Shares

Sono caduti: grazie a Russell Wilson ed alla magia nera di Seattle, i fino a lunedì notte imbattuti San Francisco 49ers sono caduti. Non è stato un capitombolo, anzi, ed anche se qualche analista del web si è dimenticato troppo in fretta che i Seahawks sono una delle migliori squadre del campionato e che accudiscono nel loro nido quello che con ogni probabilità sarà l’MVP, San Francisco rimane comunque una signora squadra: è bello, o almeno a me piace, che una stagione segnata dall’equilibrio e dall’imprevisto abbia visto ogni squadra perdere almeno una partita, in quanto toglie dai giochi la possibilità di bollare la stagione come one man show.
Il passato è passato e domenica con ogni probabilità avremo finalmente modo di capire chi effettivamente abbia voglia di prendere parte ai playoff e chi no: nel mentre, alle sette di sera, assisteremo al primo testa a testa fra due dei più elettrizzanti e promettenti quarterback in circolazione.
Spoiler?

Le partite più interessanti

Houston Texans @ Baltimore Ravens, domenica ore 19.00

Lamar Jackson contro Deshaun Watson parte prima: wow.
Wilson a parte, i due quarterback in questione al momento possono tranquillamente essere considerati come i due candidati più legittimi all’MVP: nelle ultime settimane – specialmente dopo aver battuto consecutivamente Seattle e New England – tutto il mondo ha apparentemente dimenticato quanto solamente un paio di mesi fa l’attributo “quarterback” associato al suo nome provocasse risate e sollevasse dibattiti, mentre Watson a mio avviso è materiale da MVP dal momento in cui ha esordito contro Jacksonville un paio di anni fa.
Baltimore e Houston, tra l’altro, possono pure coltivare la presunzione del bye week ai playoff in quanto finché Kansas City non imparerà a vincere partite che dovrebbe vincere senza troppi problemi, noi tutti continueremo a cercare impazientemente l’anti-Patriots per eccellenza: c’è una buona probabilità che la squadra che uscirà vincitrice da questo incontro possa iniziare la propria marcia ai playoff una settimana dopo rispetto alle altre compagini.
Fantasy friendly: Marquise “Hollywood” Brown, WR, Baltimore Ravens. La secondaria dei Texans non è più ciò che era un tempo ed un deep threat come Hollywood potrebbe tranquillamente riuscire a fare la giocata decisiva… per il vostro matchup.
La scelta di Mattia: Baltimore Ravens.

New England Patriots @ Philadelphia Eagles, domenica ore 22.25

Partita non necessariamente esaltante, ma stiamo comunque parlando della rivincita di un recente Super Bowl e, soprattutto per Philadelphia, di una partita discretamente importante: i continui scivoloni di Dallas hanno infatti catapultato nuovamente Philly nella – ridottissima – mischia per il controllo della NFC East e, reduci da due tanto importanti quanto sofferte vittorie consecutive, sembrano possedere quell’inerzia che giusto una ventina di mesi fa permise loro di salire sul tetto del mondo per la prima volta nella storia.
New England, d’altro canto, viene dalla prima sconfitta stagionale ed immagino ne abbia pieni i cosiddetti di sentire gli sviluppi dell’abusata narrativa “hanno perso contro la prima squadra vera contro cui hanno giocato” e devo darvi una breaking news, cari hater dell’Internet: i Patriots, circa da vent’anni, stanno battendo ripetutamente squadre vere, squadre false e tante volte pure il sistema.
Non fomentateli, ve ne potreste pentire.
Fantasy friendly: New England D/ST. Questione di principio. E di rispetto.
La scelta di Mattia: New England Patriots.

Chicago Bears @ Los Angeles Rams @ lunedì ore 02.20

L’anno scorso questa partita fu il coming out party dei Bears e, soprattutto, il momento preciso nel quale è iniziato l’inesorabile declino di Todd Gurley: quest’anno entrambe le squadre sono la brutta copia della loro versione 2018 e, probabilmente, assisteremo ad una partita nella quale gli attacchi faticheranno immensamente a muovere le catene.
A dirla tutta ciò può essere considerato vero pure per il matchup dell’anno scorso, ma la storia era ben diversa: Los Angeles di problemi a mettere punti a tabellone o guadagnare primi down non ne aveva neanche mezzo e pertanto risultò “divertente” vedere la difesa dei Bears demolire sistematicamente Goff dopo aver tolto dall’equazione il running game.
Quest’anno, invece, potremmo semplicemente annoiarci davanti a tanta, veramente tanta incompetenza.
Fantasy friendly: Cooper Kupp, WR, Los Angeles Rams. Dopo aver concluso il matchup con gli Steelers a zero, immagino che McVay porrà una discreta enfasi sul rifornire di palloni il sensazionale numero 18.
La scelta di Mattia: Los Angeles Rams.

I protagonisti “fantasy”

Melvin Gordon, RB, Los Angeles Chargers

Dopo un inizio con il freno a mano tirato – 2.5 yards a portata – che ha fruttato, in media, 9.5 punti PPR a settimana, Melvin Gordon nelle ultime due partite è diventato on fire sfruttando decisamente meglio i 23 tocchi a partita: oltre che a guadagnare due iarde nette in più, l’ex – auto – esiliato sta realizzando più di 23 punti a partita, ovverosia quella produzione a cui ci aveva abituati lo scorso anno.
Contro dei Chiefs letteralmente demoliti da Derrick Henry Gordon ha la possibilità di mettere insieme quella che sarebbe per distacco la propria miglior prestazione dell’anno, anche se bisogna comunque tenere presente che lo stesso discorso può valere pure per il buon Austin Ekeler: salvo che Mahomes abbia altri piani, chiaro.

Josh Jacobs, RB, Oakland Raiders

Se avete avuto la fortuna di assicurarvi Josh Jacobs al draft, complimenti: contro i putridi Bengals quello che si sta rivelando essere uno dei migliori running back della lega potrà sfruttare un gameplan facilmente incentrato su di lui e, soprattutto, correre sulle macerie di quella che non troppi anni fa era la più meravigliosa fra le pretender.
Avete buone ragioni per aspettarvi almeno 25 punti PPR.

Tom Brady, QB, New England Patriots

Il 2019 non si sta rivelando essere l’anno di Brady per quanto concerne il fantasy football e, personalmente, credo sarà in grado di farsene una ragione piuttosto velocemente; contro gli Eagles, però, Brady ha l’opportunità di riprendersi le simpatie di milioni di fantasy owner sfruttando un matchup ed un gameplan che potrebbero condurlo alla miglior prestazione dell’anno: il reparto difensivo di Philadelphia, infatti, è estremamente efficace nel contrastare le corse avversarie, mentre risulta – a volte – comicamente permeabile e generoso al gioco aereo.

Uno spunto – ed un pronostico – per le altre partite della settimana

Atlanta Falcons @ Carolina Panthers, domenica ore 19.00

Verrebbe da dire Carolina, ma poi ci si ricorda di come Atlanta abbia annullato i lanciatissimi Saints e… chi me lo fa fare di umiliarmi costantemente sull’Internet perché per qualche motivo non ancora del tutto chiaro ho deciso di provare a fare pure i pronostici.
Seriamente, i Falcons sono così infami che sarebbero pure in grado di vincere tutte le partite rimanenti e mancare la qualificazione ai playoff per uno stupidissimo tie-breaker.
Fantasy friendly: Brian Hill, RB, Atlanta Falcons. Matchup e volume e… mancanza di concorrenza rendono Hill uno degli sleeper più intriganti della settimana.
La scelta di Mattia: Carolina Panthers.

Dallas Cowboys @ Detroit Lions, domenica ore 19.00

Giocherà Stafford?
Giochi o meno, Dallas dovrà obbligatoriamente vincere questa partita sperando che nel frattempo New England castighi i mai domi Eagles: e pensare che solo un mese fa la NFC East sembrava una formalità.
Fantasy friendly: Michael Gallup, WR, Dallas Cowboys. Apparentemente a Dak non dispiace direzionare l’ovale verso il sophomore: nelle ultime due partite ha messo a segno due touchdown.
La scelta di Mattia: Dallas Cowboys.

Jacksonville Jaguars @ Indianapolis Colts, domenica ore 19.00

Probabilmente under center troveremo nuovamente Jacoby Brissett ma siamo sicuri sia al 100%? Non è che per caso ci troviamo davanti ad una reazione eccessiva – e giustificata – post Dolphins?
Lo scopriremo solo vivendo.
Fantasy friendly: Dede Westbrook, WR, Jacksonville Jaguars. Teoricamente tutti si aspettavano la stagione dell’esplosione principalmente grazie alla presenza di Nick Foles: vediamo.
La scelta di Mattia: Jacksonville Jaguars.

Buffalo Bills @ Miami Dolphins, domenica ore 19.00

Al momento Miami sta cavalcando la serie di successi consecutivi più lunga della AFC East.
Detta così altro non sembra che l’ennesima critica a questa debole division.
Fantasy friendly: John Brown, WR, Buffalo Bills. È chiaramente il target preferito di Allen e contro i deboli Dolphins potrebbe mettere insieme qualche big play.
La scelta di Mattia: Buffalo Bills.

Denver Broncos @ Minnesota Vikings, domenica ore 19.00

Minnesota non può permettersi di non portarsi sull’8-3 contro i Broncos davanti al proprio pubblico: attenzione che forse Cousins potrebbe vivere una giornata leggermente meno positiva del solito, in quanto non è facile bombardare la secondaria dei Broncos.
Fantasy friendly: Minnesota D/ST. Difficilmente la troverete nei waiver, ma tanto vale provarci: il matchup è fantastico.
La scelta di Mattia: Minnesota Vikings.

New York Jets @ Washington Redskins, domenica ore 19.00

A proposito di momenti positivi, c’è una buonissima possibilità che i Jets vincano la seconda partita consecutiva, partita che una volta arrivata l’offseason ci porterà a incensare Sam Darnold come il nuovo Peyton Manning: l’Internet dà, l’Internet toglie.
Fantasy friendly: Jamison Crowder, WR, New York Jets. Insistete.
La scelta di Mattia: New York Jets.

New Orleans Saints @ Tampa Bay Buccaneers, domenica ore 19.00

Dopo il clamoroso scivolone di domenica scorsa, credo che i Saints si presenteranno a questo ora delicato scontro divisionale molto più concentrati ed affamati: Tampa Bay non è sicuramente il più facile dei matchup, in quanto la loro imprevedibilità è in grado di farli passare dall’essere i Browns del 2017 ai Patriots del 2007 in circa venti secondi!
Fantasy friendly: Mike Evans, WR, Tampa Bay Buccaneers. Con Lattimore fuori Evans potrebbe avere una delle giornate da Evans.
La scelta di Mattia: New Orleans Saints.

Arizona Cardinals @ San Francisco 49ers, domenica ore 22.05

Un paio di settimane fa i Cardinals avevano messo in serio dubbio l’imbattibilità dei ‘Niners: un paio di settimane dopo tale imbattibilità non sussiste ulteriormente e credo che ciò avvantaggi proprio San Francisco, ora libera da un peso mentale mica indifferente. Detto ciò credo che per quanto bene possano giocare i Cardinals i ragazzi di Shanahan non andranno a perdere la seconda partita consecutiva.
Fantasy friendly: Deebo Samuel, WR, San Francisco 49ers. Con Kittle fuori e Sanders acciaccato, improvvisamente Samuel potrebbe essere il go-to-guy di Jimmy G.
La scelta di Mattia: San Francisco 49ers.

Cincinnati Bengals @ Oakland Raiders, domenica ore 22.25

‘sti Raiders… chi se lo sarebbe aspettato?
Scusami Jon.
Fantasy friendly: Tyrell Williams, WR, Oakland Raiders. Un paio di settimane sottotono non cancellano quanto di buono fatto finora: contro Cincinnati Williams ha l’opportunità di ricominciare ad aggiungere touchdown al suo bottino personale.
La scelta di Mattia: Oakland Raiders.

Kansas City Chiefs @ Los Angeles Chargers, martedì ore 02.15

Al momento nessuna delle due squadre sembra essere in grado di vincere partite che dovrebbero vincere, pertanto sarà estremamente interessante vedere se i Chiefs riusciranno a concludere anzitempo la stagione dei disgraziati Chargers: una potenziale sconfitta affosserebbe L.A. sul 4-7, record che salvo miracoli stermina ogni speranza residua di rimonta.
Fantasy friendly: Damien Williams, RB, Kansas City Chiefs. Ora il capo del backfield sembrerebbe essere lui: il matchup è buono, l’uso… tutto da scoprire, immagino.
La scelta di Mattia: Kansas City Chiefs.

Le mie scelte la scorsa settimana: 4-8. Disperato dopo aver concluso week 9 sul 5-8, eccomi servito un ancor più umiliante 4-8: finché i Saints perdono contro i Falcons, finché i Dolphins non imparano a tankare, finché Kansas City non capirà che la difesa nel football è ancora discretamente importante e finché Stafford mi tira buca a due ore dal kickoff sarà molto difficile fare bella figura quaggiù.
Fortunatamente per leggere questo dovete arrivare fino in fondo: devo cercare di rimanere positivo, suvvia.
Le mie scelte finora: 79-58-1. Almeno vi strappo due risate.

Post By Mattia Righetti (487 Posts)

Mattia, 25 anni. Una versione più irsuta e povera di Larry David, ma il concetto è lo stesso. A volte Julian Edelman. Se non mi seguite su Twitter (@matiofubol) ci rimango male

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.