0Shares
0 0

A un mese dall’inizio della nuova stagione Nascar la situazione del mercato piloti è già più che definita. Alcuni grandi nomi hanno fatto voce in questa offseason e grazie a loro hanno reso questi mesi meno noiosi del solito.

Il primo a far voce grossa è stato Carl Edwards, il quale ha deciso di lasciare il Roush Fenway Racing per approdare in casa Gibbs, dove ritrova Matt Kenseth suo vecchio compagno di team fino a due anni fa.

Con Matt, farà quartetto con l’inseparabile coppia Kyle Busch e Denny Hamlin che nelle stagioni scorse hanno dato tanto a questo team. Dunque, non avremo più soli due team a quattro auto (Hendrick Motorsports e Stewart-Haas), bensi tre con Gibbs che cerca quasi disperatamente, di eguagliare i suoi eterni rivali. In fondo si tratta di un quartetto solido e pieno di esperienza al quale manca quel pizzico di fortuna per puntare alle stelle.

Con l’uscita di Edwards, Jack Roush ha deciso di “affondare” il vecchio 99 guidato dall’ ex-pilota e sostituirlo con il 6 che sarà guidato dal neo arrivato e giovane Trevor Bayne, in uscita dal Wood Brothers Racing; quest’ ultimo ha deciso di dare un contratto al giovane Ryan Blaney per almeno 12 gare.

A questo punto è da notare che Roush punta sul futuro con l’eterno Biffle a fare da bilanciere e maestro per tenere a galla un team dal quale non ci si aspetterà prestazioni di rilievo. Inoltre, da notare che Biffle ha perso lo sponsor 3M, passato in mano a Gordon, a favore dello sponsor Ortho.

Una perdita “pesante” per il circuito Nascar è l’addio dell’ Aussie Marcos Ambrose, il quale ha preferito tornare in Australia per correre nelle V8 Supercars, categoria che ha dominato nel 2002 e 2003. Il suo sostituto è pertanto una vecchia faccia della Indycar, Sam Hornish jr chiamato a dimostrare una volta per tutte le sue sue grandi qualità che lo hanno reso popolare nel campionato a ruote scoperte americane.

In casa Michael Waltrip Racing è stato reso noto che Brian Vickers tornerà a marzo dopo l’operazione al cuore subita tre mesi fa, tanto da fargli saltare la gara inaugurale, la Daytona 500 dove verrà sostituito da Michael Waltrip e la gara di Atlanta, la seconda prova di stagione.

Inoltre, rimanendo nei team di media-piccola importanza, Bobby Labonte rimpiazzerà il fratello Terry Labonte nelle quattro gare con i restrittori (Daytona e Talladega).

Gli altri team rimangono al momento, immutati come erano nella stagione precedente. In casa Ganassi McMurray rischia di perdere la leadership a favore del giovane e rampante Kyle Larson, mentre nel duo Penske Logano e Keselowski correranno alla pari dopo la dimostrazione di forza maturata nella stagione 2014.

Per Hendrick invece, la nota dolente è l’addio come pilota full time di Jeff Gordon a fine stagione, seppur abbia sotto tiro Chase Elliott che dovrebbe correre alcune gare quest’anno.

Il saluto di Kenny Francis e Steve Letarte come crew chief di certo non è una news ottimale; al loro posto arrivano Greg Ives per Dale Jr, che precedentemente era il crew chief di Chase Elliott nella Xfinity Series, e Keith Rodden in coppia con Kasey Kahne, precedentemente crew chief di Jamie McMurray. La buona notizia invece è la firma triennale di Kasey Kahne all’ interno del team che resterà per dar manforte ad Earnhardt jr e Johnson, in attesa di scoprire il quarto pilota per il 2016.

Congelato anche il team per così dire “Satellite” di Hendrick, lo Stewart Haas che mantiene i quattro piloti, Tony Stewart, Kurt Busch, Danica Patrick ed il campione in carica Kevin Harvick. Quest’ultimo e Tony Stewart manterranno lo scambio fatto a settembre dei rispettivi crew.

Anche in casa Childress la situazione non cambia dove Menard e Austin Dillon dovrebbero fare da scudieri a Ryan Newman finito secondo nella generale l’anno scorso.

 

Post By Davide Sarti (247 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.