Riapre la stagione NHL e dopo la prima “settimana lunga” ecco ritornare anche i consueti Hots & Nots. Molti graditi ritorni tra le note positive della rubrica, con alcune presenze fisse. Tra le partenze lente invece ecco qualche nome che non ti aspetti. Il percorso è lungo e vedremo tra una ventina di rubriche come sarà la situazione.

HOTS

Alexander Ovechkin (WSH)

Il “cecchino” russo parte come non mai prima d’ora: 4 goal al season opener e 3 goal alla seconda gara. In totale dopo 5 partite i goal sono 9! Numeri che in proiezione gli permetterebbero di raggiungere (e battere) un record fino ad oggi pensato imbattibile: 50 goal in 39 partite (Gretzky, 1981/82). Immenso.
Menzione particolare per tutta la squadra della capitale che sta dominando le statistiche: Backstrom (11 punti 3+8), Kuznetsov (11 assist) e Oshie (8 punti 5+3). Capitals macchina da guerra. Car washing-ton.

Brandon Saad (CHI)

Il ritorno all’aria, è il caso di dirlo, di Chicago dopo due stagioni a Columbus fa bene. L’ala confeziona 6 goal e 2 assist in queste prime partite e ha come effetto (o come “causa”) anche quello di riportare il capitano Toews a macinare un punto a partita. La lontananza d’altronde l’aveva intristito veramente troppo. So saad.

Embed from Getty Images

Sergei Bobrovsky (CBJ)

Riparte da dove aveva lasciato, dal Vezina, con 4W in 4 partite, 95.2% di parate e 1 shutout. Ci dovremo sforzare per lasciarlo fuori da questa parte della rubrica, ma nella prima puntata è giusto dargli spazio. I successi di Columbus passano inevitabilmente dalle sue parate e su questo Tortorella può dormire tranquillo. Certezza.

H.M. Las Vegas Golden Knights

Inutile nascondere che hanno sorpreso tutti. Partenza a razzo con 4 vittorie su 5 partite e giocatori in grande spolvero da Neal (6G) a Fleury, ora infortunato. Chi ci avrebbe scommesso?

NOTS

Sam Reinhart (BUF)

Tra le squadre peggiori graziamo i New York Rangers (che hanno sfiorato la rubrica) e caliamo la scure sui soliti Sabres, peggior difesa della lega (23 goal subiti) e 1 sola W in 6 partite. Su tutti da segnalare gli zero punti del povero Reinhart che mette a referto anche un -8 di +/-. Non molto meglio Okposo (0 punti e -6 di +/-) forse ancora fuori forma dopo i recenti guai fisici. Noi invitiamo a non mollare. Provaci ancora, Sam.

Embed from Getty Images

Steve Mason (WPG)

Nonostante a Pittsburgh abbiano preso goal per tutta la stagione (vedi i 10 goal contro Chicago), ci sono portieri che hanno saputo partire peggio del duo dei Penguins. Mason è riuscito a parare con l’83.1%, perdendo 2 partite su 2 e per ora anche il posto da titolare, soffiatogli da Hellebuyck. Questo potrebbe stimolarlo oppure abbatterlo definitivamente. False start(er).

Arizona Coyotes

Unica squadra ancora a 0 (zero) vittorie e con 22 reti subite fa meglio solo dei Buffalo Sabres (vedi sopra). I problemi in porta sembrano non essere risolti e anzi Smith sembra aver risolto quelli di Calgary. Domingue fa quel che può e Raanta è evidentemente non al meglio. Stagione a dir poco in salita.  Aridi.

Continua a seguire Hockey Night in Cividale su Facebook e Twitter

Post By Hockey Night in Cividale (467 Posts)

HNC è il canale di Play.it interamente dedicato al mondo della NHL.
Podcast, news e cinguettii [ @RadioHNC ] per tenervi sempre aggiornati sull’hockey nordamericano e non solo.

Website: → Hockey Night in Cividale

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta