0Shares
0 0

E’ cominciata la seconda fesa dei campionati europei, con i due nuovi gironi formatisi dopo le prime cinque partita disputate.

Poche sorprese nella prima giornata, con la Spagna che batte la Germania lavorando bene contro Dirk Nowitzki, mentre la Francia deve sudare parecchio per scrollarsi di dosso la Turchia in una partita costellata da parecchi errori.

Spinta dal solito grande pubblico vince anche la Lituania che batte la Serbia in un match bellissimo e a punteggi elevati.

Nel girone F ipoteca una sorprendente qualificazione ai quarti di finale la Macedonia che vince sulla sirena contro una coriacea Georgia, priva di Zaza Pachulia. Tutto facile per la Russia contro la Finlandia, mentre la Grecia ha la meglio su una Slovenia certo non alla sua miglior prestazione.

DAY 1

Germania – Spagna 68-77

Torna a sorridere la Spagna di Scariolo con una prestazione difesnvia maiuscola sul pericolo numero uno Dirk Nowitzki (19 punti e 7 rimbalzi ma solo 7/17 dal campo).

Gli iberici ruotano la loro possente front line in maniera ideale e finiscono per mandare fuori giri l’MVP delle ultime Finals NBA, togliendo così ogni chance alla Germania di portare a casa l’incontro.

La partita, comunque, si risolve solo sulle ultime curve, quando i Gasol segnano i canestri decisivi per portarsi a quota 4 punti. Marc finisce a quota 24, Pau grifa 19 marcature con 7 rimbalzi e 2 stoppate. 6 punti per Rudy Fernandez, nessuno in 11 minuti per Ibaka e, ancora, stessa sorte per Ricky Rubio, a secco ma in 21 minuti di campo ma con 5 rimbalzi e 3 assists a referto. Solido Chris Kaman per la Germania, 15 punti e 12 rimbalzi.

Turchia – Francia 64-68

Suda le fatidiche sette camice la Francia per battere la Turchia. Gli uomini di Collett sembrano fermarsi sul più bello, ossia quando raggiungono la doppia cifra di vantaggio (+15 in apertura di ultimo quarto). Lì è un festival di errori e palle perse che consente ai turchi, tutto tranne che perfetti fino a quel momento, di rientrare in gioco (65-64 Francia con 7” da giocare) e di avere nella mani il tiro della vittoria, sbagliato, però, da Arslan.

Nonostante brutte percentuali di tiro (6/17) è sempre Tony Parker a prendersi responsabilità quando la palla scotta e terminare con un tabellino di tutto rispetto: 20 punti, 6 rimbalzi e 5 assists. Nicolas Batum si ferma ai 13 punti di un ottimo primo tempo, 7 punti per Noah, deludente Diaw (3 punti in 30′ con 4 perse), poco utilizzato (2 punti in 6′) Seraphin. Per la Turchia, Turkoglu è il capitano che non si arrende con 13 punti e 8 rimbalzi, Omer Asik rebus irrisolvibile anche per i possenti lunghi transalpini (10+11), Ersan Ilyasova mette in difficoltà con la sua atipicità (10 punti e latrettanti rimbalzi) e Enes Kanter fa vedere cose discrete in 10′ di impiego (4 punti, 2 rimbalzi e una stoppata).

Serbia – Lituania 90-100

Quando in campo vanno Lituania e Serbia è facile assistere a partita con alti punteggi e basket spettacolo. Il match di mercoledì sera non ha tradito le attese e ha riservato momenti di grande spettacolo. Hanno avuto la meglio i baltici, bravi a concretizzare il vantaggio maturato nel primo tempo. Di sicuro contenti i tifosi dei Toronto Raptors che vedono la loro prima scelta, Jonas Valanciunas, troneggiare in una partita di questa importanza con 18 punti, 5 rimbalzi e una stoppata. Tutto in solo 20 minuti di gioco.

DAY 2

Finlandia – Russia 60-79

Vita facile per la Russia di David Blatt che fa polpette di una Finlandia, giunta a uno storico secondo turno. I quarti centrali mandano la pratica in archivio anticipatamente e così Blatt può distribuire i minutaggi dei suoi giocatori. Kirilenko chiude con 14 punti. 4 rimbalzi e 4 recuperi, mentre ci sono 11 punti e 2 stoppate per Mozgov.

Slovenia – Grecia 60-69

Importante successo della Grecia che supera la Slovenia dopo una partita di alti e bassi, ma trovando i canestri giusti nel momento decisivo (3 triple nell’ultimo minuto e dieci secondi). Goran Dragic ancora non incide (9 punti con 3/7), mentre dall’altra parte Kosta Koufos porta sostanza dalla panchina, con 6 punti e 8 rimbalzi in 13 minuti.

 

Post By nikfiumi (62 Posts)

Cestista, baskettaro, appassionato della palla a spicchi, fedele adepto del parquet. Nato a pane e Danilovic, cresciuto a tarallucci e Ginobili, ho sviluppato col tempo un'insana passione per il basket a stelle e striscie e i Denver Nuggets, aggiungendo poi con calma interesse vivo per Football Americano (San Francisco 49ers) e Baseball (San Francisco Giants). Scrivo per diletto. Parlo a volte, a sproposito, su Radio Playit.

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.