0Shares
0 0

Los Angeles¬†ha l’occasione di chiudere i giochi di questa finale. Avanti 3-2 nella serie, si gioca il matchpoint davanti al proprio pubblico, farcito al solito di personaggi famosi¬†che le riprese televisive non mancano di farci notare.¬†Chicago, invece, ha tutte le intenzioni di rompere le uova nel paniere dei Kings, per potersi poi giocare gara7 in casa.

Cominciano bene i padroni di casa, che si portano avanti nel primo periodo, e vanno negli spogliatoi forti di un 1-0 difeso strenuamente da Quick. Peccato per loro che si giochino altri due periodi, e in questo caso soprattutto il secondo. Forti del Gatorade appena bevuto, i Blackhawks pareggiano e vanno in vantaggio nei primi minuti, con Kane che gira bene e fa presumere che la serata stia cambiando piede. Fine secondo periodo: 2-1 per Chicago.

Parafrasando il me stesso di qualche riga fa, Chicago dovrebbe stare attenta ai cambi di periodo.  E infatti stavolta la pausa di 20 minuti dona nuova linfa ai Kings, che ne segnano 2 riportandosi di nuovo sopra, e costringendo i Blackhawks a un cammino in salita. Ma questo non spaventa per niente le casacche bianche.

Diceva il saggio: Qualche volta se piove merda e qualcuno deve metterci un ombrello,¬†e chi chiamerai?”¬†La¬†risposta originale era diversa, ma quella di ieri sera ha un nome e un cognome: Patrick Kane.¬†Non pago di aver gia’ segnato, decide di far segnare anche gli altri. E quindi serve un no look pass da manuale a Keith, che batte Quick per il pareggio. 3-3. Ma ce n’e’ ancora. Kane gioca il disco sotto la balaustra, e dentro di me ho pensato: “Adesso segna.” Si accentra come se andasse a fare una passeggiata, e insacca un¬†wrist shot alle spalle del portiere di Los Angeles. Un tranquillo capolavoro che gela lo Staples Center.

I Kings ovviamente non ci stanno, e tentano tutto quello che possono. A poco meno di 2 minuti dalla fine il portiere lascia il ghiaccio, e con l’extra skater¬†assillano la difesa e tolgono l’aria a Crawford, oscurandogli spesso e volentieri anche la visuale. Ma anche lui si guadagna nettamente lo stipendio, mettendoci cuore e gambali in un paio di parate negli ultimi dieci secondi che valgono la partita.

Chicago evita cosi’ il secondo rischio di eliminazione in questa serie. Kane, che nelle prime 4 gare aveva segnato 1 punto, ne ha fatti 7 in totale tra gara5 e gara6. Che sia il cambio di linea (adesso e’ con Saad e Shaw, che erano e sono in ottimo periodo) o l’odore dell’eliminazione, non ci e’ dato saperlo. Sappiamo di sicuro che ci ha portato a gara7. Qualcuno lo ringraziera’, qualcun’altro lo maledira’, ma non e’ proprio questo il bello? Because it’s the Cup.

Risultati 30 maggio 2014

Chicago @ Los Angeles 4-3 Western Conference Final: 3-3

Continua a seguire Hockey Night in Cividale su Twitter, su Facebook, su Google+e su Flipboard

Post By Hockey Night in Cividale (478 Posts)

HNC è il canale di Play.it interamente dedicato al mondo della NHL. Podcast, news e cinguettii [ @RadioHNC ] per tenervi sempre aggiornati sull'hockey nordamericano e non solo.

Website: → Hockey Night in Cividale

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.