Finalmente siamo entrati nella fase finale della stagione regolare della MLB. La postseason comincerà venerdì 7 ottobre con un format nuovo che include 12 squadre. Invece, fino all’anno scorso, i playoff includevano al massimo 10 squadre.

Ecco quindi un breve recap su come è strutturata la Major League Baseball per poi capire il format della nuova post season.

La MLB è suddivisa in due grandi leghe: la National League e l’American League; ciascuna è ulteriormente suddivisa in tre division per zona: West, Central ed East. Quindi in totale nella MLB ci sono 6 division: NL West, NL Central, NL East da una parte e AL West, AL Central, AL East dall’altra.

Per ogni division ci sono cinque squadre, per un totale di 30 in tutta la MLB. Ogni squadra gioca 162 partite di regular season tra la fine di marzo e l’inizio di ottobre, poi iniziano i playoff.

Chi si qualifica alla postseason?

  • Le sei squadre che hanno vinto la loro rispettiva division (tre per la National League e tre per l’American League);
  • Le tre squadre con il migliore record per ogni lega che non sono arrivate prime nella propria division, chiamate Wild Card.

Come funzionano le Wild Card Series?

Finalmente, dopo troppi anni, è stato abbandonato il Wild Card Game degli anni scorsi, ovvero una partita secca tra le due migliori non vincitrici di division per ogni lega, una cosa ingiusta e orribile dopo una stagione regolare di 162 partite.

Alle Wild Card Series partecipano quattro squadre per lega: le tre non vincitrici di division col miglior record e la vincitrice di division con il peggior record. Gli accoppiamenti sono così composti: la peggiore vincitrice di division sfida la peggiore non vincitrice di division; le due rimanenti Wild Card si sfidano tra di loro (entrambe sono due non vincitrici di division). Tutte e due le sfide si giocano al meglio delle tre gare.

Le due squadre che non partecipano al Wild Card Round (le due migliori vincitrici di division, che sono quattro in totale tra le due leghe) ottengono il bye, ovvero sono giĂ  qualificate al turno successivo e attendono le squadre che vincono le Wild Card Series.

La vincitrice della Wild Card tra la peggiore vincitrice della division e la peggiore non vincitrice sfiderà la seconda vincitrice di division; chi vince la serie tra le due squadre non vincitrici di division sfiderà la prima vincitrice di division; questo turno è chiamato Division Series, avviene in tutte e due le leghe (NLDS per la National e ALDS per l’American) e si gioca al meglio delle cinque partite.

Le quattro squadre (2 per lega) che vincono le Division Series volano alle Championship Series (NLCS e ALCS), che assegnano i Pennant, ovvero il titolo della rispettiva lega, al meglio delle sette gare. Per chi è più avvezzo di NBA, le Championship Series sono l’equivalente delle Finali di Conference.

Le due squadre vincitrici dei Pennant si sfidano, anche questa volta al meglio delle sette partite, alle World Series, che assegnano il titolo di campione del mondo.

Solo nelle World Series avviene che una squadra della National League sfida una squadra di American League, perché, come detto prima, la postseason è giocata separatamente tra le due leghe, così come in NBA, NFL e NHL i playoff sono separati tra le rispettive conference.

Qui trovate una proiezione della possibili accoppiamenti dei playoff: https://www.mlb.com/news/mlb-playoff-picture-and-bracket

This is October, then ENJOY THE SHOW!

One thought on “Il nuovo format dei Playoff MLB

  1. Simpatizzo per i Padres: tutta l’estate con l’ansia di vedere se ce l’avrebbero fatta ad arrivare quinti, per poi scoprire che quest’anno ai playoff ci vanno in sei LOL!

    Spero che la Mlb passi a 32 squadre con division da 8: credo che sarebbe un sistema piĂą equo.

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.