Pocket
Khalil Mack

Khalil Mack

Secondo appuntamento col mock draft di First Pick. Cogliamo l’occasione per ricordarvi che prima di Giovedì prossimo uscirà la nostra terza e definitiva versione del mock dopo lo speciale “When The Draft Comes” che registreremo questo Sabato. Sperando di essere migliorati, a voi:

1. Houston Texas: Blake Bortles, QB, Central Florida. Persiste la scelta del prodotto di UCF. Bortles ha il potenziale dalla sua parte, un braccio e la base tecnica giusta per applicarsi in più sistemi e con O’Brien può crescere bene in poco tempo. Si sta spingendo molto la scelta di Jadeveon Clowney, noi rimaniamo leggermente orientati sul prodotto di UCF.

2. St.Louis Rams: Jadeveon Clowney, DE, South Carolina. Sempre in attesa di trade down i Rams vanno ancora a chiamare il miglior giocatore del draft piazzando così nella difficile Nfc West la potenziale coppia di pass rusher più forte dell’intera Lega.

3. Jacksonville Jaguars: Teddy Bridgewater, QB, Louisville. Teddy B sta perdendo un po’ di considerazioni ma rimane il talento nella posizione di quarterback più pronto per giocare titolare. Jacksonville è pronta a farne il suo registra a cui affidare l’attacco seppure l’aggiunta di un playmaker come Mack non sarebbe affatto male.

4. Cleveland Browns: Sammy Watkins, WR, Clemson. I Browns sanno che possono aspettare per trovare risposte da mettere in cabina di regia. Si va di BPA, Watkins è un Nfl Ready che con Gordon promette davvero spettacolo.

5. Oakland Raiders: Khalil Mack, OLB, Buffalo. Oakland posa le sue attenzioni su un talento paragonabile a Von Miller. Mack darebbe alla difesa un playmaker fondamentale attorno a cui costruire un reparto che in off season ha perso nomi importanti.

6. Atlanta Falcons: Greg Robinson, OT, Auburn. Persi i due playmaker difensivi principali si punta a dare il left tackle definivo a Matt Ryan. Robinson è un animale, avrà bisogno di un periodo di assestamento a destra probabilmente ma nel giro di un paio d’anni dovrebbe risultare il tackle migliore del lotto.

7. Tampa Bay Buccaneers: Mike Evans, WR, Texas A&M. La differenza attuale tra Evans e Watkins è una spiccante dote di playmaker del secondo rispetto al gigante Aggies. Nel tempo Evans potrà affinare la sua tecnica e crescere in questo aspetto divenendo il numero uno dei receiver di Tampa che potrebbe pure considerare l’altro aggies Jake Matthews.

8. Minnesota Vikings: Derek Carr, QB, Fresno State. I Vikings hanno maturato un interesse per Carr e le sue doti di puro quarterback pocket. Con Turner e la discreta linea offensiva viola avrebbe tutto il necessario per crescere senza andare in contro alla pressione costante di dover sfuggire ai pass rusher che l’hanno mandato spesso in crisi quando era al college.

9. Buffalo Bills: Jake Matthews, OT, Texas A&M. Buffalo sta puntando molto sui suoi giovani recivitori quindi dovrebbe affidare a Matthews la posizione di left tackle fin dalla week one ottenendo così una sicurezza in più per EJ Manuel. Attenzione a Eric Ebron dato che la posizione di tight end è abbastanza vacante.

10. Detroit Lions: Justin Gilbert, CB, Oklahoma State. I Lions hanno bisogno di un cornerback e così andranno su uno tra Gilbert e Dennard. Gilbert sembra poter essere un playmaker di maggior impatto oltre a poter tenere qualsiasi tipo di avversario.

11. Tennessee Titans: Darqueze Dennard, CB, Michigan State. La presenza di Barr incuriosisce sempre di più i Titans ma poter mettere Dennard titolare fin da subito è un’opportunità troppo ghiotta per una squadra bisognosa di quarterback.

Eric Ebron

Eric Ebron

12. New York Giants: Eric Ebron, TE, North Carolina. Eli Manning reclama un tight end e Ebron potrà essere la risposta ideale. Veloce, aggressivo, potente e con movimenti pulitissimi, l’ideale per dare a Victor Cruz una valida spalla. Lewan piace parecchio, peccato per i problemi caratteriali che probabilmente lo terranno lontano dalla Big Apple.

13. St. Louis Rams: Taylor Lewan, OT, Michigan. Fatto andare Robinson sarà importante assestare l’altra linea con l’inserimento di un tackle piuttosto aggressivo come Lewan aspettando il secondo giro per prendere la safeties che comunque prima o poi dovrà arrivare.

14. Chicago Bears: Aaron Donald, DT, Pittsburgh.  Chicago è a zero talento li nel mezzo. Donald è l’interprete ideale per il loro sistema, non ci impiegherà molto a far contenti i tifosi.

15. Pittsburgh Steelers: Calvin Pryor, S, Louisville. Pittsburgh spera molto in Dennard per la posizione di cornerback. Essendosene andato dovrebbero prendere una nuova safeties da allenare  per poi prendere il posto di Polamalu quando questo se ne andrà. Pryor è un giocatore versatile, può imparare a coprire il campo per poi in futuro tornare nella sua posizione ideale(SS) dopo aver preso dimestichezza col le nuove regole.

16. Dallas Cowboys: Anthony Barr, OLB, UCLA.  Dallas deve costruire assolutamente una difesa solida se vuole aiutare un attacco già prolifico. L’arrivo di Melton non lascia tranquilla la linea difensiva ma ora bisogna sostituire adeguatamente Ware e Barr potrebbe essere la risposta giusta a patto che non gli si metta pressione e gli si faccia sviluppare al meglio il suo strepitoso potenziale.

17. Baltimore Ravens: Ha Ha Clinton-Dix, S, Alabama. L’arrivo di Elam nel draft post Super Bowl ha già dato ai Ravens una solida safety per la posizione di strong, accanto a lui il cristallino talento di Ha Ha potrebbe costituire un duo davvero solido su cui appoggiare la difesa per i prossimi anni. Preso in questa posizione il prodotto di Bama è un pick davvero buono perché protegge da un eventuale rischio “bust” e potrebbe trasformarsi in una superba presa qualora Clinton-Dix dovesse diventare il giocatore visto nei momenti migliore a Tuscaloosa.

18. New York Jets: Marqise Lee, WR, USC. New York cerca un receiver, dietro a Evans e Watkins difficile stabilire chi sia il miglior talento nel ruolo, Lee è un giocatore intrigante per iniziare da numero due aprendo il campo con la sua esplosiva velocità. Qualora dovesse aggiustare la sua tecnica e rimanere sano potrebbe tramutarsi nel nuovo numero uno del futuro verde.

19. Miami Dolphins: Zach Martin, OL, Notre Dame. Miami resta su Martin, offensive guard matura per la Nfl, tecnicamente ottima e con un carattere per guidare la linea dei delfini. Pecca di potenziale ma ad averne di simili giocatori capaci di coprire più posizioni e tutte con gli stessi risultati.

Timmy Jernigan

Timmy Jernigan

20. Arizona Cardinals: Timmy Jerningan, DL, FSU. In Arizona si cercherà un nuovo Palmer da far crescere quindi si aspetterà il secondo o terzo giorno. Al primo la soluzione ideale potrebbe essere il BPA, Jernigan è un mastino che nella difesa dei Cardinals potrebbe essere subito un ottimo pezzo da rotazioni e in Arizona ha la possibilità di imparare da abili maestri per poi scalare  a titolare nel giro di qualche anno.

21. Green Bay Packers: C.J Mosley, ILB, Alabama. I Packers sperano che arrivino qui una delle due miglior safety(entrambe andate) oppure proprio Mosley, giocatore molto atletico con un IQ impressionante a cui affidare le chiavi della difesa. Difficile che il talento di Saban non risponda alla chiamata viste le notevoli qualità di leader.

22. Philadelphia Eagles: Odell Beckham Jr, WR, LSU. L’addio di DeSean Jackson obbliga l’inserimento di un altro target per Kelly. Beckham ha già approcciato con sistemi Pro Style e ha le caratteristiche ideali per sostituire Jackson: velocità, fisico, mani e propensione al big play.

