Pocket

Undicesima settimana di National Football League caratterizzata ancora una volta da alcuni risultati a sorpresa che hanno portato a nuovi cambiamenti in un ranking dove però non mancano, finalmente, alcune gradite conferme.

1. New York Jets (=)

Santonio Holmes, protagonista nella vittoria settimanale dei Jets.

Rischiano di farsi rimontare da Houston al termine di una partita combattuta e spettacolare, ma alla fine sono riusciti a spuntarla, grazie soprattutto ad un rigenerato Santonio Holmes, che si conferma decisivo, come sette giorni fa contro i Browns, andando a segno con due touchdowns.

2. New England Patriots (=)

Altra partita importantissima vinta dai Pats, che dopo aver sconfitto Pittsburgh la settimana scorsa, ottengono un altro successo pesantissimo sui Colts, messi a tappeto dal solito Brady, e dalle corse di Green-Ellis e del sempre più sorprendente Woodhead.

3. Atlanta Falcons (=)

Si confermano il miglior team della NFC alla pari di Green Bay, che affronteranno in un delicatissimo testa a testa questa settimana, dopo aver superato senza troppi patemi una squadra piuttosto in forma come i Rams, che non sono riusciti a contrastare i soliti Matt Ryan, 2 TD pass, e Michael Turner, 133 yds, 1 TD.

4. Pittsburgh Steelers (=)

Surclassano i Raiders reduci da una serie di prestazioni più che convincenti cancellando la sconfitta subita nello scorso weekend contro i Patriots; in gran forma, Big Ben, autore di 3 touchdown pass, ha trovato un valido aiutante nel receiver Mike Wallace, tra i migliori con 116 yards e 1 TD all’attivo in appena 3 ricezioni.

5. Philadelphia Eagles (+2)

Battono i Giants e gli soffiano la quinta posizione del ranking volando in testa alla NFC East, preparandosi al meglio per la difficile trasferta del Soldier Field; a decidere, questa volta, è stata una corsa da 50 yards di LeSean McCoy, che conferma la bontà dell’attacco palla a terra degli Eagles, terzo nella lega per yds percorse.

6. Green Bay Packers (+2)

Umiliano Minnesota tra le mura del Metrodome confermandosi leader della NFC North, con un Aaron Rodgers sempre più convincente ed un passing game che mette su numeri spaventosi approfittando delle maglie larghissime della difesa avversaria; sfida decisiva questa settimana, dove a contendergli la vittoria saranno i lanciatissimi Falcons.

7. New York Giants (-2)

Perdono maluccio con gli Eagles, a cui concedono anche la testa della East in una partita in cui hanno totalizzato appena 208 yards di total offense, davvero poche per puntare alla vittoria; in division il discorso rimane ancora aperto, ma serve un’immediata ripresa contro i Jaguars questo fine settimana.

8. Indianapolis Colts (-2)

La scorsa settimana avevano vinto pur non brillando, questa, invece, hanno fatto il contrario, convincendo sul campo, dove Manning ha lanciato 4 TD pass, ma perdendo sul box score, dove sono stati superati di tre punti da dei Patriots in forma smagliante; rimangono in testa alla South, ma la lotta è accesissima.

9. Baltimore Ravens (+1)

Tornano alla vittoria contro Carolina, ma a salvarli da un finale difficile e incerto sono le giocate difensive, e soprattutto i due touchdowns realizzati da Ray Lewis e Dewan Landry, quest’ultimo dopo aver ricevuto un lateral pass di Ed Reed, arrivato a 50 intercetti in carriera.

10. Tampa Bay Buccaneers (+1)

Continua la scalata dei Buccaneers, che si confermano seconda forza della combattutissima South surclassando i Niners, che non sono riusciti a segnare nemmeno un punto in una partita carente di colpi di scena; sugli scudi, come sempre, Freeman, Blount e Williams, un terzetto che promette grandi cose in prospettiva.

