Pocket

Sei partite nella notte NBA, con i Warriors corsari in Canada e i Grizzlies che schiantano i Suns.

Vediamo come sono andate le gare nel dettaglio.

San Antonio Spurs 95 @ Charlotte Bobcats 91
Fatica più del previsto San Antonio per ottenere la sua quinta vittoria stagionale a discapito dei Bobcats di Coach Larry Brown.La franchigia texana parte lenta e si fa mettere sotto nei primi due quarti dall’ex di turno Stephen Jackson, autore di 8 dei suoi 15 punti finali nel primo quarto. Dopo l’intervallo però Ginobili suona la carica per i suoi e con un paio di bombe riesce a far prendere la testa dell’incontro agli Spurs.

Nonostante Charlotte rimanga fino alla fine a contatto il controsorpasso non riesce e con il canestro del solito Manu (26 punti per lui alla fine) a 5 secondi dalla fine che mette 4 punti di distanza tra le squadre, l’incontro si chiude. Oltre all’argentino per i neroargento c’è da sottolineare un’altra buona prova del rookie Neal autore di 15 punti con 5 su 7 da oltre l’arco in 14 minuti di utilizzo. Sottotono Parker che mette a referto 12 punti cui aggiunge però 8 assist. Solita serata in ufficio per Duncan invece, che fa una doppia doppia da 14 punti e 10 rimbalzi.

Per i Bobcats invece punteggi più distribuiti come da consuetudine con Tyrus Thomas come top scorer con 16 punti e 8 rimbalzi seguito da Diaw e Jackson con 15 punti a testa, quest’ultimo però con anche 6 palle perse.

Atlanta Hawks 89 @ Orlando Magic 93
All’ Amway Arena i padroni di casa riescono ad avere la meglio sugli Hawks in una gara molto combattuta chiusa sul filo di lana graze a Vince Carter, che segna 5 degli ultimi 7 punti dei Magic, e JJ Reddick letale dalla lunetta a 10 secondi dalla fine.

A condannare gli Hawks l’ottima prestazione di Dwight Howard che nonostante i problemi di falli segna 27 punti e cattura 11 rimbalzi e soprattutto trova una serata decente dalla linea del tiro libero segnandone 7 su 11 tentativi, aumentando quindi le sue pessime statistiche di inizio stagione. Oltre al centro anche Vince Carter è stato autore di una buona prestazione, nonostante i 5 falli sul groppone e con i suoi 19 punti ha contribuito a togliere d’impiccio i Magic, incappati in una serata storta al tiro da tre, specialità della casa.

Per gli Hawks non bastano i 23 punti di Joe Johnson ottenuti con ottime percentuali (9 su 15) e i 13 punti con 13 rimbalzi e 6 assist di Josh Smith. Il loro effort è stato reso vano dalle 17 palle perse complessive che hanno lasciato a Orlando i possessi necessari a trovare canestri decisivi.

Golden State Warriors 109 @ Toronto Raptors 102
Un Bargnani con qualche problema di falli gioca solo 20 minuti e viene inspiegabilmente panchinato per gran parte dell’ultimo quarto nella sconfitta di Toronto ad opera di una sempre sorprendente Golden State che scappa via nei primi 3 quarti grazie ad Ellis e Curry, autori a fine gara di 28 e 34 punti rispettivamente. Toronto riesce con la second unit a ricucire lo strappo e a rifarsi sotto, ma Triano insiste troppo a tener fuori la sua opzione offensiva numero 1 e non riesce a concludere la rimonta, anche a causa dei 12 punti in 7 minuti di un caldissimo Curry.

A parte la vittoria, desta preoccupazione la condizione di Monta Ellis, che a 1:12 dal termine cade male dopo un contatto e viene portato fuori a braccia dal suo staff e si dovrà sottoporre ad accertamenti specifici. Buone notizie invece da David Lee, che segna una doppia doppia da 14 punti e 12 rimbalzi.

Per i Raptors, 24 punti da parte di Jack e 20 di Kleiza, ma soprattutto una buona prova di Amir johnson, che giustifica il suo lauto ingaggio con una prestazione da 12 punti e 5 rimbalzi, per un plus/minus di +12, che risulta però un losing effort.

Denver Nuggets 92 @ Chicago Bulls 94
A 2 secondi dal termine Afflalo sbaglia la tripla del pareggio e consegna a Chicago la vittoria, dopo aver sciupato un vantaggio di 7 punti nell’ultima frazione. Il recupero dei Bulls è arrivato nel momento in cui Coach Karl fa rifiatare Anthony, idea che a posteriori si può dire sbagliata. In quei 5 minuti in cui Melo era fuori infatti l’inerzia della gara è passata dalla parte di Chicago, che non l’ha più mollata ed è riuscita a portare a casa la vittoria, mettendo sugli scudi un ormai decisivo Noah, autore di 13 punti e ben 19 assist e 4 stoppate.

Tutto il quintetto di Chicago gioca una buona gara e va in doppia cifra di punti, con Rose e Deng che tirano però male combinando per 13 su 40 al tiro e 35 punti totali.

Per i Nuggets da segnalare Anthony che gioca forse la sua miglior pallacanestro in questo inizio di stagione e che mette a referto 32 punti 8 rimbalzi e 4 palle recuperate e tirando col 50% dal campo. Positivi anche Afflalo con 15 punti e il rientrante Nene, che realizza 8 punti e cattura 7 rimbalzi.

Phoenix Suns 99 @ Memphis Grizzlies 109
Memphis si conferma una buona squadra e grazie ad un terzo quarto da 33 punti segnati riesce ad avere la meglio sulla squadra di Steve Nash, autore di una prestazione più che positiva da 16 punti e 11 assist. Memphis prova a buttare via la partita facendosi recuperare un vantaggio arrivato anche a +18 lasciando ai Suns un parziale di 13 a 2, poi ricomincia a giocare con intensità e grazie a 5 punti consecutivi di Rudy Gay, che ne farà registrare 22 a fine gara con 8 rimbalzi, riconquista un margine di sicurezza per la vittoria finale.

Il man of the match è sicuramente Zach Randolph, a livelli da All star Game, autore di 23 punti con 9 su 16 al tiro e soprattutto dominatore delle plance grazie ai suoi 20 rimbalzi. Buone prestazioni anche di Mayo e Conley con 16 punti a testa e del rookie Henry che con 14 punti e 2 palle rubate mette la sua firma sul trionfo Grizzlies.

Phoenix, oltre a Nash ha registrato la buona prova dell’intramontabile Grant Hill che in 30 minuti di utilizzo segna 19 punti e cattura 12 rimbalzi, 6 dei quali offensivi. Negativo invece Jason Richardson che nonostante i 17 punti finali si intestardisce troppo da oltre i 7,25 dove tira 2 su 8 e il dato totale sulle palle perse, 23: davvero troppo per pensare di portare a casa la gara.

Boston Celtics 87 @ Dallas Mavericks 89
Gara decisa sul filo di lana e dalla classe del tedesco Dirk Nowitzki, autore di 10 degli ultimi 13 punti dei Mavericks nella partita. Boston ha la possibilità dell’ultimo tiro allo scadere, e come spesso capita quando si è in trasferta, in svantaggio di 2 punti cerca il tiro da 3 per la vittoria. Il tiro però capita nelle mani del peggior tiratore della squadra, Rajon Rondo che sbaglia. Ray Allen però è il più svelto a prendere il rimbalzo offensivo e i Celtics, con Garnett hanno ancora la possibilità di prendere il tiro del pareggio, anch’esso però sbagliato grazie alla difesa dei Mavs molto aggressiva.

Dallas porta così a casa una gara molto intensa e difficile, grazie ad un Dirk da 25 punti e un Terry da 17 dalla panchina.

Per Boston l’unico dei Big Three negativo è stato Ray Allen, che ha tirato 4 su 11 dal campo per 11 punti totali. Stesso fatturato anche per Rondo, che però ha aggiunto 15 assist e 5 palle recuperate. 18 punti e 15 rimbalzi invece per un Garnett in gran spolvero e 24 punti e 7 rimbalzi per Paul Pierce.

Post By showmehow2play (46 Posts)

Website: →

Connect

78 thoughts on “NBA – Ai Magic la sfida con Atlanta, stop per Boston

  1. al solito grande festa a Toronto per le guardie avversarie, Ellis-Curry addirittura 62 punti in due

  2. secondo back-to-back e seconda sconfitta per i celtics, siamo proprio una squadra di vecchietti eheheh

  3. Notizie sull’infortunio di Monta Ellis?

    michele

    Oh su quartesu, non tenere un basso profilo perchè tanto lo sanno anche i muri cosa siete in grado di fare.
    Ma Rivers cosa si è bevuto il cervello nell’ultimo possesso difensivo?

  4. ormai per i celtics è un vecchio ricordo fare strisce vincenti di 10 o 15 gare data l’età. ma state tranquilli che al momento giusto si faranno trovare pronti…

  5. Nei PO non si giocano i b2b e non devi fare viaggi oceanici. Quindi con queste prospettive non c’è per i Celtics da preoccuparsi. Ieri sconfitti avendo la chance di vincerla. 55 W senza problemi.

    Toronto è uno spasso, ovvero W per tutti. Possiamo massacrare Bargnani, il coach, i compagni ma la realtà di questo delirio è opera del magico duo Gherardini/Colangelo. Si stanno rivelando due geni del male.

    Non hanno scelto tra Bargnani e Bosh, hanno un coaching staff da tregenda, firmano giocatori a cifre folli, in primis Calderon ma ci sarebbe una fila, hanno preso e disfatto tutto il possibile immaginabile ed ora aspettano la prima chiamata al draft. Col culo che hanno rischiano di avere la 4a.

    In più finanziariamente si sono giocati 6/7 mila spettatori a gara. Complimenti. Raccontare la gara è inutile. Il duo Ellis/Curry hanno fatto a fette la coriacea difesa canadese. Uno spasso.

    Bella gara tra Mavs e Celtics con un Chandler decisivo, oltre all’innominato Dirk. Orlando al solito batte gli Hawks, mentre i Grizzlies si vendicano della sconfitta partita la scorsa settimana ad opera dei Suns con il solito Gay e la doppia doppia 20+20 di Randolph!!
    Peccato per i Grizz che si spremeranno come limoni visto che la panca salvo Henry non è che offra molto. Il duo Haddadi Thabeet fanno pubbliche relazioni mentre gli altri chi cavolo sono. Se solo fossero in 8 sarebbero da PO facili facili. Invece scegliendo Thabeet hanno gettato alle ortiche un rookie decente.

    Altre gare segnalo la W Spurs targata Gino vera anima di questa squadra. E’ innegabile che TD è imprenscindibile ma senza Gino e la sua imprevedibilità non andrebbero da nessuna parte. Il calo di Tim ahimé è evidente mentre l’argentino sembra rigenerato. Spero vivamente per il basket che Timoteo si stia solo gestendo.

    I Bobcats hanno lo stesso record dei Rapt. Avranno modo di raggiungere la 2a W mercoledì.

  6. alert

    Memphis perchè non da un pò di fiducia all’iraniano Haddadi. Non sarà atletico, ma è pur sempre un 2.18 che sa giocare a pallacanestro.

  7. incredibile,gli hawks perdono solo di 4 punti contro i magic.
    ah già,ma questa e la regular season…

    comunque howard continua ad impressionare…

    le due gare della notte,i bulls battono i nuggets,nonostante un grande melo.
    chissà se i tifosi di chicago l’hanno “convinto” ad andare ai bulls.
    anche se alla fine la vera decisione spetta,almeno per il momento,ai nuggets…

    poi,mavs vincenti sul filo di lana contro i celtics,che non dimentichiamolo mai,erano in b2b.
    nel primo quarto ho visto sprazzi del jason kidd dei tempi d’oro,un giocatore meraviglioso.
    poi però la gara quando conta la decide il tedesco,forse il miglior “clutch shooter” tra i lunghi…

    questi mavs onestamente non lasciano sensazioni positive,forse continuano a restare troppo nowitzki dipendenti.
    butler poi mi sembra poco adatto per questa squadra…

    raptors che continuano a perdere,tutto normale quando hai un roster così povero e un allenatore non proprio di alto livello.
    squadra a tratti imbarazzante.
    le migliori giocate le vedi sempre dal mago,con due affondate pazzesche dopo due partenze in palleggio clamorose,che hanno lasciato fermi prima biedrins e poi lee.
    però il suo atteggiamento non mi piace,se possibile sembra più pigro di pigro negli altri aspetti del gioco.
    forse quest’anno avendo più responsabilità offensive ha deciso di risparmiarsi ancora di più a rimbalzo e in difesa,dove aiuta poco e quando lo fa,nel 90% dei casi, e come se non lo facesse…

    se si unisse il talento offensivo del mago e la grinta di evans,verrebbe fuori un grandissimo giocatore.
    ma se unissimo la pigrizia del mago più la tecnica di evans verrebbe fuori un giocatore da incubo.
    si completano,ma fino ad un certo punto.
    comunque questi raptors li vedo male,anzi malissimo.
    non vorrei che questa franchigia rischiasse di scomparire,anche perchè noi italiani,per ovvi motivi,siamo legati ai raptors…

    però vi ricordate le dichiarazioni di stern di qualche settimana fa,quando disse che potrebbe togliere 5 o 6 squadre dalla lega…

  8. bodiroga

    cavolo,si vede che non seguo più il campionato italiano.
    oggi sulla gazzetta mi sono accorto che a sassari ci gioca james white,ovvero uno schiacciatore clamoroso…

    quanti video su youtube che avevo visto di lui,ma adesso non penso che salti come faceva qualche anno fa…

  9. Gallo

    Si si, tu la pensi così, peccato che abbia deciso una partita (contro Teramo) all’ultimo secondo con alley up su rimessa dal fondo del greco (roba mai vista in lega A). Salta, salta, salta eccome, abbiamo iniziato 3-1 e abbiamo il miglior playmaker della Lega Travis Diener ex Indiana, James White ala piccola che sta facendo la differenza, e l’ala – centro Othello Hunter primo per valutazione di tutto il campionato. Senza contare la guardia greca Tsaldaris, Vanuzzo, “il ministro della difesa De Vecchi”, Hubalek che sposta anche in A, Cittadini che qualche rimbalzo lo tira giù, e i giovani Sacchetti e Pinton.
    10 uomini da rotazione e abbiamo già battuto Biella, Teramo e Caserta, perdendo la prima con Montegranaro, ma non era ancora arrivato Diener (che per altro è ancora all’80% ma sta dominando).

    Altro che salvezza!!! E adesso aspettiamo domenica a pranzo la capolista Milano nella sfida di cartello!!!

  10. bodiroga

    Centra qualcosa l’allenatore? Però se non gioca mai non penso sia solo colpa del coaching staff. Insomma su 82 gare ce ne di tempo per testarlo anche in garbage time. Evidentemente non è proprio pronto.

    Gallo

    Ridurre le franchigie mi sembra pericoloso dal punto di vista economico. Che tecnicamente parlando sia la scelta giusta non lo discuto. Ma se dobbiamo eliminarne 5/6 Toronto non rientra tra queste. Nonostante la stagione che vedo ridicola, hanno 14 mila cristiani a vederla. In altri contesti, Memphis, Sacramento, NO, Charlotte tanto per fare alcuni nomi stiamo peggio.

    Comunque al di là di tutto il signor Stern dovrebbe vergognarsi un pò visto cosa ha messo in piedi: due leghe in una. Se avrà la testa, il coraggio e le pa..e di cambiare eviteremo dei gulag cestistici con più equilibrio con la felicità degli sponsor, degli spettatori paganti e non.

    Su Andrea voglio essere cattivo. Si dimostra un perdente. Capisco la squadra, capisco il contesto ma deve emergere a tutti i costi. Si deve sbattere ad ogni possesso anche per spingere la dirigenza a fare un lavoro adeguato. Sarebbe anche ora che alzasse la voce. Però per farlo deve prima sbucciarsi le ginocchia.

    10 W di questo passo diventano una chimera.

  11. bodiroga

    Ci siamo anche noi di Cantù. Se non fosse stata per la prima gara persa di due a Bologna su un tiro da tre di Koponen saremmo a punteggio pieno. Sabato ci aspetta Siena.

  12. bodiroga

    che non salti più come una volta ci può stare,visto che una volta saltava dalla linea del tiro libero facendosi passare la palla in mezzo alle gambe.
    già in turchia non mi sembrava più quello di prima…

    comunque resta un atleta che per il campionato italiano fa paura…

    alert70

    su bargnani ti quoto al 1000 per 1000.
    non può continuare con questo atteggiamento…

  13. comunque per il bene del campionato italiano abbiamo bisogno che ritorni il derby di bologna.
    ma un derby ad altissimi livelli come a fine anni 90 e inizio anni 2000.
    basket city deve tornare…

    campionato quest’anno più equilibrato,ma se possibile ancor di più basso livello rispetto agli anni scorsi,visto che l’unica nostra squadra che era di un certo livello europeo si e parecchio ridemensionata…

  14. in turchia delirio per iverson…

    peccato che il besiktas non sia in eurolega…

    questo in europa sposterà parecchio,onestamente non vedo uno più forte anche di questo iverson nel vecchio continente…

  15. A proposito di Andrea. Un lettore su CBC.ca ha scritto che se i Rapt vogliono vincere la lottery devono farlo giocare tutto il tempo (per tre anni), tanto non difende e non ha voglia. Altri dicono che la franchigia entro 5 anni andrà via e non si sa se a Montreal o negli States. Insomma un bell’ambientino.

    L’unici che si stanno sbattendo sembrano Evans, Jack e Kleiza a cui faccio i complimenti. Non è trascendentale ma tra tante porcherie fatte dalla dirigenza mi sembra un buon colpo.

    Speriamo che mercoledi abbiano modo di rifarsi. A parziale giustificazione c’è il calendario non proprio agevole. Andare ad ovest non è mai facile.

  16. Dopo aver visto il video pubblicato ieri da Gallo con le sue migliori 100 schiacciate, questo Vince Carter sembra abbia 40 anni e sembra vada ai 10 all’ora!
    Però ieri ha preso in mano la squadra nel momento decisivo, lo facesse anche ai playoff contro difese di grande valore allora potremmo parlare ancora di titolo…

    Dwight decisamente bene, inizio a vedere movimenti variegati ed efficaci vicino a canestro con entrambe le mani. Horford e Lopez non sono Olajuwon e Robinson ma hanno iniziato bene la stagione, eppure al cospetto di Superman si sono rimpiccioliti molto. Ancora un pò di lavoro per avere questo stesso impatto contro i lunghi di Boston ed LA e allora si che ci divertiamo… Ok che è al sesto anno NBA, ma non c’è un periodo prestabilito per la maturazione. Tra qualche anno potrebbe davvero diventare irreale…

    Partita abbastanza equilibrata ma mancava Nelson per problemi alla caviglia.
    Lewis solo 4 punti, a me questo giocatore sembra in pesante e preoccupante calo…

    • Il punto è che Carter sparisce contro difese ferree e Lewis sembra un lontano parente del 2009. Purtroppo vi tocca tenerlo sul groppone per un pò a scapito della squadra.

      Certo che nella NBA di giocatori strapagati ce ne sono a bizzeffe.

      • Il problema di Carter lo conosciamo, ma chissà, a volte uno si sblocca quando ormai non te lo aspetti più… Non ho molta fiducia, ma mi sforzo di trovarla perchè come tifoso non ho alternative…

        Speriamo che Rashard si rimetta in quadro. Purtroppo quel contratto pesa, ma allo stesso tempo è stato una delle pietre miliari per arrivare dove siamo ora. Da quando arrivò lui, assieme all’ascesa di Howard & Turkoglu e alla guida di SVG, la squadra ha totalmente cambiato marcia con l’apice delle finali 2009.
        Noi abbiamo una sola strada per vincere un titolo: trovare una via per prendere Chris Paul…
        Come gioca quando è in forma è sotto gli occhi di tutti. Mettetegli intorno una squadra solida, profonda e strutturata come Orlando…

    • Bei video ma di gente che non sa giocare a basket. Insomma dei bei fenomeni da baraccone. Certo che questi hanno la dinamite nelle gambe. Ed io che mi “vantavo” di avere 80 cm di elevazione. Una se.a in confronto a loro.

      Tracy

      Dire che sono delle delusioni i Bobcats e i Rockets mi sembra eccessivo. Per i texani va detto che hanno perso due gare con i Lakers e gli Spurs sul finale e poi fanno riposare Yao il che conticchia.

