affatto giocato male producendo sempre e comunque numeri rispettabili: contro la putrida difesa dei Texans, voglioso di dimostrare a chi di dovere il proprio valore, potrebbe giocare una partita di tutto rispetto.
Ripeto, la difesa dei Texans è parecchio generosa pure con i quarterback.

Emmanuel Sanders, WR, Buffalo Bills

La settimana scorsa vi ho consigliato caldamente di schierarlo e giustamente non ha messo a segno nemmeno un punto: senza vergogna, ci riprovo.

Josh Jacobs, RB, Las Vegas Raiders

Jacobs dovrebbe essere sano e quando la salute glielo permette vede sempre un buon numero di palloni: il fatto che giochi contro una difesa che quest’anno sta concedendo davvero tanto ai running back è un plus non ignorabile.
I Giants hanno concesso o un touchdown o cento rushing yard ad un RB in sette delle otto partite giocate finora, perciò…


Uno spunto – ed un pronostico – per le altre partite della settimana

Atlanta Falcons @ New Orleans Saints, domenica ore 19:00

Rieccoci finalmente a quel punto dell’anno in cui dedicheremo settimanalmente svariati minuti d’esistenza a chiederci se Taysom Hill sia in possesso degli strumenti per essere un quarterback titolare in NFL: fortuna che ci pensano le tradizioni a dare struttura e coerenza alla vita.
Il destino della stagione di New Orleans dipenderà ovviamente dalla difesa e vedendo come ha giocato fino a questo momento mi sentirei di dire che le loro possibilità di qualificarsi ai playoff non siano poi così basse.
Fantasy friendly: New Orleans Saints D/ST. Senza Calvin Ridley l’attacco dei Falcons perde molto.
La scelta di Mattia: New Orleans Saints.

Denver Broncos @ Dallas Cowboys, domenica ore 19:00

Bravissimi Denver Broncos, siete riusciti a vincere una partita di football americano contro un’avversaria che per motivi probabilmente di natura spirituale ha rinunciato categoricamente a giocare all’attacco: ho amato, devo confessarlo, il vostro tentativo di regalar loro la vittoria commettendo fumble ad una manciata di secondi dal termine quando tutto ciò che dovevate fare era correre per guadagni minimi e bruciare un po’ di tempo.
I Dallas Cowboys, squadra seria capace di vincere con il quarterback di riserva contro squadre poco serie, non dovrebbero aver problemi a portarsi a casa il settimo urrà stagionale – a patto che Dak giochi.
Fantasy friendly: Melvin Gordon, RB, Denver Broncos. Lui i punti, malgrado tutto, continua a farli.
La scelta di Mattia: Dallas Cowboys.

New England Patriots @ Carolina Panthers, domenica ore 19:00

Dopo aver inceppato l’attacco dei Chargers i Patriots non possono permettersi di fallire una partita che in una AFC così caotica potrebbe rivelarsi decisiva per il loro destino playoff: i Panthers, malgrado una buonissima difesa, sono incredibilmente prevedibili e tristi in attacco e credo proprio che Belichick troverà un modo per punirli, salvo rientri McCaffrey.
Fantasy friendly: Damien Harris, RB, New England Patriots. Volume signori, volume.
La scelta di Mattia: New England Patriots.

Minnesota Vikings @ Baltimore Ravens, domenica ore 19:00

Riusciranno i nostri amati Baltimore Ravens a concludere una partita senza mancare tre dozzine emmezzo di tackle?
Il valore assoluto dei Vikings è superiore al loro record ma dopo la sconfitta rimediata per mano di Cooper Rush fatico a continuare a prenderli sul serio, malgrado nel loro DNA adenina, citosina, guanina e timina siano sostituiti da imprevedibilità, inconsistenza, mollezza e predisposizione e ciò li rende capaci di battere – od essere battuti da – veramente chiunque.
In ogni caso, questo è il Derby Violista, per forza di cose la partita a cui tengo più del campionato.
Fantasy friendly: Rashod Bateman, WR, Baltimore Ravens. I Vikings faticano tremendamente a contenere i ricevitori e Bateman, nei pochi snap giocati, ha dato prova di non aver problemi a scrollarsi di dosso il defensive back di turno.
La scelta di Mattia: Baltimore Ravens.

Buffalo Bills @ Jacksonville Jaguars, domenica ore 19:00

Questa è la classica partita che negli anni passati avrei pesantemente snobbato condannando la squadra favorita ad un’umiliante sconfitta: questo è un Mattia diverso, un Mattia che rispetta tutti – quasi – e che per questa ragione dedicherà un paio di righe pure ai Bills contro i Jaguars non dicendo niente ma obbligandovi comunque ad arrivare fino in fondo alla frase.
Buffalo non dovrebbe aver alcun problema a strapazzare una squadra senza sugo.
Fantasy friendly: Buffalo Bills D/ST. Sapete che io amo le difese.
La scelta di Mattia: Buffalo Bills.

Houston Texans @ Miami Dolphins, domenica ore 19:00

Scusate, un dubbio veloce: questa è una partita o un’occasione per incontrarsi all’aria aperta e discutere un po’ del futuro di Deshaun Watson per i due front office?
Forse ha limiti tecnici che lo condanneranno ad una carriera non particolarmente brillante, ma il trattamento che sta subendo Tua non lo meriterebbe nessun atleta professionista e non.
Fantasy friendly: Deshaun Watson, QB, Miami Texans. Vi sto prendendo in giro.
La scelta di Mattia: Miami Dolphins.

Las Vegas Raiders @ New York Giants, domenica ore 19:00

I Raiders hanno reagito allo scandalo Gruden inanellando un paio di vittorie consecutive, vediamo se pure questa volta troveranno modo di lasciarsi tutto alle spalle per almeno un paio d’ore.
Questa squadra, qualsiasi cosa succeda, merita un sincero applauso per la forza mentale che le sta impedendo di implodere malgrado ne avrebbe tutte le ragioni.
Fantasy friendly: Darren Waller, TE, Las Vegas Raiders. Dai Darren, questo è il momento di tornare a dominare.
La scelta di Mattia: Las Vegas Raiders.

Los Angeles Chargers @ Philadelphia Eagles, domenica ore 22:05

I Chargers nelle ultime settimane si sono un po’ smarriti: questa deve essere la partita in cui ritrovano la retta via.
Non voglio fare il Massimiliano Allegri della situazione, ma tutto ciò che serve a questa squadra è un po’ di calma ed un paio di respiri profondi, raramente strafare porta al successo in questa lega: i Chargers, soprattutto in attacco, sembrano perennemente in competizione con il cronometro per mettere a segno un touchdown nel minor tempo possibile.
HALMA!
Fantasy friendly: Boston Scott, RB, Philadelphia Eagles. Ogni volta che Sanders è costretto a perdere tempo per un infortunio, il buon Scott entra in campo e produce numeri nettamente superiori a quelli del compagno di backfield: Boston Scott amico vero.
La scelta di Mattia: Los Angeles Chargers.

Arizona Cardinals @ San Francisco 49ers, domenica ore 22:25

Ok, i Cardinals hanno perso una partita che per forza di cose avrebbero dovuto vincere ed a questo punto le possibilità sono due, ossia reagire immediatamente con serenità e razionalità ad un naturalissimo passo falso od entrare in un circolo vizioso di grossolanità e pessime scelte che finirà per costar loro la stagione: i vecchi Cardinals, dopo sconfitte del genere, sceglievano sempre e comunque la seconda opzione.
Questa è una vera e propria prova di maturità che ci permetterà di prendere il polso alla loro maturazione.
Fantasy friendly: chicchessia running back dei San Francisco 49ers. Io di questo backfield non ci capisco più nulla, perciò tenete d’occhio le news e schierate il titolare ché la run defense dei Cardinals è tutt’altro che irresistibile.
La scelta di Mattia: San Francisco 49ers.

Chicago Bears @ Pittsburgh Steelers, martedì ore 02:15

Continuo a nutrire serissimi dubbi sugli Steelers e sul loro destino poiché è vero che stanno trovando modo di vincere malgrado un reparto offensivo letargico, ma è altresì vero che uno scoiattolo cieco che dopo mille tentativi trova una ghianda non può essere definito efficiente nel procacciarsi cibo: ho come l’impressione che prima o poi tutti i nodi verranno al pettine, anche se probabilmente quel momento non coinciderà con lunedì notte.
L’attacco dei Bears è troppo inefficiente per pensare di avere una possibilità contro questa difesa.
Fantasy friendly: Khalil Herbert, RB, Chicago Bears. Ora che Rodgers si è rivelato essere un pirla come tutti noi Khalil Herbert è il mio nuovo giocatore preferito.
La scelta di Mattia: Pittsburgh Steelers.


Le mie scelte la scorsa settimana: 7-7. Qua non c’è molto da dire, finché i Jets di Mike White battono gli stessi Bengals che la settimana prima avevano sculacciato i Ravens a casa loro azzeccare pronostici sarà molto, molto, MOLTO difficile ma siccome umiliarmi sull’Internet è ciò che più mi permette di essere me stesso, continuerò a farlo con rivedibile insistenza ché almeno vi strappo un sorriso.
Le mie scelte finora: 69-45. Beh dai se non altro ho avuto occasione di scrivere il numero “69” che in quanto nativo digitale fa sempre ridere: volete forse dirmi che pure chi non è nativo digitale ride ebetemente alla visione di questo numero?
Incredibile!

Post By Mattia Righetti (516 Posts)

Mattia, 25 anni. Una versione più irsuta e povera di Larry David, ma il concetto è lo stesso. A volte Julian Edelman. Se non mi seguite su Twitter (@matiofubol) ci rimango male

Connect

11 thoughts on “Guida alla nona settimana del 2021 NFL

    • Ne parlo più approfonditamente la settimana prossima nel pagellone della NFC ;)

  1. Dispiace tantissimo per Henry, gli infortuni sono parte del gioco, ma rimane l’amaro in bocca di quello che sarebbe potuta essere la stagione con lui in campo.
    Su Rodgers ho sempre apprezzato il giocatore ma ho sempre nutrito dubbi sull’uomo. Dopo questo episodio i miei dubbi sull’uomo sono diventate certezze… al pari di Irving nella NBA, gli impedirei di giocare fino a fine stagione. Posto il fatto che nel privato ognuno fa quello che vuole, una grande lega attenta all’immagine non può consentire che uno dei suoi uomini immagine veicoli un messaggio anti-scientifico e retrogrado.

    • Rodgers sarà un messaggero del male (tutto da dimostrare visto che tampone positivo non significa essere malati – lo spiega l’inventore dei tamponi stesso), ma tu sei di un’ignoranza abissale e incomparabile: 1) il principio dell’habeas corpus è universale 2) Irving è finito sui giornali perchè gioca a Brooklyn, giocasse a Orlando o Houston nemmeno l’avresti sentito nominare (=> sei completamente plagiato dai media).

      • Io sono ignorante in modo abissale, non ho mai detto di essere colto.
        Però tu devi leggere con più attenzione quelli che scrivo:
        1- concordo con l’habeas corpus, e infatti nel mio intervento ho scritto che nel privato ognuno fa quello che vuole.
        2- non ho scritto nè che Rodgers sia malato nè positivo o cosa, non sono neppure entrato nel merito. Mi sono solo espresso sul fatto che Rodgers NELLA MIA PERSONALE OPINIONE fa delle scelte del cazzo, tipo affidarsi a santoni e medicine omeopatiche non scientifiche….
        3- Irving come Rodgers è un uomo immagine della lega e NELLA MIA PERSONALE OPINIONE, una lega che si schiera a favore del vaccino dovrebbe impedire ai giocatori vaccinati di non giocare, altrimenti rischi di cadere in contraddizione.
        Non sono plagiato da alcun media, e non penso di aver offeso nessuno (a parte Rodgers forse); ho solo espresso una opinione. Il tuo nervosismo lo trovo del tutto fuori luogo.

        • Mattia purtroppo l argomento vax crea inevitabilmente discussioni.
          Io credo che senza la scienza medica la ns vita sarebbe peggio in termini di salute. Penso che in uno sport come il football , il vax sia uno scudo in piu. MIA OPINIONE,
          tutto qua

        • Confermo tutto e tu confermi tutto.
          Da anni do a Rodgers della primadonna ma siccome in NFL girano i peggio criminali attaccarlo per una scemenza (3783, ricorda) è roba da fanatici.
          Quanto al dettare i codici di comportamento alla NBA… seriously, rileggiti.
          Cronaca: Biden, uno degli enforcer della pagliacciata, sta al 25% di gradimento (peggior dato nella storia).

  2. Senza quell’ errore di green , arizona avrebbe vinto la partita al fotofinish. Li vedo come i favoriti ad ovest insieme ai rams e bucs

  3. I miei pronostici nell’ultima settimana: 5-10.

    Totale annata: 69-53 (il 69 ce l’ho anch’io, ma pronosticando anche le partite del giovedì ho 8 errori in più).

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.