Pocket

American Pharoah conferma i pronostici della vigilia e si aggiudica la 141esima edizione del Kentucky Derby.

La prestazione del favorito ha sicuramente convinto gli osservatori: nel 2015, American Pharoah aveva infatti corso appena due volte; nonostante i due successi, molti addetti ai lavori avevano espresso dei dubbi riguardo la concorrenza. Inoltre, la posizione di partenza #18 è piuttosto ostica, visto che obbliga il cavallo ad una traiettoria esterna.

La prestazione di ieri, invece, ha cancellato ogni dubbio. Alla partenza, Dortmund (l’altro favorito) e Firing Line hanno preso la testa della corsa, con American Pharoah in terza posizione.

All’ingresso dell’ultima curva, i tre cavalli hanno aumentato l’andatura e si sono presentati all’ultimo rettilineo pronti a lottare per il successo finale, senza essere impensieriti dagli altri concorrenti.

A quel punto, American Pharoah ha accelerato; Dortmund è stato il primo a cedere, ma neanche Firing Line è riuscito a tenere il passo del favorito, che ha vinto con il tempo di 2:03.02. Per il fantino Victor Espinoza, si è trattato del terzo successo al Kentucky Derby, dopo quello del 2002 (War Emblem) e del 2014 (California Chrome).

Ora l’attenzione degli appassionati si sposta a Baltimore, dove sabato 16 maggio si correrà il Preakness Stakes, seconda prova della Triple Crown. Sia War Emblem, sia California Chrome sono riusciti a vincere il Preakness Stakes, quindi American Pharoah sarà l’ovvio favorito.

 

 

Post By Stefano Quaino (31 Posts)

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.