      I Bobcats non sono una corazzata ma hanno perso tre gare con meno di 5 punti. Inoltre il loro calendario salvo Nets e Pistons è stato tosto. Dallas, SA, Indiana, Milwaukee, Orlando non sono state passeggiate di salute. Per me non andranno ai PO ma 35/38 le vinceranno.

  17. ciao a tutti, torno a scrivere dopo parecchio tempo!

    Per prima cosa voglio ringraziare tutti quelli che hanno rimesso in piedi il sito, nonostante il problema enorme che si è presentato, mi sembra d’obbligo!!!

    Secondo parliamo della stagione!!!!
    Al momento ci sono due squadre che danno l’impressione di essee già pronte e belle che finite!!!( forse però è troppo presto)
    lakers e celtics hanno riprewso da dove avevano finito e sinceramente al momento non vedo possibile un’altra finale a giugno, troppe le certezze di tutte e due, solo gli infortuni al momento potrebbero metterle in difficoltà( soprattutto i celtics)

    Al loro inseguimento io vedo solo un team che sono gli heat, l’unica squadra col potenziale per competere in una serie con le altre due, bisogna vedere se riusciranno a trovare la chimica necessaria al momento giusto, diciamo che al momento è esposto il cartello lavori in corso, ma il potenziale è infinito!

    Tutte le altre squadre sono al momento molto indietro, direi quasi ferme, rispetto all’anno scorso(magic, nuggets,portland, utha,dallas,atlanta), ancora non pronte(thunders, bulls).
    La speranza è che si muova qualcosa nel mercato di febbraio che cambi le sorti della lega e ci regali una nuova contender( melo e cp3 con il secondo che però sembra stare bene dov’è).
    Sono molte le squadre che sono a poco dal diventare una vera contender, e direi che le maggiori indiziate sono magic e bulls ma anche utha e portland con un carmelo in più farebbero un grande passo in avanti!

    Vediamo che succede ma al momento non credo che s scappi molto da questa disanima!!!!

  18. da sottolineare la partenza degli spurs.
    squadra che l’anno scorso uscì con un 4-0 contro i suns,abbastanza a sorpresa perchè contro i mavs e nelle ultime gare di stagione regolare avevano discretamente convinto.
    anche se io non ero uno di quelli che si era illuso che quegli spurs fossero da titolo…

    però,da finale di conference lo erano, e lo possono essere anche adesso.
    dragic probabilmente spezzò una serie che poteva essere molto più equilibrata…

    dei big three sorprende l’involuzione di parker,il più giovvane dei tre,quello che fino a due anni fa fece vedere il miglior basket della sua carriera,invece oggi sembra aver perso parecchia brillantezza.
    su duncan onestamente niente da dire, fisiologico il suo calo,anche se qualche anno fa avrei scommesso che per il suo stile di gioco lui sarebbe rimasto al suo top anche oltre i 35 anni,tipo karl malone per intenderci.
    però 10 anni di battaglie non si possono non farsi sentire sulle gambe e a livello mentale,per un giocatore che non ha mai rifiatato un solo secondo.
    probabilmente l’ultimo vero duncan l’abbiamo visto nella finale di conference 2008 contro i lakers,dove uscì sconfitto ma a testa altissima,per un altra sua serie a dir poco spettacolare…

    quello che invece non sente il peso degli anni e l’argentino.
    giocatore che continua a stupire,probabilmente in questi ultimi 3 anni abbiamo visto il miglior ginobili di sempre.
    e dire che questo tra età,infortuni,euroleghe,mondiali,olimpiadi,titoli nba,generosità in campo ecc.
    dovrebbe essere già bello cotto,invece sembra il più fresco di tutti.
    oggi tecnicamente gli spurs appartengono a lui e non più a duncan,forse anche per questo non sono più da titolo…

    però sono convinto che kobe e compagni ad ovest sono quelli che temono di più.
    perchè questi a differenza delle altre squadre,hanno già vinto,quindi sanno tutti i trucchi del caso.
    certamente a differenze di altre squadre della western conference,questi non si fanno intimidire dai lakers,poco ma sicuro…

  19. Vero, gli spurs sono ostici ma non credo che in una serie a 7 con il fattore campo sfavorevole possano competere con i lakers. Inoltre vivono sul filo del rasoio a causa degli infortuni, diciamo che dovrebbe nascere la stagione perfetta perche possano tornare a vincere, anche se vederli battere consecutivamente lakers e celtics/heat con fattore campo probabilmente avverso è molto utopistico per me!

  20. iyw

    ne parlavamo prima con bodiroga.
    grandissimo schiacciatore,anche se prima di lui mi prendo ovviamente vince e poi anche taurian fontenette.
    lasciamo stare il 720,ma questo in ogni sua schiacciata sembra sempre galleggiare in aria…

  21. Io invece sono molto deluso dai Bobcats. Ottima stagione l’anno scorso, squadra solida in difesa ma con poche alternative in attacco, grande coach in panchina, e non sono stati in grado di migliorare il roster, anzi si sono peggiorati perdendo Felton nonostante Augustin sia un discreto sostituto. Al momento sono fanalini di coda ad Est con Toronto, molto male per una squadra che ha in quintetto Gerald Wallace e Stephen Jackson…
    Clamorosa anche la situazione di Houston, che con un roster più che valido ha 1 vittoria e 5 sconfitte.

    Qualche numero…
    Si è parlato spesso di rapporto di forza tra le conference che si sta spostando da Ovest verso Est. In realtà ad oggi non è cosi, dopo le prime partite di RS abbiamo 7 squadre ad Est con record uguale o superiore al 50%, mentre ad Ovest ce ne sono 11.
    I big che hanno cambiato conference, cioè Stat e Boozer, al momento non hanno spostato nulla, anche se il secondo nn ha ancora messo piede in campo. Ci ha rimesso sicuramente Phoenix, e nn c’erano dubbi, mentre i Jazz con Al Jefferson al momento fanno parte degli 11 team di cui sopra.
    La division più forte è la Northwest, con 4 squadre (New Orleans, San Antonio, Dallas e Memphis) su 5 in saldo attivo…

  22. tracy mcgrady

    come prime quattro mi prendo quelle della eastern conference,ma dalla quinta in giù non può esserci storia…

    però e chiaro che molto probabilmente 4 delle prime 5 squadre della lega sono della eastern conference,ovvero celtics,heat,magic e bulls…

  23. gallo

    io prenderei in considerazione anche lui…non arriva all’1.80..altrochè nate robinson

  24. redbull

    “discreta” elevazione…

    nella due che schiacciata ha fatto,un giro di 540 gradi?

  25. redbull

    Mi chiedo che problemi debba avere un cristiano che salta in quel modo…che malattia alla gambe potrebbe avere?

