Dopo una sessantina di partite giocate durante questa regular season, pochi rimangono come veri candidati al titolo di MVP stagionale.

In questa nostra personale classifica verranno elencati in ordine crescente in base a fattori come: l’impatto statistico, l’efficienza sul campo, l’importanza del giocatore per la squadra e la costanza di rendimento.

5) Jeff Carter

Il centro dei Los Angeles Kings sta avendo una stagione di altissimo impatto per la sua squadra contando i suoi 30 goal sui 154 totali di squadra, la più alta percentuale nella NHL.

In una stagione difficile offensivamente per la squadra californiana Carter ha avuto un ruolo chiave, quasi da salvatore visto che il suo modo di giocare fisico e la sua grandissima abilità nel wrist shot lo rendono una minaccia costante per le difese avversarie e di conseguenza attira molte attenzioni consentendo ai suoi compagni di avere spazi che altrimenti non avrebbero.

E’ con 30 goal terzo in tutta la NHL alle spalle solo di Crosby e Pacioretty, probabilemente più avvantaggiati visto i rispettivi sistemi di gioco più prolifici.

4) Brent Burns

Il difensore destro con spiccate attitudini offensive, e capace di giocare anche ala destra negli Sharks, sta avendo una stagione storica per quanto riguarda i goal fatti da un difensore: infatti Burns ha già raggiunto quota 27 conditi da ben 38 assists, numeri che non si vedevano da quasi 30 anni.

Grazie a queste cifre impressionati e una presenza chiave sul ghiaccio sia dal punto offensivo che difensivo, Burns è sicuramente un candidato da prendere in seria considerazione.

3) Patrick Kane

L’ala destra dei Chicago Blackhawks ha ormai da un decennio un ruolo chiave nella sua squadra e nelle sue molteplici vittorie e anche questa stagione ha continuato il trend registrando finora 24 goal e 41 assists ma soprattuto guidando “la seconda linea” a essere una delle migliori della NHL sia come rendimento che come talento, visto che giocando al suo fianco Pannarin e Anisimov stanno rendendo al massimo se non oltre il loro potenziale.

In particolare l’ex centro dei Blue Jackets e dei Rangers sembra esprimere il talento che era rimasto inespresso nelle sue precedenti avventure in NHL.

2) Connor McDavid

Il centro classe 1997 degli Edmonton Oilers è a mani basse il miglior prospetto futuro della lega e allo stesso tempo un ottimo giocatore nel presente e i 71 punti (migliore nella NHL) in questa stagione lo dimostrano.

Gli Oilers dopo la partenza di “The Great One” hanno vissuto un periodo difficile e dopo tanto tempo questo giovane canadese ha riportato la speranza ai suoi tifosi a suon di risultati sul campo, visto che questa stagione Edmonton ha già 74 punti e ottime chances di approdare ai playoffs. E molti meriti vanno sicuramente al centro al secondo anno che è leader NHL negli assists a quota 50 a prova che sa servire ottimamente i compagni e migliorarne il gioco.

1) Sidney Crosby

E’ il miglior giocatore dopo l’era Gretzky, il suo talento immenso è indiscusso da anni e anche in questa stagione sta traghettando i suoi Pittsburgh Penguins ad un’ altra stagione vincente, soprattutto grazie ai suoi 24 goal che lo rendono leader della NHL in questa categoria, ed a una presenza sul ghiaccio a dir poco dominante che insieme alla sua classe hanno reso l’attacco dei Penguins il più prolifico della lega con 213 punti all’attivo.

Crosby è il candidato numero uno al trofeo di MVP visto l’andamento della sua squadra (84 punti) e l’importanza che ha lui per essa, nonché la sua capacità di cambiare le partite con una semplice giocata cosa che anche in questa stagione ha risolto molte partite per i Penguins.

Post By albertomanf (35 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

One thought on “NHL: Road to MVP 2017

Commenta