I Vancouver Canucks sono in Finale di Conference!

Ad un passo dal trionfo, Vancouver sopra 3 a 1 inizia una carrellata di match point.

Nashville @ Vancouver gara 5 (1-3)

L’exploit contro Chicago non è una piccola storiella, è la base per una grande avventura, ora basta una vittoria per accedere alla finale di conference anche se Nashville non è d’accordo.

I Predators sono alla fine di un sogno ma non intendono smettere di lottare, sanno che Vancouver è più forte ma non lasciano niente al caso, anzi colpiscono quando tutti aspettano il boato locale su power play, con ennesima superiorità regalata da Kostitsyn ma capovolta nelle sorti dell’incontro.

Ingaggio vinto da Nashville, clamoroso contropiede e Ward lancia tutto solo Legwand, conclusione e gol, 1 a 0 nel silenzio canadese!

Fortuna della Rogers Arena è contare su una squadra che reagisce subito, basta pressare un po’ che per i Predators nascono macelli nel rinvio del disco, Hansen ha vita facile quando si riprende il disco regalandolo a Torres nella porta vuota, è 1 a 1 e tutto sembra ristabilito.

Nonostante Samuelsson esca malconcio dalle cariche subite per i Canucks è troppa la voglia di chiudere i discorsi qualificazione, Raymond per Kesler offrono al pubblico canadese la perfetta fase offensiva, la gabbia vola via ma il disco è all’interno nel raddoppio dei padroni di casa, 2 a 1!

I Predators non si arrendono ugualmente, anche sotto decidono di provarci senza avere niente da perdere, in apertura del secondo periodo premono sull’acceleratore altrimenti è la fine, 51 secondi dalla sirena iniziale e David Legwand s’inventa il gol del pareggio con il disco che supera con una palombella la gabbia, sbatte su Luongo e si ritrova dentro la rete nello stupore generale per un colpo che ha varie percentuali di fortuna e bravura.

Con un colpo cosi si pensa che il vento sia cambiato, Rinne e Luongo tengono il risultato sul 2 a 2 per tutta la seconda frazione di gara azzerando ogni tentativo di supremazia di una o dell’altra squadra.

Il tabellino marcatori per essere variato attende ancora una volta i primi minuti del periodo finale, Trotz con la sua corporatura da wrestler deve ipnotizzare i suoi, passa un minuto e da perfetti predatori ingannano Bieksa sotto pressione, 3 contro 1 danno a Fisher la possibilità di liberare al tiro Joel Ward, la conclusione rappresenta il sorpasso, 3 a 2 e silenzio generale.

Nashville ci prende gusto, gioca al tiro al bersaglio con Luongo facendo sfogare trame offensive complicate per Vancouver trasformate in letali azioni di contropiede, sul pressing sbaglia ancora un rinvio la difesa Canucks su Edler, ne approfitta ancora Ward e gol del 4 a 2 in un’arena tutta seduta che guarda perplessa lo spettacolo.

A riaccendere la passione immensa che si respira per i Canucks è Ryan Kesler quando mancano 4 minuti alla fine dell’incontro segnando nella maniera delle grandi squadre, con trame di passaggi veloci che liberano sempre l’uomo smarcato, in questo caso Kesler e gol del 4 a 3.

Nonostante sia guerra nei minuti finali il risultato non cambia con Vancouver che sbatte sempre su Pekka Rinne e Nashville che porta la serie sul 3 a 2!

Vancouver @ Nashville gara 6 (3 a 2)

I tifosi di Nashville possono gustare un’altra gara di playoff quando le speranze di colpaccio non si contavano più in terra canadese.

Purtroppo la realtà di un pianeta più forte invade la terra dei Predators in due minuti, nonostante Weber tenti di disintegrare Kesler per un entrataccia su Rinne proprio l’attaccante dei Canucks serve a Mason Raymond l’assist dell’1 a 0 su rinvio sbagliato di Suter. Le sciocchezze che favoriscono power play per Nashville si sprecano, Tootoo viene punito per comportamento non sportivo (cerca solo un pezzo di Edler da mettere su eventuale collezione), la punizione che la linea di Kesler e i gemelli d’oro infierisce porta la firma di Daniel Sedin che appoggia il disco nella porta vuota con Rinne che blocca 2 volte il disco.

Sul 2 a 0 è quasi tutto irreparabile per Nashville, la fortuna sembra far l’occhiolino alla squadra di casa quando Legwand tira verso Luongo che si trascina col corpo il disco sulla linea di porta con l’arbitro che concede il gol del 2 a 1.

L’assedio finale vede la manovra di Vancouver fermata da Rinne, Tootoo ha il tiro del pari che gli farebbe dimenticare il 2 a 1 ma Luongo blocca cosi come ferma Shea Weber nell’ultimo disperato tentativo di pareggio.

Finisce 2 a 1 e soprattutto Vancouver arriva alla finale di conference chiudendo la serie 4 a 2, con un po’ di difficoltà ma niente in confronto alla guerra del primo turno che sembra aver forgiato la corazzata di uno splendido bagliore.

Ryan Kesler è l’eroe della serie, dopo i soli 4 assist contro Chicago l’attaccante firma 5 gol e 6 assist nella serie dove sono mancati i gemelli Sedin.

Nashville chiude il suo sogno dopo aver vinto la sua prima serie playoff nella sua storia, gran parte del merito va a Pekka Rinne e ad un allenatore, Barry Trotz, che è autore del miracolo dell’anno.

In finale ora per i Canucks saranno Sharks o Red Wings il penultimo ostacolo verso il paradiso della finalissima, in terra canadese già ci sono casi di insonnia, sonni agitati e eccitazione varia causata da coppa mai alzata al cielo.

 

Post By Francesco Fiori (207 Posts)

Supereroe travestito di giorno da ragioniere e di notte da redattore, Francesco Fiori nasce il 30 maggio 1983 a Sassari e da subito capisce che lo sport è come una passione esagerata, allevato con pane e album Panini. Un sardo che ama il ghiaccio, impossibile, conosce la Nhl grazie ai compiti dell’ora di pranzo che rinvia a causa della dipendenza da TELEPIU2. E’ nel giugno 2008 che decide per curiosità di collaborare con Playitusa grazie ad un pezzo dedicato al grande eroe Mario Lemieux. Non solo Hockey tra le passioni di colui che è casinista, testardo e sognatore (più altri mille difetti), segnala l’amore per la bici (definita sua dolce metà) ma anche una dedizione totale a calcio (INTER), basket (DINAMO SASSARI) e qualsiasi cosa sia sotto la voce SPORT e non lo faccia dormire.
Se anche voi non dormite rintracciatemi alla mail francesco.fiori@playitusa.com giusto per 2 risate.

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta