Pocket

Continua la striscia positiva dei Celtics

Tre gare nella notte NBA. Boston soffre a Philadelphia ma porta a casa il 9° successo di fila.

Bene anche Dallas e Portland.

Vediamo in dettaglio com’è andata.

CELTICS 102, SIXERS 101
Il collaudato asse Rondo-Garnett garantisce la vittoria numero 9 consecutiva per i Boston Celtics che escono dal Wachovia Center conquistando il nono successo sulle 10 trasferte disputate. E’ una magia di Rondo che trova sopra il ferro Garnett per il canestro del 102-101, siglato a 1” dalla sirena, dopo che Iguodala aveva fissato l’illusorio vantaggio 5 secondi prima. Per Boston, gran serata al tiro con il 55% dal campo ed il 58% dall’arco e con il solito direttore d’orchestra che risponde al nome di Rajon Rondo che mette a referto 19 punti e 14 assist. Positivo Allen, autore di 23 punti con 10 tiri tentati mentre Davis porta dalla panchina 16 punti e 7 rimbalzi. Per i Sixers non bastano i 7 giocatori in doppia cifra e la doppia doppia di Iguodala che fa segnare anche la bellezza di 11 assist.

NETS 89, MAVERICKS 102
Non si fermano neanche i Dallas Mavericks (18-4, stesso record dei Celtics) che trovano relative difficoltà nel battere i Nets, giunti alla sesta sconfitta di fila e con la poco invidiabile posizione di essere la peggiore squadra ad Est (6-17). Dallas tira benissimo e chiude con il season high del 54% dal campo con la coppia Nowitzki-Marion che combina per un ottimo 16/20 dal campo. Il tedesco mette a referto 21 punti con 10 rimbalzi mentre JJ Barea smista un assist ogni due minuti (13 in 27’). New Jersey ha uno scarso contributo dalla panchina (52-24 Mavs) e deve affidarsi al duo Lopez-Morrow che segna più della metà del fatturato della squadra (45 degli 89 totali) per un ritorno amaro di coach Avery Johnson a Dallas.

MAGIC 83, TRAILBLAZERS 97
Altro successo importante per i Portland Trailblazers che si riscattano dopo un inizio balbettante di stagione. Dopo Phoenix, tocca ad Orlando soccombere al Rose Garden che assiste al ritorno di Andre Miller. Gli ospiti partono fortissimo con un Dwight Howard impressionate che segna 18 dei 22 punti targati Orlando del primo quarto mentre Portland è ferma a soli 14. I Blazers non subiscono il colpo e trascinati da Miller chiudono il primo tempo con un solo punto di svantaggio. Portland è più fluida e si serve delle triple di Fernandez, del tasso d’attività di Matthews e dell’efficacia di Batum per creare il solco che difende senza grossi patemi nel 4° quarto. 22 punti per il rientrante Miller mentre Batum chiude in doppia doppia (15 pts, 10 rebs) con Matthews autore di 20 punti ed il 50% dal campo. Ai Magic, non basta la super gara di Howard che in 43’ ne infila 39 con 15 rimbalzi e 3 stoppate tirando 13/20 dal campo e 13/18 ai liberi. Il resto è davvero poca roba (il duo Carter-Nelson chiude con 6/26 al tiro).

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

57 thoughts on “NBA – Chi ferma Celtics e Mavericks ?

  1. boston e dallas sono squadre piene di opzioni e ciò gli da la forza di affrontare avversari diversi con diversi interpreti in una lunga regular season, la loro esperienza gli da, poi, quella crudeltà nel chiudere le partite al momento giusto per risparmiare energie preziose per i p.o.
    io, francamente, preferisco boston perchè ad est la strada è + facile e perchè li vedo meno dipendenti da un solo giocatore rispetto ai mavs che, in mezzo a un roster pur vario e valido, hanno troppo bisogno di dirk.
    p.s. ho appena scoperto il fatto della telefonata hot di rodman! come ho fatto a perderla?
    a quanto risale? avete dettagli?

  2. I Celtics non finiscono di stupire.Costretti a rinunciare anche a Shaq,si presentano al Wachovia Center praticamente senza un centro di ruolo.Ma sopperiscono alle assenze con un gioco di squadra incredibile e con un Rondo formato ASG.Il numero 9 sforna una prestazione da 19 punti e 14 assist e all’ultimo secondo,in collaborazione con Garnett,estrae dal cilindro una giocata che , da sola, vale il prezzo del biglietto.Squadra che non cede di un passo.E che sembra essere caricata dalle continue traversie fisiche dei suoi giocatori.Ancora una volta, nota di merito per un Davis sempre più importante e decisivo.Il suo score recita 16 punti e 7 rimbalzi.Ripeto..se non è il miglior sesto uomo della lega, ci siamo davvero vicini.Quando recupereranno tuti gli infortunati,tra cui Perk a febbraio, i Greens saranno avversario difficile da battere.Per tutti.

    • Sono d’accordo con te. La squadra gira su Rondo, KG (che sembra ritornato indietro di 3 anni) e le folate di Allen. Il centro “titolare” è Big Baby, senza dubbio il migliore in quel ruolo! Un po’ sottotono Pierce in questo inizio stagione, ma quando conta la palla passerà dalle sue mani. Boston è lunga, io li vedo in finale, a meno che gli Heat non risolvano improvvisamente i loro problemi di gioco

  3. Senza dare giudizi affrettati a Dicembre, passiamo da essere tra le 3/4 la migliore squadra della Lega con un sistema bilanciato defense/offense perfetto, a incassare 3 sconfitte di seguito: è nato tutto dal mal di pancia ma non deve essere una scusante.

    3 perplessità: Rashard evidentemente sta invecchiando, è dall’anno da rookie che non tira così male e non influenza più il nostro attacco come prima, ad oggi è una grossa delusione.

    Vince l’ho sempre amato e ammirato per le sue doti atletiche inciredibili, oggi non salta più come prima e non può essere lui il clucht che ci serve, se le cose rimanessero tali (sufficiente apporto ma nulla di più) la trade con Agent0 se rimanesse healty la metterei in piedi.

    Siamo in troppi bravi, nel senso che da Aprile 7 o massimo 8 verranno impiegati, non ha senso averne 10. L’unico all star è DH12, imbastire caro Otis una trade per affiancare un altra Superstar al nostro Superman: CP3, Melo, Gilbert prendere chi si vuole ma qualcosa è da fare; altrimenti, Finale di Conference se va bene e rivedremo la finale dello scorso anno, secondo me, con lo stesso risultato.

  4. Io a volte non capisco: perche Iguodala è partito a 8 secondi dalla sirena per l’ultima penetrazione, lasciando tutto quel tempo ai Celtics?

    Portland mi sorprende, ma meglio così!!!

  5. giangio
    perchè phila era sotto di 1 e quindi l’importante era riportarsi avanti, se era all’ultimo secondo ovvio che era meglio, però se c’era la possibilità di farlo subito tanto valeva provarci e andare a canestro..

    sulla partita peccato davvero, bellissima partita, contentissimo per i sixers che nonostante la sconfitta han giocato davvvero bene, il non gioco di 3 settimane fa fortunatamente è passato..
    collins sta trovando la quadratura del cerchio, meeks da fuori sempre più affidabile piacevolissima sorpresa, young e lou dalla panchina sono perfetti, holiday in regia è sempre più maturo..
    e a tutti quelli che dicevano di cedere iguodala per lasciare spazio a turner dico… andatevi a vedere le partite e ditemi voi se affidereste per ora la squadra ad un giocatore del genere

  6. the magican

    non sono d’accordo! Vince sta giocando bene, gliela concedo una nottata del genere…io vado a fine anno ancora con lo stesso gruppo! Come dici tu è partito tutto dal dannato virus ma non è una scusante..sono sicuro comunque che questa notte a Utah ci rialzeremo e ricominceremo a vincere come prima!

  7. ottimi celtici davvero da finals,ma direi che i sixers si stian riprendendo..c’è il problemone di turner,che però credo si possa risolvere solo scambiando iguo,cosa che farei,perchè resto convnto che turner sia buono
    per il resto bell w dei blaz,che senza trope sfighe valgono naturalmnte i po, e w di routine dei mavs..buoni,ma quante buone regular han fatto in questi,per poi sgonfiarsi?

  8. ciao magician!!!!!!!!!! bentornato!!!!

    bella vittoria celtica che mi consola per le pene dell’influenza…..i celtics era big three hanno un record di 89-14 prima di natale. anche quest’anno credo ci sarà poi il grande letargo invernale, intanto ci godiamo questo KG ritrovato.

  9. brazz
    non sarei così sicuro su turner, cioè al college faceva cosa egregie però in tutte le partite dei sixers che ho visto io raramente ha fatto vedere qualcosa di buono.
    anche ieri è entrato nel secondo quarto e osservandolo penso che non abbia fatto neanche una cosa buona.. la squadra si stava dannando e lui era quello che faceva più fatica..
    io iguodala per lasciare spazio ad uno che poi si potrebbe rivelare un fallimento non lo cederei..
    comunque sì sixers ottimi in sto periodo, a partire da jodie meeks…

  10. Mah
    Io l’ultimo tiro ai Celtics non l’avrei concesso, a costo di sbagliare il mio…

  11. Il problema però è (scusate se mi ripeto) averlo scelto alla 2. Una volta scelto, devi puntare per forza su di lui. Altrimenti dovevi prendere un pivot (tipo Favors, Cousins…). Secondo me Turner = trade di Igo

  12. mummo

    Al Draft devi scegliere sempre il giocatore migliore indipendemente dal ruolo e Turner per quello che ha fatto vedere era il numero 2 del Draft.
    Fin qui niente di nuovo.

