Shares

Will Power ha chiuso al vertice la seconda giornata di test collettivi IndyCar sul Barber Motorsports Park. Il campione 2014 ha fatto segnare durante la sessione mattutina il tempo di 1:07.311, precedendo di meno di un decimo Scott Dixon, autore del miglior tempo nel pomeriggio. “Questi nuovi kit aerodinamici producono molto più carico aerodinamico e c’è molto più grip, quindi le macchine sono più veloci da tutte le parti“, ha dichiarato Power. “Penso che un po’ ovunque verranno battuti i record sul giro. Penso che abbiamo trovato delle buone soluzioni per St.Petersburg e per quando torneremo a correre qui il 26 aprile.” Sorprendente terzo il rookie del KV Racing Stefano Coletti. “C’è una grande differenza tra la vecchia auto e quella nuova“, ha detto Coletti. “Ovviamente, c’è molto più carico aerodinamico ed è molto più veloce. Per me era la prima volta su questo circuito e devo dire che mi piace molto questa pista. E’ molto divertente guidare qui, è una pista molto esigente anche dal punto di vista fisico. Abbiamo lavorato su come ottenere il giusto setup di base, così sono potuto restare molto in macchina continuando a spingere.” Alla fine dei test la Chevrolet ha occupato i primi sei posti della graduatoria, con Helio Castroneves quarto, Simon Pagenaud quinto e Sebastien Bourdais, con l’altra vettura del KV Racing, sesto. Ancora una volta il migliore dei piloti Honda è stato Graham Rahal, settimo. “Abbiamo lavorato su un sacco di diverse combinazioni del nostro pacchetto aerodinamico e sono contento dei nostri progressi“, ha dichiarato Rahal a fine giornata.

Questi i tempi alla fine della due giorni di test:

  1. Will Power (C) 123.010mph 1:07.3118s Practice 3 (157 laps)
  2. Scott Dixon (C) 122.849mph 1:07.3996s Practice 4 (162 laps)
  3. Stefano Coletti (C) 122.626mph 1:07.5224s Practice 3 (120 laps)
  4. Helio Castroneves (C) 122.611mph 1:07.5304s Practice 4 (141 laps)
  5. Simon Pagenaud (C) 122.607mph 1:07.5329s Practice 2 (155 laps)
  6. Sebastien Bourdais (C) 122.516mph 1:07.5829s Practice 3 (98 laps)
  7. Graham Rahal (H) 122.448mph 1:07.6203s Practice 4 (149 laps)
  8. Charlie Kimball (C) 122.444mph 1:07.6225s Practice 4 (144 laps)
  9. Juan Pablo Montoya (C) 122.437mph 1:07.6266s Practice 2 (140 laps)
  10. Takuma Sato (H) 122.370mph 1:07.6638s Practice 4 (107 laps)
  11. Josef Newgarden (C) 122.267mph 1:07.7204s Practice 3 (121 laps)
  12. James Hinchcliffe (H) 122.161mph 1:07.7796s Practice 4 (126 laps)
  13. Tony Kanaan (C) 122.109mph 1:07.8081s Practice 4 (148 laps)
  14. Ryan Hunter-Reay (H) 122.035mph 1:07.8494s Practice 2 (87 laps)
  15. Carlos Huertas (H) 121.968mph 1:07.8868s Practice 4 (114 laps)
  16. Carlos Munoz (H) 121.847mph 1:07.9540s Practice 2 (123 laps)
  17. Jack Hawksworth (H) 121.841mph 1:07.9572s Practice 4 (119 laps)
  18. James Jakes (H) 121.720mph 1:08.0252s Practice 4 (118 laps)
  19. Luca Filippi (C) 121.551mph 1:08.1197s Practice 4 (141 laps)
  20. Gabby Chaves (H) 121.431mph 1:08.1868s Practice 4 (138 laps)
  21. Marco Andretti (H) 121.291mph 1:08.2657s Practice 2 (103 laps)
  22. Sage Karam (C) 117.023mph 1:10.7555s Practice 1 (3 laps)
  23. Francesco Dracone (H) 115.591mph 1:11.6317s Practice 4 (118 laps)

Post By Marco Strazzulla (155 Posts)

Sono un grande appassionato di sport americani, in special modo di basket NBA e football NFL, ma soprattutto di automobilismo. Considero la IndyCar la migliore categoria al mondo per spettacolo, sportività e completezza dei piloti. Ho assistito di persona alla 500 Miglia di Indianapolis 2008, uno spettacolo indescrivibile.

Website: → Indycar Italy

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.