0Shares
0 0

Il Monday Night della nona settimana ha visto impegnate due acerrime rivali della AFC North, Pittsburgh contro Cincinnati.

Secondo SportsIllustrated questa √® la pi√Ļ “cattiva, acre, dura” tra le rivalit√† all’interno della Nfl. E infatti in campo i contendenti non hanno lesinato in colpi duri, ma pur sempre nello spirito del gioco (anche perch√®, dopo le numerose commozioni cerebrali sub√¨te da diversi giocatori, la Lega √® ricorsa a pesanti multe e penalizzazioni nei confronti dei giocatori che si sono resi colpevoli di questi colpi gratuiti).

Ad ogni modo, le due squadre arrivavano all’incontro con due spiriti diametralmente opposti: Pittsburgh, seppur reduce dalla sconfitta¬† di New Orleans, era pronta a riscattarsi e a dimostrare che non solo la North Division √® saldamente in mano sua, ma che le altre contendenti della AFC Conference dovranno fare i conti con un roster¬†che non molla mai di un centimetro.

Per Cincinnati sembrava che questa potesse essere un’altra buona stagione, magari i playoffs non erano alla portata, sulla carta, ma il roster, comunque √® di buon livello. Invece, gi√† dalle prime giornate si √® intuito che sarebbe stata una stagione altalenante, e priva di vere soddisfazioni. Una di queste sarebbe potuta essere una vittoria contro gli acerrimi rivali degli Steelers. Ma vediamo nel dettaglio come √® andata la partita.

Pittsburgh Steelers – Cincinnati Bengals 27-21
Al Kickoff le due squadre arrivavano con un record inverso: 5-2 per Pittsburgh, 2-5 per Cincinnati. E al kickoff si è anche capito quanto difficile sarebbe stato per Cincy non uscire dal campo a capo chino: infatti il kick returner dei Bengals, pensando di avere sotto braccio una ventiquattro ore, si è lasciato facilmente strappare la palla dalle mani dagli special team Steelers, i quali hanno subito approfittato.

Poche azioni dopo, durante un punt, il punter non ha visto il rusher arrivaargli contro e il suo calcio √® stato facilmente bloccato, permettendo agli Steelers di portarsi agevolmente sul 10-0. Chi si aspettava una pronta risposta da parte dei Bengals √® rimasto deluso; infatti Pittsburgh non si √® pi√Ļ voltata e ha proseguito per la sua strada: Big Ben ha raccolto il solito ottimo score-17/27, 163 Yds, 1 solo Td e anche 1 INT, ma ha avuto un inaspettato sostegno da Randel El, che in un trick play si √® trasformato in Qb e ha trovato il Wr Wallace pronto a riceverne il lancio per un altro Td.

Infine bisogna dire, per la cronaca,¬†che il Td segnato da Ward¬†√® quantomeno opinabile: dalle immagini pare che il Wr abbia toccato il terreno prima di varcare la meta, ma come gi√† successo nel SB vinto a Detroit, Pittsburgh, nei momenti chiave, riesce sempre ad avere il conforto della prova tv. Di contro in casa Bengals, l’unica nota positiva √® anche in questa domenica Terrel Owens, che con i due Tds ricevuti sale al terzo posto All-Time nelle ricezioni per Tds, 151, dietro Jerry “World” Rice e Randy Moss.

Per il resto, buona prova del Qb Palmer-22/36, 248 Yds, 2 Tds, 1 INT, per niente coadiuvato da Ochocinco, che sembra aver perso la capacit√† di “vedere” la end-zone, un Benson che √® la brutta copia del¬†Rb visto nelle passate annate-non che fosse un fenomeno, ma il gico di corsa √® stata sempre una freccia all’arco dei ragazzi dell’Ohio.

Ma ci√≤ che √® mancata √® stata¬†l’attenzione nei momenti chiave e se incontri squadre con¬†special teams cos√¨ forti, non ti puoi permettere errori cos√¨ marchiani nel “ball handling”.

Quindi, ora Pittsburgh, in coabitazione con i Ravens, guida la division con un ottimo 6-2, mentre Cincinnati si vede relegata in fondo con un desolante 2-6. E settimana prossima per i Bengals, altra trasferta pericolosa, a Indianapolis, mentre Pittsburgh se la vedr√† con i Patriots, nell’ultima, ma pi√Ļ attesa e spettacolare partita della domenica del “Thanksgiving Day”.

Pittsburgh: vs New England

Cincinnati: @ Indianapolis

Post By simonmp1 (75 Posts)

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.