NBA

NBA PLAYOFFS 2017: I PRONOSTICI DELLE FINALI DI CONFERENCE

Sono partite le Finali di Conference e, seppure con un filo di ritardo, tornano i pronostici dei nostri redattori. Fino ad ora c’è chi ha fatto bene e chi meno (sorry), ma non è mai troppo tardi per cercare di rimediare… EASTERN CONFERENCE Boston Celtics – Cleveland Cavaliers Andrea Cassini: Trascendenza. È il termine che mi viene in

Continua a leggere

NBA

Warriors e Blazers, il 4-0 e due culture a confronto

Difficile trovare una serie dal pronostico più chiuso di Portland-Golden State, e non solo per la differente caratura tecnica dei quintetti, o per il diverso tasso d’esperienza, quanto per il pessimo accoppiamento tra la difesa dei Trail Blazers e l’attacco dei Dubs –dotati peraltro di difensori individuali e di un sistema (made in Ron Adams)

Continua a leggere

NBA

Championship or bust: giusto o sbagliato?

Per accorgersi che l’NBA moderna è dominata dai Golden State e dai Cleveland, non serviva certo attendere l’attività frenetica occorsa alla trade-deadline dello scorso 23 febbraio, che ha visto protagonisti i Cavs del GM David Griffin, e, più in sordina, i Warriors del discepolo di Jerry West, l’ex agente Bob Myers. Il continuo ripetersi del

Continua a leggere

NBA

La scioltezza dei nuovi Warriors

Dopo una partenza titubante tutto il devastante potenziale offensivo dei Golden State Warriors è improvvisamente emerso. KD sta giocando una delle sue migliori stagioni, Curry sta riuscendo a preservarsi per il finale di stagione e Thompson, il giocatore che si pensava potesse subire di più la presenza di KD, sta prendendo sempre più fiducia. Recentemente

Continua a leggere

NBA

Draymond Green is the (real) revolution (?)

Stephen Curry, finta-palleggio ― fly-bye di Frye ― arresto-tiro, e splash: 96-86 e gara-4 in ghiaccio. Golden State è avanti 3-1 nella serie, è arrivata alle Finals rimontando da sotto 1-3 contro i Thunder di Westbrook & Durant, ha in squadra il bi-MVP (Stephen Curry), è allenata dall’allenatore dell’anno (Steve Kerr), ha vinto 73 partite in regular

Continua a leggere

NBA

Kevin Durant ai Warriors: cosa significa per Golden State e per OKC

Con il senno di poi, è stata una tipica mossa da Kevin Durant. Silenziosamente, senza estenuanti ammiccamenti verso una franchigia oppure l’altra, KD35 ha preso tutti di sorpresa con una scelta largamente pronosticata, eppure improbabile: accasarsi alla corte di Steve Kerr e Stephen Curry, salutando la città e l’organizzazione che per quasi un decennio ha

Continua a leggere