E’ l’anno in cui si deve arrivare alla fine per i Cardinals. Carson Palmer difficilmente ringiovanirà dopo quest’anno, e la squadra di coach Arians sembra perfetta per fare ancora meglio del 2015.

Con un pizzico di salute in più l’obiettivo finale per Arizona è naturalmente il Super Bowl.

COACH

Bruce Arians ha costruito un’invidiabile alchimia nei Cardinals, grazie anche una competenza che ha trovato presto riscontro sul campo. Anche la transizione a James Bettcher come coordinatore difensivo è stata indolore, e l’esperienza di assistenti come Tom Pratt e Tom Moore rendono Arizona tra le squadre più avanzate a livello tecnico.

ATTACCO

Stagione eccezionale quella passata per Palmer, ma probabilmente non dovrà per forza ripetersi a questi livelli se il resto della squadra continua a crescere. Drew Stanton è un affidabile backup.

La linea offensiva ha fatto un ottimo lavoro nel proteggere Palmer nel 2015, con soli 27 sacks concessi, e anche se rinnovata in parte continuerà a vedere l’ottimo duo Jared Veldheer e Mike Iupati come tackle e guardia di sinistra. Ottima aggiunta come guardia destra Evan Mathis, che può migliorare il run-blocking per il gioco di corsa.

Come centro Evan Boehm, rookie da Missouri, potrebbe partire titolare da subito, mentre D.J. Humpries è pronto, dopo un anno da spettatore, a subentrare come tackle di destra. Earl Watford è uno swingman adatto a più ruoli, da tackle a guardia.

Il duo Chris e David Johnson è pronto a fare ancora meglio di un anno fa, dopo che il primo ha quasi raggiunto le 1000 yards corse, e il secondo esploso da rookie come tripla minaccia, runner, ricevitore e ritornatore. Andre Ellington è una risorsa aggiuntiva che dimostra la duttilità del reparto.

In un reparto completo come pochi, Larry Fitzgerald è reduce da una stagione record con 109 ricezioni, ma dietro non mancano le opzioni. John Brown è un velocista pronto ad esplodere quando le difese avversarie lo perdono di vista, e Michael Floyd nello slot ha pochi rivali.

Occhio a J.J. Nelson, soprattutto come returner. Meno cool appaiono i tight-end, ma Jermaine Gresham è solido e completo, mentre Ifeany Momah sembra sul punto di fare il salto di qualità, se non lo tradisce il ginocchio.

DIFESA

L’aggiunta di Robert Nkemdiche promette di migliorare la pass-rush, aiutando Calais Campbell a non essere costantemente raddoppiato. Corey Peters è un nose tackle solido anche se limitato: Rodney Gunther al secondo anno è esplosivo come pochi linemen di queste dimensioni, ma ancora discontinuo e da costruire nel ruolo. Come detto,
ci si attende una grande stagione da Calais Campbell, che ha classe e tecnica nel ruolo per fare meglio dei 5 sacks del 2015.

Fondamentale l’acquisizione di Chandler Jones dai Pats, che reduce da una stagione da 12 sacks e mezzo potrebbe aprire vere e proprie autostrade al giovane Markus Golden, mentre Kevin Minter come middle linebacker è un vero e proprio ariete contro le corse, aiutato spesso da Deone Bucannon: la safety gioca in una posizione ibrida tra
linebacker e defensive back dove può andare in copertura o fermare le corse, e si è rivelato prezioso nella difesa di Arizona lo scorso anno.

Anche se Patrick Peterson è uno dei top cornerback della lega, il recupero completo di Tyrann Mathieu è necessario visto il disastro del reparto contro Carolina nell’NFC Championship. Reparto dove l’altra safety è il nuovo acquisto Tyvon Branch, classica SS nel box contro le corse.

Dalla parte opposta a Peterson Justin Bethel non se la cava male, pur con molti alti e bassi, mentre Chris Clemons e Tony Jefferson sono giocatori spesso sottovalutati ma che arricchiscono il reparto con esperienza e determinazione.

SPECIAL TEAMS

Chandler Catanzaro deve essere più consistente, 5 conversioni di touchdown sbagliate per una squadra che punta molto in alto possono costare veramente caro. Anche Drew Butler può fare meglio del suo 35.4 punting netto, ma è tutto il reparto che deve alzare il suo livello di gioco.

Patrick Peterson è da almeno due anni poco produttivo come ritornatore di punt, e potrebbe essere rimpiazzato dal rookie Harlan Miller, mentre J.J. Nelson rimpiazzerà come kickoff returner David Johnson, che non si può rischiare negli special teams visto il suo ruolo in attacco.

PREVISIONI

Difficile non vedere almeno 12 vittorie e una lunga corsa in postseason per gli attrezzati e competitivi Cardinals…

Post By Alberto Cavalasca (163 Posts)

appassionato della cultura americana, dagli sport alla letteratura al cinema della grande nazione statunitense... per qualunque curiosita' scrivetemi a: albix73@hotmail.it

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta