La stagione 2013 non è stata quella che molti si aspettavano, tant’è che a fine anno il coaching staff è stato rivoluzionato con Munchak cacciato e al suo posto è arrivato Ken Wisenhunt dai San Diego Chargers, dove aveva le vesti di OC.
La scorsa annata era partita bene, con vittorie convincenti ma soprattutto un Locker che sembrava essere finalmente esploso. Ma dal suo infortunio i Titans hanno iniziato a perdere colpi e la stagione è andata a sud, perdendo partite in maniera sfortunata e con una scarto risicato, finendo con un record di 7-9.
Il 2013 è stato anche l’ultimo anno di Chris Johnson ai Titans, sostanzialmente la fine di un era, dalla stagione delle 2000 yard il RB non forniva prestazioni all’altezza.

OFFENSE

Ken Wisenhunt e Jason Michael, l’Offensive Coordinator, avranno il compito di ricostruire un attacco che nella scorsa stagione mai ha convinto e che spesso era anemico.

Jake Locker

Jake Locker

Molto passerà da Jake Locker, il 2014 sarà per lui importantissimo per dimostrare di poter essere un QB da NFL in grado di poter guidare la propria squadra alla post season. Dipenderà anche se riuscirà a rimanere integro per tutte le 16 partite, mai successo sino ad ora. Se a fine stagione deluderà, il testimone molto probabilmente verrà passato a qualcun’altro. Il ruolo di back up inizialmente verrà dato a Charlie Whitehurst, veterano che ha sempre fatto questo ruolo. Zach Mettenberger sarà il terzo QB, difficilmente vedrà il campo e potrà maturare e crescere nell’ombra per poter essere, forse, il QB dei prossimi anni per i Titans.

Il running game sarà totalmente differente quest’anno dato che CJ2K non sarà più presente nel backfield. Bishop Sankey, secondo round dell’ultimo draft, guiderà l’attacco via terra. Non è il RB alla Chris Johnson, molto potente, ma più un RB in grado di stare in campo per 3 down e dare più opzioni, anche sui passaggi per esempio. Dietro di lui ci saranno Dexter McCluster e Shonn Green. Il primo sarà un’arma molto interessante dato che potrà dare molta versatilità e imprevedibilità.

Il reparto dei ricevitore è uno dei più interessanti della lega con maggiore possibilità di crescita. Nate Washington entrerà con i gradi di WR principale ma dovrà guardarsi da giovani rampanti come Justin Hunter e Kendall Wright. Entrambi sono attesi ad una grande stagione e se dovessero continuare a crescere i Titans si ritroverebbero tra le mani una coppia di WR di grandissimo talento difficilmente contenibile. A completare il reparto dovrebbero esserci Derek Hagan e lo sfortunatissimo Marc Mariani, reduce da due seri infortuni consecutivi.
Il TE principale sarà Delanie Walker, al secondo anno con i Titans. Sicuramente non è il TE che può essere cercato con costanza dato che ha caratteristiche migliori come bloccatore. Craig Stevens e Taylor Thompson saranno i TE secondari e verranno impiegati solo in pochi snap a partita e negli special team.

La linea offensiva è tra le più forti dell’intera lega. Michael Oher, Chance Warmack, Andy Levitre e Brian Schwenke sono certi del posto da titolare e ricopriranno i ruoli di RT, RG, LG e C. L’unico spot dove ci si aspetta competizione è quella del LT tra il veterano Michael Roos e Taylor Lewann. Entrambe le opzioni sono di primissimo livello ma è una possibile una soluzione con Roos titolare e Lewan schierato solo in certe situazioni. Il prodotto di Michigan subentrerà comunque al compagno la prossima stagione quando Roos andrà in scadenza.

DEFENSE

Ray Horton in qualunque posto è andato ha mostrato sempre ottime difese. Arizona e Cleveland ne sono la dimostrazione. A Tennessee dovrà ripetersi e il compito non sarà dei più facili dato che ci sarà la transizione dalla difesa 4-3 alla 3-4. Per agevolare questo passaggio Horton ha già detto che verrà utilizzata una difesa ibrida, molto situazionale per cercare di massimizzare le caratteristiche di ogni giocatore.

Jurrell Casey

Jurrell Casey

Il fronte a 3 sarà composto dal NT Sammie Hill e dai due DE Jurrell Casey e Ropati Pitoitua. Gli ultimi due sono sicuramente i due elementi più interessanti, soprattutto Casey che viene da un 2013 molto positivo. Chi potrebbe ritagliarsi dello spazio è il rookie Daquan Jones da Penn State, prospetto molto interessante che potrebbe risultare molto utile soprattutto in situazioni di pass rush.

