0Shares
0 0

Questa è certamente la più grossa sorpresa di questo inizio 2017. Non è certo l’unica, dato che nessuno avrebbe pensato ai Twins in testa alla AL Central, o ai Rockies in testa alla NL West e con il miglior record della National League, o agli Yankees in testa alla AL East, ma essere in testa alla NL Central per i Brewers, Division in cui giocano i campioni del mondo Cubs, era davvero inimmaginabile.

27-23, una partita e mezza sui Cardinals e sui Cubs, e nonostante siano solo 5-5 nelle ultime dieci sono reduci da due vittorie consecutive sui lanciatissimi D’Backs.

Eppure il payroll in questa off-season era rimasto inchiodato ai 63mln di dollari dello scorso anno, oltre 40 mln in meno del biennio 2014-2015, ed il mercato era stato minimale. L’unica firma di rilievo era quella sul rinnovo per altri 3 anni del manager Counsell, che trova l’approvazione di tutto l’ambiente.

Metà del payroll viene speso per 2 soli giocatori, Ryan Braun e Matt Garza, lanciatore all’ultimo anno di contratto; entrambi hanno già fatto un giro nella DL, anzi Braun è già a quota due.

Eppure alcune scelte si sono rivelate eccellenti, come la firma di un triennale con Eric Thames, reduce dall’esperienza coreana che lo ha rigenerato, o l’annuale a Neftali Feliz, nuovo closer del team dopo anni di appannamento rispetto ai fasti texani.

La partenza per Thames è stata incredibile, con un aprile da player del mese, ed anche se maggio è stato un mese difficile e con numeri in discesa, guida ancora il team per HR (13), punti segnati (39), OBP e slugging. L’altro protagonista offensivo è Travis Shaw, il terza base giunto da Boston nella trade per il rilievo Tyler Thornburg, che guida la squadra per media battuta (.290) e RBI (39).

Ma praticamente tutti stanno dando il loro contributo offensivo, con il catcher Bandy che batte .280 con 6 HR, Villar che nonostante la media bassa è già a 12 basi rubate, Eric Sogard, con i suoi buffi occhiali, che da quando è stato prelevato dalle minors (12 maggio) batte oltre .400 con 7 run e 8 RBI in 13 incontri.

Ed infatti i Brewers hanno il quarto attacco della MLB per fuoricampo, quarto per punti segnati, quinto per doppi, quarto per tripli, terzo per RBI, (anche terzo per K subiti), terzo per basi rubate, quinto per slugging e sesto per OPS.
Molto meno bene le statistiche sul monte di lancio, dove a parte le salvezze (terzi nella MLB) dovute principalmente a Feliz, gli altri valori sono medi, con AVG e WHIP vicini al fondo della classifica.

Zach Davies, gioiellino della rotazione e leader per vittorie (5), ha un’ERA sopra il 5, e un WHIP di 1.64! Chase Anderson e Jimmy Nelson viaggiano poco sotto il 4 di ERA, mentre i migliori sono Garza e Junior Guerra, che però hanno collezionato appena 8 partenze in due per via degli infortuni.

Il bullpen invece sta andando abbastanza bene, detto di Feliz, che comunque ha un’ERA oltre il 5, i più continui sono Carlos Torres, Jacob Barnes, entrambi con una ERA sotto il 3 e Corey Knebel che ha addirittura una ERA di 1.14.

Durerà? Difficile dirlo, ma i presupposti potrebbero esserci, dato che il loro miglior partente, Guerra, è appena uscito dalla lista infortunati ed ha ripreso da dove aveva lasciato, che Garza essendo nel suo ultimo anno deve cercare di guadagnarsi un nuovo contratto e al momento lo sta facendo, che Davies non può essere così brutto e lo scorso anno ha dimostrato di poter dare molto, che Braun praticamente non ha inciso e sappiamo tutti cosa è capace di fare, nonostante gli anni che passano, e il resto dell’attacco è giovane e vitale, ed anche Villar dovrebbe prima o poi ritornare alle sue medie, molto superiori al .211 attuale.

Certo le incognite sono più che altro relative alle inseguitrici, dato che i Cardinals con alti e bassi si sono mantenuti sul 50%, e che i Cubs dopo una partenza stentata stanno pian piano facendosi sotto. Entrambe le squadre hanno rose molto migliori di quella del Wisconsin.

 

Post By piersilvioc (283 Posts)

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.