Umori contrastanti per la presenza dei fratelli Busch ad Indianapolis. Un tweet di qualche giorno fa ha infatti aperto la possibilità che Kyle Busch possa essere al via della edizione n.100 della 500 Miglia di Indianapolis. Ad una domanda di un follower su una sua possibile presenza ad Indy nel mese di Maggio, il campione 2015 della NASCAR Sprint Cup Series ha infatti risposto: “Sì. Ho sempre detto che quando avrei vinto un campionato ci avrei pensato. Bene, quindi adesso indovinate un pò…“. Al momento però non sono note trattative con qualche team IndyCar. Il fratello Kurt Busch ha invece annunciato ufficialmente ieri che non ripeterà l’esperienza della doppietta Indy 500-CocaCola 600 del 2014. “Dopo aver seriamente pensato ad un altro tentativo di effettuare il ‘The Double’, e in risposta alle molte domande che ho ricevuto al riguardo voglio dichiarare che non prenderò parte alla centesima edizione della 500 Miglia di Indianapolis. Non è stata una decisione facile e non significa che non avessi voglia di competere ancora una volta in una della più grandi corse del Mondo, ma la mia decisione si basa esclusivamente sulla necessità di restare completamente focalizzato sul mio impegno NASCAR con lo Stewart Haas Racing. La mia esperienza del 2014 con l’Andretti Autosport e i suoi piloti è stata molto positiva, e il modo in cui i fan IndyCar e i media mi hanno accolto sono senza dubbio uno dei punti salienti della mia carriera sia personalmente che professionalmente. Per fortuna, Michael (Andretti) e l’Indianapolis Motor Speedway mi hanno lasciato una porta aperta per una partecipazione in futuro, e forse un giorno accadrà, ma semplicemente non sarà quest’anno“, il comunicato ufficiale sul sito di Kurt Busch.

Post By Marco Strazzulla (136 Posts)

Sono un grande appassionato di sport americani, in special modo di basket NBA e football NFL, ma soprattutto di automobilismo. Considero la IndyCar la migliore categoria al mondo per spettacolo, sportività e completezza dei piloti. Ho assistito di persona alla 500 Miglia di Indianapolis 2008, uno spettacolo indescrivibile.

Website: → Indycar Italy

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta