Introduzione forse un po’ più lunga del solito oggi perché, se vi volete sufficientemente male da arrivare fino in fondo ad ogni mio articolo, avrete notato che il recap di lunedì fosse il mio articolo numero 499 per questo sito: quello di oggi, intuitivamente, è il mio cinquecentesimo articolo e cinquecento è un numero importante, credo.
Non voglio dilungarmi in sviolinate, l’unica cosa che so dirvi è che sono incredibilmente grato ad ognuno di voi per avermi fatto arrivare a cinquecento – a questo punto siete voi il motivo per cui continuo a scrivere, anche se non so per quanto io possa continuare a farlo – e malgrado sperassi con motivata speranza di “avercela fatta” ben prima del cinquecentesimo articolo, eccomi ancora qua, goffamente immobile alla casella di partenza: bella la vita, eh?
Vi ringrazio con gaudente riconoscenza per l’incredibile affetto e partecipazione e se siete head hunter – ‘sta cosa dell’inglese per ogni concetto/parola è sfuggita di mano – di qualche azienda per favore contattatemi il più velocemente possibile che fra un paio di settimane sarò ufficialmente disoccupato e già non ne posso più di quella sensazione di vuoto cosmico ed ansia data dall’assenza di un futuro chiaro e promettente: ora passiamo all’introduzione vera.

Questa è una settimana tragica, è una settimana in cui poche delle partite in programma sanno emozionarmi – non potete aver idea di quanto sia stato difficile trovare tre partite da inserire nel paragrafo qui sotto – nonché la settimana che passerà alla storia con il poco rassicurante nome di byepocalipse: con ben sei squadre in bye week, mettere insieme una formazione rispettabile al fantasy football è un’impresa alla portata di pochissimi coraggiosi, figuratevi che io “scenderò” in campo con Khalil Herbert dei Bears e Devonta Freeman dei Ravens – nel caso in cui Latty Murray non dovesse giocare.
Non ci sono running back, non c’è scelta, non c’è nulla e da quando gioco al fantasy football – 2012 mi sembra – non ho mai vissuto una settimana così mesta nella quale io sia stato costretto a scavare nel waiver a caccia di un running back in grado di garantirmi quattro o cinque punti: sì, sono così disperato.

C’è poco da fare, questa forse potrà essere la peggior domenica della stagione anche se mi rendo conto che fintanto c’è del buon football a tenerci compagnia in televisione una domenica, per forza di cose, non sarà mai particolarmente triste o brutta.


Le partite più interessanti della settimana

Kansas City Chiefs @ Tennessee Titans, domenica ore 19:00

VEDREMO TANTI PUNTI – o almeno così spererei avendo Mahomes ed Hill al fantasy – VEDREMO TANTI PUNTI E POCA DIFESA e so che a qualcuno ciò potrà non piacere ma purtroppo – o per fortuna – questa sarà la NFL dei nostri figli, anche se io figli non ne voglio avere perché costano tanto, inquinano troppo e sinceramente se dico ad una persona di amarla come posso dirlo guardandola negli occhi se poi le impianto quattro chili di creatura nel ventre?
In ogni caso, partita molto interessante fra due squadre che stanno risalendo la china in una AFC che non aspetta veramente più nessuno: con Denver, Las Vegas e Los Angeles nuovamente mortali Kansas City deve ricucire lo strappo quanto prima possibile.
Fantasy friendly: Mecole Hardman, WR, Kansas City Chiefs. Con Tyreek non al 100% il ruolo di Hardman in questo attacco è destinato ad aumentare.
La scelta di Mattia: Kansas City Chiefs.

Cincinnati Bengals @ Baltimore Ravens, domenica ore 19:00

I Cincinnati Bengals quest’anno mi piacciono, non eccessivamente, ma mi piacciono: la difesa, reparto che negli ultimi anni è stato spesso imbarazzante, sembra aver trovato una certa stabilità che le permette di performare a livelli decorosi ogni singola settimana mentre l’attacco, malgrado l’assenza della linea d’attacco su cui un fenomeno come Burrow dovrebbe poter contare, sta sfruttando nel migliore dei modi il talento cristallino dei vari Chase, Higgins e Mixon.
Baltimore dopo la sorprendente vittoria – più nelle modalità che per altro – contro Los Angeles si trova al primo posto in AFC e con Pittsburgh e Cleveland ben distanziate non può permettersi passi falsi nel primo, decisivo, scontro divisionale dell’anno: e se quest’anno la AFC North fosse decisa proprio dai vari Bengals contro Ravens?
Che mondo strano quello della NFL.
Fantasy friendly: qualsiasi running back di Baltimore perché probabilmetne saranno gli unici ad essere ancora disponibili nel waiver.
La scelta di Mattia: Baltimore Ravens.

Detroit Lions @ Los Angeles Rams, domenica ore 22:05

Il trolling a volte ̬ divertente ed il motivo per cui trovo interessante questo testa a testa ̬ la stretta di mano nel postpartita fra McVay e Goff: altroch̩ Brady e Belichick Рfiguratevi che qualcuno ̬ stato in grado di costruirci sopra una mezza telenovela sul loro saluto a colpi di patetici post sui social -, qui voglio vedere tutti i piccoli Paul Ekman di questo mondo lanciarsi in spassose analisi sul linguaggio del corpo di due uomini i quali destini, un tempo non molto remoto, erano indissolubilmente legati.
Per quanto riguarda la partita c’è poco da dire, Detroit le ha perse tutte e sta perdendo per infortunio ogni giocatore che abbia una ragione di stare in campo, Los Angeles finora le ha vinte tutte tranne una: mi dispiace per il povero Jared Goff, McVay si è comportato come il marito con cui stai dalle medie che ha deciso di mollare tutto per ricominciare una nuova vita con una ragazza vent’anni più giovane.
Umanamente, e lo dico con sincerità, mi dispiace per Jared Goff – anche se si sta parlando di un milionario.
Fantasy friendly: Los Angeles Rams D/ST. Nel corso di questo articolo leggerete giusto un paio di volte la combinazione di lettere “D/ST”.
La scelta di Mattia: Los Angeles Rams.


I protagonisti “fantasy”

Darrell Henderson, RB, Los Angeles Rams

Ovviamente se avete la fortuna di poterlo vantare a roster lo schiererete titolare, il motivo per cui lo metto qua dentro – oltre alla mia disabilitante mancanza di creatività e competenza – è il matchup: gioca contro i Detroit Lions appena demoliti da Joe Mixon.
E Chris Evans.

Mike Gesicki, TE, Miami Dolphins

Non potevo esimermi dall’inserire un tight end: domenica, infatti, è National Tight End Day – se volete saperne di più cliccate qui – e Mike Gesicki, zitto zitto, nella palude di Miami ha già ricevuto ben 43 target.
Volume e matchup lo rendono appetibile, soprattutto in una domenica così mesta.

Arizona Cardinals D/ST

Giocano contro Houston e nelle ultime settimane hanno messo la museruola agli attacchi dei Rams, ‘Niners e Browns: ripeto, domenica giocano contro i Texans.


Uno spunto – ed un pronostico – per le altre partite della settimana

Carolina Panthers @ New York Giants, domenica ore 19:00

Qualche giorno fa ho aperto Fantasypros per leggere qualche aggiornamento sullo stato di salute di vari giocatori e in rapida successione mi sono beccato i DNP – Did Not Practice – di Barkley, Toney, Golladay e Shepard: potete dire quello che volete su Daniel Jones, ma per un motivo o per l’altro in questi anni non gli è mai andato bene nulla e imputare esclusivamente a lui l’imminente fallimento di questa stagione rischia di essere intellettualmente pigro e miope.
Fantasy friendly: Carolina Panthers D/ST. New York potrebbe giocare senza attacco, perciò…
La scelta di Mattia: Carolina Panthers.

New York Jets @ New England Patriots, domenica ore 19:00

Sapete cosa succede quando Belichick incontra un quarterback roo… Ah sì quasi dimenticavo, David Mills.
Il primo incontro fra Wilson e Belichick non è stato particolarmente memorabile per Wilson.
Fantasy friendly: New England Patriots D/ST. Non ci sono running back, ovvio che metta tutti i reparti difensivi possibili.
La scelta di Mattia: New England Patriots.