11. Tennessee Titans (-2)

Perdono ancora i Titans che vengono superati in overtime da Washington dopo aver visto alternarsi nel backfield, con pochi risultati tra l’altro, Vince Young e il rookie Rusty Smith; a tenere alto il morale, nonché provare a raddrizzare la partita, ci ha pensato il solito Marc Mariani, a segno con un punt return da 87 yards.

12. New Orleans Saints (+1)

Danno seguito alla risalita successiva al tonfo di alcune settimane fa con i Browns inanellando la settima vittoria stagionale contro Seattle, arginata già fine primo tempo grazie ad una straordinaria prestazione di Drew Brees, autore di 4 TD pass; a segno anche Chris Ivory, al primo TD in NFL.

13. Chicago Bears (+3)

Dominano nell’anticipo di giovedì in quel di Miami, dove lasciano a zero i Dolphins conquistando la settima vittoria stagionale, che li permette di rimanere agganciati in testa alla North con Green Bay, in un testa a testa serrato e combattuto.

14. Kansas City Chiefs (+1)

Avevano bisogno di un’altra vittoria per prendere possesso della West e l’hanno ottenuta superando Arizona, che fin dall’inizio non riesce a contrastare l’ottima intesa instauratasi tra Matt Cassell e Dwayne Bowe, autori di 2 touchdowns in coppia che hanno tagliato le gambe agli avversari.

15. Miami Dolphins (-4)

Thigpen aveva favorevolmente impressionato nello scorso weekend ma non ha saputo ripetersi nel match casalingo contro i Bears, dove Miami è crollata senza segnare alcun touchdown e totalizzando appena 187 yards in sessanta minuti di football; serve una scossa, e forse anche un po’ di fortuna.

16. Jacksonville Jaguars (+1)

Rimangono in piena corsa per la South, ormai la division più tosta dell’intera NFL, andando a vincere sui Browns, squadra che nonostante i risultati è una delle più in forma della lega; fondamentale, come sempre, il piccolo Maurice Jones-Drew, che colleziona 220 yards di total offense e 1 TD.

17. Washington Redskins (+1)

Tornano alla vittoria contro i Titans spuntandola nell’overtime grazie al quarto field goal di giornata messo a segno da Graham Gano, che ne segna uno in più del collega Bironas; buona prova anche per McNabb, che dopo i rumors delle scorse settimane che lo vedevano lontano dalla capitale, ha ripreso vigore guidando nuovamente gli ‘Skins.

18. Houston Texans (-4)

Continuano a perdere e rischiano di chiudere l’ennesima stagione in calando; ogni anno sembra quello buono per centrare il primo accesso ai playoffs ma i Texans, puntualmente, si perdono per strada, denunciando una mancanza di costanza e carattere che sta cominciando a diventare una prerogativa di questa franchigia.

19. San Diego Chargers (+4)

Non si fermano più i Chargers, che dopo la sosta pareggiano il conto tra vittorie e sconfitte trovando la quinta affermazione stagionale contro Denver, in un match che li ha rimessi in corsa per i playoffs grazie ad un Philip Rivers efficace e spettacolare; 4 TD per lui, 1 per Mike Tolber e per il suo nuovo bersaglio preferito, Patrick Crayton.

20. Minnesota Vikings (-1)

Pessima partita dei Vikings, che offrono uno spettacolo penoso ai tanti fans accorsi al Metrodome facendosi letteralmente asfaltare da Green Bay; forse serviva questo per ottenere un taglio netto con una gestione che ha affossato totalmente una delle outsider più accreditate. Via Childress si riparte con Frazier, cercando di salvare il salvabile.

21. Oakland Raiders (-1)

Dopo tante vittorie altisonanti arriva una sconfitta meritatissima contro gli Steelers, al termine di un match in cui vedono pochissimo l’ovale e smuovono il box score solo grazie ad un calcio di Janikovski, autore degli unici punti silver&black della partita.

22. Seattle Seahawks (-1)

Provano a tenere duro contro i Saints ma si arrendono allo strapotere di Brees e compagni cedendo di netto negli ultimi due quarti; la lotta per la division rimane apertissima, anche perché sono l’unico team con il record ancora positivo, ma per centrare i playoffs la strada è ancora lunga.

23. St.Louis Rams (-1)

Giocano bene contro Atlanta e crollano solo nell’ultimo quarto dopo aver lottato punto a punto a lungo con il miglior team della NFC; anche per loro vale il discorso di Seattle, vista la situazione di stallo della division, la lotta è ancora aperta e tutto è ancora possibile.

24. Dallas Cowboys (+1)

Dopo il cambio di HC sono arrivate due vittorie, un bel risultato per una squadra partita con ben altri obiettivi e trovatasi nei bassifondi del ranking, una posizione che, visto il talento e le ultime affermazioni, ha dimostrato assolutamente di non meritare; impressionante Kitna, a segno addirittura su corsa da 29 yards a 38 anni suonati.

25. Cleveland Browns (-1)

Sconfitti dai Jaguars, che frenano la loro risalita, i Browns non sfigurano nemmeno nella trasferta di Jacksonville, anche se ancora una volta viene messa in dubbio la leadership futura di Colt McCoy, che nonostante sul campo convinca, non trova conferme nelle parole di Mangini.

26. Buffalo Bills (+5)

Sono gli unici a vincere in coda e confermano di essere anche una discreta squadra, capace di creare tanto quanto alcune che stanno dalla parte opposta del ranking; continua il momento magico di Fitzpatrick, 4 TD pass lanciati, ma gli eroi di giornata sono Fred Jackson e Steven Johnson, autori rispettivamente di 2 e 3 touchdowns.

27. Cincinnati Bengals (-1)

Perdono con i Bills l’ottava partita stagionale, e proprio da Buffalo vengono raggiunti nel record, proseguendo un declino impensabile alla partenza di una stagione in cui sembravano avere i numeri per giocarsela fino in fondo.

28. San Francisco 49ers (-1)

Non subivano uno shutout casalingo da 33 anni e la permanenza di Mike Singletary sulla sideline di Frisco si fa sempre più rischiosa nonostante Troy Smith faccia di tutto per inventarsi qualcosa di concreto; partiti come favoriti della West, stanno buttando via l’ennesima stagione degli ultimi anni.

29. Denver Broncos (-1)

Sconfitti malamente in un Monday Night che poteva tenere viva ancora qualche flebile speranza di postseason, i Broncos si sono clamorosamente assentati dalla partita nei due quarti centrali, quando i Chargers hanno preso il sopravvento con un parziale di 21-0.

30. Arizona Cardinals (-1)

Non incidono contro i Chiefs e perdono la settima partita stagionale, segnando solo quando ormai il match era ampiamente deciso, e dire che una vittoria li avrebbe mantenuti pienamente in corsa per i playoffs che, comunque, nonostante tutto, rimangono, per assurdo, ancora possibili.

31. Detroit Lions (-1)

Le provano tutte per provare ad abbandonare l’ultimo posto nella North, e riescono a tenere testa ai Cowboys per tre quarti, prima di mollare nel rush finale, quando passano da 2 a 16 punti di distanza; non sfigura nuovamente Shaun Hill, autore di 2 TD pass, uno dei quali per il solito Calvin Johnson.

32. Carolina Panthers (-1)

Senza dubbio ormai la squadra che gioca il peggior football della lega, con poche idee e pure parecchio confuse; certo, la dea bendata ci ha messo del suo privandoli di diversi giocatori, ma i Panthers quest’anno non sembrano aver altra missione se non quella di puntare alla prima assoluta. Un peccato per uno dei migliori team degli ultimi anni.

Post By Andrea Cresta (367 Posts)

Folgorato sulla via del football dai vecchi Guerin Sportivo negli anni ’80, ho riscoperto la NFL nel mio sperduto angolo tra le Langhe piemontesi tramite Telepiù, prima, e SKY, poi; fans dei Minnesota Vikings e della gloriosa Notre Dame ho conosciuto il mondo di Playitusa, con cui ho l’onore di collaborare dal 2004, in un freddo giorno dell’inverno 2003. Da allora non faccio altro che ringraziare Max GIordan…

Website: → FootballNation.it

Connect

One thought on “NFL Power Ranking Week 11.

Commenta