Gli outside linebacker titolari saranno Derrick Morgan e Kamerion Wimbley. Non sono dei nomi altisonanti ma sono dei solidi giocatori. Quasi sicuramente verrà utilizzata una rotazione molto allargata sfruttando pure Shaun Phillips e Akeem Ayers come OLB. Phillips viene da una stagione molto positiva a Denver e vorrà confermarsi mentre Ayers forse è quello che subirà di più la transizione difensiva dato che pare non adattissimo a fare l’OLB in una 3-4.
In mezzo invece i posti da titolare saranno di Zach Brown e Wesley Woodyard. Il primo è una delle sicurezze della difesa di Tennessee mentre il secondo è un nuovo arrivato da Denver ma ha sempre fatto vedere ottime cose quando chiamato in causa. Akeem Ayers potrebbe essere il Jolly che potrebbe essere schierato nel mezzo in caso di infortunio dei titolari o se qualcuno dovesse deludere.

Le secondarie sono il reparto meno talentuoso della squadra. Il CB principale darà Jason McCourty, sicuramente un buon CB ma non al livello dei migliori della lega. Opposto a lui dovrebbe esserci Coty Sensabough, che entrerà nella terza stagione NFL. Nei primi due anni ha mostrato discrete cose ma non abbastanza per renderlo un CB affidabile contro un WR numero 2. Nello slot ci sarà il sophomore Blidi Wreh-Wilson, elemento interessante e che potrebbe essere una delle sorprese della stagione. Tommy Campbell e Marqueston Huff saranno gli ultimi due CB che dovrebbero essere a roster.
Bernard Pollard sarà lo strong safety titolare e sarà per il secondo anno consecutivo uno dei leader difensivi. Accanto a lui il posto di free safety dovrebbe essere a favore di Michael Griffin, anche se sembra che i tempi migliori siano passati. Chi potrebbe approfittarne è George Wilson, ma l’età non è a suo favore e potrebbe essere solo un giocatore di complemento.

SPECIAL TEAM

L’addio di Rob Bironas ha lasciato scoperto il ruolo di kicker. A contenderselo ci saranno Travis Coons, rookie da Washington, e Maikon Bonani, al secondo anno tra i pro. Il favorito sembra il primo dato che al traning camp ha mostrato più forza e precisione ma il posto non è ancora suo e prima della scrematura dei 53, Bonani potrebbe ancora rimontare.
Kern Brett sarà anche in questa stagione il punter e cercherà di restare sui livelli degli anni scorsi, se non alzarli. Lo scorso anno furono oltre 30 i calci nelle 20 yard avversarie dando una posizione di partenza difficile.
I ritorni di Kick off e Punt se li divideranno Dexter McCluster e Leon Washington. Sotto questo punto di vista i Titans potranno dormire sogni tranquilli dato che sono due dei migliori specialisti della lega.

DRAFT 2014

Il draft dei Titans è stato buono, non spettacolare ma solido. Forse è mancato un CB data la partenza di Verner e probabilmente l’obbiettivo era Justin Gilbert alla 11. Tyler Lewan è stata la presa di primo giro, OT da Michigan. Il need non era impellente ma probabilmente a quel punto era il giocatore più alto sulla loro board.
Con la 54° chiamata è arrivato Bishop Sankey, RB da Washington, che avrà il compito di sostituire CJ2K. Il giocatore è molto interessante ed a quel punto del draft è una buona value pick.
Al quarto giro sono arrivati il DT Daquan Jones da Penn State ed il DB Marqueston Huff da Wyoming. Molto interessante soprattutto la pick di Jones che potrebbe rivelarsi una ottima arma, soprattutto in pass rush. Al quinto giro è arrivato Avery Williams, LB da Kentucky, per dare maggior profondità al reparto degli ILB e per contribuire negli special team.
L’ultima pick è quella di Zach Mettenberger, 178° assoluta del 6° round. Presa quasi obbligata a quel punto per il valore del giocatore e i Titans rischiano di ritrovarsi in mano un QB in grado di poter prendere in mano la squadra se ben sviluppato.
Probabilmente con un CB il draft sarebbe stato ancora migliore ma i Titans non possono certo lamentarsi.

PREVISIONE

La schedule per Tennessee non è certamente tra le più facili. La squadra è buona e probabilmente si presenterà ai nastri di partenza come seconda forza della AFC South. Una previsione realistica potrebbe essere quella di un record in pareggio, ovvero 8-8, difficilmente riusciranno a conquistare più vittorie. La division può perderla solo Indianapolis e la Wild Card pare abbastanza difficile dato che ci sono squadre più attrezzate. Sarà un anno di transizione questo per i Titans, a meno di miracoli, il roster non permette un livello di competitività tale da poter competere con le potenze della AFC.

 

Post By lucadome (36 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta