Pocket

Come tradizione vuole, alla NFC è riservata la seconda slot, quella a mio avviso più privilegiata in quanto messa in risalto da giorni e giorni di trepidante attesa e… forse è meglio iniziare immediatamente, che ne dite?

NFC NORTH

Chicago Bears

Record del 2019: 8-8.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Mitchell Trubisky. Probabilmente la risposta più scontata di questa coppia di articoli: per l’ex seconda scelta assoluta al draft in cui – fra gli altri – furono selezionati Mahomes e Watson il 2020 rappresenta quasi sicuramente l’ultima chiamata per raddrizzare una carriera vicina ad essere irrimediabilmente compromessa.

Aspettative per il 2020: Ritornare ai playoff ed una volta dentro non sbagliare i piazzati. L’aspettativa rimane la stessa, ma con una consapevolezza diversa: se nel 2019 Nagy e l’intero front office credevano che il successo ai playoff si trovasse ad un misero kicker di distanza, quest’anno i piani alti di Chicago si approcciano all’imminente stagione con una simile convinzione riguardante però il quarterback.
E forse l’intero reparto offensivo, ma non fate troppo rumore per favore, non vorrei svegliar la loro ragione da un sonno che si prolunga da circa un anno e mezzo.

Grado di realizzabilità: Chiedetelo a Trubisky. Con un pass rush del genere nulla appare fuori dalla loro portata, ma con un attacco in grado di incappare in fastidiosi three n’ out anche durante sessioni d’allenamento senza difesa occorre contenere l’entusiasmo, soprattutto in una division così ostica.

Detroit Lions

Record del 2019: 3-12-1.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Matthew Stafford. Non è giusto, però il matrimonio fra Lions e Stafford non sembra essere più così solido e dal successo del 2020 capiremo molte cose sul loro futuro.

Aspettative per il 2020: Giocarsela sempre e comunque contro chiunque, poi si vedrà. Playoff? Troppo presto? Troppo poco? Difficile capire quale sia l’obiettivo dei Lions, ma da anni appare chiaro che indipendentemente dall’avversaria Detroit riuscirà a rimanere aggrappata alla partita… salvo poi perderla nel modo più beffardo possibile: il talento è ben maggiore rispetto a quello dello scorso anno e con un po’ di fortuna una stagione da dieci vittorie non appare assolutamente fuori dalla loro portata.

Grado di realizzabilità: Sono i Lions. Detroit non è perseguitata dalla sfiga dei Chargers, ma da qualcosa di più simile ad una maledizione: quella di Bobby Lane, teoricamente, dovrebbe essersi esaurita, pertanto fatico a comprendere chi si trovi dietro la loro costante iella, uomini zebrati a parte.
NON VOGLIO FARE POLEMICA, NEMMENO LI TIFO!

Green Bay Packers

Record del 2019: 13-3 (Eliminati al Championship Game).

Giocatore con più pressione sulle spalle: Aaron… Jones. Vi aspettavate Rodgers, eh? Sinceramente, che pressione dovrebbe avere uno dei migliori quarterback di sempre? Certo, hanno preso Love, ma volete seriamente dirmi che in caso di improbabile partita da molteplici intercetti faranno accomodare in panchina il quarterback più miracoloso della nostra era per un rookie ben lontano dall’essere pronto a scendere in campo?
Jones gioca per un contratto in un’annata RICOLMA di ottimi running back desiderosi di stabilità sul lungo termine.

Aspettative per il 2020: Ripetere il magico 2019. Per un motivo o per l’altro Green Bay è arrivata ad una misera partita dal Super Bowl, anche se a causa del massacro perpetrato dal pass rush dei ‘Niners sembra difficile ricordarlo: ripetere quanto fatto l’anno scorso sarebbe già di per sé un risultato magnifico, soprattutto dopo un’offseason nella quale non sono arrivati chissà quanti rinforzi.

Grado di realizzabilità: Finché c’è Rodgers c’è speranza. Con Rodgers in campo si può vincere contro chiunque, front seven dei ‘Niners a parte.

Minnesota Vikings

Record del 2019: 10-6 (Eliminati al Divisional Round).

Giocatore con più pressione sulle spalle: Kirk Cousins. Perché il mondo è ingiusto e da quando ha firmato il contratto è sempre colpa di Cousins/ci si attende sempre qualcosa in più da Cousins. Ok.

Aspettative per il 2020: Migliorare quanto fatto lo scorso anno. Dopo un più che deludente 2018 Minnesota è riuscita non solo ad accedere ai playoff, ma pure a giustiziare – ancora – i Saints: poi, come nel caso dei Packers, è arrivato il pass rush dei ‘Niners.
Il roster è stato sottoposto ad un massiccio restauro che, a mio avviso, lo ha migliorato epurandolo di costosi veterani ben oltre il loro prime: qualificarsi ai playoff è l’obiettivo minimo, vincere un paio di partite una volta dentro è la vera aspirazione e, solitamente, vincendo un paio di partite ai playoff si arriva in zona Super Bowl, perciò…

Grado di realizzabilità: Buono. L’addio di Stefanski si farà sentire, ma Minnesota rimane comunque una buonissima squadra con un nucleo solido capace di dar battaglia ad ogni armata della NFC.
Tranne il pass rush dei ‘Niners: ho finito, lo giuro.

NFC EAST

Dallas Cowboys

Record del 2019: 8-8.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Dak Prescott. Contratto o non, essere il quarterback titolare dei Dallas Cowboys è condizione sufficiente per vincere a mani basse questo poco gratificante titolo.

Aspettative per il 2020: Sfruttare, finalmente, il talento a roster. Non esistono, non devono esistere, scuse: per una squadra talentuosa e profonda come Dallas non qualificarsi ai playoff è semplicemente inaccettabile.
Completi e profondi in ogni posizione, i Cowboys non solo dovrebbero raggiungere la postseason ma, una volta dentro, farci strada con apprezzabile dimestichezza. Non vedo perché non possano puntare perlomeno al Championship Game.

Grado di realizzabilità: Alto ma… Con i Cowboys per un motivo o per l’altro si è sempre costretti a tenere in considerazione un “ma” perennemente capace di dirottare ogni loro stagione: chissà quale sarà l’anno prossimo.
Dite che si percepisca la mia totale assenza d’indulgenza nei loro confronti?

New York Giants

Record del 2019: 4-12.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Andrew Thomas. Il roster dei Giants è al momento troppo poco competitivo per avere legittime ragioni d’aspettarsi una qualificazione ai playoff, pertanto Jones è salvo: Thomas, d’altro canto, dovrà dimostrare immediatamente di poter proteggere adeguatamente il proprio franchise quarterback giustificando la scelta del front office di investire la quarta chiamata assoluta al draft per lui.
Tutto ciò tenendo sempre presente che dopo ogni sack concesso qualcuno inevitabilmente lo paragonerà a Flowers.

Aspettative per il 2020: Dimostrare che la direzione intrapresa sia quella giusta. Il 2020 servirà ai Giants per capire se Daniel Jones possegga o meno gli strumenti per diventare un franchise quarterback: sei o sette vittorie potrebbero sicuramente fare al caso suo.

Grado di realizzabilità: Discreto. Il roster appare tuttora lacunoso e gravemente incompleto in posizioni chiave, ma con fenomeni assoluti come Barkley vincere qualche partita trascinati esclusivamente dal loro talento non è utopia.

Philadelphia Eagles

Record del 2019: 9-7 (Eliminati alle Wild Card).

Giocatore con più pressione sulle spalle: Carson Wentz. Come nel caso di Cousins, questa è un’ingiustizia, ma Wentz nel 2020 oltre che a condurre nuovamente gli Eagles ai playoff dovrà pure trovare un modo di rimanere in campo per tutte e sedici le partite dell’anno.

Aspettative per il 2020: Salute. Non ha senso parlare di risultati se non sussiste la condizione più importante nella vita e nel football americano, la salute: Philadelphia possiede da un paio di anni uno dei roster più completi e profondi della lega ma, costantemente, ogni loro sogno di gloria viene frustrato da migliaia di infortuni che beffardamente decimano interi reparti.

Grado di realizzabilità: Recitare un rosario al contrario. Non lo so, non ho idea di cosa debba fare Pederson per tenere in salute i propri giocatori, posso solo dirvi che qualsiasi cosa provata lo scorso anno sicuramente non era quella giusta.

Washington Redskins

Record del 2019: 3-13.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Dwayne Haskins. Terza istanza di ingiustizia, ma facilmente Washington non vincerà molte partite l’anno prossimo, pertanto in caso di disastri Haskins potrebbe essere messo alla porta a scapito del quarterback di turno per il quale spenderanno una più che probabile scelta all’interno della top five del prossimo draft.

Aspettative per il 2020: Eliminare la tossicità portante. L’addio di Bruce Allen è stato il primo, necessario, passo verso la disintossicazione, ma dopo così tanti anni di disfunzionalità occorre essere cauti: non vinceranno molte partite, ciò che mi interessa vedere è unione d’intenti, coerenza e collaborazione fra front office ed allenatore.

Grado di realizzabilità: Dubbio. Con i Redskins mi riservo di essere cauto e diffidente finché non avrò motivi validi per non esserlo più.

NFC WEST

Arizona Cardinals

Record del 2019: 5-10-1.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Kyler Murray. Vi dico solo che qualcuno lo vede come papabile candidato all’MVP: ho capito che gli ultimi vincitori di tale premio fossero sophomore, ma non è eccessivo tutto ciò?

Aspettative per il 2020: Cleveland Browns 2019. Forse un filino meno di hype, però in questi ultimi tre mesi abbiamo sentito parlare tanto, troppo, dei Cardinals: a dire il vero, a differenza dei Browns, hanno fatto il possibile per isolarsi dall’inquinamento acustico, ma pretendere troppo da una squadra condotta da un quarterback al secondo anno accoppiato ad un allenatore anch’egli al secondo anno non è mai la migliore delle idee.
Ciò di cui potete stare sicuri è che per il secondo anno di fila presenteranno sostanziali miglioramenti.

Grado di realizzabilità: Misto. Qua occorre discernere fra due possibili interpretazioni completamente diverse: le aspettative riguardano il deluderle come i Browns versione 2019 o realizzare quello che molti avevano pronosticato per loro durante la scorsa, sciagurata, offseason?

Los Angeles Rams

Record del 2019: 9-7.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Jared Goff. Non potrebbe essere altrimenti.

Aspettative per il 2020: Evitare il collasso pronosticato dai più. Delle perdite dei Rams ne abbiamo già parlato abbastanza, della pessima gestione del loro passato capace di compromettere il futuro pure: come sempre il verdetto spetterà al campo e Los Angeles dovrà fare il possibile per rimanere a galla e ritagliarsi un posticino ai playoff.

Grado di realizzabilità: McVay. McVay mi piace, già lo sapete, pertanto con lui in panchina mi aspetto sempre qualcosa di speciale sul campo, ma è indubbio che la diaspora di talento alla quale sono stati sottoposti costerà loro parecchie vittorie.

San Francisco 49ers

Record del 2019: 13-3 (Sconfitti al Super Bowl).

Giocatore con più pressione sulle spalle: Jimmy Garoppolo. Un altro quarterback, che noia, ma a più riprese Garoppolo è apparso come il membro “meno meglio” di un roster eccessivamente carico di talento.

Aspettative per il 2020: Finire quanto iniziato lo scorso anno. Non è un segreto che San Francisco voglia vincere il Super Bowl e considerando che il livello del roster è rimasto pressappoco lo stesso essere ambiziosi è un dovere.

Grado di realizzabilità: Verosimile. Sono fra i favoriti per il Super Bowl, anche se esserlo in estate non sempre si traduce in successo automatico.

Seattle Seahawks

Record del 2019: 11-5 (Eliminati al Divisional Round).

Giocatore con più pressione sulle spalle: Chris Carson. Solo per il rinnovo contrattuale, in quanto nel relax generale indotto da coach Carroll nessun giocatore è veramente sotto pressione.
Wilson? Ma per piacere, è da anni uno dei migliori quarterback della lega nonostante un supporting cast mai troppo adeguato.

Aspettative per il 2020: Le solite. Seattle è una di quelle squadre che in un modo o nell’altro arrivano sempre ai playoff creando più di qualche grattacapo a chiunque abbia la sfortuna di incrociarli: qualora dovessero affacciarsi alla postseason in un momento di particolare forma…
Prima o poi, succederà.

Grado di realizzabilità: Sono i Seahawks. I Seahawks ce la fanno sempre, dubitare di loro o esigere qualcosa di particolare no non ha senso: finché avranno Wilson saranno sempre lì.

NFC SOUTH

Atlanta Falcons

Record del 2019: 7-9.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Takkarist McKinley. Lasciato andare Beasley, il front office di Atlanta ora come ora sembra vicino a replicare il tutto con McKinley, ennesima risposta mancata al perenne problema di pass rush: riuscirà a riscrivere la propria storia dando ad Atlanta un valido motivo per offrirgli qualsivoglia tipo di rinnovo?

Aspettative per il 2020: Affrontare la stagione come se fosse composta da sedici partite. Per un motivo o per l’altro dopo la rimonta subita al Super Bowl Atlanta continua a non capitalizzare l’enorme quantità di talento a disposizione gettando alle ortiche partite assolutamente vincibili nella prima metà di stagione per poi, con Quinn traballante, chiuderla vincendone cinque su sei, o qualcosa di simile.
Sarebbe bellissimo se Atlanta giocasse con quella rabbia agonistica e senso d’urgenza per tutto l’anno…

Grado di realizzabilità: Boh. I Falcons non li capisco e francamente ho smesso di provarci da tempo.

Carolina Panthers

Record del 2019: 5-11.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Curtis Samuel. Samuel ha l’ultima opportunità per dare consistenza ad abilità di playmaking sopra le media.
Il fatto che abbia scelto lui è un ottimo indicatore che nessuno si affacci al 2020 sotto particolari pressioni.

Aspettative per il 2020: Mostrare tangibili miglioramenti in difesa. Dopo aver dedicato l’intero draft al reparto difensivo, è lecito aspettarsi immediati miglioramenti.
Vittorie? Nah, non credo che il 2020 sia un anno nel quale presteranno particolare attenzione al record finale.

Grado di realizzabilità: Buono. Peggio dell’anno scorso, teoricamente, non si può fare.

New Orleans Saints

Record del 2019: 13-3 (Eliminati alle Wild Card).

Giocatore con più pressione sulle spalle: Alvin Kamara. Dopo due annate sottotono – rispetto alla magnifica stagione d’esordio – Kamara dovrà dimostrare di meritarsi un contratto a la CMC: ci riuscirà?

Aspettative per il 2020: Super Bowl or bust. Non esistono più scuse, indipendentemente da miracoli, scelte arbitrali sbagliate e dichiarazioni controverse di Brees, New Orleans deve vincere il Super Bowl per evitare un altro fallimento.

Grado di realizzabilità: Verosimile. Il talento non è un problema, l’esperienza nemmeno: lasciata ufficialmente alle spalle l’infelice uscita di Brees, New Orleans ha tutte le carte in regola per portare a termine il lavoro.

Tampa Bay Buccaneers

Record del 2019: 7-9.

Giocatore con più pressione sulle spalle: Tom Brady. Quando il Messia sbarca nella più desolata delle lande la popolazione si sente legittimata a chiedere a gran voce il miracolo.
Da subito.

Aspettative per il 2020: Tom Brady. È arrivato il giocatore più vincente della storia, pertanto quale può essere l’aspettative se non quella di vincere?

Grado di realizzabilità: Tom Brady. Scusatemi, ma è così.

 

 

Post By Mattia Righetti (357 Posts)

Mattia, 24 anni. Una versione più irsuta e povera di Larry David, ma il concetto è lo stesso. A volte Julian Edelman.

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

5 thoughts on “NFL: aspettative per ogni squadra NFC

    • Mi dispiace per gli Eagles ma soprattutto per lui, se c’è qualcuno che merita salute in questa lega è proprio lui.
      Che schifo.

  1. Io penso che, non dico senza infortuni perché è impossibile, ma con un buono stato di forma nel momento decisivo come dici tu i seahawks possano fare meglio dell anno scorso. Ricordo ancora la partita in Wisconsin, e confermo che l abbiamo persa noi non giocando il primo tempo, e nel finale sembrava essere girata. Ci rosico ancora perché poi si è visto che fine hanno fatto i packers nel Championship, la stessa della reg season al contrario delle due battaglie tra seahawks e niners, il destino ci doveva un terzo atto per il superbowl

    • Io, da tifoso Seahawks, mi aspetto da qui ad inizio regular season (sempre che venga giocata) una trade orchestrata da Schneider x dare quella svolta alla D-line che al momento manca. Un Judon, piuttosto che un Chris Jones o un Ngakoue, potrebbe portare quella scintilla che, sfruttando un attacco pieno di frecce come mai avuto da Wilson, potrebbe far diventare immediatamente Seattle una contender più che credibile

      • Lo spazio teoricamente lo hanno lasciato per uno di quelli, leggevo da un altra parte che vista la situazione sembrava più che possibile ormai l accordo con clowney.
        Che sia lui o un altro sicuro manca quel tassello poi si gioca

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.