  26. Quando dissi che Bargnani sarebbe diventato un buon giocatore o giù di lì, venni letteralmente incrociato… Forse adesso non mi si direbbe la stessa cosa

  27. Postino, siamo pochissimi in questo blog a pensarla in questo modo sull'”uomo franchigia” di Toronto, l’eccesivo amor di patria acceca…

  28. Boston molle negli ultimi due minuti, quando era sopra di 5; comunque giocare in b2b a Dallas senza Perkins e i due O’Neal (visto che jermaine si è infortunato nel corso del match e è stato in campo appena 10 minuti) e arrivare ad un pelo dalla vittoria è comunque un ottimo segnale… …i vecchi sembrano ancora in palla (anzi: Garnett è decisamente superiore a quello dello scorso anno), Rondo e Davis sono ulteriormente migliorati; per adesso l’unico che non sembra all’altezza dello scorso anno è Robinson ma visto che tra poco Boston potrà contare anche su West tutto sommato non è un dramma…

    …certo che i lakers sono partiti veramente forte forte…

    …delle altre io darei un occhio di riguardo a Chicago come sorpresa della stagione… quando tornerà boozer sarà veramente una squadra tosta…

  29. su bargnani e giusto essere critico,anch’io lo sono stato oggi,però ora non iniziamo a “condannarlo” definitivamente…

    anche con nowitzki al suo posto questi raptors non farebbero lo stesso i playoff.
    poi e chiaro che il mago deve cambiare approccio,però definirlo scarso o bidone e qualcosa di folle.
    quest’anno il ventello di media lo metterà a referto…

    alfredo

    magari molti di noi su di lui hanno esagerato,però anche voi non scherzavate.
    la scorsa estate lo definivate un giocatore normale anche a livello europeo.
    quando poi ha letteralmente dominato i lunghi avversari,compreso pekovic nella gara di bari…

    belinelli,altro giocatore criticato,che si diceva non fosse da nba.
    ecco,oggi e titolare in una squadra partita 6-0 e in più sta facendo molto bene…

    forse si esagera da una parte e dall’altra…

  30. Non finirò mai e poi mai di dirlo… Mettiamo, per un attimo, che Toronto avesse scelto Aldridge e Portland Andrea…. quindi il primo in un deserto cestistico e il secondo in un sistema strutturato, con un giocatore franchigia ben definito in un ruolo non suo, con uno o più compagni di reparto (Oden, Camby, Pryz) totalmente compatibili con lui…. imho anche i più scettici avrebbero tutt’altra opinione…

    Dirk punisce i Celtics sul cambio difensivo… W importante per i Mavs, che non saranno la versione scintillante di inizio 2006-07 ma hanno in Chandler un’ottima acquisizione… squadra da semifinale ad Ovest e con gli accoppiamenti giusti anche da finale…

    Spurs che zitti zitti sono 5-1… troppo presto per fare qualunque previsione, tuttavia concordo con Gallo sull’analisi degli speroni… sono vecchi, ma sanno cosa vuol dire vincere… sarei assai curioso di vedere a maggio una serie vs i Lakers….

  31. gallo

    non dico a te,ma tanta gente è sempre a difendere gli italiani,ci fosse stato bosh nei raptors oggi sarebbe stato trattato(come gli anni scorsi) come l’ultimo dei pezzi di merda.
    a me cose del genere non mi vanno giù,è più fortre di me,ma che caxxo ci vuole a dire che gli italiani hanno fatto schifo in una determinata partita?
    per esempio io stimo molto tranquillo,nel fare il suo lavoro è il migliore,ma l’altro giorno durante bulls-knicks ho messo telecronaca in inglese,sinceramente era qualcosa di inascoltabile,parlava di gallinari come fosse il n°1 in nba,cazzo quasi tutta la partita a parlare di gallinari ed a elogiarlo anche se faceva un passaggio di 20 cm libero.
    io non ho mai detto che bargnani è scarso o belinelli è un giocatore da lega2,per me uno è un buon(issimo) attaccante con molti limiti(difesa,rimbalzo,mentalità),l’altro è un comprimario come ce ne sono tanti in nba

  32. secondo me è ancora presto per essere cosi definitivi su bargnani nel senso che i suoi limiti si conoscevano e si sapeva che erano difficili da risolvere visto che dipendono sopratutto dalla mentalita.

    Nash ai magic sarebbe molto interessante vedrgli dispensare cioccolatini per howard,lewis e carter..

  33. tifoso knicks

    io come vedi quando e giusto criticarli non mi tiro indietro…

    ho visto i primi tre quarti della gara contro i warriors e il suo atteggiamento mi “infastidiva”,fin troppo molle.
    poi però gli vedi fare certi numeri in attacco e ti chiedi come faccia questo a non essere una stella di questa lega…

    il suo talento per essere una stella non si discute,ma il problema resta sempre l’approccio…

    quoto al 100% il commento di showstopper su bargnani,probabilmente per un carattere come il suo l’essere finito ai raptors non l’ha aiutato…

    comunque la testa in questo sport e troppo importante.
    infatti quando dico che gli spurs sono gli unici che i lakers possono temere ad ovest,intendo proprio perchè probabilmente sanno che sono gli unici della western conference che non provano complessi di inferiorità nei loro confronti,perchè quando sei abituato a vincere non concepisci il pensiero della sconfitta…

    ad esempio gli stessi lakers per arrivare al livello raggiunto oggi,hanno dovuto prima perdere e poi vincere.
    credo anch’io che la vittoria contro i celtics abbia sbloccato questa squadra.
    una squadra che ha talento,gioca perfettamente di squadra e ha un autostima che non ha mai avuto prima…

    anche i celtics hanno queste doti,ora dobbiamo solo aspettare gli heat e poi ci divertiremo.
    intanto stanotte non mi voglio perdere i jazz di deron che vanno a far visita al duo di fenomeni che risiede in florida,south beach…

  34. tifoso knicks ha ragione. Qui si esaltano i tre italiani solo per il fatto di essere italiani. Con tutto il rispetto possibile, tra Bargnani e Bosh c’è un abisso (e io sono uno di quelli cui Chris non piace per niente), però tutti ad andare contro allo statunitense perchè toglieva palle al nuovo Kaiser Dirk (????????????).
    Belinelli era spacciato per un fenomeno incompreso e Gallinari diventerà un mostro sacro…
    ps: la cosa patetica è che siamo nazionalisti solo in ambito sportivo…
    Gallo

    Di quelli che leggo, mi sembri uno dei più competenti, però ricordiamoci che, per quanto buono, Gallinari rimane un prospetto. Probabilmente farà molto bene, ma per ora è soltanto un giocatore futuribile.

  35. Molti vogliono bene agli italiani nella NBA ma nessuno ha i prosciutti sugli occhi.

    Bargnani

    Per me ha più talento di tutti e tre. Fa vedere cose incredibili unite a disastri inguardabili, come la scarsa attitudine a fare a sportellate o ad essere assente in difesa specialmente sui tagli. Ieri è stato lampante. Se la testa non è d’acciaio, se non è uno che sgrida una testa di caxxo come Calderon o non fa la faccia dura non c’è nulla da fare su questo fronte. Però se lo metti in un contesto competitivo e con gente con gli attributi allora si cambia registro.
    Con tutti i distinguo del caso, in estate ha dato molto alla nazionale caricandosela sulle spalle, mentre per dire Belinelli a volte ha deluso. Questo perchè in un sistema valido con un coaching staff vero il soldato 5 stelle lusso ha fatto il suo dovere.

