Pocket

640_2014_01_13_06_26_31Probabilmente nessuno avrebbe sperato di arrivare per tre volte consecutive al Nfc Championship quando Jim Harbaugh prese in mano la formazione del Golden Gate tre anni fa .

Ebbene fareste bene a crederci, perché San Francisco è riuscita ad espugnare il Bank of America Stadium di Charlotte battendo i Panthers per 23 a 10 guadagnandosi un’altra week di playoffs ampiamente meritata in quanto i Niners sembrano avere davvero poche sbavature dopo una stagione dove hanno comunque evidenziato di avere delle difficoltà.

Il viaggio continua, dopo una sconfitta con i Giants per un fumble che ancora oggi viene maledetto e un volo a New Orleans drasticamente fallito nel Super Bowl XLVII contro i Baltimore Ravens. Lo step ora non potrebbe essere che uno: andare a vincere il Super Bowl al MetLife Stadium di New York  per tornare a respirare l’aria dei campioni che anni fa Montana e Young hanno portato nella Baia.

La partita con Carolina ha avuto alcuni episodi arbitrali favorevoli agli ospiti però – da tifoso Panthers tra l’altro – non voglio andare a toccare questo argomento perché posso pienamente  affermare che la squadra di Cam Newton non ha sfruttato al meglio le occasioni avute nel primo tempo, per poi scomparire completamente nel secondo lasciando raccogliere ai Niners un successo meritato.

628x471Una partita dalla grande tensione agonistica visti gli animi non particolarmente calmi dei padroni di casa, forse perché pure i Niners hanno più volte destato l’impressione di non essere propriamente simpatici, anzi, capaci pure di passare come vittime anche se favoriti in certe occasioni.

Il primo tempo ci ha regalato il meglio di quanto visto in questi playoffs: difese aggressive, attacchi comunque capaci di creare gioco e tanta intensità che ha fatto chiudere il tabellone sul 13 a 10 in favore degli ospiti grazie al touchdown di Vernon Davis, un giocatore capace di sonnecchiare per una stagione salvo poi risvegliarsi quando le partite contano davvero.

Inoltre continuano ad arrivare certezze da due giocatori fondamentali per l’attacco di Greg Roman: il running back Frank Gore sta offrendo con continuità il suo ottimo supporto indispensabile per far si che tutto l’attacco giri mentre Anquan Boldin ha offerto una prestazione da 136 yards, in più la sua esperienza e l’aver vinto il titolo l’anno scorso sono attributi fondamentali per partite delicate come questa.

Domenica la partita sarà cruciale e bisognerà dimostrare di poter vincere pure in uno stadio come quello di Seattle, un’autentica bolgia che rende difficile la vita a chiunque, figuriamoci poi ai rivali degli ‘Hawks.

Molto passerà sulle spalle di Colin Kaepernick: il quarterback che venne scelto proprio da Harbaugh al suo arrivo per poi fare per diverso tempo apprendistato, porta con sé diverse responsabilità perché a questa San Francisco sembra non mancare proprio niente, a cominciare da un’ottima linea offensiva passando a una difesa a tratti illegale.

In Carolina è riuscito a giocare una solida partita, probabilmente per espugnare Seattle servirà qualcosa di più che forse i compagni non possono dare perché stanno già svolgendo un lavoro magnifico, perciò tutto passerà dalle sue gambe e soprattutto dalle sue mani.

La sconfitta per 29 a 3 subita nella week numero due è ormai lontana, Kaep sembra maturato parecchio e ha tutte le possibilità per vincere quindi il test Championship è un esame di maturità, se dovesse superarlo senza sciogliersi facendosi contagiare dall’aggressiva difesa dei Seahawks, non vedrei più nessuna squadra capace di mettersi tra di lui e il titolo.

8109744I Panthers probabilmente non hanno giocato la loro miglior partita come fecero a Novembre quando superarono i Niners per 9 a 10, però c’è da dire che alla lunga stavano uscendo le difficoltà della squadra, vale a dire una linea offensiva non all’altezza per creare un gioco di corse efficace come a metà stagione e delle secondarie letteralmente in palla contro avversari superiori.

Comunque la stagione è stata in sè un successo: Carolina con solo il front seven è diventata uno delle migliori difese della Nfl, molti giovani hanno avuto un’esperienza importante che si porteranno dietro in futuro e sarà tutto a loro vantaggio, ma probabilmente ciò che più conta è la crescita fatta da Cam Newton nel giro di un anno: non ha ancora i compagni per arrivare in fondo, però è cresciuto tantissimo maturando nella gestione della partita e delle scelte come dimostra lo splendido lancio per Steve Smith divenuto l’unico touchdown dell’incontro.

Carolina dovrà affrontare un’off season attenta e ben calibrata a coprire i need mancanti per fare il passo in più che li possa lanciare verso un roseo futuro nonostante la division sia una delle più toste: Newton ha dimostrato di poter essere un franchise quarterback che forse a Charlotte non c’è mai stato, ora dovrà confermarsi a questi livelli e le possibilità ci sono tutte.

San Francisco torna a casa e si prepara a veleggiare verso Seattle: domenica alle ore 18.30 locali al CenturyLink Field ci sarà più di una partita: sará uno scontro tra due quarterback giovani dal grande carattere, due attacchi forse non spettacolari ma  concreti e due difese che mettono paura soltanto a guardarle. Una di quelle partite che si potrebbe ritrovare nei libri di storia tra qualche anno.

Post By Federico Vedovelli (550 Posts)

Student, rugby referee, Carolina Panthers, NCAA Football, NBA, Radio Play.it. Affascinato da Twitter: CamFederico

Connect

6 thoughts on “San Francisco vola al terzo Championship consecutivo

  1. Ricordo ancora lo svolgimento di quel 29-3, punteggio bugiardo già allora. Fine terzo quarto sotto 12-3 (quindi recuperabile anche se 3 punti sono una miseria) drive Seattle finito e quindi palla ai niners…fallo idiota da 15 yards del comunque immenso Aldon Smith il drive continua, touchdown 19-3 e lì la partita finisce. Già quella partita quindi fu combattuta, con i miglioramenti dei niners io spero si possa addirittura vincere. Una cosa è certa però, sarà una battaglia brutale, una bolgia incredibile che mi voglio godere alla grande nell’unico campo di tutto lo sport dove il pubblico conta veramente, e non solo per motivi psicologici.

  2. ….due squadre che Veramente si odiano come queste qui…..raramente si vede….poi a giocarsi il titolo di Conference è il massimo….nell’ambiente massimo (senza nulla togliere ai tifosi della Baia)….e un qb come Kaep che non ha paura di niente e nessuno e mena come un fabbro……spettacolo totale. Pronostico, vince Seattle di 4.

  3. Sono già in agitazione per la partita signori…tifo 49ers e queste sono quelle partite che ti fanno venire i brividi ancora prima di cominciare…!! Ognuna delle squadre ha punti forti e punti deboli che si contrappongono…io xò spero e confido in Kaep, ha la mentalità giusta e sono sicuro che non si farà intimorire dal pubblico avversario!!

    P.s: spero che il pronostico sopra sia ribaltato ahahah

  4. “capaci pure di passare come vittime anche se favoriti in certe occasioni”

    i niners sono favoriti dagli arbitri?

  5. Si su qst effettivamente l`ho trovato un filo forzato eh…xò comprendo anche un po` di spirito da tifoso panthers quindi pazienza eheh…!!

  6. completamente d’accordo sugli aiutini arbitrali…ma per fortuna non è la serie a e non ci sono i soliti “piagnoni” che poi non vincono mai..lode ai niners oggi la squadra più solida e in “rampa di lancio” per vincere il superbowl, completi in tutti i reparti, se migliorano in red zone sarà dura per le altre 3..

Commenta