Shares

E’ passato un mese dalla conclusione della stagione, e con le prime firme dei free agents in corso, ci accorgiamo che… il baseball giocato già ci manca. Allora passiamo in rassegna l’anno appena trascorso, dato che chi ha fatto l’abbonamento ad MLB.TV, anche tardi, anche solo per i playoff, può fino al 28 febbraio, riguardare ogni incontro di stagione regolare.

Iniziamo da aprile, primo mese di gioco, dove fin da subito, l’8 aprile, Lance Lynn ha fatto capire che per lui sarebbe stato un anno speciale. Nel suo esordio casalingo, contro i Royals, ha messo a segno il primo CG SHO della stagione, con 11 K; giungendo alla 45° partita sulle ultime 48 uscite (dall’inizio del 2019 ad oggi) con più di 100 lanci effettuati, un vero workhorse come dicono in America.

Il giorno successivo, 9 aprile, è una giornata storica per San Diego, perché Joe Musgrove, acquistato solo pochi mesi prima e nativo della zona di San Diego, nello stadio dei Rangers, uno dei più temibili per i lanciatori, dopo 8205 gare di stagione regolare, mette a segno il primo no-hitter dei Padres, unica squadra ancora a secco. Un solo uomo in base, Gallo colpito da un lancio nel quarto inning, anche se con 90 lanci dopo 7 innning lo skipper stava seriamente pensando di toglierlo. Chiude con 112 lanci e 10 K.

Nel frattempo Bieber, fresco CY, diventa il primo lanciatore di sempre ad aver iniziato due stagioni consecutive con 24+ K nelle prime due uscite stagionali.

Certamente la miglior serie di aprile è quella tra Indians e White Sox, che il 13 aprile vede Giolito lanciare 7 scoreless innings e Bieber 9! con il punteggio fermo sullo 0-0 fino agli extrainning; il giorno successivo Rodon giunge a 8.1 inning perfetti prima di colpire un avversario! Comunque riesce a completare il no-hitter, 20esimo della storia dei White Sox, con 114 lanci e 7 K.

Il 18, Nola contro i Cardinals mette a segno un CG SHO con 2 valide, 10 K e 109 lanci.
Il 23 deGrom contro i Nationals fa lo stesso, anche se con ben 15 K (massimo in carriera), eliminando gli ultimi 19 avversari; mentre J.A. Happ contro i Pirates (sua ex squadra) arriva a 7.1 inning senza concedere valide.

Il 25 aprile rimarrà nella storia dei D’Backs, anche in una stagione come questa, dove finiranno ultimi. Ad Atlanta, va in scena un doubleheader, con due CG SHO di Gallen (una valida subita) e Bumgarner (nessuna valida)!! Madison elimina gli ultimi 17 avversari, ne affronta il minimo possibile, stabilendo il primo “no-hitter” nelle gare di 7 inning (che infatti non è omologato come tale) ed inoltre il primo doubleheader con appena una valida concessa (anche considerando quelli da 9 inning ciascuno).

Il 26 Desclafani (con Posey dietro al piatto) contro i Rockies chiude un CG SHO con 3 H, 9 K e 100 lanci, e Colorado per la prima volta nella sua storia inizia una stagione perdendo le prime 7 partite in trasferta.

Casali, il catcher di riserva dei Giants, diventa in aprile il quarto catcher dal 1906 a trovarsi dietro al piatto in 5 SHO nell’arco di un solo mese.

Non c’è che dire, se il buongiorno si vede dal mattino, questo 2021 sarà (ed infatti è stato) un anno eccezionale!

 

Post By piersilvioc (301 Posts)

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.