    Toronto fa cagare, fa cagare il gruppo, fa cagare Triano ed è pessimo il duo sfascia tutto Gherardini/Colangelo.

    Il vero difetto di Andrea e che in questo contesto avrebbe dovuto spaccarsi in quattro per dare una scossa ai compagni e a se stesso. Dare dei segnali del tipo: la squadra è pietosa mi batto per la causa ma io voglio il meglio. Ieri invece era un turista.

    Gallinari

    Prospettive abbacinanti ma io non lo mai visto veramente giocare come sa, colpa di un sistema di gioco idiota. Se hai Felton come play dove pensa di andare D’Antoni? Se hai un leader naturale come Gallinari che oltretutto è propenso a difendere e a prendersi le responsabilità perchè si continua col circo a tre piste? A capirli.

    Belinelli

    E’ uno dei tanti e sta godendo di fiducia in un team che non ha guardie forti. Quindi bravo a fare quello che Monty gli chiede senza strafare. D’altronde la concorrenza non è di quelle da strapparsi le vesti: Peja (mio idolo a Sac) è rotto, Thorton deludente e Bayless non stà entisiasmando. Però va elogiato per l’abnegazione e per aver dimostrato che in un contesto giusto può dare il suo.

    Questa è la dimostrazione lampante di cosa sia Toronto. Da panchinaro fisso a titolare di una squadra da 6-0!!

    Quindi immaginate la “fortuna” del duo Gallinari/Bargani in questo momento.

  36. postino

    il paragone con bosh non regge.
    questo lo ripeto per l’ennesima volta…

    1)io,ma credo nessuno,ho mai detto che bargnani valesse bosh…

    2)anche bargnani conosce i suoi limiti,difatti ripete sempre che il suo sogno e quello di vincere un titolo e partecipare ad un all star game.
    bosh non l’ho mai digerito perchè ha sempre cercato di farsi passare come il grande fenomeno,quando non ha mai dimostrato di esserlo…

    3)non parliamo poi dello stile di gioco.
    bosh era un giocatore egoista,classici giocatori che io sopporto poco,mentre bargnani ancora oggi dimostra di essere un giocatore disciplinato,a mio avviso in questa squadra potrebbe anche pretendere di più…

    poi ripeto,quando a lui o agli altri due bisogna criticarli io non mi tiro indietro.
    così sto facendo anche con bosh,continua a non starmi simpatico,ma non per questo allora non devo sottolineare l’umiltà che sta mettendo oggi negli heat…

    su gallinari,se non diventerà quel giocatore che io ho sempre pensato potesse diventare,allora non avrò problemi ad ammettere di averci visto male…

    però su gallinari non siamo solo noi italiani a elogiarlo.
    ricordo a milano quando lo stesso stoudemire disse che il gallo poteva anche diventare più forte di un nowitzki.
    recentemente anche shaq ha detto che gallinari, a differenza di bargnani, potrà diventare una stella di questa lega…

  37. Se Nash deve andare via spero vada a Orlando. Sicuramente in difesa verrà cotto a puntino dalle guardie avversarie mentre in attacco darebbe una dimensione stellare ai Magic. Solo immaginare cosa possa fare con Howard farebbe venire l’acquilina in bocca a tutti.

    Certo che se i Magic puntano a CP3 allora…

  38. su nash,anche a me piacerrebbe saperne di più…

    onestamente il canadese e uno di quei giocatori che merita di giocarsi il titolo.
    ancora oggi gioca da fenomeno,ha sempre dato tutto per i suns,ma ora con questa squadra non può più vincere,quindi sarebbe anche giusto che lasciasse l’arizona…

    come mamba,anche io lo vedrei benissimo ai magic,non oso pensare che coppia sarebbe con howard.
    i magic con nash sarebbero automaticamente da titolo.
    l’ingiustizia di nash mai alle finals e giusto che finisca…

  39. White non salterà come prima, però è diventato un giocatore di basket coi controcoglioni.

  40. bodiroga

    era anche ora,visto che fino ad oggi era famoso solo per le sue incredibili schiacciate…

  41. gallo

    il mio discorso cmq non era rivolto ne a te ne ad alert,ma a tanti fantomatici fenomeni,che dicono che bosh ha rovinato bargnani e che gli rubava i rimbalzi, senza fare paragoni cioè è come dire rodman pigliava più rimbalzi di tutti perchè li rubava ai suoi compagni…
    tanti non riescono mai a dare colpe agli italiani,se giocano male è sempre colpa degli altri,se giocano bene”mamma mia che fenomeno”,insomma sono arrivato persino a leggere(in altri siti) che ci sono regole segrete in nba dove certi giocatori(guardacaso i bargnani,gallinari ecc.) non devono fare più di tot punti.
    e il bello è che questo diceva di seguire l’nba da tanto e non era il classico bimbominkia

  42. tifoso

    L’altra volta mi hai postato la scheda per l’nba league pass… comprende anche i PO? Se così non fosse (come credo), quanto costa?

    Grazie mille per l’eventuale risposta

    • Il costo della RS è di 149,95$ per la premium package e di 109,95 $ per la standard. Le differenze tra i due è che il premium ti dà l’opportunità di vedere le gare passate senza limiti di tempo e di sfruttare il cellulare o l’Ipad. Se volessi vedere i PO devi sborsare 79,95 per il premium e 59,95 per lo standard.

      Al cambio attuale si spenderebbero per il pacchetto completo (RS+PO) 122 € per lo standard e 165 € per il premium.

  43. bodiroga

    vidi 2-3 settimane fa un pò di sassari vs…(non mi ricordo) su sky,cavolo diener nel campionato italiano può dire veramente la sua,mi fece un’ottima impressione,anche white giocò bene.
    sono un pò d’anni che non vedo più una gara di campionato italiano,a livorno è sparito tutto,fine anni 80 livorno aveva 2 squadre di vertice in serie A!
    dopo che è fallito tutto nel 2009 la squadra milita mi sembra in C-1…
    mi ricordo quando vidi michael ray richardson e pure brad miller l’anno dl lockout in nba venne a giocare in lega2 a livorno.

  44. showstopper

    non vorrei darti una risposta per un’altra,per mi sa che i prezzi siano solo per la RS,però da quanto mi hanno detto(perchè io ho una connessione lnta quindi niente league pass)mentre fai l’abbonamento,c’è pure un’opzione per vedere tutti i PO,mi sembra costi 70 euro per il contratto premium per quell’altro non sò

  45. comunque nash o non nash,cp3 o non cp3,i magic sono arrivati ad un punto dove devono assolutamente svoltare,in tutti i sensi…

    il punto fermo resta howard, e ci mancherebbe altro,soprattutto in una lega dove i lunghi di altissimo livello sono sempre più rari.
    ma dietro howard per età e valore io non vedo nessun altro insostituibile,compreso il coach,che ancora ci deve “spiegare” perchè ad un certo punto sembra un genio di questo sport per poi sembrare un incompetente…

    io cambierei completamente assetto,punterei ad un altro fenomeno e poi ripartirei da lui e howard.
    questa squadra va rinnovata,ha la fortuna di poter ripartire da un fenomeno ancora molto giovane,quindi meglio muoversi prima di perdere altro tempo.
    in più i giocatori per muoversi bene sul mercato non mancano…

    se poi continuano a illudersi che questo roster basta per vincere,allora a quel punto potrebbero rischiare di perdere anche howard…

  46. Tifoso e Postino riassumono perfettamente il mio pensiero, non ho altro da aggiungere, queste discussione le abbiamo fatte migliaia di volte!
    gallo: discorso belinelli…quel nanetto con il numero 3 sarebbe capace di far fare qualche punto anche a me, ripeto di americani forti almeno come belinelli in quel ruolo ne trovi minimo 30!!! io rispetto le opinioni di tutti, per me si può anche dire che il titolo lo vincerà Indiana, posso pensare che sia una caxxata ma non potrò certo dire che la valutazione sia condizionate dal tifo. Non hai mai detto che valeva Bosh, ma altri lo hanno scritto, si è addirittura detto che Bosh gli impedisse di andare a rimbalzo, che Calderon non gli passasse mai palla, che andato via il cancro avremmo avuto l’esplosione, di tutto di più…o ricordo male??

  47. Tifoso: discorso di Tranquillo su Gallinari è verissimo, a un certo punto della partita pensai: caxxo se Danilo andasse a giocare negli Spurs, questo non lo gestiscono più…

  48. alfredo

    “che andato via il cancro avremmo avuto l’esplosione”

    una frase del genere e possibile che anche io l’abbia scritta, e sono ancora convinto di questo…

    certo visto le caratteristiche del mago,i dirigenti raptors hanno fatto proprio poco per far si che bargnani potesse esplodere…

    quando dico esplodere,io intendo a livello realizzativo e comunque anche con un certo impatto…

    già io non mi sarei mai liberato di un turkoglu,perchè il mago non potrà mai essere il leader emotivo di una squadra.
    poi sarebbe servito anche un pivot stile chandler da affiancare al mago…

    comunque capisco anche che per i dirigenti raptors muoversi non deve essere così facile,visto che sono ben pochi i giocatori nba che accetterebbero un trasferimento in canada…

    comunque calma,anche bargnani e un diesel,meglio fare un primo bilancio fra qualche mese…

  49. su belinelli,verissimo che in nba ci sono minimo 30 giocatori del suo ruolo più forti e talentuosi di lui,però dire che non e da nba mi e sempre sembrato assurdo…

    quando ha avuto fiducia e spazio ha sempre fatto bene,questo sia ai warriors che ai raptors.
    non e neanche giusto dire che con cp3 chiunque giocherebbe bene,detto così significa sminuire quello che sta facendo belinelli agli hornets…

    ginobili e argentino,però un pò nostro lo sentiamo.
    mi sarebbe piaciuto sentire i commenti nei suoi confronti quando lui entrò in nba(sarebbero stati simili a quelli che oggi si fanno per belinelli).
    oggi e facile parlare.
    con questo non voglio dire che belinelli diventerà forte come ginobili,però ho la sensazione che si tenda sempre a sminuire il made in italy…

  50. Sinceramente se dobbiamo essere onesti fino ad ora il paragone più calzante per bargnani al momento fra i giocatori che ho visto in nba è Van Horn, con i pro e i contro del giocatore e anzi in certi momenti van horn in nba è sembrato meglio del nostro!

    Per quel che riguarda belinelli penso che si debba aspettare la fine di questa stagione, la prima in cui sta avendo un pò di continuità, è vero che di giocatori come lui in nba ce ne sono tanti, bisogna però vedere se sono anche intelligenti come lui, perchè il ragazzo mi sembra furbo!

    gallinari invece è atteso ad una stagione in cui deve far capire chi può diventare in questa lega, anche lui non è partito benissimo, però è presto, di sicuro deve imporsi almeno come seconda stella della squadra e deve prendere maggior iniziativa, non è la nba che si deve adattare al suo modo di giocare ma viceversa e questo vale anche per gli altri azzurri.

    Sono daccordo con chi dice che la telecronaca di bulls-knicks è stata vergognosa, tranquillo con gli italiani esagera e non solo lui, neanche per jordan si possono sentire certe cose!!!

  51. Gallo in estate abbiamo spesso commentato le partite della nazionale, e nessuno ha mai tifato contro mi sembra…! ad esempio io ginobili non l’ho mai visto mio, anzi, ci ha tolto un oro olimpico, non simpatizzo Virtus, nè tantomeno Spurs, ma è un campione, non posso non ammetterlo!!! tutti qui dentro vorremmo che Andrea diventasse Dirk e Belinelli diventasse Gino, TUTTI, e il pensare che questo non avvenga non è certo una denigrazione del made in Italy…

  52. Un appunto su howard.
    Per me i magic devono puntare tutto su di lui, e non parlo solo del futuro, ma dico che van gundy dovrebbe usarlo come primissima opzione offensiva, e vediamo che combina.
    DW ricordo che fece un inizio 2007-08 assurdo, 23pts +15reb, poi piano piano, sia per colpa sua per altri motivi, le sue cifre sono calate e lui si è deidicato più alla difesa che all’attacco.
    Dopo aver visto il Dwight del 2010-11 penso che ora sia quasi pronto per prendersi il team sulle spalle.
    Sta segnando con disarmante facilità, perchè ora con quel piccolo jumper che mette con regolarità è diventato molto più difficile da gestire, dovrebbe cercare di migliorare i liberi, e imparare altri movimenti in post, allora si che diventerebbe il lungo n.1.
    Lo dice uno che ha sempre criticato aspramete howard – anche perché se solo dopo 7 anni impari un jumper, un pò te la sei cercata – ma ora ne apprezza enormemente i progressi.

  53. Howard è uno scherzo della natura. Se solo sfruttasse tutto il suo potenziale non ce ne sarebbe per nessuno. Per nessuno intendo Garnett, Gasol, Oden, O’Neil…. La sfiga vuole che il ragazzone abbia fatto progressi nella comprensione del gioco, riesce a vedere i compagni ma di soluzioni offensive siamo ancora in bacino di carenaggio. Se solo acquisisse la metà dei movimenti di Hakeem the Dream sarebbe immarcabile. Sono d’accordo con Michael che è ora che si prenda la squadra sul groppone. Tanto ne Carter ne Lewis lo possono fare. Ha come spalla al momento Nelson che a attributi è messo bene.

    Sugli italiani

    Hanno talento per poter stare in questa lega. Una lega dove ahimè anche il contesto conticchia. Basta poco per passare da situazioni pessime ad eccellenti.

