Altra settimana di National Football League ed altro cambio al vertice, dove la prima posizione sembra essere sempre più calamita per maledizioni, con gli Steelers che perdono terreno dopo essere arrivati in vetta appena sette giorni fa.

Tom Brady, protagonista nella vittoria su Pittsburgh.

1. New York Jets (+1)

Finiscono in parità i tempi regolamentari della sfida che vede fronteggiarsi i fratelli Ryan, e dopo aver tribolato parecchio, come da pronostico, contro i Browns, riescono ad averne ragione nell’overtime, dove torna a splendere Santonio Holmes che decide la partita andando a segno con un TD da 36 yards.

2. New England Patriots (+2)

La sfida è di quelle decisive, e Brady e compagni non tradiscono le attese battendo gli Steelers a Pittsburgh, dove proprio il quarterback fa il bello e il cattivo tempo sfornando la miglior prestazione della stagione, conclusa con 350 yards e 3 TD pass, ed impreziosita dal settimo TD su corsa della carriera.

3. Atlanta Falcons (+2)

Serviva una vittoria importante per prendere coscienza della propria forza, ed i Falcons l’hanno ottenuta nell’anticipo di giovedì notte contro i Ravens, quando una partita densa di colpi di scena è stata decisa a venti secondi dal termine dal settimo touchdowns stagionale di Roddy White, sempre più leader offensivo.

4. Pittsburgh Steelers (-2)

Perdono in casa contro i Patriots dopo un match tirato ed un TD di Mike Wallace che poteva tenere viva la sfida fino all’ultimo; restano in cima alla North, ma la sconfitta rimediata contro New England potrebbe lasciare il segno, e i Ravens rimangono appaiati.

5. New York Giants (-2)

Erroneamente hanno giudicato bolliti i Cowboys ed hanno rimediato una brutta sconfitta, facendosi raggiungere dagli Eagles in testa alla NFC East; questa settimana, la sfida contro Philly, sarà probabilmente decisiva per la conquista della Division.

6. Indianapolis Colts (+1)

Altro match poco spettacolare per Indy, che segna solo grazie ad una corsa del runningback di riserva Javarris James, ex Hurricanes, e un intercetto riportato in TD da Kelvin Hayden; Manning finisce la seconda partita in stagione senza TD pass, e non è un buon segno, anche se, con i risultati dei rivali divisionali, vincere è l’unica cosa che conta.

7. Philadelphia Eagles (+3)

Ancora sugli scudi Vick, che gioca una delle sue migliori partite di sempre, se non la migliore, mostrando una maturazione incredibile che lo innalza nuovamente a ruolo di stella in NFL, com’era già prima del fattaccio che l’ha tenuto lontano dai campi per due anni; la sfida per la East è stata riaperta, e lo scontro di domenica contro i Giants potrebbe essere già decisivo.

8. Green Bay Packers (=)

Fermi per il turno di bye, Rodgers e compagni si preparano a fare visita ai Vikings.

9. Tennessee Titans (-3)

Dopo Britt perdono anche Collins ed escono sconfitti dal match di Miami, dove un Young non al meglio della forma non riesce ad imprimere un cambio di passo ai compagni di squadra, tra i quali viene quasi ignorato l’esordiente Randy Moss, lasciato ad una sola ricezione in tutta la partita.

10. Baltimore Ravens (-1)

Perdono nell’anticipo di giovedì contro i Falcons ma rimangono appaiati agli Steelers nella classifica della North; buona prova di Flacco, 3 TD pass, che dimostra di essere in forma in vista della sfida di domenica prossima con Carolina, dove potrebbe arrivare la settima vittoria stagionale.

11. Miami Dolphins (+3)

La dea bendata non è certo dalla loro, visto che, pronti via, perdono due quarterback nel giro di pochissimi snap, addirittura a Pennington basta il primo; fortunatamente dietro ai due Chad c’è un ragazzo che quando scende in campo sa il fatto suo, Tyler Thigpen, prodotto da Coastal Carolina che, con piglio, guida i suoi ad un’importantissima vittoria sui Titans.

12. Tampa Bay Buccaneers (+ 3)

Match abbordabilissimo contro Carolina che i Bucs non faticano a vincere, inanellando la sesta vittoria stagionale che gli permette di rimanere saldamente in scia di Falcons e Saints; ancora positive le prove di Freeman e Blount, anche se, a mettere la ciliegina sulla torta, questa volta ci pensano due veterani del calibro di Kellen Winslow e Cadillac Williams.

13. New Orleans Saints (=)

Si godono il riposo in attesa della partita contro i Seahawks, dove cercheranno di non far scappare Falcons e Buccaneers.

14. Houston Texans (-3)

Ogni anno la stessa storia, partono a razzo e sembra quello buono per arrivare ai playoffs ma poi si perdono per strada, smarrendo la via per la vittoria e centrando sconfitte dure da mandare giù, come l’ultima contro Jacksonville, che li inguaia non poco in vista del rush finale.

15. Kansas City Chiefs (-3)

Sconfitta bruciante contro i Denver Broncos, che all’intervallo sono addirittura avanti di 24 punti; Cassell gioca la miglior partita stagionale, 469 yards e 4 touchdowns, ma la difesa concede tanto, e soprattutto nella redzone, fatica ad arginare gli avversari. Rimangono in testa alla West, ma Raiders e Chargers sono subito li.

16. Chicago Bears (+1)

Vincono, e convincono, contro i Vikings, rimettendosi in scia dei Packers al termine di un match dove ha contato parecchio l’organizzazione offensiva e difensiva migliore della squadra allenata da Lowie Smith; serviva una vittoria per prendere fiducia in se stessi ed è arrivata, ora non resta che giocarsi le proprie chances fino in fondo.

17. Jacksonville Jaguars (+1)

Risolvono il match divisionale contro Houston con un passaggio dell’Ave Maria più fortunoso che bello, con il piccolo receiver Mike Thomas che recupera l’ovale stoppata dai difensori di Houston, prima che questa cada in terra, e percorre quella mezza yard necessaria ad entrare in endzone; la vittoria numero 5 della stagione rende la South ancora più combattuta.

18. Washington Redskins (-2)

Sconquassati dalla squadra più in forma del momento i Redskins escono con le ossa rotte dalla partita contro gli Eagles, dopo non averci capito praticamente nulla per tutto il primo quarto, finito 28-0 per gli avversari; 59 punti subiti tra le mura amiche del FedEx Field sono difficili da digerire, ma a Washington sembra che abbiano le qualità per rialzarsi nell’immediato.

19. Minnesota Vikings (-2)

La vittoria con Arizona era probabilmente un fuoco di paglia, e lo si capisce presto al Soldier Field, quando la musica che suonano le due squadre sembra essere totalmente all’opposto; tenuti in vita da una difesa che sembra aver trovato una maggiore quadratura rispetto all’inizio, i Vikings crollano negli ultimi due quarti, mostrando tutti i limiti dovuti ad una gestione pessima della squadra e ad uno stato di forma approssimativo di alcune stelle.

20. Oakland Raidres (=)

Settimana di bye per prepararsi ad un rush finale che potrebbe riservargli piacevoli sorprese.

21. Seattle Seahawks (+1)

Torna Hasselbeck e i Seahawks ritrovano la strada per la vittoria, soprattutto grazie ad un running game che finalmente funziona con il duo ex California, Forsett e Lynch, che si divide portate e segnature come ai tempi di Berkley; con una West ancora indecisa, Carroll potrebbe vincere la division già nell’anno del suo ritorno in NFL.

22. St. Louis Rams (-1)

Dopo una serie di buone prestazioni e di vittorie i Rams si fermano a San Francisco, dove perdono nell’overtime una sfida divisionale che poteva proiettarli in testa alla pari con i Seahawks; il discorso playoffs rimane aperto, ma da qui alla fine occorre sbagliare il meno possibile.

23. San Diego Chargers (=)

Sosta proverbiale per i Chargers, che probabilmente l’hanno sfruttata per recuperare e amalgamarsi ulteriormente in vista di una rimonta che solo poche settimane fa sembrava impossibile.

24. Cleveland Browns (=)

Perdono alla fine di un match tiratissimo con i Jets, che riescono a metterli sotto solo nell’overtime, ennesima dimostrazione di quanto sia cambiata rispetto all’anno passato Cleveland; ancora positivo McCoy, dopo il TD su corsa della scorsa settimana arriva la gioia anche del primo TD pass da professionista.

25. Dallas Cowboys (+3)

Il cambio della guardia sulla sideline ha sortito gli effetti sperati, e i Cowboys hanno fatto intravedere tutte le potenzialità e le qualità degli uomini presenti a roster nel match di New York, dove i Giants sono rimasti completamente spiazzati da questa ritrovata vena di Dallas.

26. Cincinnati Bengals (-1)

Settima sconfitta stagionale arrivata al termine di un match in cui non hanno concesso TD a Manning ma non hanno nemmeno impensierito più di tanto i Colts; li tiene in partita Ochocinco, ma quando serve cambiar marcia è un’altra stella a tradirli, Carson Palmer, per il quale in tanti, a Cinci, cominciano a storcere il naso.

27. San Francisco 49ers (+2)

Vincono con i Rams e cercano di rimanere attaccati al treno della West, dove ora come ora hanno superato i Cardinals; tra i protagonisti della vittoria oltre a Nedney, autore del FG decisivo, anche Troy Smith, che convince lo staff a puntare nuovamente su di lui lanciando per 356 yards e 1 TD.

28. Denver Broncos (+2)

Mettono al tappeto Kansas tenendo in vita la corsa per la conquista della AFC West, un’altra delle division più combattute in questo torneo 2010; fa festa anche Tim Tebow, che dopo i TD su corsa trova anche il primo TD pass in NFL, mandando a segno Spencer Larsen in una giornata in cui il suo collega di reparto, Orton, ne mette a segno ben 4 TD.

29. Arizona Cardinals (-3)

Escono male dalla sfida divisionale contro Seattle e finiscono in fondo alla West, cominciando ad abbandonare le ultime speranze di portarsi a casa un nuovo titolo; che il dopo Warner fosse difficile lo si poteva pensare, ma che addirittura si faticasse ad abbandonare le posizioni finali del ranking, in Arizona, forse non l’avevano calcolato.

30. Detroit Lions (-3)

Senza Stafford sono completamente un’altra squadra, e nonostante le provino tutte non riescono a trovare la terza vittoria stagionale, nella sfida tra disperate contro Buffalo; rimangono in scia dei Vikings, partiti con ben altre prospettive, ma continuano a rimediare sconfitte lontano dal Ford Field.

31. Buffalo Bills (+1)

Dopo tanto penare arriva la prima vittoria della stagione contro i Lions, al termine di un match giocato meno bene rispetto alle ultime uscite ma che, a differenza di queste, permette ai Bills di cancellare quel bruttissimo zero nella casella del record; fondamentale Fred Jackson, che con le sue 133 yards e 1 TD decide di fatto la partita.

32. Carolina Panthers (-1)

Da tempo Carolina era la squadra che, tra le ultime, giocava peggio, e la vittoria finalmente strappata da Buffalo ha fatto si che si realizzasse l’inevitabile, con i Panthers che scivolano all’ultimo posto del ranking; unica nota positiva, la partita da 100 yards di Mike Goodson, che dopo l’inserimento in IR di Williams potrebbe diventare il RB titolare.

Post By Andrea Cresta (363 Posts)

Folgorato sulla via del football dai vecchi Guerin Sportivo negli anni '80, ho riscoperto la NFL nel mio sperduto angolo tra le Langhe piemontesi tramite Telepiù, prima, e SKY, poi; fans dei Minnesota Vikings e della gloriosa Notre Dame ho conosciuto il mondo di Playitusa, con cui ho l'onore di collaborare dal 2004, in un freddo giorno dell'inverno 2003. Da allora non faccio altro che ringraziare Max GIordan...

Website: → FootballNation.it

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta