Pocket

1-CLEMSON (11-0)

I campioni nazionali in carica sembrano aver ritrovato la strada ed essere lanciati in maniera dominante ad una sola gara dal termine della RS. Wake Forest è stata spazzata via 52-3 a Death Valley, provocando così la 26ma vittoria consecutiva per i Tigers. Clemson ha siglato almeno 45 punti in sei match di seguito senza subirne più di 14. Sono il terzo team dall’era del poll AP ad aver conseguito uno scarto di 45 punti ininterrottamente per 4 gare, assieme a Nebraska (1971) e Army (1944). Trevor Lawrence ha agguantato il career high di 4 td passes e completato 21 su 27 lanci per 272 yd. Travis Etienne ne ha corse 121 in 16 portate e Tee Higgins ha aggiunto 3 realizzazioni in ricezione. Prossimo turno Bye.

2-OHIO STATE (10-0)

I Buckeyes entrano in warm up per le ultime due gare di stagione regolare, sconfiggendo 56-21 in trasferta Rutgers, conquistando così la 16ma W di seguito. Justin Fields è andato per il record in carriera di 305 yards e 4 td con 15-19 mentre il tailback JK Dobbins ne ha aggiunte 89 e due realizzazioni su corsa, contribuendo alle 594 yd offensive di squadra. Il corridore entra perciò nella più lunga streak in casa Ohio State dal 2014 per quel che concerne touchdown multipli dallo scrimmage (4 match), raggiungendo Ezekiel Elliott. Penn State e Michigan a fine mese sono gli ultimi – e difficilissimi – incontri da disputare. Prossimo avversario Penn State.

3-LSU (10-0)

L’offensive zone dei Tigers continua a stupire nella vittoria 58-37 di sabato su Ole Miss e la SEC West è quasi in cassaforte, ma le incertezze difensive costano loro la vetta del poll. Hanno difatti subìto ben 614 yards, incluse 402 su rushing mode in 44 attempt (9.1 a portata) e Plumlee, qb Rebels, ha inoltre lanciato per 123 yd e corso 21 volte per altre 212 con 4 segnature. In avanti 714 sono state invece le iarde performate, grazie pure all’ennesima performance monstre di Joe Burrow, sempre più favorito per l’Heisman (3 td e 32 completi). Con la quarta partita ad almeno 5 td passes, ha eguagliato il record di Drew lock a Missouri nel 2017, per quel che riguarda la storia SEC. Prossimo avversario Arkansas.

4-OREGON (9-1)

Quinta partita stagionale con meno di 7 punti incassati per i Ducks nel 34-6 su Arizona. Justin Herbert ha lanciato per il season-high di 333 yd con 4 td ed ora, grazie ai 28 stagionali e i soli 3 intercetti, si può ritenere candidato Heisman di quest’anno. Prossimo avversario Arizona State.

5-GEORGIA (9-1)

Terzo titolo consecutivo SEC East per i Bulldogs (6-1 nella Conference), dopo la W ad Auburn di sabato; i match del girone si chiuderanno nel prossimo step casalingo con Texas A&M. Da quando Florida ne conquistò 5 tra il 1992 e il 1996, è questa la striscia più lunga. Georgia è andata avanti 21-0 una volta entrati nel quarto periodo di gioco, prima di subìre le due segnature di Eli Stove (su passaggio) e Bo Nix (run). Jake Fromm ha completato 13 lanci su 28 per 110 yd e tre score e il tailback D’Andre Swift ha corso per 106 yd in 17 carries. Le 251 totali hanno rappresentato il più basso yardaggio offensivo di un team vincente in incontri con AP top 15 dalla vittoria di LSU su Alabama del 2011 per 9-6, quando chiuse con sole 239. Prossimo avversario Texas A&M.

6-ALABAMA (9-1)

Vittoria netta ma triste quella di Alabama su Mississippi State 38-7. Il prodigio Tua Tagovailoa è infatti out for season e dopo aver subìto un’operazione alla caviglia forse andrà al più presto sotto i ferri pure per una frattura posteriore e dislocazione all’anca. Anche i difensori di linea Raekwon Davis (gamba destra), DJ Dale (ginocchio) e il ricevitore Henry Ruggs III (distorsione) hanno accusato infortuni. Prossimo avversario Western Carolina.

7-UTAH (9-1)

Gli Utes mantengono il controllo in Pac-12 South e si avvicinano al Pac-12 Championship Game con inoltre chance per il Rose Bowl, grazie alla vittoria casalinga su UCLA 49-3. La difesa di Utah ha limitato gli avversari a 269 yd, forzato 5 turnover ed effettuato 5 sack su Dorian Thompson-Robinson. Tyler Huntley ha lanciato il primato annuale di 335 yards e due score e Zack Moss ha corso 17 volte per 127 iarde e due segnature. Gli Utes ora hanno una gara di vantaggio su USC e sono i favoriti nei prossimi step con Arizona e Colorado. Prossimo avversario Arizona.

8-OKLAHOMA (9-1)

La più grande rimonta nella storia scolastica di Oklahoma mantiene accese le speranze per il titolo in Big-12 e sui CFP. Sotto di 25 nel secondo quarto e di 21 all’half, i Sooners hanno poi vinto 34-31 a Baylor grazie al field goal di Brkic ad 1:45 dal termine, per merito di 58 offensive play (altro primato). Jalen Hurts ha commesso un fumble nella end zone dei Bears e lanciato ben tre intercetti, ma il suo ormai accertato carattere gli ha permesso di guidare drive vincenti in momenti determinanti, consumando pure molto tempo e chiudendo alla fine con quasi 300 yds e 30 su 42. I Sooners hanno però dovuto fare a meno della superstar in ricezione CeeDee Lamb, infortunato. Prossimo avversario TCU.

9-PENN STATE (9-1)

Reduci dalla prima L stagionale, i Nittany Lions hanno battuto Indiana 34-27 in casa, allungando dal 27-24 del quarto quarto, grazie a 18 giochi e un drive da 75 yards, risultato decisivo per la contesa. Clifford, l’artefice della 1-yd td in questione, ha concluso poi con 179 iarde di passaggio e 55 in corsa e tre mete totali. Journey Brown ne ha aggiunte 100 in rushing mode mentre la star KJ Hamlet ha lasciato il campo dopo un kickoff return nel quarto iniziale. Penn State rimane ad un incontro da Ohio State nella Big-10 East e la trasferta di week 13 promette scintille. Prossimo avversario Ohio State.

10-FLORIDA (9-2)

I Gators restano nella hunt per il NYSB, battendo Missouri 23-6 fuori casa. Dopo aver faticato offensivamente nel primo tempo, Kyle Trask ha lanciato 2 td nel terzo periodo, completando in totale 23 passaggi su 35, per 282 yd e due td. Ha effettuato minimo 2 touchdown in otto match consecutivi, cioè la striscia maggiore di un giocatore a Florida dai tempi di Tebow (10 nel 2008). La difesa l’ha fatta da padrone, con sole 52 rushing yards totali, 10 tackle for loss e due sack a Jonathan Greenard. Prossimo turno Bye.

11-BAYLOR (9-1)

Occasione della vita sprecata nel Big-12 showdown casalingo coi 4 volte defending league champion di Oklahoma. I Bears sono rimasti a zero nel secondo tempo dopo aver accumulato 25 punti di vantaggio. Solamente 5 possessi i Sooners hanno concesso a Baylor da quel momento in poi, dominando l’orologio e spostando le catene. Charlie Brewer ha chiuso con 194 passing yard, 2 td e 1 int, correndo pure 17 volte per 65 yd e due score. Il Big-12 Championship Game è ancora possibile se nelle restanti sfide casalinghe con Texas e Kansas si ottenessero due W. Prossimo avversario Texas.

12-MINNESOTA (9-1)

Il sogno dei Golden Gophers di rimanere imbattuti si è interrotto contro Iowa (23-19), una settimana dopo aver battuto niente meno che Penn State! E’ la nona trasferta di seguito andata male contro gli Hawkeyes, a causa di un brutto start e un primordiale deficit di 17 punti (20-3) con poco più di sei minuti da giocare nel secondo quarto, nonostante l’ottima prova di Tanner Morgan, alla fine con 368 yards al lancio e un td. Il qb ha però sofferto l’enorme pressione rivale (6 sack) uscendo nei minuti finali per una probabile concussion. Il gioco di corsa non ha prodotto molto, con sole 63 yd in 30 portate. Ora la race in Big-10 West è ancora aperta per Minnesota e lo showdown con Wisconsin di fine mese sarà decisivo. Prossimo avversario Northwestern.

13-WISCONSIN (8-2)

I Badgers accorciano le distanze in Big Ten West vincendo a Nebraska 37-21 e sfruttando la L di Minnesota. Ancora una volta Jonathan Taylor ha compiuto uno show, correndo per la terza occasione contro i Cornhuskers e undicesima di carriera (raggiungendo nella storia FBS Marcus Allen, Ricky Williams e Ron Dayne) più di 200 yards (204), stavolta in 25 portate con due td. Le 5.596 yd dell’Heisman Trophy winner Herschel Walker tra l’80 e l’82 e record NCAA per uno junior, sono state già superate da Taylor (5.634) con due regular season game ancora da disputare. Prossimo avversario Perdue.

14-MICHIGAN (8-2)

A due settimane soltanto dallo showdown con Ohio State l’attacco di Michigan sembra entrato in palla in maniera decisa. Nel 44-10 su MSU il quarterback Shea Patterson si è distinto nel season high di 384 yd con pure 4 td e 24 su 33, compiendo l’impresa di superare quota 300 con più di 3 mete per la prima volta qui ai Wolverines. Le 182 iarde del primo tempo, sono inoltre il primato di un giocatore a Michigan dai tempi di Chad Henne (2005 contro gli Spartans). Prossimo avversario Indiana.

15-NOTRE DAME (8-2)

Terza partita per Ian Book con minimo 5 passing td (il massimo nella storia di Notre Dame), di cui 4 indirizzati a Chase Claypool, nella vittoria 52-20 su Navy (23mi) dei Fighting Irish; la difesa è inoltre riuscita a forzare 4 fumbles, convertiti poi in 24 punti. Rimangono ora i match con Boston College (in casa) e fuori a Stanford, sperando pure in qualche altro risultato favorevole per puntare al New Year’s Six Bowl. Prossimo avversario Boston College.

16-MEMPHIS (9-1)

I Tigers sono partiti a rilento contro Houston, sotto 17-7 a fine primo quarto, prima di esplodere 35 punti nel secondo e terzo per il 45-27 conclusivo. E’ la quarta W di seguito per Memphis che si mantiene così in posizione da invito automatico del Group of 5 League per il NYSB. Brady White ha lanciato per 341 yd, 5 td e una corsa in end zone, mentre il tailback Kenneth Gainwell ne ha aggiunte 99 in 17 portate sempre via terra. La vetta in AAC West rimane, nonostante l’unica L sia avvenuta in una conference play. Prossimo avversario USF.

17-IOWA (7-3)

Gli Hawkeyes hanno rovinato la “perfect season” di Minnesota con l’upset di giornata 23-19. E’ stata questa la sesta volta dal 2008 che Iowa batte un ranked opponent al Kinnick a novembre e la terza in quattro stagioni con un top-10. Siglati touchdown in ogni primo possesso dei primi tre drive offensivi e Nate Stanley ha lanciato 173 yd per 2 td mentre Tyler Goodson ha corso per 94 yd ed un goal. Prossimo avversario Illinois.

18-BOISE STATE (9-1)

Nonostante il terzo qb a lanciare (Jaylon Henderson), New Mexico non ha comportato un grande problema per Boise State, dominanti nel 42-9, terza W consecutiva dalla sconfitta a BYU, con regista dietro al centro diverso in ognuna di queste. I Broncos possono conquistare la Mountain Division della MWC con una vittoria a Utah State la prossima week, mentre una sconfitta lascerebbe a tre team (Aggies e Air Force) il rush finale. Prossimo avversario Utah State.

19-CINCINNATI (9-1)

I Bearcats rimontano da 0-10 a USF, in un intervallo caratterizzato da sole 49 yards offensive e 27 giochi nei primi due quarti. Il comeback è stato possibile grazie al field goal di Sam Crosa a tempo scaduto, per il finale 20-17, che permette così a Cincinnati come minimo il titolo condiviso dell’American Athletic East Division. Adesso infatti, il vantaggio è di due gare su Temple e UCF, per merito del 6-0 nella Conference. Prossimo avversario Temple.

20-APPALACHIAN STATE (9-1)

I Mountaineers recuperano uno svantaggio di 21-7 in trasferta a Georgia State, prima di siglare 49 punti consecutivi e chiudere 56-27. La difesa di Appalachian State ha forzato sette 3 & out in questi frangenti e uno dei possessi si è chiuso con intercetto. Zac Thomas ha lanciato 4 td e corso una volta in end zone mentre Darrynton Evans ha performato 131 rushing yards con un touchdown. E’ di una partita il vantaggio adesso su su Georgia Southern nella Sun Belt East. Prossimo avversario Texas State.

Post By Lucio Di Loreto (174 Posts)

"Malato" di sport a stelle e strisce dagli anni 80! Folgorato dai Bills di Thurman Thomas e Jim Kelly, dal Run TMC e Kevin Johnson, dai lanci di Fernando Valenzuela e dal "fulmine finlandese". Sfegatato Yankees, Packers, Ravens, Spurs e della tradizione canadese dell'hockey.

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.