0Shares
0 0
Dopo la pazza off-season NBA l’Atlantic Division si presenta con 4 squadre su 5 che ambiscono ai playoff: Philadelphia è la favorita per andare alle finali NBA, Brooklyn e Boston sono due ottime squadre ma mancano di profondità e esperienza.
Toronto dopo il titolo è in pace con se stessa e si prepara ad una stagione di transizione e poi ci sono i Knicks che sono in una fase di transizione da troppi anni.

Philadephia 76ers

Quintetto: Ben Simmons, Josh Richardson, Tobias Harris, Al Horford, Joel Embiid
Arrivi: Al Horford, Josh Richardson, Trey Burke, Matisse Thybulle, Raul Neto, ¬†Kyle O’Quinn
Partenze: ¬†Jimmy Butler, JJ Redick, TJ McConnell, Boban Marjanovińá
Punti di forza
Rotazioni РFinalmente con Neto e Burke, del quale gli addetti ai lavori dei 76ers si dicono sorpresi, avranno un pò di competizione nel ruolo di vice-simmons; Mike Scott e James Ennis, rifirmati in estate, sono ottimi cambi solidi su entrambi i lati del campo mentre Zhaire Smith e Kormaz, reduce da un ottimo mondiale, saranno delle liete sorprese.
Difesa – il quintetto sar√† composto da 4 giocatori sopra i 206 centimetri che possono cambiare su tutti i p&r, chiudere l’area e dominare i tabelloni a rimbalzo difensivo.
Embiid
Punti di debolezza
Go to guy – Phila perde con la partenza di Jimmy Butler,¬†¬†un creatore a gioco rotto e leader nei momenti decisivi delle partite, sopratuto a Playoff. Le responsabilit√† offensive ricadranno su Embiid, condizione fisica permettendo, e su Harris da cui ci si aspetta un approccio pi√Ļ simile alla stagione con i Clippers che a quella passata.
Tiro da fuori –¬†¬†Rispetto all’inizio della scorsa stagione hanno scambiato Shamet e perso in estate Reddick, Josh Richardson √® sicuramente uno specialista ma il quintetto √® comunque limitato dall’arco e ne risentir√† nel corso dei playoff.
Il tiro di Simmons –¬†¬†Nonostante i video che sono girati in estate non aspettiamoci miracoli dal numero 25, basta vedere i tempi di sviluppo del tiro di Giannis per capire che 3 mesi sono pochini per imparare a tirare. La sua poco pericolosit√† al tiro sar√† un arma in pi√Ļ per gli avversari
Analisi
Al via della stagione 2019/20 i Philadelphia 76ers si presentano come la squadra favorita per vincere la propria conference.
Sebbene non ci sia pi√Ļ Butler per la prima stagione coach Brett Brown potr√† contare su una squadra profonda e completa in tutti i ruoli.
Grazie all’arrivo di Horford, sar√† pi√Ļ semplice far riposare Embiid: il centro con origini nigeriano lo scorso anno quando era in campo portava in RS un NET rating di +11 mentre ai Playoff il dato saliva ad uno spaventoso +42. Almeno ancora per questa stagione sar√† costretto a gestire il proprio minutaggio ed ecco che un giocatore funzionale, solido e di esperienza come Horford consentir√† a Philadelpia di avere un punto fisso di riferimento sotto canestro per 48 minuti a partita.
Se per quanto riguarda la regular season ci sono pochi dubbi sul primato dei 76ers, Giannis Antetoukoumpo permettendo, le incognite riguardano sopratutto i playoff quando le difese metteranno in luce i problemi realizzativi di questo gruppo. Inutile dire che da questa stagione le chance di titolo dipenderanno solo dalla condizione fisica del numero 21.
Record 2018/19: 51 W – 31 L
Previsione 2019/20: 60 W – 22 L

Boston Celtics

Arrivi: Kemba Walker, Enes Kanter, Carsen Edwards, Romeo Langford, Grant Williams, Tacko Fall
Partenze: Kyrie Irving, Terry Rozier, Marcus Morris, Aron Baynes, Al Horford.
Quintetto:  Kemba Walker, Jaylen Brown,Jayson Tatum, Gordon Hayward, Enes Kanter
Punti di forza
Gordon Hayward –¬†¬†L’infortunio di Hayward √® uno di quegli infortuni che necessitano di almeno 1 stagione completa di assestamento prima di ritornare alla forma ideale, come successo con PG. Aspettiamoci quindi il giocatore che eravamo abituati a vedere a Utah.
Brad Stevens – Mai scommettere contro l’allenatore che √® riuscito a guidare nel 2017 i Celtics dei ragazzini (privi di Irving e Hayward) fino alle finali di conference fermandosi solo a gara 7 davanti a Lebron James. Il roster della nuova stagione, pieno di giocatori ancora in sviluppo, presenta una situazione simile a quel fine di stagione.
Punti di debolezza
Reparto lunghi – Sostituire un leader sui due lati del campo come Horford con (solo) Kanter avr√† sicuramente delle ripercussioni sulla stagione dei bianco-verdi. Avr√† una chance per affermarsi definitivamente Theis, e ci piace pensare che ci sia spazio per l’atteso Tacko Fall.
Panchina – Tolto il quintetto base e il prezioso Marcus Smart, poche certezze.
Analisi
Un’ estate in cui i Celtics hanno fatto un passo indietro rispetto alla passata stagione. Fallito il tentativo Kyrie Irving, al quale erano state date le chiavi di un roster ricco di talento e profondo, il GM Danny Ainge √® riuscito prontamente a rimpiazzarlo con Kemba Walker uno dei migliori playmaker della lega nella passata stagione (25.6 punti di media con il 43% e 5.9 assist a partita).
Oltre al già citato Horford. I Celtics hanno però perso anche Rozier e la coppia di ali Baynes-Morris che lasciano un buco (non coperto)nelle rotazioni.
Confidando nell’esplosione del due Tatum – Brown e nella rinascita di Hayward, con Kemba a coordinare le operazioni, il fattore campo al primo turno dei playoff √® un obbiettivo alla portata; ma per il titolo se ne riparla dalla prossima stagione.
Record 2018/19  49W / 33 L
Previsione 2019/20 44W / 38 L

Brooklyn Nets

Quintetto: Kyrie Irving, Caris LeVert, Taurean Prince, Joe Harris, DeAndre Jordan
Arrivi:  Taurean Prince, DeAndre Jordan, Kyrie Irving, Kevin Durant, Garrett Temple, Wilson Chandler, Lance Thomas
Partenze: ¬†Allen Crabbe, D’Angelo Russell, DeMarre Carroll,¬†¬†Treveon Graham,¬†Shabazz Napier
Punti di forza
Kyrie – Dopo un’esperienza a Boston decisamente sotto le aspettative trova un’altra squadra che pu√≤ dargli una chance di titolo nei prossimi anni. Con un supporting cast di altissimo livello e KD ai box fino alla prossima stagione ha la possibilit√† di riaffermarsi come una delle prime stelle di questa lega.
Supporting cast – Nonostante le tante partenze in estate necessarie per far posto a KD e Irving, Brooklyn si coccola il suo gioiellino LeVert e punta ad avere in Dinwiddie il sesto uomo dell’anno dopo una bella ¬†stagione. 2 ottimi centri come Jordan e Allen favoriranno Kyrie nei p&r mentre incoraggiati da una preseason da cecchino, Taurean Prince √® l‚Äôuomo che Brooklyn cercava: fisico, preciso dall‚Äôarco (38% la scorsa stagione) e solido nella met√† campo difensiva.
Punti di debolezza
KD non gioca
Difesa sugli esterni: Se penetrare nel cuore dell’area di Brooklyn sar√† un impresa, lascia invece¬†¬†desiderare la difesa sul perimetro, sopratutto ai playoff quando gli accoppiamenti favoriranno gli 1vs1 avversari.
Analisi
Al via della stagione una domanda riguardante Brooklyn sorge spontanea: aspettando KD, andranno meglio i Nets di Kyrie o quelli di D’Angelo Russell della scorsa stagione? Irving ha già ottenuto, come da lui dichiarato, un mezzo fallimento come leader a Boston e con Brooklyn che ha mantenuto tutti i giocatori chiave dello scorso anno e ne ha aggiunti alcuni interessanti, ecco che gli si presenta una seconda possibilità.
Quest’anno √® per certi versi una lunga pre-season in attesa del ritorno di KD,¬†un occasione per affermarsi e per accumulare minuti nei playoff per i vari LeVert, Allen, Dinwiddie e Kurucs.
Ma gi√† da quest’anno ad Est si pu√≤ far bene viste¬†le tante squadre allo stesso livello; se la crescita durante l’anno dovesse essere notevole come nella passata stagione allora la permanenza ai playoff potrebbe durare pi√Ļ del previsto.
Record 2018/19: 42W / 40 L
Previsione 2019/20: 46W / 36L

