Shares

Cari Dei del football, potete spiegarmi cosa mai vi abbiano fatto la città di New Orleans e nello specifico i Saints per meritare tutto ciò? Era veramente necessario prendersi pure Drew Brees? Oltreoceano riassumerebbero il tutto con un “adding insult to injury”, anche se in questo caso sarebbe più appropriato affermare “adding injury to insult”, se per un attimo consideriamo la scriteriata decisione arbitrale dello scorso Championship Game come insulto: licenza poetica più che legittima, no?
La seconda settimana di football è stata particolarmente emozionante ed emotiva, in quanto oltre che ai vari infortuni di cui vi abbiamo parlato in questi giorni sulla nostra pagina Facebook – passate a metterlo ‘sto benedetto “mi piace” nel caso doveste ancora farlo -, ci ha pure offerto una robusta dose di dramma e tensione grazie ad un paio di finali di partita assolutamente epici: il fine di settimana che ci apprestiamo a vivere dovrà impegnarsi per non deludere i nostri palati già oramai diventati estremamente fini.
Iniziamo a prepararci in modo adeguato.

Le partite più interessanti

Baltimore Ravens @ Kansas City Chiefs, domenica ore 19.00

A questo punto della propria carriera Lamar Jackson è uscito sconfitto solamente in una partita di regular season, ad Arrowhead contro i Kansas City Chiefs dopo essersela giocata testa a testa contro Mahomes: domenica avrà la ghiotta opportunità di redimersi ed un’eventuale vittoria contro Mahomes, unita all’esaltante inizio di stagione, lo renderebbe il candidato MVP numero uno.
Anche se non mi aspetto che Jackson sia in grado di esprimersi su questi livelli per tutte e sedici le partite dell’anno, affermare che il livello delle sue giocate si sia incredibilmente alzato ha senso: peccato solamente che per quanto deludente possa essere la difesa dei Chiefs, Mahomes al momento è semplicemente su un pianeta tutto suo e considerati gli inquietanti errori commessi dal reparto difensivo di Baltimore contro Kyler Murray e gli Arizona Cardinals, credo che KC riuscirà a portare avanti la propria marcia di distruzione.
Nonostante ciò, però, mi aspetto una partita estremamente combattuta e divertente.
Fantasy friendly: Mark Ingram, RB, Baltimore Ravens. Se contro Arizona ha deluso, Ingram avrà l’opportunità di rifarsi contro una run defense non certamente irresistibile: certo, nel caso KC dovesse scappare i suoi tocchi diminuirebbero, però ad una parte di me non piace pensare a tale evenienza.
La scelta di Mattia: Kansas City Chiefs.

Houston Texans @ Los Angeles Chargers, domenica ore 22.25

Entrambe le squadre si sono rese protagoniste di due fra le partite più brutte ma al contempo combattute della scorsa giornata: se da un lato Houston è riuscita a sopravvivere ai Jaguars dell’eroe Minshew, dall’altra Los Angeles ha mostrato che il 2016 è sì parte sì del passato, ma di un passato decisamente più prossimo che remoto, andando a gettare alle ortiche una comoda vittoria contro i Lions. Con Kansas City lanciata verso la corona divisionale L.A. dovrà accontentarsi di una wild card ed il miglior modo per garantirsela è vincere gli scontri diretti contro le squadre della stessa conference: le tendenze autolesionistiche di entrambe le compagini potrebbero condannarci ad una partita a basso punteggio ricolma di errori – e piazzati sbagliati – ma se per caso dovessero ricordarsi di quanto talento abbiano a disposizione… avremo modo di divertirci.
Fantasy friendly: Carlos Hyde, RB, Houston Texans. A malincuore mi tocca constatare che Houston si sente più a proprio agio ad affidare il lion’s share di portate a Hyde piuttosto che al Duca: la difesa dei Chargers finora è stata estremamente generosa con i running back avversari.
La scelta di Mattia: Los Angeles Chargers.

Los Angeles Rams @ Cleveland Browns, lunedì ore 02.20

Nonostante il record ancora immacolato, i Rams non riescono a convincermi del tutto: una vittoria più che sofferta contro dei mai brillanti Panthers ed un successo contro i Brees-less Saints non mi bastano per vederli pure quest’anno come padroni della NFC, anche se a fronte dell’infortunio di Brees… chissà.
Il Sunday Night Football ci offre il faccia a faccia fra due squadre estremamente esaltate dai media ed alle quali una vittoria potrebbe potenzialmente svoltare la stagione: l’infusione di autostima provocata da un successo contro una squadra che non troppi mesi fa si giocava il Super Bowl sarebbe esattamente tutto ciò di cui Cleveland ha bisogno per trovare la definitiva consapevolezza nei propri mezzi, mentre Los Angeles portandosi su un 3-0 arrivato grazie a vittorie contro squadre sulla carta – e prima degli infortuni – da playoff dimostrerebbe a tutta la propria conference che, percepita brillantezza o meno, sono ancora una volta loro la squadra da battere.
Fantasy friendly: Cooper Kupp, WR, Los Angeles Rams. La macchina da PPR che tanto ci aveva fatto innamorare lo scorso anno è ufficialmente tornata: contro New Orleans gli è stato annullato quello che sarebbe stato il primo touchdown post-infortunio, pertanto aspettatevi che voglia togliere quanto prima possibile quel fastidioso “0” sotto la voce touchdown.
La scelta di Mattia: Los Angeles Rams.

I protagonisti “fantasy”

Devin Singletary/Frank Gore, RB, Buffalo Bills

C’è un gigantesco asterisco su quello che avrebbe potuto essere il matchup più succoso della settimana: Singletary è chiaramente infortunato, e la natura day-to-day dell’acciacco rende impronosticabile la sua presenza domenica contro Cincinnati in quanto molto probabilmente ci troviamo davanti alla più classica delle game-time decision, traducibile con un maccheronico “decisione dell’ultimo minuto”. La difesa di Cincinnati la scorsa settimana ha concesso più di 250 yards ed un paio di rushing touchdown al non irresistibile backfield di San Francisco – senza considerare i danni apportati tramite ricezione -: Singletary in queste due settimane si è dimostrato un pericolo costante con la palla in mano e nel caso giocasse prevedere una grande prestazione contro una difesa del genere non è assolutamente difficile. Nel dubbio, se riuscite, assicuratevi Frank Gore ché se il rookie non dovesse giocare Gore entrerebbe immediatamente nell’atmosfera dei RB2.

Mike Evans, WR, Tampa Bay Buccaneers

Capitolo primo di “ricevitori star che finora hanno immensamente deluso”: Mike Evans.
Immagino che chi ha speso una terza/quarta scelta per assicurarsi Evans si aspettasse qualcosina di più che sei ricezioni per 89 yards nelle prime due uscite stagionali: fortunatamente per lui e per i Buccaneers ad attenderli questa domenica ci saranno i New York Giants, squadra clamorosamente scarsa e lacunosa la quale incompetenza non viene cantata a dovere poiché oscurata dalla storica inettitudine dei Miami Dolphins. Contro una secondaria che ha fatto apparire Prescott come Montana e non è stata in grado di spingere all’errore l’ancora acerbo Josh Allen, Evans ed il passing game dei Buccaneers avranno una favolosa opportunità di prendere il volo ed iniziare a produrre come negli scorsi anni.

Adam Thielen, WR, Minnesota Vikings

Capitolo secondo di “ricevitori star che finora hanno immensamente deluso:” Adam Thielen.
Analogamente ad Evans, chi ha la fortuna di poter schierare Thielen titolare ogni domenica si aspettava certamente qualcosina di più da colui che lo scorso anno iniziò la propria stagione con otto partite consecutive concluse sopra quota 100 yards: se per caso avete assistito allo show di Mahomes contro la secondaria dei Raiders di domenica scorsa, capirete immediatamente come mai l’appeal di Thielen sia così alto.
Appurato che Cousins non sia Mahomes, attendersi una prestazione finalmente convincente dal passing game dei Vikings potrebbe essere rischioso vista la loro predilezione per le corse, ma sperare – non sognare – non costa niente.

Uno spunto – ed un pronostico – per le altre partite della settimana

Cincinnati Bengals @ Buffalo Bills, domenica ore 19.00

Non tifo Buffalo, li amo: il loro record rischia di essere inflazionato da vittorie contro squadre di pessimo livello, ma ehi, una vittoria è una vittoria e verso gennaio queste vittorie “facili” varranno tanto come ogni singola vittoria difficile.
Attendo un moto d’orgoglio dei Bengals, ma muovere le catene contro questi Bills è veramente complicato.
Fantasy friendly: John Brown, WR, Buffallo Bills. Oramai siamo in territorio must-start automatico, ma nonostante ciò non perdo l’occasione di ricordarvi quanto Smokey con Allen possa sempre concludere la settimana nella top-15 posizionale.
La scelta di Mattia: Buffalo Bills.

Detroit Lions @ Philadelphia Eagles, domenica ore 19.00

Nonostante il corpo ricevitori martoriato da infortuni, nonostante la D-line martoriata da infortuni e nonostante la secondaria martoriata di infortuni, il talento del già acciaccato Wentz dovrebbe bastare a Philadelphia per avere la meglio sui Lions, anche se questi qua hanno appena battuto i sempre pericolosi Chargers.
Fantasy friendly: Matthew Stafford, QB, Detroit Lions. Contro una secondaria pressoché inesistente in quanto costretta in infermeria Stafford potrebbe sfoderare quella che a gennaio potremo definire la miglior prestazione della sua stagione.
La scelta di Mattia: Philadelphia Eagles.

New York Jets @ New England Patriots, domenica ore 19.00

Da una parte abbiamo una squadra che ha chiuso le prime due giornate concedendo tre punti e mettendone a segno 76, dall’altra abbiamo i New York Jets di Luke Falk.
Piccola nota: proprio come Brady, Falk è stato scelto con la numero 199.
Fantasy friendly: New England Patriots D/ST. Voi ridete, ma i 37 punti che questi signori mi hanno regalato in due leghe la settimana scorsa mi hanno permesso di raccogliere due vittorie facili facili.
La scelta di Mattia: New England Patriots.

Oakland Raiders @ Minnesota Vikings, domenica ore 19.00

Non sono ancora riuscito a decifrare nessuno dei team coinvolti in questo testa a testa: Oakland è quella vista contro Denver o il rancido groviera sceso in campo contro Mahomes e compagni? Minnesota è in grado di mettere punti a tabellone e muovere le catene anche attraverso il braccio di Cousins o deve promuovere Cook al ruolo di QB titolare?
Speriamo che lunedì mattina buona parte di questi dubbi sia svanita.
Fantasy friendly: Stefon Diggs, WR, Minnesota Vikings. Sì, sono un paraculo.
La scelta di Mattia: Minnesota Vikings.

Atlanta Falcons @ Indianapolis Colts, domenica ore 19.00

Matt Ryan, ma tutti questi intercetti? Nonostante un Matty Ice ancora inquietantemente scialbo Atlanta è riuscita a strappare un’importantissima doppiavù contro i sempre ostici Eagles: per scamparla contro questi Colts servirà molta più concretezza. Nonostante il genuino affetto per Indy ed il sincero tifo per Brissett, credo che Atlanta dovrebbe riuscire a spuntarla, anche se spero di sbagliarmi.
Fantasy friendly: Devonta Freeman, RB, Atlanta Falcons. 19 portate per 41 yards non è sicuramente il ritorno che si aspettava chi ha investito su un Freeman finalmente libero dalle catene di Coleman: contro i Colts Ekeler e Henry hanno brillato, e ciò basta per farci sperare che Freeman esca finalmente dal proprio letargo.
La scelta di Mattia: Atlanta Falcons.

Denver Broncos @ Green Bay Packers, domenica ore 19.00

Denver è immeritatamente sullo 0-2, ma purtroppo per loro domenica se la vedranno contro i Packers e la loro ostica… difesa? Scusate, mi sembra ancora troppo strano poter dire ciò.
Fantasy friendly: Aaron Jones, RB, Green Bay Packers. Must-start.
La scelta di Mattia: Green Bay Packers.

Miami Dolphins @ Dallas Cowboys, domenica ore 19.00

Ok.
Fantasy friendly: I Dallas Cowboys. Non dovrò mica star qua a ripetere lo stesso identico discorso ogni settimana, no?
La scelta di Mattia: Dallas Cowboys.

