Pocket

Durissima lezione per i Jets nella sfida con i Patriots

Il Monday Night della tredicesima settimana proponeva la sfida interdivisionale e molto, molto calda, tra gli ospiti NY Jets e i padroni di casa di New England.

Già leggendo lo score si può intuire che per New England è stata una partita perfetta, “a big statement” dicono i maggiori siti.

Per New York era l’occasione di chiudere a proprio favore la serie stagionale e dare un forte segnale a tutte le squadre della Lega. Invece questa trasferta può essere paragonata ad una “rotta”.

Ma adesso vediamo come si è svolta questa bellissima sfida.

New York Jets – New England Patriots 3-45

Le due squadre arrivavano a parità di record al kickoff. Ma il momento del kickoff è stato l’unico momento dellla partita in cui i Jets hanno manifestato la loro presenza. Infatti per coach Ryan e tutto il team, la trasferta a Foxboro è stata decisamente un incubo.

Per Mark Sanchez, poi, parla il suo cartellino: 17/33, 164 Yds, e tre intercetti, portati da una secondaria Patriots che non ha davvero lasciato sfuggire nemmeno un pallone che volava loro vicino: il ILB Spikes, la SS Sanders e il Cb McCourty hanno pizzicato il Qb ex USC e hanno permesso ai loro compagni di approfittarne subito per mettere tra le due squadre un gap difficilmente colmabile.

I Jets hanno preso proprio una sonora ripassata, e ora si trovano a 9-3 a condividere il posto nella Conference con gli altri lanciatissimi Steelers. Ma veniamo alla partita. O meglio, allo splendido, tambureggiante, eccezionale primo quarto della squadra del Maestro Bill Belichick: dopo il FG di Graham, un doppio schiaffo, prima ad opera di Green-Ellis, con una corsa, e poi il Td su ricezione di Branch, portano NE sul 17-0 che chiude in pratica la contesa già prima dell’intervallo.

Il prosieguo della gara è stata una sinfonia di Brady & company: nel secondo e terzo quarto i due Wrs Tate e il folletto delle meraviglie Welker portano ad un sostanzioso 31-3 il parziale. Infine, nell’ultima frazione, il sigillo ad una magistrale e impressionante vittoria viene apposto ancora da una corsa del Green-Ellis di cui sopra e dall’altro Wr Hernandez. Ma non possiamo non sottolineare l’ennesima prova eccezionale, da super-leader del sempre più incommensurabile Tom Brady: per lui le cifre parlano chiarissimo: 21/29, 326 Yds, 4 Tds lanciati.

E il back-field Patriots è anch’esso da sottolineare, ma con un mega pennarello rosso: il Rb Green-Ellis ha raccolto “solo” 72 Yds, ma ha aperto in due la fragile difesa Jets con due Tds su corsa; a livello di ricezioni, Woodhead-104 Yds, e la “premiata ditta” Branch, Welker, Tate, Hernandez, con un Td ricevuto a testa ha propiziato la “fuga per la vittoria” degli uomini del Maestro Belichick.

Ora, come accennato, i Jets devono in fretta dimenticare questo incubo e concentrarsi sul prossimo impegno, con l’altra grande rivale di AFC East, i Dolphins, che soprattutto in trasferta sono temibili. Per i Patriots al contrario un impegno anche questa volta sulla carta parecchio ostico: infatti domenica pomeriggio-4.15 p.m. in America, saranno di scena a Chicago contro i leader della NFC North. Ulteriore spettacolo per gli occhi di coloro che vi assisteranno.

New York Jets: vs Miami
New England: @ Chicago

Post By simonmp1 (75 Posts)

Connect

2 thoughts on “NFL – Monday Night Week #13

  1. Incredibile come la linea offensiva di NE abbia arginato così bene praticamente tutti i tentativi di blitz di NJ..se dai a Brady tutto quel tempo per lanciare ti fa molto molto male.

    • Sottoscrivo TUTTO ciò che hai scritto. E aggiungo che, sebbene non abbia visto per intero la replica su ESPNAmerica, mi sono bastati gli highlites, e mi viene una sola parola: IMPRESSIONANTE!!!!! Un vero dominio….Quest’anno i Patriots fanno davvero paura….E a mio avviso, insieme a Vick, Tom Brady deve concorrere per il titolo di MVP, e dai, azzardo anche questo: deve essere il partente della AFC al Probowl. Buona giornata valenba!!!!

Commenta