0Shares
0 0

L’attesa √® finita per Kyle Larson. Il giovane pilota del Chip Ganassi Racing √® riuscito nel pomeriggio di domenica, a vincere la prima gara della sua carriera nella Sprint Cup.

Larson √®¬† riuscito nell’ impresa dopo 98 gare disputate (con quattro secondi posti in carriera) a bordo della Chevrolet 42 del Chip Ganassi Racing¬† davanti alla giovane promessa Chase Elliott in Michigan .

I due piloti , che sono il futuro della categoria o la terza generazione tra i professionisti attivi nell’ ordine di et√†, hanno dato vita ad una dimostrazione di maturit√† e tenacia lungo il grande ovale del Michigan nelle battute finali di gara. 41 giri in testa per Kyle Larson, 31 per Chase Elliott.

Il Michigan √® per loro al momento, il miglior ovale in termini statistici: Larson a giugno dello scorso anno nella prima visita stagionale era in testa prima dell’ arrivo della pioggia, e rientrando ai box lasci√≤ la vittoria a Kurt Busch; un errore tattico che pag√≤ caro. Un anno dopo sullo stesso ovale Elliott giunse secondo dietro a Joey Logano ottenendo¬† il miglior risultato nella sua giovane carriera iniziata quest’anno, eguagliata per la seconda volta questa domenica.

Nell’ ultima ripartenza di giornata, Chase Elliott compie lo stesso errore fatto quest’anno a giugno con Joey Logano, slittando con le ruote posteriori consentendo a Keselowski e Larson di sopravanzarlo. A quel punto, al giovane pilota di Hendrick sfugge la vittoria perdendo qualche giro prima di superare il pilota nativo del Michigan in forza al Pensek Racing:¬†a quel punto il varco creato da Larson √® troppo grande per essere colmato.

Il Chip Ganassi Racing termina una striscia senza vittorie di ben 99 gare durata quasi tre anni, quando nel 2013 ad Ottobre Jamie McMurray s’impose a Talladega. Una vittoria cruciale per il team in chiave Chase, a due gare dal suo inizio. Kyle Larson¬† con questa vittoria scalza Newman dall’ ultima posizione disponibile per la postseason mettendo per√≤ il suo compagno di team McMurray a rischio, al momento 16¬į.

Ci sono solo tre piloti senza vittoria nel top 16 della classifica: Chase Elliott, Austin Dillon e Jamie McMurray. I tre hanno rispettivamente ventisette, ventuno e quindici punti sul primo diretto inseguitore Ryan Newman, tallonato a sua volta da Kasey Kahne, Trevor Bayne e Ryan Blaney nell’ ordine. Con due gare dal termine si potrebbero avere altri due vincitori attualmente fuori dal top 16 della classifica.

Con Stewart e Larson ormai certi della loro partecipazione nel Chase, rimane¬† in bilico la presenza di Chris Buescher, il vincitore di Pocono attualmente 30¬į, con soli sette punti di vantaggio su David Regan. Per lui Darlington e Richmond saranno cruciali.

Alla fine dei conti restano tre o quattro  posizioni ancora da determinare delle sedici che prenderanno parte al Chase for the Cup 2016.

 

Post By Davide Sarti (247 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercher√≤ di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo pi√Ļ dettagliato possibile. Possibilmente, cercher√≤ di farvelo amare

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.