Giovedi sera inizia finalmente, dopo un letargo che dura da febbraio, la nuova stagione NFL, e come anno, in migliaia di noi hanno voluto smanettare per il fantasy football.

Impersonificarsi nei GM delle varie franchigie cercando di creare il Dream Team dei sogni, sfidando altri appassionati in epiche battaglie, è qualcosa che rende ancora più piacevole il seguire le partite, non solo della propria squadra del cuore.

Esistono diversi modi di vivere questo gioco, dalla maniera psicotica come i ragazzi della serie tv “The League” a quella più tranquilla degli amici del bar. In qualsiasi di questa categoria vi troviate, potrete trovare questo articolo molto utile.

Molti di noi infatti, hanno voluto aspettare fino all’ultimo prima di creare la propria squadra, questo perchè volevamo sapere con certezza chi partirà titolare e la situazione infortuni dei rispettivi teams. Ecco qui qualche consiglio utile.

Partiamo prima dalle basi per chi magari ancora non conosce il fantasy football. Esistono diverse piattaforme sulle quali poter giocare. Per evitare di scrivere un articolo di 100 pagine, parlerò solo di quello che possiamo fare su NFL.com, sia per la sua semplicità, sia perchè comunque è quello ufficiale.

La prima cosa da fare è scaricare sul nostro smartphone, dall’app store o da google play, l’applicazione NFL Fantasy Football. Ci comparirà un applicazione con il logo dell’NFL su sfondo azzurro. Ci dovremo registrare e dopo averlo fatto partiamo direttamente con il log in.

Una volta loggati, il passo successivo sarà quello di decidere come sarà il nostro Mock Draft. Ci sono due modi per farlo: lo “STANDARD” e l'”AUCTION”. Vi consiglio vivamente lo Standard, in quanto è quello che più vi rimanda al vero Draft, l’Auction invece, richiama molto di più l’asta del “nostro” fantacalcio, e per quanto simpatico possa essere, di certo non vi farà assaporare il vero Fantasy Football.

A quel punto, bisogna scegliere una lega. Solitamente si sceglie una lega da 10-12 giocatori se si è alle prime armi, in quanto leghe più numerose richiederebbero una conoscenza molto dettagliata dei vari giocatori per poterli scegliere con competenza. Con 10-12 squadre, riusciremo tranquillamente ad avere giocatori forti e titolarissimi, senza dover tutte le volte pregare in cinese ad ogni giro, che il giocatore che pesca prima di noi, non scelga il nostro pupillo.

Andiamo a vedere ora i ruoli e le varie strategie che potremmo utilizzare. I giocatori che NFL Fantasy Football ci fa scegliere, sono: QB, RB, RB, WR, WR,TE, FLEX, K, DEF.

Il FLEX è uno spot aggiuntivo nel quale possiamo mettere o un RB o un WR o un TE, mentre il DEF è il pacchetto di difensori (parliamo di pacchetto, perchè contrariamente ad altri Fantasy Football, qui possiamo scegliere solo l’intera difesa di una squadra e non i singoli individui).

Questo è un elemento su cui fare parecchia attenzione, in quanto a volte è meglio scegliere una difesa con individualità meno importanti, che quella dei Texans per il J.J. Watt di turno quando poi magari prende 20 punti a partita.

Evitate inoltre di iniziare subito Draftando un QB. Nonostante la tentazione di prendere Rodgers, Brady ecc. sia molto alta, cercate di preferire sempre i RB almeno nei primi giri. Questo per diversi motivi.

Bisogna considerare infatti, che nel football moderno, le varie squadre tendono sempre di più ad evitare di giocare sempre e solo su un singolo WR, scegliendo sempre più frequentemente altri bersagli. Questo per evitare di essere troppo prevedibili, e perchè comunque, il WR più forte solitamente viene marcato dal iglior CB avversario.

Argomentazioni a favore di questa tesi le possiamo trovare la scorsa stagione a Detroit, con Megatron bersagliato di meno rispetto agli anni precedenti, ad Oakland, con Amari Cooper che subiva spesso e volentieri la doppia marcatura, a NY dove il neo acquisto da Chicago, Brandon Marshall veniva talvolta oscurato da Erik Deker ecc ecc.

Oltre a tutto questo, teniamo conto del fatto che nel football di oggi, chi porta il 90% la palla, è solo una persona, mentre di WR ne troviamo schierati molti di più. Se pensiamo poi che non tutte le squadre sono Run Oriented e che i RB spesso si infortunano, capiamo al volo la loro importanza nel Fantasy Football.

Se dovessimo preferire un altro giocatore nel primo turno, in una lega di 12 squadre, c’è il rischio che il nostro primo RB sia un giocatore mediocre, e che il nostro secondo, non sia nemmeno uno starter. Individuati i RB migliori però non dobbiamo aver subito fretta e buttarci a capofitto in una lega.

Consiglio vivamente di sperimentare diversi Mock Draft, provando a scegliere sia nelle prime posizioni, che in quelle centrali che nelle ultime, evitando cosi di farsi prendere dalla foga andando a scegliere un giocatore che non volevamo,solo perchè comparso nei consigli dell’auto pick (strumento che ci da, qualora non scegliessimo in tempo, il miglior giocatore draftabile in base ad una quotazione fatta dall’applicazione).

Finito questo riassunto, andiamo a vedere nel dettaglio le mie top pick per ruolo iniziando appunto dai RB.

RUNNINBACK

1) E.Elliot: Era uno dei migliori giocatori disponibili al draft di quest’anno e primo nel suo ruolo. La scelta è abbastanza banale in realtà, in quanto si trova a giocare nella suadra che vanta di avere la migliore linea del campionato. Chiunque lo abbia visto al college e in questa preseason, ha visto che il ragazzo ha talento, e in una squadra dove probabilmente anche il sottoscritto farebbe bella figura correndo, uno come lui può solo diventare l’incubo delle difese avversarie. Oltre a questo, con l’infortunio di Romo, credo proprio che Dallas giocherà più di corsa che di lancio. Povero Dez…

2) T.Gurley: Un anno eccezionale da Rookie, una nuova location e i riflettori di una nuova città contribuiranno a dare una spinta in più al gioco di corsa dei Rams già consolidato con ottimi risultati l’anno scorso. Inoltre, per evitare di bruciarsi la costosissima prima scelta del Draft di quest’anno,prevedo un impiego di Goff nei lanci col contagocce, con schemi più che sicuri cercando di evitare il maggior numero di intercetti valorizzando paradossalmente anche quest’anno le corse. Un po quello che ha fatto Seattle con Wilson il primo anno. Molti corse del QB, di Lynch, e giochi di lancio pochi ma sicuri.

3) D.Jhonson: Non potevo non metterlo. Un RB che riesce a macinare così tante yards, quando hai un Carson Palmer che si diverte a sbracciare tutto l’anno come se non ci fosse un domani, è assolutamente da prendere.

4) Le’Veon Bell: Le vittorie degli Steelers passano sulle tre B (Big Ben, Brown, Bell). Quest’ultimo ha sempre macinato yards su yards, ma con gli acciacchi che l’anno scorso Rothisberger ha avuto, si può pensare ad un impiego maggiore del RB (infortuni permettendo). Ad oggi, col ritiro di Lynch, insieme ad Adrian Peterson, è l’unico capace di vincerti da solo delle partite. Nonostante sia stato sospeso per le prime 3 partite, è un colpo da non lasciarsi scappare.

5) A.Peterson: Non l’ho messo nelle prime posizioni perchè penso sia arrivato il momento per Minnesota di lanciare un po di più. La squadra si è attrezzata per questo e dopo due anni un po sterili per Teddy, era arrivato il momento della consacrazione. Infortunandosi, la storia non cambia. Arriva da Philadelphia, un QB che non ha paura di lanciare e che nonostante il talento è sempre stato criticato. La voglia di riscatto è più alta che mai e questo potrebbe portare ad un utilizzo inferiore di A.P. rispetto agli anni precedenti.

IN ROSSO (possibile flop)

J.CHARLES: Eviterei di puntare su di lui, non tanto per le sue qualità in quanto dovrebbe stare dentro i top 5 citati prima, ma solo per un discorso legato all’infortunio avuto l’anno passato. Primo giro assolutamente da evitare.

IN VERDE (possibile scommessa)

M.GORDON: Il ragazzo arriva da una stagione orribile. I Chargers si sono mossi sia in FA sia al Draft per cercare di migliorare il gioco di corsa. Avendo la linea d’attacco più pesante della lega, il rookie fratello di J.J. Watt come FB ansioso di mettersi in mostra per non far sfigurare il nome di famiglia e una voglia di riscatto più alta che mai, scommettere su di lui potrebbe portare grandi gioie a chi lo sceglierà. Essendo una scommessa però, eviterei di prenderlo al primo giro concentrandomi prima su uno della top 5.

N.B.: Molti giocatori, in base al proprio turno di scelta, decidono di prendere al secondo giro un Top WR o un Top QB piuttosto che due RB. Addirittura a volte troviamo nel primo giro, giocatori come Gronkowsky, Rodgers, Hopkins ecc. Le mie, sono linee guida generali, poi ovviamente siete voi che dovete decidere la tattica da utilizzare. I miei consigli sono indicativi in base alla mia esperienza e alla statistica.

Possiamo passare ora ai ricevitori. Come ho detto, c’è gente che raramente sceglie i ricevitori subito al primo giro, mentre non è raro trovarli al secondo, e ancora di meno al terzo. Elencherò ora la mia top 5 come ho fatto precedentemente con i RB.

WIDE RECEIVERS

1). A.J.GREEN: Potrebbe essere discutibile per alcuni di voi questa mia decisione perciò cercherò di argomentare al meglio il perchè abbia scelto lui. L’anno scorso ha fatto quello che ha fatto, senza avere per più di metà stagione il suo QB titolare. Questo ha portato alla divisione delle ricezioni anche sugli altri ricevitori, in particolare Marvin Jones. Andando via Jones, e salvo infortuni ulteriori al buon Dalton, prevedo una pioggia di ricezioni e TD da parte del #18 dei Bengals. Da aggiungere a questo, bisogna tenere conto che l’ambiente a Cincinnati è veramente caldo dopo il quarto anno consecutivo in cui si è usciti alla prima partita dei playoff. La voglia di riscatto è particolarmente alta.

2). J.Jones: Non c’è molto da dire. Atlanta ha un gioco particolarmente Zemaniano. Ne prende 30 a partita ma l’obbiettivo è farse 40, e ci riesce! Nonostante un RB fortissimo come Freeman, a Ryan piace sbracciare e il suo bersaglio preferito è J.Jones. Puntare su di lui anche al primo giro (anche se personalmente andrei su un RB), è comunque una mossa che non verrebbe vista come una bestemmia.

3) D.Hopkins: Solo una domanda che racchiude il senso di questa scelta: se ha fatto quello che ha fatto con Hoyer, cosa potrebbe fare con un QB che ha contribuito in parte alla vittoria del campionato da parte dei Broncos?

4). A.Brown: Messo solo in quarta posizione, perchè con gli acciacchi Big Ben, potrebbero non arrivare i punti che vorremmo. Purtroppo Vick (non chiedetemi perchè) non gli lancia la palla. La passata stagione insegna.

5) O.Beckamp: Non poteva non essere nella top 5. Gli lanci la palla in qualsiasi maniera e lui te la prende. Se si pensava la scorsa stagione in questo periodo, che il “the best catch of the history of NFL” fosse venuto per fortuna, e quindi si era scelto di non puntare su di lui, questi dubbi ora sono stati completamente cancellati.

IN ROSSO (possibile flop)

DEZ BRYAN: Lo so che sembra una bestemmia ma guardiamo i fatti. Romo si fa male e Sanchez firma per Dallas per fare da backup a Preskott promosso a starting QB. Da allenatori, avete Elliot con davanti la linea più forte della lega e poi uno dei migliori ricevitori che però non ha un QB decente a lanciargli la palla. Che fate? Correte o lanciate? Un obbiezione sacrosanta potrebbe essere quella di vedere le statistiche di Bryan della passata stagione dove per una buona parte di campionato non ha avuto Romo. Questo è verissimo e non lo metto in dubbio. Vero anche però, che Dallas non aveva un certo Elliot…

IN VERDE (possibile scommessa)

GOLDEN TATE: Senza Megatron, servirà qualcuno che prenda il suo posto, e chi può farlo meglio di lui? Non avendo Calvin Jhonson tra i piedi, avrà l’occasione di dimostrare a tutti di essere un Top WR. Troppo tempo è rimasto nell’ombra, è ora di vedere un po di luce.

Paradossalmente, arriva solo ora il ruolo principale. Sto parlando ovviamente del Quarterback.

Premessa: tendo sempre a mettere nelle prime posizioni gente che non viene da infortuni vari. Questo perchè essendo un ruolo molto importante, preferisco avere un giocatore meno forte ma che mi garantisce tutt la stagione, che un top QB che mi fa solo 5 partite. Ovviamente sta a voi poi decidere se valutare questa cosa oppure no, questo è solo un giudizio personale, ed è per questo motivo che non troviamo Big Ben, Luck e compagnia bella. Brady non c’è invece, perchè salterà le prime 4 partite della stagione.

QUARTERBACK

1) C.NEWTON: Per quanto non ami particolarmente questo giocatore, è innegabile dire che sia per molti il giocatore su cui puntare in questo draft. Questo perchè oltre ad essere inserito in un contesto in cui può esaltare le sue qualità, segna spesso dei TD oltre a farli segnare agli altri. Pur non essendo un QB da 4000 yards, è un ottimo elemento sul quale investire.

2) A.RODGERS: Nonostante un leggero calo in prestazioni la scorsa stagione, è pur sempre A.R. e chiunque lo vorrebbe nella propria squadra. Se poi ti lancia in un anno, due Hail Mary TD…

3) D.BREES: E’ stato quello che ha concluso con più yards passate lo scorso anno. Oltre a questo, lui è un QB che potreste azzardare di prendere anche al primo giro. Poco importa se poi prendete ricevitori o running back scarsi, se avete il QB che vi lancia 7 TD pass in una partita, potete tranquillamente permettervi, di avere delle lacune in altri ruoli.

4) C.PALMER: Arizona dopo una bellissima annata finita con un po di amaro in bocca, ha voglia di fare un anno da assoluta protagonista. Il feeling che gli scorsi anni sembrava essere stato perso con Fitzgerald gli anni passati, la scora stagione sembra essere tornato agli albori. Sicurezza.

5) P.RIVERS: Se Allen dovesse completare le 16 partite e tenere la media che ha avuto l’anno scorso, Philip è un QB che non si può non prendere. Inoltre, San Diego gioca molto con degli screen ass sui RB guadagnando molte yards after chatch. Infatti Woodhead l’anno scorso ha guadagnato più yards in pass che in corsa. Se quest’anno dovessero fare la stessa cosa con Gordon, le 4000 yards verranno superate facilmente anche questa volta.

IN ROSSO (possibile flop)

R.WILSON: Spesso criticato dai media statunitensi con l'”accusa” di essere un QB che svolge solo il proprio compitino senza voler mai forzare la giocata per paura di sbagliare. In effetti, dopo l’intercetto sul finale del SB contro NE, lo abbiamo visto l’anno scorso spesso e volentieri, lanciare molto di più (rispetto gli anni precedenti) la palla fuori dal campo in momenti di pressione. Lui, ha già dimostrato con divers dichiarazioni, di essere infastidito da queste voci, e quest’anno potrebbe forzare di più delle giocate aumentando il rischio di intercetti. Oltre a questo, con l’addio di Lynch, Seattle sarà costretta a lanciare di più e tenendo conto che la linea offensiva è sempe stata un problema, potrebbe non dare al fantasy i risultati che dava gli scorsi anni.

IN VERDE (possibile scommessa)

B.BORTLES: Anche se solitamente i nomi dei QB da prendere sono ben altri, consiglierei vivamente di puntare su questo QB magari a un quarto giro, dopo aver investito nei primi tre su RB e WR. Molti giocatori al quarto giro potrebbero già avere un QB tra quelli citati nella mia top5 più quelli che non ho citato per gli infortuni dell’anno scorso. Allora noi potremmo pescare dal cilindro il QB di Jacksonville. Dopo una stagione passata buonissima, JAX ha voglia di fare molto bene. Bortles ha dimostrato pur essendo solo al suo terzo anni, di essere un Leader, questo potrebbe contribuire a portare la squadra a quei PO che mancano da tempo. Vero che JAX ha Yeldon, ed è anche arrivato Ivory, ma Bortles ha dimostrato di saper lanciare, e le corse, non saranno l’unica arma della stagione imminente.

Andiamo ora a parlare dei TE

TIGHT END

1) R.Grongowski: Non c’è niente da dire. Potrebbe non fare le statistiche dell’anno scorso per due motivi e questo basta per non rischiare di prenderlo nei primi due giri come molti giocatori facevano lo scorso anno. Per prima cosa, Brady salterà le prime 4 partite e questo potrebbe influire sulle sue prestazioni. In secondo luogo, arriva da Chicago M.Bennet, e questo, anche col rientro di Brady, potrebbe contribuire ad un bersagliamento minore rispetto gli anni pecedenti. Nonostante questo, rimane sempre Gronkowski. Evitate azzardi tipo primo o secondo giro, ma dal terzo andate pure tranquilli.

2) A.Gates: Ha rinnovato per altri due anni. Ha già superato i 100TD in carriera e gli manca poco per superare altri record. Con Rivers ha un Feeling già rodato da tempo. Sia in situazioni di terzo down sia in goal line è sempre una garanzia. Nonostante la sua età, rimane un top nel suo ruolo. Oltre a questo, non finisce mai una partita senza aver portato dei bonus.

3) G.Olsen: Carolina cerca il riscatto dopo la finale persa dello scorso anno ed Olsen è una delle pedine principali che può contribuire positivamente alla realizzazione di questo obbiettivo. Potete fare forse a meno di lui?

4) C.Fleener: Gioca con un certo Drew Brees. Ho detto tutto.

5) J.Thomas: Lo metto nella top 5 per lo stesso motivo per cui penso che Bortles possa essere un arma in più quest’anno nel Fanstasy Football di chiunque.

IN ROSSO (possibile flop)

G.Barnidge: Nonostante abbia fatto la fortuna di molti giocatori lo scorso anno, c’è da dire che molti suoi catch sono arrivati di fortuna (per non dire altro), inoltre con il cambio del QB e con la sempre più complicata Cleveland, potrebbe non confermarsi.

IN VERDE (possibile scommessa)

M.BENNET: Probabilmente molti non lo acquisteranno come gli anni precedenti essendo atterrato in quel di NE. Nonostante abbia davanti un mostro come Gronkowsky, ricodiamoci che comunque è un TE di talento che ha fatto cose bellissime a Chicago. Se faceva tutto quello con Cutler, cosa potrebbe fare con Brady? Inoltre teniamo conto che Gronkoswki in passato ha dimostrato che talvolta è fatto di cristallo.

Andiamo ora ad analizzare l’ultima arma del nostro attacco. Cercando di capire la filosofia da seguire per poter prendere un buon K. Ci sono due modi.

O prenderne uno di una squadra forte, che ti assicura le trasformazioni da uno dandoti tutte le volte quei 3-4 punti in più a giornata. O cercare (azzardando un po), un K che presumiamo possa calciare più FG che trasformazioni. Per fare questo, dovremmo cercare di escludere a priori, le squadre che di sicuro secondo noi arriveranno a vincere le proprie rispettive division (che saranno quelle che metteranno a segno più TD che FG e di conseguenza più trasformazioni da uno).

Dopo questo, bisogna fare il contrario, escludere quelle che pensiamo arriveranno ultime (che saranno quelle che Punteranno di più). A quel punto, Avremmo 16 squadre. Di queste 16, più che guardare quelle che hanno un K con una buona percentuale, bisogna cercare i K delle franchigie che macinano molte yards, ma che segnano poco. Con questo dato, avremo davanti a noi, delle squadre che finiscono spesso il 4 down nella metà campo avversaria ma lontani dalla Goal Line aumentando quindi la percentuale di calci in una stagione. Sulla base di questo, ecco la mia top 5.

KICKER

1) S.JANIKOWSKI: In linea con quello che ho detto poco fa, inoltre K capace tranquillamente di metterla dalle 60 yards.

2) R.AGUAYO: Punterei su di lui, per le statistiche eccezionali al college, e poi perche non penso che Tampa sia così forte da arrivare a segnare ogni drive, ma nemmeno così scarsa come gli anni precedenti da continuare a puntare.
3) B.WALSH: Nonostante l’errore l’anno scorso ai PO contro Seattle, non si può fare a meno di un K che in una partita ha segnato addirittura 22 punti.
4) D.HOPKINS: Penso che Washington non sia ancora completa come altre squadre in NFL, ma lo è abbastanza per arrivare facilmente sulle 35 Yards avversarie.
5) M.PRATER: Difficilmente Detroit farà un annata come quella dello scorso anno. Non arriveranno però i punti solo tramite TD.

IN ROSSO (possibile flop)

B.MCMANUS: Nonostante l’addio di Manning, non è così scontato che Denver calci così tanto. Chi fa questo ragionamento potrebbe prendere una grossa delusione

IN VERDE (possibile scommessa)

C.BARTH: Chi aveva il K di Chicago gli scorsi anni, era sempre abituato ad avere non meno di 9 punti a giornata sul proprio Fantasy. Con l’addio di Gould molti potrebbero cambiare tattica andando su altre squadre. Io consiglio invece di continuare a dare fiducia agli arancio blu.
Ultimo campo di cui andremo a parlare, solo le difese. Come detto a inizio articolo, cercate di preferire le difese omogenee e non quelle che godono di individualità.

DEFENSE

1.DENVER BRONCOS: Sono i campioni e rimangono sempre la difesa da battere.
2.CINCINNATI BENGALS: 4 anni senza superare i PO, la voglia di riscatto è più alta che mai.
3.CAROLINA PANTERS: Dopo l’anno scorso, non si può non scegliere questa difesa.
4.SEATTLE SEAHAWKS: La metto solo 4 contrariamente a quello che avrei fatto gli anni passati perchè comunque è andato via Irvin e perchè tutti hanno un anno in più sulle spalle e potrebbe non essere la legion of boom alla qual siamo abituati. Detto questo, rimane sempre il top in campionato.
5.KANSAS CITY CHIEFS: Difficilmente vedremo gli stessi intercetti dell’anno scorso. nonostante questo è inevitabile mettere questa difesa nella top5.

IN ROSSO (possibile flop)

HOUSTON TEXANS: Molti scelgono loro per J.J.Watt. e Coushing. Come dargli torto? Il problema è che gli anni passano, e la probabilità di non rimanere sugli stessi standard degli anni precedenti, aumenta.

IN VERDE (possibile scommessa)

JACSONVILLE JAGUARS: Dopo un anno fatto senza la prima scelta del draft 2015 fuori per infortunio, oltre a vederlo giocare, sarà affiancato da Myles Jack. Potrebbe essere un conubio mlto interessante.

Con questo concludo l’articolo. Le osservazioni che ho fatto provengono da quello che in questi anni ho visto nelle varie aste, e da previsioni completamente soggettive che mi sono fatto per la stagione che deve arrivare. Le top 5 non sono da vedere come una classifica dei migliori giocatori, ma solo delle osservazioni su quelli che potrebbero portarci più bonus giornata dopo giornata con una certa costanza. Aspettando gennaio per vedere se le mie osservazioni sono state corrette o completamente sbagliate, auguro buon gioco a tutti!

Post By Alessio Gorlani (10 Posts)

Nato nel 1988 a Cremona, Istruttore di Fitness e Gestore di un LaserGame, appassionato di sport americani, seguo il Football dalle superiori (2002). Per anni non ho avuto una squadra preferita fino al 2013, anno in cui, complice una vacanza in California, mi sono avvicinato ai San Diego Chargers. Gioco inoltre a Football qui in Italia nei Piacenza Wolverines come TE/WR col numero 85.

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

3 thoughts on “Fantasy Football Mania: i nostri consigli

  1. Se vi piacciono i fantagiochi, consiglio anche il http://www.grid-iron2.org/ che è anche in lingua italiana.

    Fanta manageriale: in pratica partite dai bassifondi per scalare i 6 livelli (la serie top, la 1, ha un campionato, la serie 2 ne ha 3, la serie 3 ha 9 gioroni ecc.), gestendo una società di football con dei giocatori “virtuali” di pura fantasia, sta a voi fargli cresce – scegliere quelli su cui puntare, gestire le finanze ecc.

    Fighissimo!

    bye

  2. Bravi Alessio ottimo articolo,finalmente si parla di fantasy!Sicuramente seguirò i tuoi consigli e punterò a Elliott al primo giro!!

    • Io purtroppo sono dovuto andare su free man perché ero 9 a scegliere e un mio amico me L ha fregato😭

Commenta