New York Giants @ Tampa Bay Buccaneers, domenica ore 22.05

L’opportunità di portarsi sul 2-1 in una division in cui Atlanta non sembra ancora essere consapevole dei propri mezzi, New Orleans è costretta a fare a meno di Brees e Carolina probabilmente di Newton, è troppo ghiotta anche per quel caso clinico di Jameis Winston: il fatto che questi possano potenzialmente trovarsi a condurre l’infernale NFC South mi lascia basito.
Fantasy friendly: Peyton Barber, RB, Tampa Bay Buccaneers. L’ottima prestazione contro Carolina lascia ben sperare: il matchup questa volta è infinitamente più abbordabile.
La scelta di Mattia: Tampa Bay Buccaneers.

Carolina Panthers @ Arizona Cardinals, domenica ore 22.05

Zitti zitti Coach Bro… ehm Kingsbury e Kyler Murray potrebbero prendersi la loro prima vittoria insieme contro dei Panthers quasi al 100% privi di Cam Newton: il 2019 è appena iniziato ma la piega che la loro stagione sta prendendo sembra sempre più quella della seconda metà del 2018. Senza il 6-2 per aprire le danze, chiaro.
Fantasy friendly:
La scelta di Mattia: Arizona Cardinals.

Pittsburgh Steelers @ San Francisco 49ers, domenica ore 22.25

Episodio uno di “quarterback storici con acciacchi tipici di gente della loro età”, protagonista Ben Roethlisberger: immagino che dopo questa domenica avremmo modo di capire se effettivamente il 2019 degli Steelers sia da buttare o meno.
Ma questi ‘Niners che zitti zitti rischiano di trovarsi quasi loro malgrado sul 3-0?
What a time to be alive.
Fantasy friendly: George Kittle, TE, San Francisco 49ers. Inizio a rilento di Kittle, non più dittatore di targets come lo scorso anno: giocare contro la squadra che ha concesso due touchdown al non troppo conosciuto Dissly potrebbe aiutarlo a rimettersi nella giusta carreggiata.
La scelta di Mattia: San Francisco 49ers.

New Orleans Saints @ Seattle Seahawks, domenica ore 22.25

Episodio due di “quarterback storici con acciacchi tipici di gente della loro età”, protagonista Drew Brees: scherzi a parte, Teddy Bridgewater è a New Orleans esattamente per questo motivo, tenere a galla per un periodo discretamente prolungato una squadra troppo talentuosa per sprofondare passivamente nelle sabbie mobili in cui si viene catapultati una volta che il proprio franchise quarterback viene parcheggiato in infermeria.
Vincere contro Seattle a Seattle, però, potrebbe essere visto come chiedere troppo ad un ragazzo che non gioca con continuità da fine 2015.
Fantasy friendly: Michael Thomas, WR, New Orleans Saints. Ovviamente con Brees ai box l’entusiasmo attorno a Thomas è diminuito vertiginosamente, ma non temete, in PPR troverà il modo di regalarvi enormi soddisfazioni lo stesso grazie a continue ma inesorabili catch di 7-8 yards.
La scelta di Mattia: Seattle Seahawks.

Chicago Bears @ Washington Redskins, martedì ore 02.15

Chicago, se ci sei veramente batti un colpo.
Trubisky, va bene tutto, ma ora è veramente arrivato il momento di dimostrare qualcosa di più: 348 yards, zero touchdown ed un intercetto in due partite sono numeri che sarebbero costati la maglia a chiunque non sia stato selezionato con la seconda scelta assoluta un paio di anni fa.
Tic-toc Mitch, tic-toc.
Fantasy friendly: David Montgomery, RB, Chicago Bears. Difficile trovare qualcuno fantasy friendly in questa partita, pertanto insisto con Montgomery.
La scelta di Mattia: Chicago Bears.

Le mie scelte la scorsa settimana: 10-5. Poco da rimproverarmi, l’unica sconfitta che veramente mi ha lasciato perplesso è stata quella dei Chargers contro i Lions: me tapino per insistere nel credere ad una squadra capace di perdere partite già vinte in mille-e-uno modi.
Le mie scelte finora: 19-10-1. Non male, vediamo se questa settimana riesco a sfiorare quota dodici: ne dubito fortemente, i tanti infortuni hanno rimescolato le carte in tavola ed aumentato esponenzialmente il grado d’incertezza.

Post By Mattia Righetti (489 Posts)

Mattia, 25 anni. Una versione più irsuta e povera di Larry David, ma il concetto è lo stesso. A volte Julian Edelman. Se non mi seguite su Twitter (@matiofubol) ci rimango male

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.