    Perchè Iguodala e Turner non possono giocare assieme?

    Avrei voluto vedere un play esperto come Andre Miller al posto di Holiday e poi vediamo se girano o meno.

    Io al posto loro avrei ceduto o al limite tagliato Elton Brand.

    Avrei giocato run gun con un quintetto veloce pieno di verticalisti:

    G Holiday
    G Turner
    F Iguodala
    F Young
    C Speights

    Io sono dell’idea che indipendentemente dal ruolo, in quintetto ci devono andare i 5 migliori in una squadra che ha problemi come Phila.

  13. giangio
    per me invece anzichè cambiare marcatura sul blocco, bisogna difendere anche a costo di concedere a rondo la penetrazione o il tiro da tre, non lasciare che garnett tagliasse marcato da holiday.. senza contare che l’aiuto difensivo non c’è assolutamente stato… peccato perchè se phila avesse vinto era meritatissima e non avrebbe rubato assolutamente niente.. direi che piuttosto forse sono ingenuità di gioventù..

    mummo
    partendo dal fatto che turner e iguodala per me possono giocare assieme.. è ancora presto per fare certi discorsi però soprattutto nel caso dei sixers un lungo avrebbe fatto più comodo visto la carenza sotto canestro..

  14. E’ tornato Magician, mi fa piacere! Si ristabilisce il terzetto di tifosi Magic in un forum dominato da tifosi gialloviola…

    Sono pienamente d’accordo col tuo discorso su una seconda superstar mancante, teoria che ho affrontato in tempi nn sospetti qualche settimana fa proprio in occasione dell’analisi del pessimo campionato di Lewis.
    Tutte le squadre più attrezzate per il titolo hanno 3 o anche 4 campionissimi, da quelli di Miami a quelli di Boston fino a San Antonio e Los Angeles.
    Una trade importante è indispensabile, a questo punto chiunque vada via, a parte Dwight, non mi importerebbe. Ai playoff rischiamo seriamente di uscire al secondo turno quest’anno se trovassimo Heat o Celtics…
    Gli scorsi anni purtroppo avevamo un ottimo impianto corale a cui mancava un apporto maggiore dalla superstar con la maglia nr 12.
    Oggi abbiamo una superstar troppo sola che non riceve il giusto apporto dai compagni, e per certi versi vuol dire che la situazione è anche peggiorata…

  15. bodiroga
    eh sì d’accordo con te.. quando al draft lo scorso giugno i sixers hanno scelto turner sono stato il primo ad essere felice per quanto fatto vedere al college.. certo ora è una delusione però diamo tempo al tempo, anche se al contrario di molti non cedere mai iguodala per lasciare spazio ad un giocatore che è di dubbio impatto sulla nba..

    sul play per me holiday va benissimo, è ancora giovanissimo, ha appena 20 anni, però cresce partita dopo partita e son sicuro che avrà un gran futuro.. oggi come oggi andrè miller è senz’altro meglio però tra un paio d’anni holiday sarà tra i primi play della lega, ne sono sicuro!

  16. discorso magic tre sconfitte filate in una stagione ci stanno.. come i lakers e gli heat, tutte le squadre avranno un momento di flessione.. come anche per celtics e mavericks non sarà tutto rosa e fiori..
    però la sensazione è che non siano attrezzati per arrivare fino in fondo ai playoff.. cioè rispetto ai celtics o ai lakers sono un gradino sotto..
    ora gente per imbastire una trade ce l’hanno.. lewis non andrà mai via perchè non se li piglia nessuno con quel contrattone, howard è il giocatore cardine, quelli papabili sono vince carter che è pure in scadenza e nelson che ha mercato..
    l’ideale sarebbe cedere carter per arenas.. in alternativa si potrebbe puntare a prendere melo ma bisogna vedere se la proposta magic soddisfa i nuggets, il cui il solo carter ovviamente non può bastare..

    ma una trade carter+gortat per arenas+howard?? cosa ne dite?
    per me il polacco può essere un’ottima pedina di scambio, visto la pochezza di lunghi in questa lega e visto l’impatto di bass..

  17. Come è strana la vita. Al draft si parlava del dualismo tra Wall e Turner. Personalmente preferivo Turner per la completezza del suo gioco mentre se non ricordo male Gallo diceva che Wall era perfetto per la NBA. Ad oggi Wall lo ha dimostrato salvo che si infortuna facilmente, per ora distorsioni, mentre Turner preoccupa.
    Non so cosa stia accadendo ma il ragazzo pare non capirci nulla. Siamo all’inizio e ci sta pure una stagione difficoltosa però per i Sixers si apre un dilemma. Cosa fare con Iguo. Cederlo e sperare che Turner si svegli oppure tenerselo? Vedremo.

    Tornando alle gare dire che Rondo conticchia ormai è sacrosanto. L’assist di ieri dimostra la sua facilità di trovare la soluzione giusta. Poi se segna 19 punti aggiunti ai canonici 14 assist è perfetto. Questo cambia le gare anche con soli tre tiri figuriamoci se segna. Per i Sixers nulla da ridire. Potevano vincere grazie ad un immenso Iguo ma il basket è così.

    Dirk ha tirato con 80% dal campo 10 rimbalzi e buonanotte ai Nets. Si può tirare con queste percentuali? No perchè non è uno che vive di scarichi alla Chandler per rimanere nella stessa squadra. Ovvio che calerà però è da alieni. Dallas che ha differenza dei Celtics, come già sottolineato dipende troppo dal tedescone.

    Magic escono meritatamente sconfitti dal Rose Garden nonostante DH abbia segnato 39 punti. Gli altri degli zombie. Il duo Mattews e Miller sugli scudi nonostante la prova opaca di Roy. Aldridge ha fatto il suo.

    Magictommy

    Non sono d’accordo sul continuare con questo gruppo. La sconfitta di ieri ci stà ma devono provare a fare qualcosa prima dell’estate. Con le nuove regole all’orizzonte è probabile che il salary cap già di per se incasinato vi impedisca di fare mosse. Ahimé Lewis è in calando, Carter è il solito e francamente non vedo come questi due possano salire di livello per arrivare alle finals. Avendo nel roster Gortat, Carter in scadenza ed altri comprimari appetibili devono provarci ad imbastire una trade. Non vedo soluzioni.

  18. Signori mister Artest sulla triangolo

    “See, I can’t really understand the Triangle [offense],” he (Ron Artest) admits. “There’s 1,000 plays in the Triangle. It’s such a challenge. I get so frustrated about it, I have to call my psychiatrist. So I just stay in my one spot in the corner. If I leave my spot, I get yelled at. Phil’s (Jackson) gonna say, ‘What are you doing over there?!?’ So I just don’t move.”

    http://sports.espn.go.com/espn/news/story?id=5902468hd=20101210#STORY_29957#ixzz17hyB2RP2

    La vita secondo Artest.
    Intanto apprendo che Kobe ha accesso ad un elicottero per evitare il traffco! Artest no.

  19. Che Artest dopo ormai un anno e mezzo non abbia ancora capito una mazza della triple offense non è una novità, ha l’IQ di una nocciolina, paradossalmente Barnes si è inserito molto meglio e Barnes non è che sia pure lui tutta sta cima, poi però vedi come ti decide le partite come ha fatto ieri notte con due rubate nell’ultimo minuto e mi dimentico di tutte le ingiurie che gli rivolgo…;)))

  20. I quintetti base iniziano le partite poi ci sono i quintetti che le vincono o almeno ci provano: voglio dire Belinelli è in quintetto ma soprattutto è in campo quando si decidono le partite punto a punto e nei finali (a scapito di Thorton che da slancio e velocita nel 2 e 3 quarto poi si siede), Majo non è più in quintetto ma è sempre in campo quando conta vincere e la gara è in equilibrio. Alcuni giocatori rendono meglio dalla panca.
    La novità trascurata dei Mavs di quest’anno e Marion dal pino, Stevenson è quasi sempre stato titolare in passato ed ha esperienza, ma Dallas poi ingrana e decide con Marion e Terry e i Barea e Haywood non fanno rimpiangere i titolari.
    Questo in RS fa tutta la differenza del mondo, oddio con un Dirk irreale poi è tutto facile!!
    MVP a man bassa per ora…

  21. Sinceramente nn capisco come persone che dicono di tifare Magic possano augurarsi una trade per arrivare ad Arenas. Ora qui siamo tutti d’accordo che i Magic, così come oggi, un titolo nn lo vincono. E fino a qui nulla di nuovo. Solo nn capisco tutta questa urgenza di rovinarsi nn solo il presente, ma anche il futuro

    Fino a prova contraria, nel roster esiste già un cancro che prende quasi 20 milioni di dollari annui, per tirare solo da 3. Ce ne vogliamo mettere anche un altro? Sono di parte perchè nn ho mai compreso tutto l’amore che certa gente ha per Agent Zero, meno ancora ho compreso il contratto che i Wizards gli hanno fatto firmare due anni fa. Nessuno discute il talento, discuto solo il fatto che nn è lui l’anello mancante tra Orlando e l’anello

    Carter ha tutti i difetti di questo mondo, ma è un 2, nn una guardia di 1.85. Su chi difende il back court Nelson-Arenas? Come pensate che si possa fare delle mosse future, con 3 contratti da 20.000.000 sul groppone?

    Bene se imbastiscono qualcosa per arrivare a Paul o Melo. Ma nn parlate di Arenas come soluzione o uomo-titolo, per carità…

    • Arenas ai Magic è una sciocchezza, lo devono dare via ma non è facile. L’unica possibilità che vedo è con una squadra perdente e con spazio salariale, non che come aggiunta ad una contender (troppo rischioso).
      Tipo a Sacramento in cambio di Dalembert (in scadenza) affianco a Evans può avere un senso e essere una scommessa vincente. Dall’anno prossimo una scelta alta, Cousin, e spazio salariale a volontà comunque!
      ai magic mai e poi mai.
      Altri big che potrebbero spostarsi e spostare: Rip Hamilton e Prince, ma loro in una squadra perdente non ci vanno davvero, hanno voce in capitolo e se si spostano vanno dove vogliono loro

  22. sarebbe una follia scambiare carter per arenas che costa quanto lewis,inoltre il buon arenas e un giocatore problematico per vari motivi(infortuni,maturita).
    se proprio vogliono spendere cosi tanto devono andare sul sicuro a costo di non vincere quest’anno.

  23. La scelta dei Magic deve essere una trade con senso logico. Anch’io dicevo Arenas per il fatto che rispetto a Carter è di gran lunga migliore. Ovvio che infognarsi con lui per altri tre anni è dura se non un mezzo suicidio.
    Però Lewis resta lì fino al 2013, DH ha una player option per il 2012/13 che significa due cose: va via o rifirma. Rifirma se la squadra ha delle certezze come sfidante reale per il titolo altrimenti anche lui farà le valigie.
    Quindi Thorpe sa benissimo che rimanere fermo con questo gruppo non ti porta al titolo, salvo miracoli. Deve per forza trovare un modo di rafforzare la squadra anche a costo di blindare ancor più il salary. Non può rischiare di fare la fine dei Cavs.

  24. Vero il discorso su Arenas, infatti si è sempre parlato principalmente di Melo e Paul che sono le due vere superstelle prendibili da oggi a Febbraio 2012.
    Continuo a sostenere che il primo sia più utile del secondo perchè si tratta del realizzatore devastante che ci manca per sostenere Dwight.

    Come abbiamo visto ampiamente in questa prima parte di stagione, Orlando è ricca di buoni giocatori in grado di produrre 12-15 punti quando stanno bene, salvo qualche picco alto saltuario. Ma partite come quella di Portland nn le risolvi se i gregari sono appannati e non hai un secondo giocatore di livello, oltre alla tua stella principale, che trascini l’attacco.
    Paul è fantastico, ma se devo tenerne uno tra Nelson, Carter e Lewis, sia per leadership che per impatto tengo il primo anche se è il meno blasonato dei tre.
    Anche per questo preferirei prendere Melo.
    Arenas avesse un contratto migliore sarebbe cmq un’ottima addizione, ma nello spot di PG, altrimenti si creerebbero gli stessi problemi che ci sono a Washington con Wall: due troppo piccoli ed entrambi portatori di palla che nn si amalgano bene.

    L’opzione Prince / Hamilton sarebbe interessante: prendi un realizzatore molto mobile e bravo sugli scarichi e sul tiro da fuori insieme a un tuttofare forte in difesa. Sistemeremmo il ruolo di ala piccola e manterremo di livello lo spot di guardia.
    Resterebbe sul groppone Lewis, ma si sa, questa è la parte dolente di quella fase di innalzamento del livello tecnico che a tutti i costi abbiamo dovuto affrontare 3 anni fa per risollevarci dal baratro del post-Tmac…

  25. Ah, comunque ieri si parlava di quale fosse la squadra che in queste prime 20 partite ha espresso il miglior basket…ho sentito tutti i nomi possibili ed immaginabili, tranne quello giusto…ovvero gli Spurs. Che il titolo nn lo vinceranno, ma in questo primo mese sono stati celestiali in attacco

  26. bò,arenas nemmeno regalato lo vorrei..domanda..perchè speights è praticamente uscito dalle rotazioni?

  27. tracy

    Il duo dei Pistons sarebbe già una bella addizione. Hamilton sta bene, Prince è in scadenza quindi il rischio non è elevato. Tanto si rinuncerebbe a Carter + un gregario. Bisogna capire se i Pistons sono d’accordo. Direi che lo scambio andrebbe bene ad entrambi. Il duo sopracitato avrebbe nuove motivazioni mentre nella Motown spazio salariale per il prossimo anno.

    Sono d’accordo su un Melo più utile alla causa di CP3. Intanto si vocifera di un Melo ai Nets. Ma che cacchio ci andrebbe a fare li.

  28. in your weis

    Mah, sei vittima della sindrome da modestia, ovvero quello che stava facendo Michele l’anno scorso coi suoi Celtics.

    Per me tu credi nel quarto titolo degli Spurs, anch’io considero questa squadra una contender.

    • No no, sul serio nn ci credo…basterebbe un lungo, quello Scola che hanno regalato ai Rockets, per renderli da titolo. Ma se nn fanno movimenti di mercato, tu ce lo vedi TD, a 34 anni, che battaglia da solo contro Bynum, Gasol, Novitski, Chandler, Yao, Scola, e compagnia varia? Io no…

  29. la storia insegna, l’unico cambiamento epocale ad orlando per me sarà in uscita nel giro di 1-2 anni. Howard spiccherà il volo e ad orlando rimarrà una finale persa dignitosamente con i lakers e tanti begli anni giocati ad altissimi livelli … a testa alta(il 75% delle squadre nba non ha nemmeno questo). Non sono riusciti a tenersi shaq (anche lui una finale, meno onorevole), non si terranno dh 12… almeno penso che l’aria sia questa… sennò l’estate giusta sarebbe stata questa, sia per paul che per melo…

  30. non so per me invece arenas con nuovi stimoli potrebbe rendere tantissimo.. certo la grande incognita dei suoi infortuni e il suo contratto peserà tantissimo, però è uno che stimolato da sfide toste tende a dare il massimo..
    e vedendo gli altri credo sia anche l’unico che possa arrivare..
    chris paul credo non si sposti quest’anno, new orleans tutto sommato sta andando bene, e non penso abbia bisogno di cederlo..
    melo come già detto i nuggets non ritengono adeguate le contropartite magic e stan facendo di tutto per darlo ai nets..
    ci sarebbero i due dei pistons, però hamilton ultimamente è scandaloso in più ha un contrattino non troppo leggero e lunghetto, non credo che hamilton al posto di carter poi faccia fare il salto di qualità..
    prince invece non sarebbe male..
    certo qualcosa devon fare, potrebbero anche arrivare ad hamilton dando gortat+pietrus+cash..

    ecco forse prendere hamilton senza toccare il quintetto e tenerlo come sesto uomo credo sia il meglio..

  31. spree

    Howard non ha la testa di Shaq, è una persona più tranquilla, è legato all’ambiente, secondo me è uno che ha voglia di essere la bandiera di una squadra piuttosto che prostituirsi per vincere a tutti i costi.
    Magari mi sbaglio, ma potrebbe rinnovare con Orlando anche solo con un triennale per essere sempre in tempo a cercare gloria altrove una volta trentenne.

    iggy

    Di un sesto uomo come Hamilton non ce ne facciamo nulla, abbiamo già Redick che ha caratteristiche simili, che è giovane e sul quale sono stati investiti molti soldi in estate per nn lasciarlo andare ai Bulls.
    E’ il quintetto che dobbiamo pesantemente rinforzare. Stop.
    Gortat pedina di scambio più interessante vista la penuria di lunghi in giro, inoltre abbiamo la possibilità di esercitare i diritti su Fran Vazquez per l’anno prossimo, che sembra pronto per l’avventura NBA. Ci perderemmo poco o nulla.
    Si tratta di trovare la contropartita per la quale sia giusto investire, ed eventualmente aggiungere qualche pedina per quadrare la trade.
    Io darei via più Richardson che Pietrus…

  32. Tracy
    ragazzi è nba…prendono milioni.. non esistono nè bandiere nè prostitute. sono solo professionisti che fanno scelte. una bandiera è uno che rimane in una squadra di promozione per far salire la sua squadra e rifiuta 300 euro al mese da una squadra di serie d. forse quella è una bandiera… vi prego non parliamo di bandiere nel mondo dell’nba. per me è fuoriluogo. e comunque non ritengo una cosiddetta bandiera moralmente migliore di un lebron o di chicchessia. Rimangono scelte di professionisti prese per soldi, per “possibilita di carriera”, per scelte familiari, per amicizia etc.
    detto ciò effettivamente howard sembra intenzionato a rimanere, ma alla fine si convincerà che la sua società non può arrivare a chi gli fa vincere il titolo. quanto ha aspettato lebron prima di capire che clev non avrebbe mai preso nessuna seconda stella? 7 anni. risultato: addio. Kobe dopo 3-anni si è visto recapitare gasol. kobe rimane a vita. wade dopo aver vinto il titolo quanti anni ha atteso?3-4 anni. risultato wade rimane a miami. Da quanto aspetta howard? troppi anni, ormai l’ha capito secondo me… poi spero per la bellezza dell’nba che arrivino melo e paul insieme a orlando,ma confermo che non sembra aria. a me carter sa tanto di jamison o mo williams come mossa per trattenere la prima stella….

  33. Ragazzi. Hamilton sarà scandaloso come scandaloso è l’ambiente a Detroit. Ora non etichettiamo uno che ha vinto un titolo e che ha fatto PO a bizzeffe sempre risultando importante alla causa.

    Certo che vederlo oggi ti fa impressione ma diavolo i Pistons sono poca roba. Vuole andare via e sicuramente la voglia va e viene. Certo costicchia ma al momento meglio lui che Carter. Ovvio che se i Magic vogliono la superstar da affiancare a DH i nomi sono sempre i soliti. Il problema e raggiungerli.

    Tracy

    Howard sembra diverso ma è sempre uno che vuole vincere. Se capisce l’andazzo fidati non esiterà ad andarsene. Se deciderà di rinnovare lo farà in un momento di transizione con l’80% dei contratti in scadenza. Quindi si tratterebbe di un piccolo salto nel buio con Thorpe a fare da architetto nel tentativo di allestire un gruppo che soddisfi il supereroe. Insomma sono cavoli amari.

  34. per me la frontline degli spurs e meno scarsa di quanto sembra da questo blog.duncan a parte c’e gente come mc dyess che dalla panchina e piu che un cambio dignitoso,uno che il suo lo fa su ambedue i lati del campo.blair e si sottodimensionato pero ti puo dare 15/20mn di qualita e quantita in quintetto.
    splitter e molto meglio di cio che ha dimostrato finora,in teoria e un rookie pero deve aver familiarita con i compagni e il nuovo sistema di gioco.
    bonner ha dei limiti pero in attacco il suo lo fa aprendo il campo per le penetrazioni dei vari parker e ginobili senza parlare del suo tiro da 3.
    insomma la frontline spurs non sara sullo stesso livello dei lakers pero non neanche cosi distante.

    • francamente ciò che ha sempre impressionato degli spurs non sono mai state le individualità (sebbene quei 3 facessero veramente paura).
      Il “sistema” di Popovich è stato,è e sarà un sistema vincente, ma non si può non notare come il roster sia notevolmente peggiorato rispetto al passato.
      Soprattutto sotto canestro. A primavera, pur avendo provato a centellinarlo, dovrai inevitabilmente dare 40 minuti a TD e pregare gli Dei del basket, anche perchè gli altri 3 imho vanno sotto con tutti i lunghi delle prime 4-5 a ovest..

  35. Tracy

    Pensavo: ma se Thorpe proponesse a Lewis di spalmare il suo contratto per altri 2 anni arrivando al 2014? Insomma Rashard percepirà 65 mln e visto che gli vanno dati li si spalma in 5 anni ovvero 13 a stagione. Così si abbassa il salary e già il prossimo anno con i 18 di Carter risparmiati e i 9 di Lewis si scenderebbe a 52 totali. Certo avrebbero il ragazzo per altri due anni ma in compenso potrebbero agire sul mercato senza dimenticare che la pedina Gortat e lì pronta per essere inserita in una trade.

    • Seee, allora aspetta…mica sono tutti come Jefferson, che accetta di prendere 4-5 milioni annui in meno…Rashard ha fatto il colpo della vita, dubito dia indietro anche un solo centesimo…

  36. Secondo me andrebbe sottolineato molto di più il carattere con cui i celtics ieri hanno vinto… …tutti a sperare che gli infortuni e il calo e non si accorgono che ieri, in back to back, peraltro, mancavano gli o’neill, perkins (ovvero i 3 centri della squadra), west, che Pierce pare avesse una mezza influenza, per non parlare della fascite plantare di Rondo e del ginocchio di Robinson che pare che non sia al meglio… …certo che avere un Garnett formato 2008 e un Davis che meriterebbe di vincere il premio per miglior sesto uomo aiuta…

    Parlando delle altre gare ammetto che non mi aspettavo una sconfitta dei magic, mentre è da inizio stagione che dico che Dallas può fare una signora stagione perché è una delle squadre più complete della lega anche se, sinceramente, non credo che sia la squadra giusta per impensierire i lakers…

  37. Alessio

    Credo che nessuno dubiti qui del carattere dei Celtics. In questo momento, al di là del record, sono la migliore squadra della lega. Ricordiamo anche però, come diceva Michele, che questa franchigia dal 2007 ha avuto sempre delle partenze a razzo, con dei cali notevoli dopo Natale

    Certo, finora sono impressionanti, ieri mi sono viso la partita in diretta, e la sicurezza con cui giocano è spaventosa

  38. io concordo con iggy su turner,si pensava che fosse quello più pronto di tutti ed invece fatica,iguodala non leva spazio a turner,perchè turner può giocare guardia e iguo ala piccola.
    io penso che il giocatore verrà fuori con il tempo,a basket sa giocare,a ohio state mi fece una grandissima impressione.
    boston anche l’anno scorso partirono forte,certo garnett è tprnato in ottime condizioni,ed in più hanno l’esperienza dalla loro,ora come ora sono la miglior squadra della lega

  39. in your weis

    Si, perchè Splitter può davvero essere una bella opzione per la front line. Popovic ci deve credere perchè il brasiliano è forte.

    Duncan, McDyess, Blair, Splitter con Bonner specialista da tre, per me è un bel reparto lunghi.

  40. Io Splitter nn lo cososco bene, se dovesse avere un impatto simile a quello di Manu nel 2003, sarebbe già un grande passo avanti. E’ anche vero però che il Pop si deve sbrigare, specie nelle partite ormai vinte, lo devi far giocare (il ragazzo ha collezionato diversi NPD da inizio stagione). Poi lo ha sempre provato al posto di Duncan, quando magari qualche minuto accanto nn farebbe schifo…

    Io nn dico che nn valga, dico che va scoperto, e che forse nn è così pronto per la NBA come Scola o Manu a loro tempo. Ma gli Spurs nn hanno tutto questo tempo per aspettare

  41. Scola e Ginobili quando sono arrivati in NBA erano i migliori giocatori “non NBA”. Splitter non è a quel livello, però era pur sempre uno dei primi 5 lunghi dell’Eurolega, inoltre il ragazzo ha atletismo da vendere, ed è un discreto rimbalzista e un gran bel stoppatore.
    Per me Popovic ha finalmente trovato il centro da affiancare a Duncan.

  42. Splitter anche era ampiamente il miglior giocatore non NBA. Andatevi a vedere i premi che ha vinto aldilà dell’Oceano e dove ha portato il Tau (3 a 0 in finale contro il Barça distruggitutto in Europa). Splitter nel giro di 3 anni ne metterà 20 di media in NBA, poco ma sicuro

  43. non so ma a me non sembra che gli spurs siano messi bene sotto canestro.. cioè se pensi ai giocatori sotto canestro di boston (kg,shaq,jermaine,davis,perkins,erden), dei lakers (gasol,bynum,odom,rattliff), dei magic (howard,bass,gortat), il confronto non regge..
    delle “contender” solo gli heat stanno messi come loro o anche peggio..
    agli spurs di veramente affidabile c’è il solo tim duncan, che è anch’esso in parabola discendente..
    per il resto, mcdyess è giusto un cambio d’esperienza servirà per i minuti che contano ai playoff, blair è sottodimensionato e dopo le cose fatte vedere lo scorso anno quest’anno ci si aspettava qualcosa di più, e comunque non può partire titolare; splitter per quante buone cose fatte vedere in europa è ancora da vedere come si comporta in nba, e bonner non è un lungo..
    pertanto non capisco quale sia il lungo titolare, visto che ok sta partendo quasi sempre blair però gioca non più di 20 minuti di media..

  44. rip hamilton non è affatto un giocatore finito…è che nei pistons ad oggi c’entra poco o niente, visto che comuqnue sono stati acquisiti gordon,t mac, bynum gioca 20 min a partita solitamente e stuckey indubbiamente è una guardia e non la passa come billups…però rip è piu o meno come 5 anni fa, con le giuste motivazioni ritorna una guardia eccelsa, ai jazz sarebbe da urlo…sarebbe quello che è ray allen per i celtics, magari meno bravo da 3 ma sicuramente meglio nelle iniziative a canestro

  45. sto vedendo bulls lakers…ai bulls per competere con le big manca una guardia decente, bogans non si può vedere in quintetto…e poi perchè non l’hanno preso loro barnes??sarebbe stato utilissimo imho

  46. millsap illegale davvero…cosi come lov che ha sfiorato un altro 20+20….
    anche stat fenomenale (tripla doppia 36+10+11 TO!!!!), e bene tutti i knicks in generale..effettivamente felton e stat sono un’altra cosa rispetto a duhon e david lee…e io credo che col recupero di azabukie a NY avranno un ottimo tuttofare in piu tra gli esterni

    ah chi diceva che rip è finito? 26 punti stasera

    cmq lakers che perdono, gara disastrosa di tutti tranne gasol-odom e kobe che nel 4 quarto meglio che giochi da solo…artest quest’anno tira col 10% dal campo..grande rose, anche se credo che thibo debba togliere delle responsabilità realizzative a rose sennò abbiamo una squadra troppo dipendente dal suo play…deng e boozer devono tirare di piu

Commenta