Misteri delle regole NHL e ci ritroviamo con la finale dell’Atlantic Division con la wild card New York Rangers (102 punti in regular season) affrontare il seed numero 2 della Division, Ottawa (98 punti). La cosa che fa storcere il naso è che ad avere il vantaggio di giocare di più in casa saranno i canadesi, a dispetto del bottino stagionale.

Cavilli a parte, le due squadre si ritrovano ai playoff a 5 anni di distanza da quella serie in cui i Rangers eliminarono i Senators in 7 gare, mentre in questa stagione si sono affrontate 3 volte (2 vittorie a 1 per Ottawa).

Ottawa arriva da una serie piuttosto logorante contro i Bruins dove ha subito parecchi infortuni (Borowiecki, Pyatt, etc). Anche Karlsson ha dichiarato di aver giocato con una microfrattura al piede, che l’aveva tenuto fuori sul finale di stagione, ma ora sembra recuperato. A dire il vero le prestazioni contro Boston non sembravano quelle di un giocatore infortunato, anzi, e ad ogni modo è inevitabile che i Rangers avranno uno o due occhi di riguardo per il difensore svedese.

New York che arriva dalla bella vittoria contro Montreal, dove ha dimostrato di avere grande profondità in attacco e solidità difensiva, con un Henrik Lundqvist apparso in ottima forma, parando con il 94.7%. Terzo miglior goalie dietro i due caldissimi di Nashville e St.Louis. Anderson ha subito 2 goal in più (13 contro 11) in 165 tiri, contro i 206 dello svedese, per fare un paragone.

Sfida nella sfida sarà, oltre a quella a distanza tra i due fenomeni svedesi in copertina, quella tra i due centri Zibanejad e Brassard, scambiati in una trade durante la scorsa offseason. Brassard ha deluso durante la stagione ma ha dato chiari segni di risveglio contro Boston: 2G, 6A e 4 powerplay points per lui. Lo svedese invece è stato fermo a lungo per infortuni ma anche lui è sembrato ispirato nel primo turno: 1G e 3A per quello che è lo scoring leader dei Rangers.

Le chiavi della sfida in parte le abbiamo già citate.

New York avrà bisogno ancora una volta del suo miglior Lundqvist per andare avanti. Ryan McDonagh (anche lui apparso in piena forma playoff) e compagnia dovranno fare attenzione ai break di Ottawa, ma rispetto a Boston i valori sembrano essere nettamente superiori. In attacco le quattro linee sono sembrate tutte ben amalgamate. La velocità e la potenza a disposizione potrebbero mettere in grande difficoltà la retroguardia canadese.

Deve migliorare invece il powerplay, dove i Rangers sono stati i peggiori del primo turno con un misero 1 su 15. Da considerare che il penalty killing di Ottawa dovrebbe essere inferiore a quello dei Canadiens. Già detto dell’attacco che ha mandato a punti ben 18 giocatori dei 20 schierati, da sottolineare il risveglio di Rick Nash (2G + 1A) che quando vuole può ancora dimostrare di essere decisivo e i 2 goal del giovane Brady Skjej dalla difesa. Zuccarello ha dato il suo contributo decisivo con la doppietta in gara 5, ma da lui e Stepan è lecito aspettarsi qualcosa di più.

Ottawa ancora una volta non parte con i favori dei pronostici e questo potrebbe essere un piccolo vantaggio, anche se difficilmente i Rangers faranno sconti. La vittoria nella serie può arrivare attraverso Karlsson e un Anderson che salga di temperatura, ma anche e soprattutto continuando con l’ottimo lavoro collettivo dove vanno eliminati certi vuoti imperdonabili. Statistica interessante, Columbus a parte, Ottawa è la squadra che ha subito più goal nei secondi periodi della prima serie (8) mentre ha subito 1 solo goal nei periodi iniziali.

Gli special team rimangono sempre deficitari, il powerplay contro i Bruins ha avuto alti e bassi, quindi rimane fondamentale continuare con l’intensità mostrata in 5-vs-5 dove servirà il solito gran lavoro in zona neutra anche contro l’attacco di New York, sulla carta complessivamente superiore a quello di Boston. In difesa Phaneuf ha giocato un sacco di minuti, ma lui e Cody Ceci non sono sembrati molto affidabili, a conferma che difensivamente dietro a Karlsson (e Methot) la difesa è cortissima. Bobby Ryan, il già citato Brassard e in generale tutto il roster è sembrato poter innalzare il proprio livello, anche se potrebbe non essere ancora sufficiente.

Il primo appuntamento è per il 27 Aprile (28, ore 1:00, in Italia). Di seguito il calendario con le date previste:

Gara 1 – NYR@OTT 27 Aprile, 7:00 PM ET

Gara 2 – NYR@OTT 29 Aprile, 3:00 PM ET

Gara 3 – OTT@NYR 2 Maggio, 7:00 PM ET

Gara 4 – OTT@NYR 4 Maggio, 7:30 PM ET

Gara 5* – NYR@OTT 6 Maggio, * se necessaria

Gara 6* – OTT@NYR 9 Maggio

Gara 7* – NYR@OTT 11 Maggio

Continua a seguire Hockey Night in Cividale su Twitter, su Facebook e su Flipboard

Post By Hockey Night in Cividale (467 Posts)

HNC è il canale di Play.it interamente dedicato al mondo della NHL.
Podcast, news e cinguettii [ @RadioHNC ] per tenervi sempre aggiornati sull’hockey nordamericano e non solo.

Website: → Hockey Night in Cividale

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

One thought on “Senators vs Rangers: la preview

Commenta