    Bosh ne è l’esempio. Cestista egoista ed egocentrico come pochi che si è messo a disposizione del gruppo come fosse un gregario di lusso, qual è. Questo perchè il progetto Miami ha una logica diametralmente opposta a Toronto. E’ i risultati si vedono.

  54. Diciamo che ci sono cose che solo shaq si poteva permettere, ovvero tirare malissimo i liberi, non sapere cosa fosse un jumper(l’ironia della sorte ha voluto che il suo primo canestro in nba sia stato un jumper) non impegnarsi a rimbalzo, o ad esempio non fare il taglia fuori, bastava e basta solo che si metta davanti al ferro.
    Howard deve imparare a tirare bene i liberi, anche se credo che sia difficile perchè guardando le stats a parte il primo anno è rimasto costante sul 58, 59%, questa è una cosa che deve risolvere, perchè andando 10-12 volte dalla linea, non può buttare via la metà dei punti.
    Un howard ulteriormente migliorato tecnicamente e con una percentuale non incredibile ai liberi tipo 65-70% sarebbe un gicoatore da 25-26pts in tranquillità.

  55. gli hornets sono in vantaggio anche contro i clipps nel 3 quarto…giocano davvero bene, sembrano un bel gruppo compatto, chissà quanto reggeranno..

    mozgov ai knicks è totalmente fuori luogo, molto meglio randolph, che quando recupererà del tutto andrà a formare a mio avviso una coppia esplosiva con stat..

    poi i nets, che perdono sempre…favors è un buonissimo giocatore che deve ovviamente ancora crescere, e io trovo giusto farlo partire dalla panca dato che in campo murphy sicuramente fa la sua figura….il problema sta nel reparto esterni che è di bassissimo livello…harris ha fatto 1 anno buono(quello con carter se non erro) e poi stop, morrow è un tiratore da 3 alla belinelli, che deve partire dalla panca, da titolare fa ridere…mha, li vedo messi molto male..

  56. ma millsap? di cosa si è fatto oggi? 3 triple di fila e canestro allo scadere che porta la gara all’overtime…boh? ah sì, in tutto questo ne ha messi 44…

    • mp

      assurdo millsap stanotte, ma è dall’inizio dell’anno che sta giocando benissimo…boozer who?

  57. lebron da un punto di vista realizzativo molto limitato in queste prime partite…però sar probabilmente il miglior assistman dell’anno…

  58. Clamoroso al cibali di miami! I jazz battono all’overtime gli heat.
    Millsap immenso, deron grandissimo, così come kirilenko.
    Gara decisamente strana, perchè a vederli i giocatori degli heat parevano tranquilli anche sul -1 ad un minuto dalla fine dell OT.
    Non bastano un grande wade, un james da tripla doppia, ma pessimo al tiro.
    Gara comunque della vita dei jazz, non credo ricapiterà nei prossimi 20 anni di avere tutte le cose che girano bene al momento gisto(vero paul?).

  59. sono gare che ogni tanto le grandi squadre concedono in casa…

    più che nell’ultimo minuto dei regolamentari con le magie di millsap,gli heat hanno perso la partita tra la fine del terzo e l’inizio dell’ultimo quarto,quando sembravano in totale controllo del match.
    ma in regular season ci sta perdere alcune gare per eccesso di rilassatezza.
    comunque giusti meriti ai jazz che non hanno mai mollato…

    negli heat ennesima prova di lebron stile magic e di wade stile jordan…

    notte strana,anche i pacers che umiliano i nuggets segnando ben 54(!!!) punti nel solo terzo quarto…

    in questa strana notte speriamo che i lakers non perdano in casa contro la peggior squadra della lega…

  60. gallo
    ci sono andati vicini,ma hai ragione,è regular,in più siamo al’inizio,si vede di tutto..ma non vuol dire molto

  61. Gallo

    Con tutto il rispetto Jordan e Magic assieme quella gara non la perdono. Ma come puoi concere 46 punti a Paul Millsap?????

  62. ma i capelli di kirilenko..??? vabbè sorvoliamo
    cmq oggi a millsap gli entrava tutto, ma è doveroso dire che questo dall’inizio del campionato sta giocando su livelli altissimi…

    piuttosto grande prestazione di kirilenko, finalmente…vedremo se a febbraio verrà scambiato o meno…a utah servirebbe una guardia forte, tipo rip, ma anche rudy fernandez non sarebbe male…hanno il buco nello spot di guardia da anni

    sponda miami, ci sono da fare alcune considerazioni: è l’inizio, e la squadra deve ancora trovare una chimica…lebron è di fatto il play della squadra, wade il realizzatore…i problemi sono :
    -arroyo non può essere titolare, al massimo 10 minuti a partita..

    -chalmers non gioca più, ed è un peccato perchè non era cosi male

    -house è il clutch player della squadra?certi tiri devono andare o a wade o a lebron

    -joel anthony,juwan howard,ilgauskas e magloire non formano mezzo buon centro nba…e senza il n5 forte il titolo è quasi impossibile vincerlo, haslem è l’unico che si sbatte però non è un campione, ed è basso…

  63. Galllo

    Io non ho mai detto che i due giocatori venivano paragonati. Ho detto semplicemente che si diceva Bosh fosse d’intralcio alla “vera stella”, quando si sa benissimo che non era così

  64. Questa notte ci sono state prestazioni così incredibili che se fatte nei playoff sarebbero state memorabili…..ma siamo in regular season.
    Questo cmq non leva meriti alla bellissima prova dei Jazz che a mio avviso (e quì per me sbagli Michael Philips) potranno dare fastidio anche in futuro.
    Sono ad una buona guardia per essere una contender, ma anche così sono assai pericolosi e mai sottovalutarli. In fondo se non ci fossero stati i lakers in questi anni non potremo mai sapere dove sarebbero arrivati. Ricordiamoci che nel 2007 arrivarono alla finale della western perdendo anche li con i futuri campioni, gli spurs.

    Riuscissero a mettere mai le mani su Rip Hamilton, cucito dal sarto per il loro sistema, sarebbero davvero, ma davvero pericolosi…

    Solita partita sonnacchiosa dei lakers. Con Minnesota le vinci, più avanti, con altri avversari, queste tipo di partita invece le perdi.

  65. In più i Jazz hanno avuto spesso problemi di infortuni, soprattutto con Kiria e Okur.
    Riuscissero una buona volta ad arrivare sani in postseason….oh, mai!

  66. Quando si paragonano Bosh e Bargnani non è sufficiente guardare alle statistiche. Bisogna anche vedere quanto costa ognuno. Le cifre dicono:
    BOSH 110mil x 6 anni
    BARGNANI 50mil x 5 anni
    Secondo me, a queste condizioni sì, Bargnani è meglio di Bosh!!

    PS se Bosh restasse questo (non credo che succederà), non pensate che Bargnani sarebbe più utile per gli Heat?

Commenta