23. Kansas City Chiefs:  Xavier Su’a Filo, G, UCLA. L’emergenza nella linea è troppa per far passare un giocatore come Xavier, potente guardia sinistra con ancora ampi spazi di miglioramento, Con lui e Fischer sul lato cieco Alex Smith potrebbe contare su una solida protezione per i prossimi anni.

24. Cincinnati Bengals: Kony Ealy, DE, Missouri. Ealy sta perdendo quotazioni e Cincinnati potrebbe approfittarne inserendo nelle rotazioni un end puro con ottime doti di pass rusher da sostituire adeguatamente Michael Johnson. Il ragazzo ricorda molto Greg Hardy, se così fosse i Bengals avrebbero tra le mani un talento molto interessante.

25. San Diego Chargers: Kyle Fuller, CB, Virginia Tech. Lo stile fisico dei Hawks sta facendo salire molto le quotazioni di Fuller, CB a cui piace mettere le mano addosso, grande interprete della copertura a uomo e con un ottimo placcaggio. A San Diego un angolo così farebbe piuttosto comodo ma attenzione ai Niners che sembrano voler salire per prenderselo.

26. Cleveland Browns: Johnny Manziel, QB, Texas A&M. Ipotizziamo una caduta di Manziel: se lo ritrovano i Browns che già ci pensavano alla quarta assoluta. Il need di QB ora bisogna colmarlo, a sto punto Manziel vale il rischio di prenderselo. Se dovesse trasportare in Nfl la sua creatività potrebbe essere un grande colpo, nel caso dovesse fallire la scelta non sarebbe così pesante da compromettere il futuro della franchigia.

27. New Orleans Saints: Bradley Roby, CB, Ohio State. Ai Saints serve un CB e difficilmente passeranno sul talent di Roby, gran interprete della pass coverage che servirebbe parecchio ai Saints. Una valida alternativa sarebbe Shazier sempre di OSU ma trovare un CB giovane su cui investire sarebbe meglio per i Saints.

28. Carolina Panthers: Kelvin Benjamin, WR, Florida State.  Carolina ha bisogno di un receiver, Kelvin Benjamin rimane la scelta in quanto ha il potenziale più alto del gruppo rimasto e la possibilità di essere un giocatore alla Mike Evans. Tutto a patto che maturi come persona altrimenti rischia di perdersi e non curare le lacune tecniche ancora presenti.

29. New England Patriots: Ra’Shede Hageman, DT, Minnesota. La stagione strabiliante di Hageman non passerà inosservata agli occhi di BB. Il giocatore rischia di diventare un pezzo importante della difesa Pats perché troverebbe un sistema solido e soprattutto ottimi allenatori per cresce divenendo in breve un punto di riferimento nella difesa di Foxboro.

30. San Francisco 49ers: Jason Verrett, CB, TCU. Nella Baia un playmaker come Verrett farebbe parecchio comodo avendo fiuto per il pallone approfittando di giochi rotti prodotti dal prepotente front seven per piazzare qualche turn over qua e la. Nello slot potrebbe dimostrarsi un interprete migliore di quanto lo si ritenga. Attenzione alla trade up per trovare quello che serve per cercare la prima vittoria della gestione Jim Harbaugh.

31. Denver Broncos:  Ryan Shazier, OLB, Ohio State. Shazier rimane la miglior scelta possibile in quanto metta fisicità, velocità e potenziali abilità di playmaker. Il tutto senza essere rischiato da subito, qualora l’effetto altura dovesse farsi sentire alzando in rendimento potrebbe diventare un prezioso jolly da mettere alle spalle delle linea Broncos.

32. Seattle Seahawks: Cyrus Kouandjio, OT, Alabama. Ad Alabama ha fatto un egregio lavoro sul lato cieco di McCarron, per una partita ha perso drasticamente posizioni togliendo le ottime prestazioni degli scorsi anni. Ma nessuno ricorda la classe di Cyrus, tecnicamente e fisicamente pronto per essere un left tackle tra i Pro: a Seattle potrebbe iniziare a destra, se poi sarà pronto potrebbe trasformarsi i un left tackle di prima categoria.

 

Post By Federico Vedovelli (550 Posts)

Student, rugby referee, Carolina Panthers, NCAA Football, NBA, Radio Play.it. Affascinato da Twitter: CamFederico

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.