Si scinde il sodalizio tra Sarah Fisher e Wink Hartman, che avevano schierato insieme una squadra IndyCar per quattro anni. Hartman, proprietario dell’Hartman Oil Company, ha deciso di lasciare l’Indycar come a causa dell’instabilità del mercato petrolifero. “Era solo una questione di milioni di dollari, e non è saggio per me mettere a repentaglio ciò per cui ho lavorato tutta la vita“, ha detto Hartman. “Le corse sono state qualcosa che ho apprezzato, e qualcosa a cui spero di partecipare di nuovo. Ma ho altre 15 aziende di cui occuparmi. Ho deciso in tutta onestà di uscire dalla squadra per questa stagione o forse più lungamente, fino a quando i prezzi del mercato petrolifero si stabilizzeranno. Ed Carpenter è destinato a a continuare come Ed Carpenter Racing e Josef Newgarden e sarà il pilota della squadra.” Il fatto che possieda la sede del team e il 75 per cento delle auto e delle attrezzature pone il futuro della Fisher in IndyCar in grosso dubbio. Dopo essersi unita con la squadra di Carpenter lo scorso anno per formare quello che era il CFH Racing, adesso sembra certo che debba lasciare la squadra al solo Carpenter. Per quanto riguarda la scelta dei piloti non dovrebbe cambiare molto: Newgarden sarà il primo pilota, mentre Carpenter correrà sugli ovali e cercherà un pilota per il resto delle gare come ha fatto con Luca Filippi nel 2015. Andrà chiarito se la storica sponsorizzazione Fuzzy’s sarò spostata sulla vettura di Newgarden.

Post By Marco Strazzulla (136 Posts)

Sono un grande appassionato di sport americani, in special modo di basket NBA e football NFL, ma soprattutto di automobilismo. Considero la IndyCar la migliore categoria al mondo per spettacolo, sportività e completezza dei piloti. Ho assistito di persona alla 500 Miglia di Indianapolis 2008, uno spettacolo indescrivibile.

Website: → Indycar Italy

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta