La sconfitta in gara 1 ha lasciato il segno su Tampa Bay, la seconda battaglia ha tutto un altro sapore.

Tampa Bay @ NY Rangers – Gara 2 (0-1)

I Rangers forti del vantaggio nella serie non entrano sul ghiaccio con la giusta cattiveria, sprecano il vantaggio di due uomini in più sul ghiaccio grazie alle penalità su Boyle e Garrison, dopo 5 minuti un deludente Marty St.Louis si fa rubare il disco da Tyler Johnson che innesca il contropiede con Killorn, doppia conclusione con Johnson che arriva oltre la linea di porta ma tentativo giudicato buono dall’arbitro.

Tampa Bay ricalca proprio questa rete, è un onda travolgente e i Rangers se ne accorgeranno sul finale di gara, sull’1-0 St.Louis si riscatta dopo che il suo tiro non trattenuto da Bishop è preda di Chris Kreider che in tap in si regala il pareggio.

2 squadre offensive come quelle sul ghiaccio non attendono troppo tempo prima di una nuova marcatura, passano altri 3 minuti e in power play prova Stamkos, primo tiro respinto, poi apertura per Johnson, conclusione del piccolo-grande uomo e disco sotto la traversa con Lundqvist battuto.

La tripletta di Tyler Johnson è cosa fatta nel secondo periodo, nuova disattenzione dei Rangers, disco perso in zona neutra e recuperato da Kucherov, assist per Palat che tira, Lundqvist para ma innesca una carambola, puck sul bastone di Johnson e hat trick, palo, gol e 21esima marcatura dei “Triplets su 41 gol di postseason.

La reazione dei Rangers arriva con la caparbietà di Derek Stepan che sbatte una prima volta su Bishop, poi spalle alla gabbia sfrutta una deviazione per il 3 a 2 col puck che sbatte su Coburn.

Così inizia l’ultimo periodo con i padroni di casa sotto di un gol e pronti per la rimonta.

Non accadrà.

Al pari vanno si vicino i Rangers nell’ultima frazione di gara ma prima Hedman si sdraia sul disco dopo una svista di Bishop, poi Nash, grande assente della finale dal punto di vista prolifico, sbatte su Big Ben lanciato tutto solo alla conclusione.

Tampa forte degli errori di NY fa notare tutta la sua freschezza, Killorn viene dimenticato dai Rangers e su delizioso assist di Victor Hedman realizza il 4 a 2, mazzata disumana al Madison Square Garden.

Dopo di ché arriva la doppia penitenza in power play, prima capitan Stamkos devia il tiro di Coburn, poi Killorn chiude la gara sul 6 a 2 segnando su rimbalzo nella conclusione di Garrison.

6 gol permessi da Lundqvist nei playoff sono un evento mai visto nella carriera del Re dal 2006, Lightning sicuramente ben più prestanti sul ghiaccio dopo gara 1 definita da coach Cooper “da vomito”.

Tyler Johnson raccoglie a Tampa l’eredità di St.Louis, 11 gol nei playoff e per adesso indiscusso MVP della postseason.

Prossimi appuntamenti:

NY Rangers @ Tampa Bay 20 maggio

NY Rangers @ Tampa Bay 22 maggio

Tampa Bay @ NY Rangers 24 maggio

 

Post By Francesco Fiori (207 Posts)

Supereroe travestito di giorno da ragioniere e di notte da redattore, Francesco Fiori nasce il 30 maggio 1983 a Sassari e da subito capisce che lo sport è come una passione esagerata, allevato con pane e album Panini. Un sardo che ama il ghiaccio, impossibile, conosce la Nhl grazie ai compiti dell’ora di pranzo che rinvia a causa della dipendenza da TELEPIU2. E’ nel giugno 2008 che decide per curiosità di collaborare con Playitusa grazie ad un pezzo dedicato al grande eroe Mario Lemieux. Non solo Hockey tra le passioni di colui che è casinista, testardo e sognatore (più altri mille difetti), segnala l’amore per la bici (definita sua dolce metà) ma anche una dedizione totale a calcio (INTER), basket (DINAMO SASSARI) e qualsiasi cosa sia sotto la voce SPORT e non lo faccia dormire.
Se anche voi non dormite rintracciatemi alla mail francesco.fiori@playitusa.com giusto per 2 risate.

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta