Anche il Championship Round è passato agli archivi della National Football League e con esso sono finalmente state definite le due squadre che approderanno al prossimo Super Bowl di Glendale. Trattasi dei New England Patriots per la AFC e dei Seattle Seahawks per la NFC, ma come sono andati i due Championship? Scopriamolo con questa edizione del Top & Worst!

TOP

Russell Wilson, per il secondo anno di fila al Super Bowl

Russell Wilson, per il secondo anno di fila al Super Bowl

1 – Russell Wilson: partita che il numero 3 di Seattle non dimenticherà mai e poi mai. Un primo quarto da tre intercetti, quattro a fine partita, e culminata con la corsa da 1 yard per il touchdown della definitiva ripresa e quello fantastico lanciato per Jermaine Kearse in overtime che garantisce alla propria squadra l’accesso al grande ballo. Quattro intercetti come detto, ma sul finale tante giocate che ben dimostrano la voglia e la grinta di questo grande giocatore.

2 – Marshawn Lynch: altro giocatore che ancora una volta si dimostra più che fondamentale nei piani di Pete Carroll. Touchdown del momentaneo sorpasso sul finire del quarto periodo e tante big play, sia su corsa che su ricezione, che aiutano la propria squadra a rispedire a casa i Green Bay Packers. Dopo un difficile avvio il numero 24 diventa di nuovo Beastmode e apporta uno strepitoso contributo nella vittoria dell’NFC Championship per la seconda volta consecutiva.

3 – New England Patriots: incredibile, ed ennesimo, blow-out perpetrato dalla formazione di Foxboro ai danni degli Indianapolis Colts di Andrew Luck. Protagonisti assoluti di questa partita Tom Brady e LeGarrette Blount, autori di tre touchdown a testa, segnature cui il numero 12 di Chuck Pagano non riesce a trovare alcuna risposta. Con questa vittoria Brady ritorna al Super Bowl dopo le due sconfitte patite per mano dei New York Giants e diventa il giocatore con più apparizioni al grande ballo con 6.

WORST

Brandon Bostick e l'errore all'onside kick

Brandon Bostick e l’errore all’onside kick

1 – Green Bay Packers special teams: partita da dimenticare per il reparto guidato da Shawn Slocum che tira fuori due penose gaffe che condannano i Green & Gold a tornare a casa. Prima il touchdown sul fake field goal in cui si rende negativamente protagonista AJ Hawk con un errore grave quanto corposo, successivamente sotto la luce dei riflettori ci va il backup TE Brandon Bostick che invece di bloccare, come gli era stato richiesto, cerca di fare proprio il pallone lasciandoselo scappare e permettendo ai Seahawks di recuperarlo e passare successivamente in vantaggio.

2 – Andrew Luck: non vi è assolutamente niente da fare, Luck non riesce a battere i New England Patriots. Ancora una volta il nativo di Washington perde, e malamente, contro la compagine guidata dal duo Brady-Belichick, e questa volta è la più pesante in assoluto. Due intercetti, nessun touchdown, 12/33 e 126 yard. Dopo questa partita il numero 12 di Indy si ritrova con 6 presenze nella post-season e addirittura 12 intercetti, davvero troppo per uno come lui.

3 – Mike McCarthy: ancora una volta l’head coach di Green Bay ne combina una delle sue. Dopo due importanti occasioni sprecate nel primo quarto con due drive fermati sulla goal line da parte di Seattle, un eccessivamente conservativo play-calling permette alla squadra di Pete Carroll di tirare fuori un paio di 3 & out che consentiranno ai campioni in carica di godere di un quantitativo estremamente maggiore di occasioni e tempo per cambiare le sorti della partita, cosa poi avvenuta. Per l’ennesima volta l’head coach dei Packers getta al vento quanto di buono fatto sino a quel momento accarezzando soltanto il Super Bowl di Glendale.

Post By Francesco Gentile (154 Posts)

Studente di giurisprudenza. Appassionato delle Big Four, NFL in particolare. Tifoso sfegatato Green & Gold!

Website: →

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

10 thoughts on “NFL Top & Worst: Championship Round

  1. tutto giusto ma per me senza errore di bostick staremmo parlando di altro. troppo decisivo. poi da lì è cambiata inerzia della partita. tra l’altro anche sulla conversione da 2 pt qalche errore gb l’ha fatto. peccato perché senza quella si sarebbe vinto con un FG.
    meglio nn pensarci che mi viene ancora il nervoso…

  2. Ma come si fa a mettere Wilson, la cui prestazione è stata a dir poco terrificante, come n.1 nei top? Senza la difesa di SEA (e gli special team) GB avrebbe vinto senza nemmeno sudare. Wilson deve fare un monumento al resto della squadra perché, di fatto, è stato il peggiore in campo.

  3. Assolutamente d’accordo con Gianluca su Wilson, poi su Luck, in post season ha guidato una squadra come indy al championship, come si fa a criticarlo? Come se le sconfitte contro i pats dipendessero da lui. La parola difesa ti dice niente? E gioco di corse? Un miracolo se sono arrivati di qui e gran parte del merito è suo… Mettilo a seattle e di sb ne gioca cinque di fila

  4. Non sono d’accordo su Wilson, l’incredibile lancio vincente nell’overtime, da solo vale l’MVP. In fondo conta il risultato….

  5. Quattro intercetti valgono come minimo il top 1 nei Worst… Deve ringraziare il resto della squadra e pure il coach di GB McCarthy che gli ha dato una mano..

  6. Se quello, se questo, senza quello, con questo…alla fine pero Seattle in finale e GB a casa, questa è la realta xche se ci fosse stato Luck in OT al posto di Wilson GB sarebbe al super bowl.

  7. Scherzi vero? Luck è un qb superiore a Wilson in tutte le caratteristiche, fisiche e mentali. E’ secondo a Wilson soltanto per una cosa: la difesa della squadra in cui milita. Che ragionamento è “alla fine però seattle è in finale?”
    Secondo questa teoria chi arriva in finale ha sempre il miglior qb…mi pare insensato. Ci sono mille altre componenti (prima tra tutte la difesa) che hanno portato sea ad essere li, wilson non è una di queste, anzi ha fatto di tutto per far vincere GB!
    Poi ok, se il ragionamento è “conta solo il risultato”, allora sea e Pats hanno i migliori qb, i miglior rb, i migliori wr, i migliori uomini di linea ecc. ecc.

  8. Per la prima volta in vita mia tiferò Patriots e Brady, Seattle proprio non si meritava il Superbowl. E secondo me, prima dei giocatori dell’una o dell’altra squadra, il “merito” di ciò va McCarthy. Un incredibile serie di errori e scelte sbagliate hanno fatto restare in partita Seattle. La partita doveva essere finita da un bel pezzo al momento del liscio di Bostick e delle giocate dell’attacco Seahawks. Comunque quello che accomuna Patriots e Seahawks è una grandissima fame e grinta e spero veramente in una grande finale.

  9. ma la questione palloni sgonfiati????? è stato accertato? o NE sarà al superbowl per grazia ricevuta?

Commenta