NBA News News

NBA – Westbrook da urlo, Memphis e Portland vincono in trasferta

Shares

NEW YORK KNICKS – INDIANA PACERS  82  –  105

Indiana vince la terza partita consecutiva, battendo i Knicks alla Bankers Fieldhouse Arena. George Hill segna 21 punti, mentre Stuckey ne aggiunge 17 dalla panchina. Per New York 25 punti di Bargnani, mentre Hardaway Jr. ne segna 13.

PHOENIX SUNS  –  ORLANDO MAGIC  105  –  100

Phoenix infligge ai Magic la quarta sconfitta consecutiva, battendoli in trasferta nonostante una grande prova di Oladipo. La guardia di Orlando segna 38 punti, mentre Vucevic contribuisce con 18 punti. Per i Suns 28 punti di Knight, mentre Markieff Morris ne mette 23.

UTAH JAZZ –  BOSTON CELTICS  84  –  85

Boston torna a vincere e lo fa tra le mura amiche, al TD Garden, battendo Utah grazie ad un lay-up sulla sirena di Tyler Zeller. Isaiah Thomas è il top scorer con 21 punti, mentre Crowder ne segna 18. Gobert segna 10 punti catturando 16 rimbalzi per i Jazz, mentre Burke e Favors segnano 16 punti a testa.

CHARLOTTE HORNETS – BROOKLYN NETS  115  –  91

Gli Hornets hanno la meglio in uno scontro decisivo per i playoff, battendo i Nets al Barclays Center. Mo Williams mette a segno 14 punti, smazzando 14 assist, mentre sia Al Jefferson che Henderson mettono a referto 19 punti. Per Brooklyn 12 punti di Deron Williams e 11 di Plumlee.

CLEVELAND CAVALIERS – TORONTO RAPTORS  120  –  112

Cleveland avvicina Toronto in classifica, battendo la squadra canadese all’Air Canada Center. Le tre star dei Cavs dominano il match, con LeBron che segna 29 punti con 14 assist, Love che segna 22 punti catturando 10 rimbalzi, e Irving che ne mette 26. Per i Raps doppia doppia di Valanciunas (26+11), mentre DeRozan e Williams contribuiscono rispettivamente con 25 e 26 punti.

MEMPHIS GRIZZLIES  –  HOUSTON ROCKETS  102  –  100

Memphis consolida la seconda posizione ad Ovest battendo i Rockets al Toyota Center, grazie ad un canestro nel finale di Marc Gasol. Il catalano segna 21 punti, mentre Conley ne mette 17. Per i texani il Barba realizza una doppia doppia da 18 punti e 13 assist, con Jones che ne aggiunge 21.

DENVER NUGGETS – MINNESOTA TIMBERWOLVES  100 – 85

I Twolves perdono la quarta gara di fila, cadendo in casa contro i Nuggets. Gallinari mette a segno 16 punti, mentre Faried piazza una doppia doppia da 18 punti e 14 rimbalzi. Wiggins realizza 20 punti per Minnesota, mentre Rubio segna 10 punti conditi da 10 assist.

DETROIT PISTONS  –  NEW ORLEANS PELICANS  85  –  88

I Pelicans, grazie al ritorno di Davis, ottengono un’importante vittoria casalinga contro i Pistons. The Brow  segna 39 punti aggiungendo 13 rimbalzi, mentre Evans ne mette 21. Meeks segna 20 punti per Detroit, mentre i due lunghi Monroe e Drummond piazzano entrambi una doppia doppia, il primo da 13 punti e 25 rimbalzi, il secondo da 13 punti e 18 rimbalzi.

PHILADELPHIA 76ers  –  OKLAHOMA CITY THUNDER  118  –  123

I Thunder battono i Sixers all’overtime grazie ad una prestazione mostruosa di Westbrook. Il play di Okc realizza la quarta tripla doppia consecutiva, segnando 49 punti, collezionando 10 assist e catturando 16 rimbalzi. Waiters contribuisce con 20 punti. Per Phila Canaan segna 31 punti, mentre Richardson ne mette 29 segnando anche la tripla che forza l’overtime.

LOS ANGELES LAKERS – MIAMI HEAT  94  –  100

Gli Heat consolidano il settimo posto ad Est battendo i Lakers alla Triple A. Wade mette a segno 25 punti, mentre Whiteside piazza un’altra super doppia doppia da 18 punti e 25 rimbalzi (career high). Per i gialloviola 14 punti di Ellington e 14 anche per Ed Davis, che aggiunge 12 rimbalzi.

SACRAMENTO KINGS  –  SAN ANTONIO SPURS  85  –  112

Gli Spurs vincono la terza gara di fila, sconfiggendo i Kings all’At&T Center. Leonard realizza 21 punti, Parker aggiunge 19 punti e Belinelli contribuisce con 13 punti. Per Sacramento DMC mette a segno 14 punti, mentre Gay ne segna 10.

MILWAUKEE BUCKS  –  GOLDEN STATE WARRIORS  93  –  102

Golden State torna a vincere, battendo i Bucks alla Oracle Arena. Curry segna 19 punti, Thompson ne mette 17 e Green aggiunge 23 punti con 12 rimbalzi. Carter-Williams e Antetoukoumnpo segnano 16 punti a testa per la squadra del Wisconsin.

PORTLAND TRAIL BLAZERS – LOS ANGELES CLIPPERS  98  –  93

Portland vince la quarta gara consecutiva battendo i Clippers in trasferta. Aldridge segna 29 punti per i Blazers, mentre Batum ne mette 20. Per i losangelini CP3 segna 36 punti con 12 assist, con Redick che contribuisce con 26 punti.

 

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere

NBA News News

NBA – ATLANTA ESPUGNA MIAMI, SPURS VITTORIOSI A PHOENIX

Shares

DETROIT PISTONS – WASHINGTON WIZARDS  95  –  99

I Wizards tornano finalmente a vincere, battendo i Pistons al Verizon Center. Wall mette a segno 22 punti aggiungendo 6 assist, mentre i due lunghi Nene e Gortat segnano rispettivamente 21 e 16 punti. Per quanto rigurda Detroit 21 punti con 10 rimbalzi per Greg Monroe, mentre il rookie Dinwiddie ne mette 20 entrando dalla panchina.

ATLANTA HAWKS – MIAMI HEAT  93  –  91

Nonostante le assenze di Horford, Teague, Carroll e Antic, fatti riposare da coach Budenhozer, gli Hawks espugnano comunque la Triple A di Miami. Millsap è il top scorer con 22 punti, mentre Schroeder ne segna 16 con 10 assist. Per gli Heat grande prestazione di Whiteside che conclude con 14 punti e 24 rimbalzi, mentre Wade ne segna 22.

TORONTO RAPTORS – NEW YORK KNICKS 98  –  103

I Knicks sconfiggono i Raptors al Madison Square Garden, infliggendo ai canadesi la quinta sconfitta consecutiva. Tim Hardaway Jr. segna 22 punti, mentre Bargnani contribuisce con 19. Per Toronto 13 punti di DeRozan, che tira però 3-15, mentre Lou Williams ne mette 22 subentrando dalla panchina.

MEMPHIS GRIZZLIES – MINNESOTA TIMBERWOLVES  101  –  97

Memphis torna alla vittoria, battendo i Twolves al Target Center. L’MVP è Marc Gasol, che sforna una doppia doppia da 27 punti e 11 rimbalzi, mentre Conley ne aggiunge 17. Per Minnesota 25 punti di Andrew Wiggins, con Rubio che ne segna 13  collezionando 10 assist.

BROOKLYN NETS – DALLAS MAVERICKS  104  –  94

I Nets scavalcano Indiana raggiungendo l’ottavo posto valido per i playoff battendo i Mavs all’American Airlines Center. Deron Williams mette a segno 25 punti, mentre Joe Johnson contribuisce con 15 punti.  Per Dallas 20 punti di Nowitzki e 14 di Monta Ellis.

SAN ANTONIO SPURS – PHOENIX SUNS  101  –  74

Gli Spurs vincono la seconda gara consecutiva battendo i Suns allo US Airways Center. Leonard realizza una doppia doppia da 22 punti e 10 rimbalzi, mentre Danny Green ne mette 12. Per Phoenix 19 punti di Marcus Morris e 12 di Bledsoe.

MILWAUKEE BUCKS – UTAH JAZZ  75  –  82

Utah vince la sesta partita delle ultime dieci, battendo i Bucks all’Energy Solutions Arena. Trey Burke segna 23 punti con 6 assist, mentre sia Gobert che Favors catturano 10 rimbalzi segnando il primo 12 e l’altro 16 punti. Per i Bucks 16 punti di Carter-Williams e 18 di Khris Middleton.

Continua a leggere

NBA News News

NBA – Westbrook trascina Okc, Chicago batte Phoenix

Shares

OKLAHOMA CITY THUNDER – CHARLOTTE HORNETS  110  –  103

I Thunder vincono la quinta gara di fila rimanendo in zona playoff grazie alla vittoria sul campo degli Hornets. Orfana di Durant (fastidio al piede), Oklahoma prevale grazie soprattutto ad una trascinante prova di Russell Westbrook, che mette a referto 33 punti con 10 assist e 7 rimbalzi, segnando i punti decisivi nel finale di gara. Ibaka aggiunge 16 punti e 12 rimbalzi, i neo-arrivati Kanter e Augustin segnano rispettivamente 10 e 12 punti. Per la franchigia del North Carolina 24 punti di Mo Williams con 5 triple, 20 di Kidd-Gilchrist e doppia doppia da 20+12 di Al Jefferson. Okc ottava ad Ovest, Charlotte scavalcata dai Nets all’ottavo posto.

NEW ORLEANS PELICANS – MIAMI HEAT  105  –  91

Nel match che vede esordire The Dragon, Goran Dragic, i Miami Heat vengono superati dai Pelicans all’American Airlines Arena. Gli Heat, orfani di Bosh, che dovrà saltare il resto della stagione per un grave problema ai polmoni (get well soon Chris!), tirano male da 3 e perdono 17 palloni, che generano 24 punti per New Orleans. Eric Gordon è il protagonista della partita con 24 punti e 6 triple messe a segno, Asik contribuisce con 15 punti e 9 rimbalzi e l’ex di turno Norris Cole segna 12 punti entrando dalla panchina. Dragic mette a segno 12 punti con 4-11, Chalmers ne mette invece 20 mentre Wade ne segna 19. Si segnala l’uscita anticipata di Anthony Davis dopo 8′ per un problema alla spalla, lo stesso che lo aveva costretto a saltare l’All Star Game. Heat settimi ad Est, Pelicans decimi ad Ovest.

PHOENIX SUNS – CHICAGO BULLS  107  –  112

I Bulls tornano alla vittoria e lo fanno tra le mura amiche, allo United Center, infliggendo la quarta sconfitta consecutiva ai Suns. Entrambe le squadre tirano con alte percentuali, con Chicago che cattura però 11 rimbalzi in più di Phoenix. I Bulls mandano sette giocatori in doppia cifra, tra cui spiccano Pau Gasol che mette a referto una doppia doppia da 22 punti e 14 rimbalzi e Jimmy Butler che ne segna 19. Tra le fila dei Suns , 20 punti di PJ Tucker, 17 di Marcus Morris e 13 del nuovo playmaker Brandon Knight, partito dalla panchina. Bulls terzi ad Est, Suns noni ad Ovest.

TORONTO RAPTORS – HOUSTON ROCKETS  76  –  98

I Rockets tornano a vincere battendo i Raptors al Toyota Center. Dopo un primo tempo equilibrato, Houston scappa via dopo l’intervallo grazie ad un parziale di 58-40. I Rockets costringono i Raptors a tirare con il 32% dal campo, e dominano a rimbalzo (52-39). Corey Brewer è il man of the match, segna infatti 26 punti conditi da 10 rimbalzi e 5 rubate. Il Barba contribuisce con 20 punti e 7 assist. Sponda Raptors, James Johnson segna 27 punti, mentre Lowry e DeRozan tirano complessivamente 6-27. Rockets terzi ad Ovest, Toronto seconda ad Est.

SACRAMENTO KINGS – LOS ANGELES CLIPPERS  99  –  126

I Clippers vincono la quarta gara di fila, vincendo contro i Kings di George Karl allo Staples Center. Los Angeles domina il secondo e terzo periodo, che si chiudono rispettivamente sul 42-18 e 31-18 per i padroni di casa. Austin Rivers è il top-scorer con 28 punti (career-high), mentre Jamal Crawford chiude con 23 punti subentrando dalla panchina. Per gli ospiti 21 punti di Cousins, che tira però 6-19, e 15 punti di Rudy Gay, che conclude però con un terribile plus-minus di -33. Clippers quinti ad Ovest, Kings tredicesimi.

Continua a leggere

NBA News News

NBA – DALLAS SUPERA PORTLAND ALL’OT, PELICANS STRAPAZZATI DAI BULLS

Shares

CHICAGO BULLS – NEW ORLEANS PELICANS  107  –  72

Chicago torna a vincere e lo fa sul campo dei Pelicans, con uno scarto di ben 35 punti. Dopo un primo quarto equilibrato i Bulls dominano i restanti periodi, anche a causa dell’uscita anticipata di Davis per una brutta caduta in seguito ad un mancato alley-oop, che forse lo costringerà a  rinunciare all’All Star Game. Rose segna 20 punti, così come Gasol, che aggiunge anche 15 rimbalzi, mentre Butler e Snell segano rispettivamente 18 e 19 punti. Per New Orleans 15 punti di Evans e 10 di Ajinca, con Davis che prima di abbandonare il terreno di gioco ne aveva segnati 8. Bulls quarti ad Ovest, Pelicans sempre noni.

BROOKLYN NETS – WASHINGTON WIZARDS  77  –  114

Washington dopo aver perso cinque gare di fila torna a vincere e lo fa in grande stile battendo i Nets di 37 punti al Verizon Center. Gli Wizards dominano e concludono con il 50% dal campo e il 40% da tre. Wall ne mette 17 con 7 assist, mentre Rasual Butler e Seraphin ne aggiungono 15 e 13. Per i Nets due soli giocatori in doppia cifra, i soliti Jack e Lopez, con il primo che mette a referto 11 punti e il secondo che ne mette 19. Wizards terzi ad Est, Nets noni.

GOLDEN STATE WARRIORS – NEW YORK KNICKS  106  –  92

Dopo la sconfitta di Atlanta gli Warriors si riprendono e sconfiggono senza troppa fatica i Knicks al Madison Square Garden. Già nel primo quarto Golden State accumula un buon vantaggio, e da li in poi si tratta solo di amministrare. Curry ne mette 22 mentre Green conclude con 20 punti e 13 rimbalzi. Per i Knicks, senza Carmelo Anthony, a cui è stato concesso un turno di riposo, 15 di Galloway e 14 più 13 rimbalzi di Jason Smith. Warriors sempre primi ad Ovest, Knicks sempre ultimi ad Est.

CHARLOTTE HORNETS – PHILADELPHIA 76ers  81  –  89

I Sixers fermano la corsa di Charlotte battendoli al Wells Fargo Center. Dopo un primo tempo chiuso in vantaggio dagli Hornets, Philadelphia mette il solco decisivo grazie ad un ottimo terzo periodo (28-13) e da li in poi non andrà più sotto. Covington segna 22 punti con 8 rimbalzi, Thompson ne mette 18. Per Charlotte Al Jefferson segna 18 punti con 9 rimbalzi, mentre Henderson ne segna 17. Sixers penultimi ad Est, Charlotte ottava.

PORTLAND TRAIL BLAZERS – DALLAS MAVERICKS  101  –  111

Dallas conquista una grande vittoria contro i Blazers all’American Airlines Center. Dopo che Portland era stata in vantaggio per quasi l’intero match, i Mavs hanno una reazione di orgoglio nel quarto quarto e grazie ai canestri di un immenso Dirk Nowitzki forzano l’overtime. Nel supplementare Dallas vince il match chiudendo 15-5. WunderDirk mette 25 punti, Ellis ne segna 20 e Devin Harris uscendo dalla panchina contribuisce con 16. Per RipCity 26 punti di Damian Lillard e doppia doppia di Aldridge da 25 punti e 14 rimbalzi. Mavs quinta ad Ovest, Blazers quarti.

BOSTON CELTICS – MILWAUKEE BUCKS  93  –  96

Milwaukee vince la settima gara delle ultime dieci e lo fa al Bradley Center contro i Celtics. La partita si decide all’ultimo con Knight che la chiude grazie ad un tiro in step-back. Il play da Kentucky segna 26 punti, Antetokounmpo ne aggiunge 14 con 11 rimbalzi e 5 assist. Per Boston sei giocatori in doppia cifra con Sullinger top-scorer con 17 punti e 7 rimbalzi. Bucks sesti ad Est, Celtics undicesimi.

SACRAMENTO KINGS – UTAH JAZZ  90  –  102

I Kings perdono la nona delle ultime dieci sul campo degli Utah Jazz. Utah tira con il 50% dal campo con Hayward che ifila 30 punti, supportato dai 20 di Favors e i 17 più 13 rimbalzi di Enes Kanter. Per i Kings 27 punti e 10 rimbalzi di DeMarcus Cousins e 15 di McLemore, mentre Rudy Gay ne mette solo 4 con 1-8. Kings sorpassati proprio da Utah al dodicesimo posto ad Ovest.

Continua a leggere

NBA News News

NBA – ATLANTA E CLEVELAND NON SI FERMANO, I WARRIORS TORNANO A VINCERE

Shares

SACRAMENTO – INDIANA  99  –  94

Sacramento va a vincere ad Indiana interrompendo il digiuno di vittorie che durava da 9 partite. I Kings si trovano davanti di 14 all’intervallo, e la insperata rimonta dei Pacers non va a buon fine. Rudy Gay è il top-scorer con 31 punti, mentre Cousins ne aggiunge 20 (con 19 rimbalzi) e Collison 23. Per Indiana 17 punti a testa di CJ Miles e David West. Pacers dodicesimi ad Est, Kings dodicesimi ad Ovest.

DALLAS MAVERICKS – ORLANDO MAGIC  108  –  93

Dallas conquista la seconda vittoria consecutiva sconfiggendo i Magic all’Amway Center. Nel primo tempo i Mavs dominano (68-41), e da li in poi si tratta solo di amministrare. Monta Ellis segna 25 punti con 13 assist, il centro Chandler ne infila 20 con 9 rimbalzi. Per Orlando solita doppia doppia di Vucevic (17 punti e 16 rimbalzi) e 15 punti di Evan Fournier. Da segnalare l’uscita di Rondo al primo minuto di gioco a seguito di una ginocchiata in testa. Orlando perde l’ottava gara consecutiva ed è tredicesima ad Est, Mavs sesti ad Ovest.

TORONTO RAPTORS – WASHINGTON WIZARDS  120  –  116

Toronto vince la sesta gara di fila, espugnando il Verizon Center di Washington. I Raptors si trovano avanti di 16 a fine terzo quarto ma gli Wizards riescono a forzare l’overtime grazie ad una rabbiosa rimonta nel quarto quarto (31-15). Nel supplementare i Raps riescono però a prevalere portando a casa la vittoria. Kyle Lowry segna 23 punti, supportato dai 15 più 10 rimbalzi di DeRozan e i 19 di Lou Williams. Il back-court di Washington combina per 54 punti, con Bradley Beal che ne mette 26 e John Wall che ne infila 28 con 12 assist e 8 rimbalzi. Toronto allontana leggermente gli Wizards dalla seconda piazza ad Est.

PHILADELPHIA 76ers – ATLANTA HAWKS  85  –  91

Atlanta tocca quota 40 vittorie in stagione, ottenendo la diciannovesima vittoria di fila sul campo dei Sixers. Gli Hawks non sono lucidi come al solito, ma si impongono grazie soprattutto alla prova di Al Horford (23 punti,11 rimbalzi,4 assist e 3 stoppate). Millsap segna 15 punti mentre “la macchina” Kyle Korver ne aggiunge 14 con 4-6 dall’arco. Carter-Williams segna 13 punti con 8 assist per Phila, con Noel che firma una doppia doppia da 11 punti e 10 rimbalzi. Atlanta si conferma regina della lega, Phila penultima ad Est.

HOUSTON ROCKETS – DETROIT PISTONS  101  –  114

I Pistons fermano la corsa di Houston e e interrompono la propria striscia di sconfitte consecutive, vincendo al Palace. Detroit tira con il 50% dal campo e il 40% da 3. Le due guardie Caldwell-Pope e DJ Augustin segnano entrambi 28 punti, mentre i due lunghi Monroe e Drummond fanno il proprio lavoro sotto i tabelloni, totalizzando complessivamente 30 punti e 28 rimbalzi. James Harden segna 26 punti con 9 assist, mentre Motiejunas va ancora oltre quota 20 mettendone a referto 21. Rockets quinti ad Ovest, Pistons decimi ad Est.

OKLAHOMA CITY THUNDER – MEMPHIS GRIZZLIES  74  –  85

Memphis vince la sesta gara di fila, battendo i Thunder al FedEx Forum. I Grizzlies costringono gli avversari a tirare con il 35% dal campo, con i Thunder che perdono 18 palloni e catturano 7 rimbalzi in meno di Memphis. Durant e Westbrook segnano rispettivamente 15 e 14 punti, con Ibaka che ne mette 13 con 10 rimbalzi e Waiters che tira 3-14 segnando 7 punti. Zach Randolph firma una super doppia doppia da 21 punti e 18 rimbalzi, mentre il centro All-Star Marc Gasol ne mette 15 con 12 rimbalzi. Oklahoma perde la seconda gara di fila, e se continua così rischia seriamente di non andare ai playoffs, il che sarebbe clamoroso. Memphis occupa la seconda piazza ad Ovest.

CLEVELAND CAVALIERS – MINNESOTA TIMBERWOLVES  106  –  90

I Cavs raggiungono la decima vittoria di fila, battendo i Twolves grazie ad un quarto quarto da urlo. Dopo essere stati in svantaggio di 3 punti a fine terzo quarto, Cleveland devasta Minnesota nel quarto periodo (30-11). LeBron James trascina la franchigia dell’Ohiocon una prestazione da 36 punti e 5 assist. Kevin Love (al ritorno in quel di Minnesota) confeziona una doppia doppia da 14 punti e 17 rimbalzi, mentre Kyrie Irving fa un po’ fatica tirando 4-16 e segnando 12 punti. Per i Twolves super prestazione del rookie Andrew Wiggins, autore di 33 punti con 14-25 dal campo. Cleveland mette il fiato sul collo a Chicago (solo una gara di distanza) e per ora rimane quinta, Minnesota ultima ad Ovest.

PORTLAND TRAIL BLAZERS – MILWAUKEE BUCKS  88  –  95

Portland perde la terza gara di fila, cadendo al Bradley Center di Milwaukee. I Bucks tirano con il 45% e catturano 50 rimbalzi (sei in più di Portland). Dudley segna 18 punti con 3-6 dall’arco mentre OJ Mayo aggiunge 18 punti dalla panchina. Damian Lillard segna 19 punti con però 6-19, LaMarcus Aldridge ne segna 18, anche lui faticando al tiro (7-18). Blazers quarti ad Ovest, Milwaukee sesta ad Est.

CHARLOTTE HORNETS – DENVER NUGGETS  104  –  86

Charlotte sbanca il Pepsi Center di Denver, infliggendo alla franchigia del Colorado la nona sconfitta delle ultime 10. Gli Hornets vincono il match già nel primo tempo, conclusosi 62-30. Charlotte colleziona 32 assist e manda sei giocatori in doppia cifra, con Cody Zeller che mette 21 punti e Kidd-Gilchrist che infila una doppia doppia da 17 punti e 13 rimbalzi. Gallinari parte in quintetto per i Nuggets e gioca 24 minuti in cui segna 15 punti con però 5-16. La squadra del North Carolina resta ottava ad Est, Denver undicesima ad Ovest.

LOS ANGELES CLIPPERS – SAN ANTONIO SPURS  105  –  85

I Clippers vincono una gara importante in chiave playoff battendo gli Spurs all’At&T Center. Los Angeles domina a rimbalzo (56-36 il computo) e costringe gli Spurs a tirare con il 37% dal campo. Blake Griffin segna 31 punti conditi da 13 rimbalzi e 5 assist, Chris Paul aggiunge 20 punti e 6 assist. Per gli speroni il migliore è senza dubbio Kawhi Leonard, che mette a segno 24 punti, mentre Danny Green ne segna 16 con 5 triple mandate a segno. Clippers terzi ad Ovest, Spurs settimi.

PHOENIX SUNS – GOLDEN STATE WARRIORS  87  –  106

Golden State torna a vincere dopo due stop consecutivi e lo fa alla Oracle Arena contro i Phoenix Suns. I Warriors tirano con il 46% dal campo, costringendo la squadra dell’Arizona a perdere 22 palloni. Gli Splash Brothers danno il loro contributo come al solito, con Steph Curry che segna 25 punti con 7 assist e Klay Thompson che ne mette 22. Markieff Morris segna per i Suns 17 punti aggiungendo 11 rimbalzi, Bledsoe ne segna invece 16. Warriors primi ad Ovest, Suns ottavi.

 

Continua a leggere