Washington Football Team @ Green Bay Packers, domenica ore 19:00

Il gap fra i record lascerebbe presagire ad una facile vittoria dei Packers, ma attenzione che Washington, con Dallas oramai definitivamente scappata, ha disperatamente bisogno di cominciare a vincere il prima possibile e per questa ragione prevedere una partita giocata con il coltello fra i denti non è sciocco: Green Bay sta esprimendo un buon football, ma di tanto in tanto sa essere inconsistente e fumosa e Washington, disperata com’è, deve approfittare dei passaggi a vuoto avversari.
Fantasy friendly: Ricky Seals-Jones, TE, Washington Football Team. A Heinicke piace lanciarla ai tight end e Seals-Jones è sempre pericoloso nei pressi della end zone.
La scelta di Mattia: Green Bay Packers.

Atlanta Falcons @ Miami Dolphins, domenica ore 19:00

A quanto pare nelle ultime ore le voci di trade riguardanti Deshaun Watson – accostato a Miami, Carolina e Philadelphia – si sono intensificate: ovviamente le società coinvolte sanno cose sugli sviluppi giudiziari della brutte faccende in cui è coinvolto che a noi – soprattutto agli amatori oltreoceano – non sono date sapere e malgrado il talento di Watson sia incommensurabile, mollare dopo una manciata di partite l’esperimento Tua sarebbe alquanto umiliante, soprattutto in luce dei possibili crimini commessi da Watson.
Non vedo l’ora di scrivere un articolo indignato sull’ipocrisia della NFL per poi spammarlo su qualche gruppo Facebook nel quale sarò accusato di buonismo, ipocrisia, radical chicchismo e servilità all’ineluttabile dittatura del politicamente corretto: c’è poco da fare, io la vita la so vivere da dio, ogni mia scelta compiuta negli ultimi sei anni mi ha portato a vivere giorno dopo giorno il mio sogno.
Sopprimetemi.
Fantasy friendly: Tua Tagovailoa, QB, Miami Dolphins. Cosa volete da me?
La scelta di Mattia: Atlanta Falcons.

Philadelphia Eagles @ Las Vegas Raiders, domenica ore 22:05

Non posso fare a meno di sorridere realizzando che in caso di vittoria Las Vegas si porterebbe sul 5-2, un record inconcepibile se realizziamo che solo una settimana li vedevamo come una franchigia allo sbando destinata ad una lunga agonia che si sarebbe protratta fino ad inizio gennaio.
La vittoria di domenica sui putridi Broncos mi ha veramente scaldato la scheda madr… ehm, il cuore.
Fantasy friendly: Jalen Hurts, QB, Philadelphia Eagles. Finché segna due rushing TD a partita è must start.
La scelta di Mattia: Las Vegas Raiders.

Houston Texans @ Arizona Cardinals, domenica ore 22:25

Avevo un compagno d’università che per rendersi più interessante scommetteva su tutto, qualsiasi cosa stesse per accadere la sua reazione automatica era «se succede [cosa] mi tingo i capelli/mi taglio la barba e non i baffi…» e trovandomi costretto a mettere giù un paio di righe su questa partita ho pensato a lui perché avrei voluto commentare con qualcosa come «se vincono i Texans mi tolgo i baffi con una pinzetta in diretta su YouTube»: fortunatamente i Texans non vinceranno.
Che brutta cosa essere belli d’aspetto ma poveri di contenuto – sto parlando del mio compagno d’università, intendiamoci, io non ho né aspetto né contenuti.
Fantasy friendly: James Conner, RB, Arizona Cardinals. Con la carestia di running back che ci troviamo costretti a fronteggiare poter schierare Conner è un lusso.
La scelta di Mattia: Arizona Cardinals.

Chicago Bears @ Tampa Bay Buccaneers, domenica ore 22:25

Devo dirlo? Ma sì, lo dico: quell’ «I still own you» di Aaron Rodgers mi ha esaltato a livelli da pastorizia/bomberismo e malgrado tenda a schifare qualsiasi esibizione eccessiva d’emozioni, quella di domenica del numero 12 è probabilmente il singolo episodio per me più significativo di Week 6.
Amo Rodgers, lo sapete, e vederlo essere goliardico senza alcun filtro mi ha genuinamente divertito: dai tifosi dei Bears, tenete duro che a breve la NFL lo spedirà al seminario di sensibilità tenuto dal vostro amato Mattia.
Fantasy friendly: Leonard Fournette, RB, Tampa Bay Buccaneers. Incredibile, Brady è riuscito a trasformare pure Fournette in un giocatore affidabile e brillante.
La scelta di Mattia: Tampa Bay Buccaneers.

Indianapolis Colts @ San Francisco 49ers, lunedì ore 02:20

Non so chi sarà il quarterback titolare dei ‘Niners – al momento il favorito, per questioni di salute, sembrerebbe essere Jimmy G -, so solo che in luce del ritmo tenuto da Cardinals e Rams non possono permettersi di perdere questa partita: Indianapolis, in realtà, nelle ultime settimane ha giocato piuttosto bene e ha disperato bisogno di trovare quella continuità di risultati che permetterebbe alla loro autostima di prevalere sul buonsenso, perché questi poveretti sono mitragliati dagli infortuni ed aspettarsi che continuino a vincere sta diventando impossibile anche per il più ingenuo dei tifosi.
Fantasy friendly: Elijah Mitchell, RB, San Francisco 49ers. Shanahan è un bravo allenatore ma vi giuro che non riesco a capire la sua gestione di un backfield.
La scelta di Mattia: San Francisco 49ers.

New Orleans Saints @ Seattle Seahawks, martedì ore 02:15

L’anno scorso sarebbe stata una delle partite più esaltanti della stagione, quest’anno è il derby delle promesse – quasi – mancate fra Jameis Winston e Geno Smith.
Smith, ad onor del vero, contro Pittsburgh domenica scorsa ha giocato una partita commovente fatta di cuore e attributi, peccato che per vincere in NFL non bastino solo quelli.
Fantasy friendly: New Orleans Saints D/ST. Non mi fido particolarmente di Geno Smith, malgrado attributi e cuore.
La scelta di Mattia: New Orleans Saints.

Bye week: Buffalo Bills, Dallas Cowboys, Jacksonville Jaguars, Minnesota Vikings, Pittsburgh Steelers, Los Angeles Chargers.


Le mie scelte la scorsa settimana: 10-3. Sinceramente, penso di averlo già esplicitato, non mi interessa sbagliare un pronostico riguardante i Ravens se questi poi maciullano i lanciatissimi Los Angeles Chargers dandomi la dolorosa speranza che malgrado infortuni e mille difficoltà questo possa essere l’anno buono: poi, puntuale, arriverà gennaio a chiarire un paio di dubbi ed a farmi passare un paio di pomeriggi interessanti su Facebook a leggere cose su leoni, iene e cani. Chi sa, sa.
Le mie scelte finora: 54-34. Non è un record di cui vantarsi con le ragazze al bar, ma è finalmente un record accettabile per una persona che ha deciso di sua spontanea volontà di lanciarsi in pronostici nel vano tentativo di aumentare la sua rispettabilità.

3 thoughts on “Guida alla settima settimana del 2021 NFL

  1. Veramente tanti complimenti per il raggiungimento del traguardo dei 500 articoli.
    Sono sempre puntuali e interessanti, per me un riferimento per capirci qualcosa in più di questo bellissimo mondo che è la NFL.
    Non sono head hunter di nulla purtroppo, ma ti auguro il meglio!
    Grazie, grazie, grazie!!

  2. Neanch’io sono head hunter tuttavia, visto che scrivi cosí bene, ti vedrei più a dazn, sky che in qualche azienda di salumi, latticini o accessori per l’edilizia :)
    Tornando al football, questi Bengals sono la versione migliore degli ultimi anni, finalmente si vede la luce in fondo al tunnel.
    Oggi tuttavia c’è la possibilitá che Baltimora apparecchi per Burrow un pomeriggio tipo quello offerto a Herbert una settimana fa, la difesa Ravens sta crescendo grazie anche ai ritorni di Deshon Elliot e Josh Bynes.

    • Ti ringrazio Alessandro, ma purtroppo ad essere pagati per scrivere di sport sono sempre gli altri e io appartengo alla categoria degli “uni”: coi tempi che corrono credo potrei seriamente baciarmi le mani a lavorare coi latticini e portarmi a casa una scamorza al mese ;)

Leave a Reply to Mattia Righetti Cancel reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.