Pocket

Digitare il titolo qui sopra ha scatenato in me un’elettrizzante scintilla tenuta in piedi da un sillogismo di una banalità così immensa che quasi mi vergogno a esplicitarlo: “guida alla prima settimana…” vuol dire che sì, siamo sopravvissuti anche a questo letargo e che la National Football League è finalmente pronta a riempirci nuovamente le domeniche.
Pure i giovedì notte.
E se proprio vogliamo, anche i lunedì notte.

Ho deciso di riproporre questa rubrica per un semplice motivo: questo campionato è così breve e fugace che per apprezzarlo al meglio ritengo sia opportuno essere preparati ogni singola, maledetta, settimana.
Quest’anno, per tenere il tutto fresco, ho deciso di apportare qualche modifica al format dell’articolo: la colonna “I protagonisti” sarà incentrata sul magico e frustrante mondo del fantasy football, poiché al posto di parlare di tre giocatori il cui impatto, a mio avviso, sarà importante e basta cercherò di dare spazio a tre individui che anche se nelle fila di una squadra poco “interessante” potranno rendere felici milioni e milioni di fantasy owners.
Certo, a volte saranno discussi gli apporti di vere e proprie superstar, ma l’idea di base è quella di fornirvi quanto più aiuto -o come spesso succede quando sono io a fare le cose, danno- possibile per tentare di portare a casa il matchup settimanale: per questo motivo in ogni singola partita presente nella colonna “uno spunto per le altre partite della giornata” metterò un giocatore che credo possa fare bene in quel determinato incontro.
Basta premesse, andiamo.

Le partite più interessanti

Houston Texans @ New England Patriots, domenica ore 19.00

Chissà come mai, ogni agosto i Patriots vengono messi in dubbio: dodici vittorie ed una partecipazione al Super Bowl dopo, a febbraio, i dubbi su di loro svaniscono per poi magicamente riapparire durante il training camp a causa spesso di interviste aggressivo-passive di Brady o controversie create in qualche redazione Oltreoceano.
Non preoccupatevi, anche se il corpo ricevitori è al momento piuttosto scarno, i Patriots saranno sempre gli stessi; Houston, invece, non si presenta al 2018 con molte certezze… però il potenziale non manca, anzi: se Watson riprenderà esattamente da dove si era fermato, se Watt riesce ad evitare gli infortuni e ritrovare la forma di due anni fa e se la secondaria migliora giusto un po’… i se sono tanti, lo so.
In ogni caso, qualsiasi esito farà notizia: una vittoria Patriots manderebbe via molte nubi, una vittoria Texans aprirebbe molti occhi. Partita importante.
Fantasy friendly: DeShaun Watson, QB, Houston Texans. Questa è per curiosità che altro: se è quello dell’anno scorso farà felice molta gente.

San Francisco 49ers @ Minnesota Vikings, domenica ore 19.00

E pensare che per molto tempo è sembrato che Cousins andasse a San Francisco da Shanahan…

L’inizio dell’era Garoppolo non è particolarmente facile per i 49ers, in quanto se la vedranno con i finalisti di Conference dello scorso anno e, soprattutto, con il loro nuovo leader Kirk Cousins: insomma, una prima di lusso per lo strapagato e ripudiato quarterback dei Vikings.
Del record perfetto di Jimmy G si è già parlato a sufficienza, perciò è inutile ricordare che questa sarebbe la sua prima sconfitta da titolare: d’altro canto la sopravvivenza della streak causerebbe un’immotivata pioggia di critiche sopra l’ex backup di RGIII, a cui finalmente saranno consegnate le chiavi di un attacco completo ed efficiente.
Le ambizioni di Minnesota sono chiare, Super Bowl or bust, mentre quelle di San Francisco sono un po’ più volatili, in quanto l’hype che li circonda li ha buttati troppo precipitosamente in discorsi playoff: dopo domenica, anche se minimamente, tutto ciò sarà un po’ più chiaro.
Fantasy friendly: Dalvin Cook, RB, Minnesota Vikings. Prima di rompersi il crociato Cook sembrava il candidato principale per l’Offensive Rookie of the Year. Saprà confermare gli ottimi auspici?

Chicago Bears @ Green Bay Packers, lunedì ore 02.20

I Bears, già a furor di popolo fra i team con più possibilità di esplodere nel 2018, hanno appena shockato la lega intera assicurandosi l’ex Defensive Player of the Year Khalil Mack e, Trubisky permettendo, potrebbero veramente essere protagonisti di un impressionante salto di qualità: aprire la stagione prendendo lo scalpo dei Packers sarebbe assolutamente clamoroso, forse troppo per essere reale.
Domenica Aaron Rodgers incomincerà una stagione piuttosto importante per lui, e non potrebbe essere altrimenti per uno che ha appena firmato il contratto più oneroso della storia del gioco: l’infortunio è alle spalle, Jimmy Graham è pronto a rendersi utile in red zone fin da subito, e la difesa sembra più “competente” che mai.
Vedo difficile che i Packers perdano, anche se…
Fantasy friendly: Davante Adams, WR, Green Bay Packers. Via Jordy, dentro Davante. Facile no?

I protagonisti “fantasy”

Saquon Barkley, RB, New York Giants

Dato che la prima scelta Baker Mayfield il campo almeno per il momento non lo vedrà, Barkley è diventato l’ufficiosa first pick in the draft dello scorso anno, ed anche con Mayfield in campo l’hype non sarebbe eccessivamente minore: era dai tempi di Adrian Peterson che un runningback al draft non veniva esaltato in tal modo e per personalità ed abilità Barkley è stato a più riprese definito il miglior giocatore dell’ultima lotteria di aprile.
La scorsa stagione Jacksonville si è rivelata parecchio generosa nella difesa contro le corse ed abbiamo valide ragioni per credere che New York rifornirà spesso e volentieri il proprio nuovo giocattolo: uno dei principali motivi per il quale Barkley è stato scelto con la seconda chiamata assoluta è la sua abilità nelle ricevere il pallone, aspetto del suo gioco che a Penn State gli ha permesso di diventare uno dei migliori dual threat dell’ultimo decennio.
La partita non è sicuramente facile, ma ci aspettiamo tutti tantissimo da lui e solo per la curiosità attorno al suo nome uno spazio in questa colonna, almeno per questa settimana, è garantito.

James Conner, RB, Pittsburgh Steelers

Conner è pronto.

È ufficiale, dopo mesi e mesi di holdout e silenzi siamo arrivati al punto di non ritorno -parte trentacinque- della vicenda Bell: l’All-Pro domenica non scenderà in campo e possiamo dire tranquillamente che il resto della squadra ciò non lo ha preso nel migliore dei modi.
Fuori Bell, dunque, e dentro… James Conner, l’hometown hero che dopo aver sconfitto il cancro nel 2015 è riuscito, l’anno seguente, a riaffermarsi come uno dei migliori runningback del college football venendo così scelto al terzo giro del draft 2017: del suo gioco e delle sue tendenze non sappiamo molto, il campione di portate dello scorso anno è troppo ridotto per cercare di trovarci qualche trend, però ciò di cui siamo sicuri è che a Pittsburgh piaccia rifornire il proprio runningback di palloni.
Solamente per il volume Conner è da schierare titolare.

Chris Hogan, WR, New England Patriots

Il parco ricevitori dei Patriots è bianco e povero, già lo sapete.
Il passing game sarà inevitabilmente -e ci mancherebbe- incentrato su Gronk, ma ovviamente qualche ricevitore dovrà fare un passo in avanti ed assumersi qualche responsabilità in più: vista la già affinata intesa con Brady, Chris Hogan almeno per queste prime quattro partite senza Edelman sembra destinato a ricevere molti targets, diventando di fatto il ricevitore numero uno nell’attacco dei Patriots.
Ci saranno problemi, Brady avrà 41 anni e Belichick sarà antipatico, ma possedere il go-to-guy di Tom Brady negli ultimi quindici anni si è spesso rivelato utile per molti ogni fantasy owner: contro la dubbia secondaria di Houston Hogan potrebbe fare danni, danni molto seri.

Uno spunto per le altre partite della giornata

Buffalo Bills @ Baltimore Ravens, domenica ore 19.00

Teoricamente qui non dovrebbe esserci partita, Peterman contro la difesa dei Ravens ha ben poche possibilità di fare bene: c’è molta curiosità attorno all’attacco dei Ravens e dell’apparentemente rigenerato Joe Flacco.
No, in caso di intercetto Jackson ed Allen non entreranno in campo, anche se con i Bills non si sa mai.
Fantasy friendly: Baltimore Ravens D/ST. Spiegarvi nuovamente perché non ha molto senso.

Jacksonville Jaguars @ New York Giants, domenica ore 19.00

Impossibile prevedere come finirà questa partita, in quanto è effettivamente impossibile prevedere come si comporteranno i New York Giants: torneranno ad essere la forza difensiva che nel 2016 era arrivati ai playoff o quel meltin pot di disastri, drammi e malumori dello scorso anno?
E Bortles? Vediamo.
Fantasy friendly: Keelan Cole, WR, Jacksonville Jaguars. OBJ sarebbe scontato, e con Lee fuori tutto l’anno vedere come Cole gestirà attenzioni e targets è estremamente interessante: lo scorso anno nell’ultima parte della stagione è risultato infermabile.

Tampa Bay Buccaneers @ New Orleans Saints, domenica ore 19.00

Ahi-ahi-ahi, i Bucs di Ryan Fitzpatrick contro questi Saints così bilanciati, completi e profondi non hanno molte possibilità di uscire vincenti dal Dome, anche se negli ultimi anni sono stati fra le squadre più imprevedibili della lega.
Interessante sarà vedere come andrà il running game senza Ingram.
Fantasy friendly: Micheal Thomas, WR, New Orleans Saints. Primo episodio della terza stagione di Thomas: in questi mesi aspettatevi una serie di prestazioni così impressionanti che non inserirlo nella top five posizionale diventerà impossibile.

Tennessee Titans @ Miami Dolphins, domenica ore 19.00

Troppe incognite per provare a lanciare un pronostico un minimo sensato: penso che questa sia la partita più random della settimana fra due squadre che devono ancora trovare la loro identità. Vedremo se il matrimonio Vrabel-Mariota inizierà con il piede giusto o, pure quest’anno, noi tutti che abbiamo messo Mariota nella lista dei breakout players faremo l’ennesima figura barbina.
Fantasy friendly: Derrick Henry, RB, Tennessee Titans. Capire quanto e come sarà utilizzato Dion Lewis è fondamentale, ma credo vivamente che Henry quest’anno potrà finalmente dimostrare perché nella sua bacheca tenga un Heisman Trophy.

Cincinnati Bengals @ Indianapolis Colts, domenica ore 19.00

LUCK IS BACK!
LUCK IS BACK!
LUCK IS BACK!
Ok, ho ufficialmente finito le cose da dire.
Fantasy friendly: Joe Mixon, RB, Cincinnati Bengals. Sulla carta il matchup è ottimo e, sempre sulla carta, questo dovrebbe essere l’anno dell’esplosione di Mixon. Lo spero vivamente, dato che per assicurarmelo ho utilizzato la mia scelta al terzo round.

Pittsburgh Steelers @ Cleveland Browns, domenica ore 19.00

L’hype post Hard Knocks mi rende difficile pensare che Cleveland negli ultimi due anni abbia vinto solamente una partita, ma già da domenica potremo farci un’idea se effettivamente questa franchigia abbia voltato pagina.
Fantasy friendly: JuJu Smith-Schuster, WR, Pittsburgh Steelers. La secondaria dei Marroni è a dir poco sospetta e viste le attenzioni extra che verranno date a Brown JuJu potrebbe fare grosse razzie.

Kansas City Chiefs @ Los Angeles Chargers, domenica ore 22.05

Come sempre, attenti pure a questo signore.

Troveranno modo anche questa volta i Chargers di farsi battere dai Chiefs?
Le premesse per L.A. sono ottime: quarterback alla “prima” -tolto week 17 dello scorso anno- da titolare in trasferta, difesa avversaria indubbiamente indebolita dai tanti addii in offseason e… e niente, probabilmente anche questa volta riusciranno ad uscire sconfitti, anche se sotto sotto credo che questo possa essere seriamente il loro anno.
L’ho detto.
Fantasy friendly: Keenan Allen, WR, Los Angeles Chargers. Allen è una bestia e la secondaria dei Chiefs ha incognite grandi come la sfortuna dei Chargers.

Seattle Seahawks @ Denver Broncos, domenica ore 22.25

Ne sono cambiate di cose dall’ultimo scontro fra queste due franchigie, eh?
Lontani sono i tempi in cui la Legion of Boom tentava -con successo- di placare l’incontenibile attacco guidato da Manning, questi sono i Denver di Case Keenum; kudos a Shaquem Griffin, che domenica partirà titolare. Eroe.
Fantasy friendly: Royce Freeman, RB, Denver Broncos. Sarà lui il Kareem Hunt del 2018? I più dicono di sì.

Dallas Cowboys @ Carolina Panthers, domenica ore 22.25

Prevedere cosa faranno i lunatici Panthers è impossibile, anche se tutti i riflettori saranno puntati su Dak Prescott e l’attacco “senza ricevitori” dei Dallas Cowboys: correre contro Carolina è difficile, ma aspettatevi massicce dosi di Zeke.
C’è altrettanta curiosità attorno al “nuovo” attacco dei Panthers affidato a Norv Turner: riuscirà a “sistemare” Newton una volta per tutte?
Fantasy friendly: Christian McCaffrey, RB, Carolina Panthers. Avete visto cos’ha combinato in questa preseason? No? A quanto pare CMC sarà ovunque quest’anno.

Washington Redskins @ Arizona Cardinals, domenica ore 22.25

Revenge game di Adrian Peter… vabbè, almeno ci ho provato.
Partita imprevedibile fra due squadre del cui valore assoluto ancora si sa poco, in quanto under center troveremo due quarterback al loro esordio nelle rispettive divise: difficilissimo pronosticarla, ma Arizona non è malmessa come molti ci vogliono far credere.
Fantasy friendly: David Johnson, RB, Arizona Cardinals. Johnson contro quella che l’anno scorso fu la peggior difesa contro le corse della lega? Certo che sì.

New York Jets @ Detroit Lions, martedì ore 01.10

I Lions sono così autolesionisti che una partita del genere sarebbero ben capaci di perderla: l’esordio di Darnold fra i professionisti non accadrà in una circostanza particolarmente facile, ma i Lions sono così matti che potrebbero metterlo in posizione di vincere.
No, seriamente, sulla carta non dovrebbe esserci storia viste le premesse, ma se questa stagione seguirà il canovaccio della scorsa per quanto riguarda il rispettare i pronostici…
Fantasy friendly: Marvin Jones Jr, WR, Detroit Lions. Dire che la secondaria dei Jets non sia fra le migliori della lega è un eufemismo bello e buono e data la predisposizione alle big plays di Jones…

Los Angeles Rams @ Oakland Raiders, martedì ore 04.20

Ci sono i Raiders di mezzo, perciò chiudo qua.
Non ho idea di cosa dire sui ragazzi di Gruden.
Ne riparleremo.
Fantasy friendly: Brandin Cooks, WR, Los Angeles Rams. La “difesa” dei Raiders sembra destinata a soffrire contro un velocista del genere. Ma anche contro gente ben più lenta, sia chiaro.

Post By Mattia Righetti (164 Posts)

Mattia, 22 anni. Una versione più irsuta e povera di Larry David, ma il concetto è lo stesso. Ogni tanto credo di essere Julian Edelman. Per gli insulti ci sono su Twitter.

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.