Toronto Raptors

Quintetto: Kyle Lowry, Fred VanVleet, Norman Powell, Pascal Siakam, Marc Gasol
Arrivi: Cameron Payne, Rondae Hollis-Jefferson, Stanley Johnson
Partenze:  Kawhi Leonard, Danny Green, Jeremy Lin
Punti di forza
Atletismo: Attualmente √® l’unica squadra insieme a Milwaukee che ha dei giocatori in grado di tenere fisicamente in una serie playoff contro Phila. Con un reparto lunghi di esperienza e una batteria di esterni giovani e atletici potrebbero allungare pericolosamente un eventuale primo turno contro Embiid e compagni.
Siakam Pascal:  Dopo una stagione in cui è esploso adesso ha tutte le licenze per diventare un All-Star. Sarà il go-to-guy.
Punti di debolezza
Motivazioni: Dopo l’anello, la mancata firma di Kawhi e i tanti veterani che sono alla fine del loro chilometraggio nella lega, a Toronto √® tutto pronto per chiudere un ciclo (vincente). La prossima stagione √® semplicemente un momento di passaggio prima della free agency del 2020 dove i Raptors, che avranno quasi 3/4 del salary cap disponibile, si presenteranno da protagonisti.
Non c’√® pi√Ļ Kawhi
Siakam Pascal: Nonostante lo spaventoso annuale da 31 milioni firmato da Lowry, tutte le pressioni e le aspettative saranno su di lui, e se non dovesse essere la stella di questi Raptors? Chi altro può prendere per mano la squadra?
Analisi
Nonostante la partenza di Kawhi in Canada c’√® una squadra attrezzata per arrivare ai playoff ma per abbastanza talentosa per andare oltre al primo turno. Sar√† comunque una stagione interessante in chiave futura: Siakam deve dimostrare di poter essere il volto di questa franchigia per i prossimi anni guadagnandosi il rinnovo, per OG Anounoby √® invece la stagione della verit√†, i minuti liberi lasciati da Kawhi e Danny Green saranno una chance per dimostrare il suo potenziale, stesso discorso vale per Stanley Johnson.
Da Gasol non ci si pu√≤ e non si deve pretendere pi√Ļ niente mentre Lowry nell’ultima stagione a Toronto cercher√† di convincere le altre 29 squadre che ha ancora del gioco da far vedere nell’ultima parte della sua carriera.
I Raptors scendono in campo per una stagione senza aspettative con un Kawhi in meno ma con un titolo NBA in pi√Ļ.
Record 2018/19: 58 – 24
Previsione 2019/20: 41-41

New York Knicks

Quintetto:  RJ Barrett, Dennis Smith J., Kevin Knox, Julius Randle, Mitchell Robinson
Arrivi: RJ Barrett, Kyle Guy, Julius Randle, Elfrid Payton, Taj Gibson, Marcus Morris, Bobby Portis, Reggie Bullock, Wayne Ellington
Partenze: Trey Burke, DeAndre Jordan, Lance Thomas
Punti di forza
RJ Barrett: Siamo sicuri che sia Zion il rookie dell’anno?
Giovani in ascesa: Arrivati a questo punto, per i Knicks l’unico obbiettivo √® uscire da questa stagione con un’idea chiara su quali siano i giocatori sui quali valga la pena di puntare per le prossime stagioni. Dennis Smith J., Randle, Knox, Ntilikina, Mitchell Robinson e lo stesso RJ Barrett sono tutti giocatori con potenziale e promettenti ma che non hanno ancora dimostrato niente.¬†Attenzione a Ntilikina, reduce da un ottimo mondiale e a Mitchell Robinson.
Punti di debolezza
Punto di riferimento: L’unico vero realizzatore di questa squadra √® probabilmente Randle, vive spesso di alti e bassi e non ha ancora un tiro da fuori affidabile ma dovr√† essere il leader per mancanza di alternative.
Obbiettivi:  Grandi free agents mancati continuamente rimpiazzati da tante, forse troppe, giovani promesse e veterani pescati qua e là. Non c’è un progetto di fondo.
Analisi
L’ambiente a New York sponda Knicks non √® dei migliori: dopo aver scambiato Porzingis per poca roba, i due principali obbiettivi di mercato sono stati firmati dai rivali in citt√† e ancora una volta, in un’estate in cui 6 dei 10 migliori giocatori NBA hanno cambiato squadra,¬†New York¬†rimane a bocca asciutta e si prepara alla settima stagione consecutiva senza playoff.
La squadra è stata costruita mettendo insieme veterani come Taj Gibson, Bullock, Morris, Ellington e scommesse come Randle, Payton e Portis. La squadra è complessivamente migliore rispetto allo scorso anno, ma salvo miracoli, il migliore risultato può solo essere un ultimo posto che porti ad un scelta alta al draft.
Record 2018/19:  17 W / 65L
Previsione 2019/20:  27/ 55L

Post By Filippo Russo (10 Posts)

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.